46 Photos - May 11, 2016
Photo: Fino all'anno scorso nella piccola spianata che si vede a destra della torre c'era un fatiscente e orrendo rudere degli anni '60Photo: Inizio del muretto di protezione, subito dopo la traversa via MitiglianoPhoto: tratto iniziale, il muro di contenimento a sinistra è vecchio di decenni e sostiene il giardino al lato di un'abitazionePhoto: Si comincia a scendere il muro di contenimento a sx (a secco) non è stato toccatoPhoto: Nuovo aspetto della piazzola in prossimità della lapide che ricorda le vittime della franaPhoto: Tratto che fu interrotto dalla frana del 16 febbraio 1973Photo: Come è possibile notare anche in varie foto,anche i tombini sono ricoperti in pietraPhoto: Muro di contenimento a secco (nuovo)Photo: Muro di contenimento a secco antico con scala in pietra originale per l'accesso al fondo a montePhoto: Canaletta di captazione acqua (epoca romana)Photo: Primo cartello di divieto si transito (impallinato da qualche genio ...)Photo: Edicola votiva a Cancello e secondo cartello di divieto di transitoPhoto: Si torna a procedere quasi in piano fra nuovi muri a secco a monte e muretti di pietre e malta a vallePhoto: Nuovi scalini per mantenere l'accesso ai fondi a monte di via CampanellaPhoto: Nuovi scalini per mantenere l'accesso ai fondi a monte di via CampanellaPhoto: Caratteristico e storico carrubo con un singolare sostegno per il ramo troppo pesantePhoto: Muro a secco preesistentePhoto: Muro a secco preesistente rimesso in sesto utilizzando per lo più le stesse pietrePhoto: Muro a secco nuovo che ingloba una roverellaPhoto: Muro a secco in parte già crollato in parte pronto a crollare (a giudicare da quanto è spanciato). Pare che la proprietaria non abbia voluto farlo riparare.Photo: Seconda foto del muro a secco in parte già crollato in parte pronto a crollare (a giudicare da quanto è spanciato). Pare che la proprietaria non abbia voluto farlo riparare.Photo: Coninua il tratto in piano e dato il minor dislivello fra strada e uliveti il muretto di contenimento è molto più basso dei precedentiPhoto: Photo: Varco a valle ... esiste una vicinalePhoto: Finiscono gli ulivi, finisce la recinzione, finisce il muretto di contenimentoPhoto: Da qui in avanti alla sinistra di chi scende alla Campanella ci sono solo fiori e arbusti della gariga: euforbia, ginepro, ginestre, lentisco, ...Photo: Piazzola preesistentePhoto: Qui termina il nuovo selciato ed inizia il cementoPhoto: Brutta striscia di cemento, attendo di conoscerne le ragioni (che certamente ci saranno)Photo: Finisce la prima brutta striscia di cemento, attendo di conoscerne le ragioni (che certamente ci saranno)Photo: Inizia la discesa. Questo tratto presentava solchi profondi, pietre instabili e un paio di salti di circa mezzo metroPhoto: A destra parte dell'antico basolato a sinistra, quasi ad incastro, riappare la striscia di cementoPhoto: In questo tratto sembra sia solo stato rimosso l'asfalto che copriva l'antico  selciatoPhoto: Si riescono a intravedere anche un paio di vecchi scaliniPhoto: Antico selciato con grandi lastre, dove mancano il livello è mantenuto dal solito cementoPhoto: Altri vecchi scalini originali ... più evidentiPhoto: Tante pietre antiche, prima coperte, sono venute alla lucePhoto: Inizia il secondo lungo tratto di cemento. A sinistra un fiocco di segnalazione (dimenticato) della gara di trail running di domenica 8.Photo: Continua il serpentone di cementoPhoto: Bivio per Rezzale (a sx). Sulla destra si vede una parte dell'antico selciato, riportato alla luce da questi lavori. Per questo il muretto è interrotto ed è sostituito da pali di castagnoPhoto: A destra il selciato originalePhoto: A sinistra del basolato a grandi pietre, cordolo originalePhoto: A sinistra del basolato a grandi pietre, cordolo originale e canaletta di drenaggioPhoto: Inizia l'ultimo tratto di cemento.prima della torre (sullo sfondo con il faro)Photo: Si vede la fine dell'ultimo tratto di cemento.prima della torre (sullo sfondo con il faro)Photo: Ecco la fine, con l'ultimo varco a valle (accesso all'edificio). Di qui in poi è rimasto intoccato il selciato sistemato un paio di decenni fa.