Il post contiene un allegato
METASTASI O PAURA?
Il punto è che non si conosce scientificamente come funzioni una metastasi, come e perchè una cellula si possa staccare e annidare in un organo particolare piuttosto che un altro, e da lì avviare un processo tumorale diffuso.

… modelli sperimentali del 2000 mostrano come ogni giorno si "sgancino" dal tumore primario un milione di cellule tumorali per ogni grammo di massa, e che viaggino per tutto il corpo attraverso i vasi senza annidarsi con metastasi.
Inoltre, se è vero che la casistica vede una certa tendenza del cancro alla prostata a produrre metastasi ossee nelle zone adiacenti, o il cancro al seno a produrre metastasi polmonari, non è però vero che l'irrorazione dei vasi tra i due organi sia diretta, ma le cellule tumorali dovrebbero prima percorrere tutto il circuito vascolare (cuore-polmoni, o quello linfatico).
Inoltre, ripetuti esperimenti di mutazione tumorale delle cellule falliscono nel tentativo di produzione di metastasi a distanza dall'organo

Questi sono studi molo precisi, ma siccome sono focalizzati sul livello chimico, che è un livello di cui non mi occupo personalmente, vorrei provare ad allargare la prospettiva in modo da osservare il fenomeno dal punto di vista di "Imparare Attraverso Il Corpo".

Il corpo reagisce fisiologicamente, con l'intento di restare in vita, regolando "i livelli della macchina" …

Il post contiene un allegato
Un buon momento 💪 >>

http://fal.cn/q47O

Il post contiene un allegato

Il post contiene un allegato
Foto
NUOVO MODELLO DI SICUREZZA GLOBALE PER IL MONDO MULTIPOLARE

FacebookVKbloggerLiveJournalTwitterGoogle+EmailPrintCondividi
MULTIPOLARITÀ
EURASIA

2017/11/17
Russia
Cina
Tayyab Baloch
Ruolo della Russia e della Cina
La Cina è apparsa sulla scena mondiale come una "potenza globale" con potenza militare e l'economia in più rapida crescita del mondo. La leadership cinese non solo ha limitato il gioco sporco degli Stati Uniti per impedire alla Cina di diventare potenza mondiale, ma ha anche dimostrato che la Cina ha il potenziale per riparare, attraverso lo sviluppo, il danno inflitto dagli Stati Uniti che cercano di mantenere l'egemonia. La lotta della Russia per tornare sul palcoscenico mondiale come una superpotenza com'era durante l'era sovietica ha avuto successo sotto la guida di Vladimir Putin. I leader di entrambi i paesi, Cina e Russia, hanno capito che l'unico modo per sconfiggere il mondo unipolare è quello di costituire le istituzioni di un nuovo mondo multipolare spostando i centri del potere. In effetti, la partnership strategica sino-russa sta introducendo un nuovo ordine mondiale basato sulla pace e lo sviluppo.

L'anno scorso, entrambi i leader hanno celebrato insieme il 70 ° anniversario della vittoria nella seconda guerra mondiale invitando i leader mondiali multipolari alla Piazza Rossa e alle marce militari degli eserciti del mondo di Piazza Tiananmen. Quasi tutto il mondo e i loro eserciti hanno partecipato, tranne gli Stati Uniti e l'Europa. Gli Stati Uniti e il blocco della NATO occidentale che ha boicottato le celebrazioni della vittoria sul nazismo e sul fascismo da parte di cinesi e russi sono quelli che trascinano il mondo verso la guerra totale, mentre sia la Russia che la Cina hanno unito gli sforzi per rendere il mondo più sicuro da questa emergente minaccia di guerra . La partnership onnicomprensiva tra Mosca e Pechino ha fatto capire che entrambi sono pronti a difendere il mondo da questo gioco sporco sponsorizzato dagli Stati Uniti. Ecco perché entrambi i superpoteri del mondo multipolare non stanno solo costituendo un meccanismo di sicurezza comune per la sicurezza mondiale multipolare, ma entrambi si stanno preparando a coalizzarsi contro il nemico comune dal Mar Nero al Mar Cinese Meridionale.

L'ordine mondiale multipolare guidato da Cina e Russia assicura la prosperità globale attraverso l'integrazione regionale pacifica. Ecco perché gli Stati Uniti ei suoi stati vassalli stanno tentando di impedire che questa multipolarità diventi globale accerchiando la Russia con la NATO e contendendo la Cina con un progetto simile all'Asia e alla NATO . In questo scenario emergente, il mondo sta assistendo a un nuovo cambiamento nel puzzle geopolitico. La Turchia, membro della NATO, si sta preparando ad unirsi alla Cina e alla Russia mentre l'India, che fa parte dei BRICS e degli SCO della Cina sino-russa, sta per aderire alla politica di contenimento degli Stati Uniti contro la Cina. Gli esperti precedentemente hanno creduto che sarebbe stato il Pakistan, che era il più vicino alleato degli Stati Uniti, che avrebbe collaborato con Russia e Cina.

Questo saggio si propone di focalizzare l'attenzione sul meccanismo cinofilo-cinese della sicurezza Asia-Pacifico contro l'attacco americano della guerra all'Asia evidenziando la politica di contenimento guidata dagli Stati Uniti contro questi superpoteri emergenti che costruiscono un ordine mondiale multipolare per porre fine all'egemonia unipolare sul mondo.

La visione di Xi e la preparazione cinese alla guerra

I resoconti dei media suggeriscono che la Cina ha ordinato ai suoi cittadini di prepararsi per la prossima guerra mondiale 3. Questo provvedimento di autoprotezione è stato preso dall'alto comando cinese per proteggere la sua sovranità dopo la sentenza del cosiddetto Tribunale internazionale di arbitrato sulla Cina meridionale Disputa sul mare La Cina non solo ha respinto la sentenza parziale del tribunale sul caso del Mar Cinese Meridionale, ma ha promesso di adottare misure per salvaguardare le sue rivendicazioni territoriali e le rotte marittime. L'attuale leadership della Cina è impegnata a trasformare il sogno della Cina in realtà. Così, il presidente Xi Jinping ha offerto la sua visione rivelando l'antica via della seta attraverso iniziative di Belt Road modernizzate volte a collegare il mondo intero con ponti terrestri e rotte marittime.

A seguito dell'annuncio di Xi Jinping delle iniziative di Belt Road, gli Stati Uniti hanno accelerato la "Guerra ibrida" contro la Cina, mirando a bloccare le sue rotte commerciali alimentando dispute territoriali tra la Cina e i paesi limitrofi. A tale scopo, gli Stati Uniti stanno tentando di stipulare il proprio patto di sicurezza Asia-Pacifico con gli attuali regimi di governo in Giappone, Corea del Sud e Australia, mentre stanno anche impegnando l'Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) e l'Associazione del Sud-asiatico Nazioni (SAARC). Nell'Asia meridionale, Washington è riuscita ad allineare Nuova Delhi con se stessa per contrastare Pechino nell'Asia meridionale, mentre il punto di vista indiano sul Mar Cinese Meridionale rimane poco chiaro. L'attuale tendenza indiana verso gli Stati Uniti suggerisce che si unirà al progetto asiatico simile alla NATO guidato dagli Stati Uniti contro la Cina. Nonostante sia membro di istituzioni mondiali multipolari, l'India sotto il governo di Modi è diventata un ponte per l'egemonia mondiale unipolare. Come l'autore di un articolo intitolato "Russia in SAARC" ha scritto: "L'India era anche a bordo con Russia e Cina come membro di BRICS e SCO, ma sfortunatamente, l'attuale mossa di Modi per portare l'India in una linea di sostenitori unipolari sembra pericolosa per la multipolarità del globo. "

L'attuale tensione tra Stati Uniti e Cina riguarda il modo in cui Washington si aspettava di usare questi stati contro Pechino. In effetti, gli Stati Uniti stanno lavorando per formare un progetto simile alla NATO in Asia contro la Cina. Ma questo non significa che questa iniziativa anti-cinese godrà di un successo poiché porterà distruzione e guerra al mondo, mentre, d'altra parte, la Cina deve offrire uno sviluppo e un'integrazione regionale molto interessanti volti a risolvere tutte le dispute territoriali e regionali . Ciò è aggravato dal fatto che la Russia ha ora aderito alla Cina in Asia con l'intenzione di trasformare in realtà lo slogan "Il futuro è l'Asia".

La Russia come arbitro in Asia

Sotto la guida del presidente Putin, la Russia ha riacquistato lo status di superpotenza mondiale dalla dissoluzione dell'Unione Sovietica. I successi russi in Siria dimostrano che la Russia è pronta a lottare per la pace mondiale. In realtà, la Russia è diventata il simbolo della resistenza contro l'egemonia unipolare perché è l'unico paese che respinge la mentalità della Guerra Fredda degli Stati Uniti da 70 anni fa e ora, nel prossimo scenario della guerra mondiale, la Russia è diventata la speranza di il mondo multipolare con il potenziale per sconfiggere gli Stati Uniti / la NATO. Pertanto, gli Stati Uniti stanno rappresentando la Russia come una grande minaccia per la sicurezza europea e si sta impegnando per circondare la Russia con le forze della NATO. Sotto il comando dello zio Sam, le forze della NATO hanno raggiunto i confini della Russia, alimentando la questione dell'Ucraina. Anche se hanno cercato di incatenare l'orso russo attraverso le sanzioni europee, la Russia ha sfruttato l'opportunità offerta da queste sanzioni per aggiustare la sua economia e guardare in avanti verso l'Asia come alternativa all'Europa.

Ora la Russia è diventata uno dei maggiori partner commerciali e strategici dei paesi asiatici. In effetti, la diplomazia multipolare russa sta coinvolgendo le nazioni asiatiche per realizzare il suo sogno del progetto Greater Eurasia . Recentemente, durante il vertice Russia-ASEAN a Sochi, l'Associazione del Sud-Est asiatico ha mostrato il suo interesse a firmare un accordo di libero scambio con l'Unione economica eurasiatica (EEU) guidata dalla Russia, mentre la Russia ha anche proposto legami economici e strategici più stretti tra EEU, ASEAN e SCO.

L'impegno su scala reale russo con le nazioni asiatiche garantisce uno status di "mediatore" per la Russia nella risoluzione di conflitti e dispute territoriali. Poiché la Russia sta svolgendo il proprio ruolo per ridurre al minimo la disputa tra Cina e Vietnam, la Russia funge anche da arbitro tra la Cina e l'India fornendo loro la piattaforma di BRICS e SCO per risolvere le controversie sui confini. Sotto l'ombrello della SCO, Pakistan e India hanno l'opportunità di risolvere i conflitti attraverso l'integrazione pacifica.

Controllo russo sull'anello di fuoco nel Pacifico

Dopo aver realizzato la potenziale minaccia americana alla Cina per la disputa sul Mar Cinese Meridionale, la Russia ha deciso di costruire le sue forze armate vicino alla terraferma del Giappone sulle Isole Curili, che sono anche conosciute come l'Anello di Fuoco a causa della loro natura vulcanica. La catena delle isole Curili russe nel cuore del Pacifico ha aumentato il ruolo della Russia nella sicurezza del Pacifico. L'accumulo militare e l'installazione di sistemi missilistici costieri sono diventati un punto di svolta. Nel frattempo, la Russia sta anche progettando di creare una flotta del Pacifico basata sulle isole Curili.

Di fatto, è la nuova militarizzazione del Giappone, che è la ragione principale alla base dell'esercito russo nelle isole Curili, visto che la crescente spinta del Giappone verso la militarizzazione arriva come parte del "Pivot asiatico" degli Stati Uniti. Il Giappone, sotto il governo Abe, è diventato uno "stato vassallo" degli Stati Uniti. Il regime al potere in Giappone ha approvato leggi controverse che consentono ai militari del paese di impegnarsi in combattimenti all'estero. In altre parole, per la prima volta dalla seconda guerra mondiale, l'esercito giapponese può prendere parte a missioni all'estero, vale a dire la guerra della NATO, soprattutto perché il Giappone è considerato uno dei membri fondatori del progetto asiatico simile alla NATO per volere di Stati Uniti per contrastare la Cina.

Sebbene il Giappone abbia rivendicato alcune di queste isole, secondo i trattati internazionali queste isole appartengono alla Russia. Questa disputa è il principale ostacolo sulla via di un trattato di pace tra la Russia e il Giappone dalla seconda guerra mondiale e nello scenario in atto della Terza guerra mondiale. Le installazioni militari russe su queste isole del Pacifico sono diventate favorevoli per la Cina come alleata della Russia e questo atto strategico sembra svolgere un ruolo di bilanciamento nella regione Asia-Pacifico.

Multipolar Asian Pacific Security

La Cina e la Russia stanno lavorando per costruire un quadro di sicurezza mondiale multipolare e nuovi meccanismi per le relazioni internazionali che prevedano una cooperazione vantaggiosa vincendo la "legge della giungla" che è stata imposta dagli Stati Uniti / NATO sul mondo.

L'anno scorso ad agosto, il ministro degli Esteri russo ha scritto un articolo riguardante la formazione di un nuovo mondo multipolare (policentrico) che è stato pubblicato in russo e in cinese con il titolo " Tentativi di falsificare la storia della seconda guerra mondiale minare le fondamenta dell'ordine mondiale moderno ". questo articolo, il ministro degli Esteri Lavrov ha detto che "la Russia e la Cina aderiscono a approcci uguali o vicini ai principali problemi moderni, coerentemente stanno per formare un nuovo ordine mondiale policentrico facendo affidamento sul diritto internazionale, sul rispetto dell'identità dei diversi popoli, sul loro diritto a scegliere in modo indipendente la via dello sviluppo ", per cui il presidente cinese Xi Jinping, durante il suo discorso alla sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha emesso un forte avvertimento dicendo che la" legge della giungla "non dovrebbe essere la via per i paesi a condurre le relazioni - il conflitto bellico si ritorcerà contro il fuoco, ora la comunità internazionale sta osservando come la Russia e la Cina stanno riparando le relazioni globali creando nuovi insiemi multipolari titoli finalizzati a sviluppare un futuro migliore e più sicuro.

In parole povere, Russia e Cina hanno creato una nuova finestra di opportunità per il mondo comprimendo insieme i loro rispettivi sogni di "Grande Eurasia" e "Modernizzazione dell'antica Via della Seta". Pertanto, stanno plasmando il futuro del nuovo mondo attraverso l'estensione e rafforzare le istituzioni mondiali multipolari, vale a dire BRICS, SCO e AIIB in alternativa a istituzioni unipolari come il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale, la NATO e l'ADB. In effetti, la strategia globale della guerra ibrida degli Stati Uniti contro la Via della seta cinese e l'Unione economica eurasiatica della Russia hanno avvicinato Russia e Cina nella creazione di un sistema di sicurezza alternativo che resistesse alla mentalità della Guerra Fredda guidata dagli Stati Uniti e dalla NATO. Sia Mosca sia Pechino hanno promesso di coprirsi a vicenda le spalle dal Mar Nero al Mar Cinese Meridionale, inquadrando meccanismi di sicurezza comuni.

L'alleanza contro la NATO e il progetto asiatico della NATO

I successi della Russia nel respingere i conflitti sponsorizzati dalla NATO in Ucraina e Siria hanno attirato la Cina ad accrescere il nuovo modello di sicurezza globale guidato dalla Cina sino-russa. La Cina non solo ha respinto l'espansione della NATO nei Balcani, ma ha anche invitato la comunità internazionale a respingere la mentalità della guerra fredda della NATO, così come la Cina ha reagito alla possibile adesione del Montenegro alla NATO nel dicembre dello scorso anno. La portavoce del ministero degli esteri della Cina ha detto in quel momento durante una conferenza stampa: "Crediamo che la NATO sia un prodotto della Guerra Fredda <...> Siamo convinti che la comunità internazionale debba allontanarsi dalla mentalità della Guerra Fredda."

La cooperazione sino-russa nel campo della difesa indica che entrambi stanno formulando meccanismi per la sicurezza globale. Con il sostegno della Russia, la Cina ha tracciato una linea rossa davanti all'istituzione statunitense e giapponese di un progetto simile alla NATO per l'Asia. La Russia non sta solo utilizzando la sua influenza in Asia per risolvere le dispute territoriali tra la Cina e le nazioni asiatiche, ma ha anche adottato misure di controbilanciamento a favore della Cina, ad esempio, quando la Russia ha dimostrato le sue preoccupazioni per l'installazione della Difesa di area ad alta altitudine del Terminal USA o sistema THAAD sul suolo sud coreano che la Cina ha dichiarato essere un atto di guerra contro di essa. Sebbene gli Stati Uniti sostenessero che il sistema americano era necessario per contrastare un attacco missilistico nordcoreano, Cina e Russia consideravano questa mossa una minaccia aperta alla sicurezza della regione Asia-Pacifico.

A 71 anni dalla sconfitta del nazismo nella seconda guerra mondiale, la Russia ha ora spostato la Russia verso l'Asia per aiutare la Cina contro il fascismo giapponese, uno scenario che si sta ripetendo in tutto il mondo a causa della mentalità della Guerra Fredda inculcata dagli americani. Sia la Russia che la Cina stanno forgiando uno scudo di difesa collettiva per il mondo multipolare, estendendo la struttura antiterroristica regionale della Shanghai Cooperation Organization (RATS SCO) per assicurare la Via della seta e la Grande Eurasia, in risposta allo sporco gioco degli Stati Uniti di spingere il mondo verso la guerra totale.

In realtà, SCO è considerata la salvaguardia sia della Via della seta cinese che del grande progetto Eurasia della Russia. È stato osservato che uno degli scopi principali della SCO serviva come contrappeso alla NATO e in particolare per costituire un meccanismo multipolare per respingere i conflitti guidati dagli Stati Uniti nelle aree confinanti con Russia e Cina. Come uno scrittore menzionato in un articolo , la Russia ha combattuto una guerra con l'ISIS in Siria per conto di SCO perché l'ISIS rappresentava una potenziale minaccia per la regione d'origine dell'organizzazione. Gli stati dell'Afghanistan, del Pakistan e dell'Asia centrale erano nella lista degli obiettivi dell'ISIS. Nella letteratura ISIS, questi territori, incluso lo Xinjiang cinese, sono considerati "KHURASAN", una branca dello Stato islamico. Sono state le forze unipolari a creare l'ISIS in Medio Oriente, approfittando dell'intervento americano. Lo scopo nascosto di questa nuova forma di militanza era il contenimento della grande strategia cinese di stabilire la Cintura Economica della Via della Seta e la Via della Seta marittima (One Belt, One Road) attraverso l'Eurasia.

Ora, mentre la Russia sta sconfiggendo il terrorismo in Siria, la Cina si è unita alla Russia per ricostruire la Siria. Entrambi i paesi stanno ora collaborando per assicurare le filiali della Via della Seta in Medio Oriente sostenendo il nazionalismo arabo laico scoraggiando il settarismo. Con la SCO, coinvolgeranno la Siria, la Turchia, l'Iran, l'Egitto e Israele, poiché tutte queste nazioni hanno fatto domanda per entrare a far parte del gruppo di Shanghai. Inoltre, tutte le nazioni dell'Asia meridionale fanno parte di SCO, mentre il Pakistan e l'India possono acquisire lo status di membro a pieno titolo nel 2017. Oltre a ciò, Russia e Cina stanno lavorando per collegare la SCO con l'ASEAN e desiderano ampliare la struttura anti-terrorismo dell'organizzazione per contenere Stati membri e osservatori, una mossa volta, ancora una volta, a contrastare la politica di contenimento guidata dagli Stati Uniti.

Qui è necessario menzionare che la SCO è pronta ad assumere qualsiasi responsabilità per assicurare il mondo secondo la carta delle Nazioni Unite. Le esercitazioni militari congiunte e le sue missioni di mantenimento della pace indicano che la SCO è ora diventata un blocco alternativo per la sicurezza globale, mentre la Russia è anche interessata a collegare l'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva (CSTO), la potente alleanza militare in Asia centrale, con la SCO.

Il post contiene un allegato
Ecco come cancellarsi da Facebook e quindi dedicarsi completamente a Google Plus! Tanto il social di Google non è una città fantasma... vero? :D

Voi avete ancora un account facebook? Oppure solo Google Plus? :)

Il post contiene un allegato

Il post contiene un allegato
Foto
Downtown Las Vegas, NV

Often it feels as if there are portals in Vegas, one step ahead and everything changes. All of that without a warning …

ENJOY

Il post contiene un allegato
Foto
White flowers

Blues for flowers https://www.paolodalprato.com/shadows-colors

#macrophotography #flowers #flowerphotography #hqspmacro #hqspflowers #fotomaniaitalia #macroaddict #ilovephotography

Il post contiene un allegato
Foto
Confusion

Spreading cotoneaster (Cotoneaster divaricatus)

Svartskog, Norway

Of all the specimens in their autumn colors and full of small red berries, one was very confused as it was dotted with flower buds and open flowers!

What made this specific plant decide to produce flowers now? What is so different with this particular plant? It is growing with many of its kind right next to it, but has a very different response to the autumn.

Yet it is not as uncommon as one might think – at least with some species! Every autumn I find honeysuckles producing flowers, and the harebell also with flowers and buds, but I don’t remember if it was like this when I was a kid.

Image Copyright © 2017 +Morten Ross
Image Capture Date: 11 November 2017 14:31
Altitude: 8 meters

#flowers #leaves #plants #autumn #svartskog #norway

#hqspmacro +HQSP Macro
#BTPMacroPro +BTP Macro Pro
#BTPMacroPro - +BTP Macro Pro , owned by +Nancy Dempsey , curated by +Kenny Jones

Il post contiene un allegato
Foto
A 30 second long exposure of the waves crashing on the rocks of Playa Maderas in southern Nicaragua. A picturesque beach with interesting cliff formations and waves all day long for those surfers out there…

For those wondering, that 'misty' effect of the water is from a long shutter speed as the waves crashed over the rocks in the foreground. The shot was taken around about 25 minutes after the sun dipped below the horizon.

Il post contiene un allegato
Effettuato a Siena un doppio intervento di chirurgia robotica cardiaca e toracica, unico in Italia.

#DigitalEvolution

Il post contiene un allegato
Siamo uno zoo di migliaia di miliardi di microbi: 10.000 specie diverse, per una ricchezza biologica che supera di 10 volte il numero delle cellule che compongono il nostro stesso corpo e che equivale al 3% della massa corporea.

Questo mare di batteri e funghi ci mantiene in vita, mantiene i normali processi fisiologici del nostro organismo e, al contrario di come siamo abituati a pensare e secondo le modalità descritte dalla quarta legge biologica, coadiuva tutti i processi sensati di fisiologia speciale (cosiddette malattie).

Non sarà domani che si uscirà dalla credenza ipnotica del microbo maligno e patogeno, ma le evidenze sono sempre più travolgenti e la porta è ormai spalancata a nuovi e indipendenti studi.

Il post contiene un allegato
Per tutti i clienti #Wind: affrettatevi!

Il post contiene un allegato
Le dieci migliori bufale del 2017
(ulteriori dettagli nella descrizione del video di YouTube)

Il post contiene un allegato
General Electric punta con decisione sulla tecnologia delle stampanti 3D per evolvere i processi di produzione attualmente impiegati in ambito industriale.

Il post contiene un allegato
Fine vita, i politici ultracattolici: "Le parole del Papa? Non siamo più conservatori di lui"

Il post contiene un allegato

Il post contiene un allegato
Bar - Gesù

Ebreo di Pafo, città dell’isola di Cipro (nella foto), vissuto nel I secolo E.V., che era “stregone, falso profeta” (At 13:6). Aveva lo pseudonimo o il titolo di “Elima”, che significa “stregone”.

Sembra che Bar-Gesù godesse di una posizione di prestigio come mago di corte e consigliere di Sergio Paolo, proconsole romano a Pafo. Essendo “sacerdote” di un culto divinatorio, Bar-Gesù era naturalmente contrario al cristianesimo e, per proteggere la propria posizione lucrativa, fu inflessibile nell’opporsi alla predicazione di Paolo e Barnaba. Perciò, quando Sergio Paolo “cercò premurosamente di udire la parola di Dio”, Elima “si opponeva loro, cercando di allontanare il proconsole dalla fede”. — At 13:7, 8.

Allora Paolo fissò quello stregone satanico negli occhi e, “pieno di spirito santo” gli disse: “O uomo pieno di ogni sorta di frode e di ogni sorta di furfanteria, figlio del Diavolo, nemico di ogni cosa giusta, non smetterai di pervertire le giuste vie di Geova? E ora, ecco, la mano di Geova è su di te e sarai cieco, non vedendo la luce del sole per un periodo di tempo”. Immediatamente Bar-Gesù fu colpito da cecità. Il proconsole, assistendo al primo miracolo di Paolo di cui si abbia notizia, fu “stupito dell’insegnamento di Geova”, accettò prontamente il messaggio e “divenne credente”. — At 13:9-12.

Il post contiene un allegato

Il post contiene un allegato
Tanti prodotti tecnologici tra le offerte Amazon di oggi! 🛒
https://goo.gl/VZsPTo

Il post contiene un allegato
Foto
I have come across these flowers before and have no clue what they are called. If you know leave me a note if you know. I took the photo near Mt Stuart WA. +Randy T

Congratulations, You made it this far! For those who have been here, you already know this selection well. If this is your first time, I put together some climbing photo collections and videos.

The Ptarmigan Traverse https://goo.gl/photos/NNXKxzQXPrCLkv5e8
Wilderness Trip https://goo.gl/HVB0aV
Larch Trees at Horseshoe Lake https://goo.gl/TwZg7y
My YouTube Videos https://goo.gl/IJXBc0
**************************
+Mountain Monday by +Michael Russell

#LandscapePhotography +Margaret Tompkins +Pamela Reynoso +Dave White +Sean McLean …#hqsplandscape +HQSP Landscape curated by +Peter Marbaise +Hans-Juergen Werner +Shannan Crow +Albert Vuvu Konde +Patrick Nolan +Guy Verkroost …#PhotoManiaUSA is curated by +David Pilasky, +Marjolein Schat, +Kris Rowlands & +Dorma Wiggin #promotephotography #cascades #cascademountains #climbing #randylikestoclimb #climbingjunkie #alpine #alpineclimbing #Trad

Il post contiene un allegato
Foto
I see my path, but I don't know where it leads.
Not knowing where I'm going is what inspires me to travel it.

--------------------------------------------------------------------------------

NEW: Prints and more available at https://www.bjornkleemann.com/

Il post contiene un allegato
Foto
Manetti Shrem Museum of Art (University of California – Davis, California)

The Canopy - Version 1 (© Alex James Photos 2017)

This is simply amazing architecture. I will admit that I was giddy, to say the least, standing there, whirling around, gathering my thoughts. The angles were endless. The composition choices mind boggling. Back in August, on a whim, hubby, +Steve Alfano and I took a quick turn off the freeway and made our way to this work of art. I am so glad we did and absolutely can’t wait to return there again at a more leisurely pace.

This 50,000-square foot canopy of aluminum and steel covers the museum site and was specially designed to catch light and shadows in a variety of ways, most significantly, through the airy, perforated design of the canopy and supporting structures. The shadows created by this porous beauty reflect everywhere and gracefully move throughout the day as the sun changes its location.

In this image, I am focusing in on the fabulous lines and curves of the structure, looking up toward the sky. The light streams through the perforations, accenting every beautiful nook and cranny … more images to come … this one deserves a small series, at least!

www.alexjamesphotos.com


#WBTPA +PRO Winners #BTPArchitecturePro+BTP Architecture Pro . owned by +Nancy Dempsey ,curated by +Liudmila D #BTPMonochromePro+BTP Monochrome Pro . owned by +Nancy Dempsey ,curated by +Sergey Stratov
#manettishremmuseum #manettishrem #davisca #california #alexjamesphotos #wherelumixgoes #blackandwhite #monochrome #architecture #architectural

Il post contiene un allegato
Foto

Il post contiene un allegato
Foto
pink shrooms

#hqspmacro +HQSP Macro
#btpmacropro +BTP Macro Pro

Il post contiene un allegato
Foto
It's an Uphill Climb

The best way to start any journey is with the first step.

#penguins #king #oneoceanexp

Il post contiene un allegato
Cosa chiedere di fare all'Assistente Google: elenco Frasi e Comandi - https://goo.gl/gkBw2g

#AssistenteGoogle #Google #GoogleASSISTANT #Guida #Smartphone

Il post contiene un allegato
Un articolo pubblicato sulla rivista "Nature" descrive una ricerca sulle caligini presente nell'atmosfera del pianeta nano Plutone e sui loro effetti sulle sue temperature. Secondo un team guidato da Xi Zhang dell'Università della California a Santa Cruz quelle caligini assorbono il calore già tenue della luce solare ed emettono radiazioni infrarosse raffreddando l'atmosfera. Questa è la spiegazione al fatto che la sonda spaziale New Horizons della NASA ha misurato una temperatura perfino inferiore a quella prevista.

Il post contiene un allegato
Foto
lh3.googleusercontent.com
Washington Post: il robot che ha scritto già 850 articoli
Heliograf aveva iniziato con le brevi sulle Olimpiadi di Rio de Janeiro, poi è passato a occuparsi di politica e delle elezioni presidenziali Usa

Forse anche i giornalisti scompariranno. Soppiantati dalle macchine. Al ‘Washington Post’ c’è già un robot che, in un anno, ha scritto 850 articoli. Si chiama Heliograf ed è destinato a venire assunto a tempo pieno dal proprietario Jeff Bezos.

All’inizio il giornalista con il cuore di metallo aveva esordito con le ‘brevi’, seguendo tutto sommato la gavetta che fanno quelli in carne e ossa appena arrivati in una redazione. Notizie brevi sulle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Poco alla volta, però, questa intelligenza artificiale messa a punto da ingegneri ed editor interni all’azienda, lo hanno sposato sulla politica. Heliograf ha cominciato a interessarsi di elezioni presidenziali.

Pure l’Associated Press si avvale di un software creato dalla start-up Automated Insight, Wordsmith, per produrre in automatico articoli sui rapporti finanziari trimestrali aziendali. Forbes ha invece Quill, piattaforma di intelligenza artificiale della società Narrative Science, che genera servizi sulla base di dati raccolti sul web. Il Los Angeles Times si avvale di Quakebot, un programma realizzato da Ken Schwencke, giornalista ed esperto di informatica. Scrive e twitta, cosa che fa pure Heliograf, su terremoti e attività sismiche in California.

Per ora la rassicurazione per il settore è che queste macchine sono semplicemente di aiuto alle redazioni. Nessuna voglia di eliminare l’essere umano dalle redazioni. Ma quando gli editori si renderanno conto del risparmio, che faranno?

Il post contiene un allegato
Nessuno forse ti ha detto che attraverso il corpo puoi rassicurare il tuo sistema nervoso in modo semplice, pratico, concreto. Basta un po' di allenamento: ecco le prime 9 mosse vincenti!

Il post contiene un allegato
Foto
IMPERIALISMO E IMPERO

FacebookVKbloggerLiveJournalTwitterGoogle+EmailPrintCondividi
FILOSOFIA POLITICA
EUROPA

2017/11/17
Europa
Claudio Mutti
Imperialismo, lo "stadio supremo del capitalismo"

Il termine imperialismo, che indica la tendenza di uno Stato ad espandersi in un ampio spazio geografico e ad imporre il suo dominio politico, militare ed economico, è un neologismo relativamente recente. Nel 1920 Lenin notò che da un paio di decenni, nel periodo storico iniziato con la guerra ispano-americana (1898) e la guerra anglo-boera (1899-1902), "nella terminologia economica e politica del vecchio e del nuovo il mondo appare [ed] giorno per giorno più frequentemente il termine imperialismo " 1 e cita come esempio un'opera chiamata Imperialismo, che l'economista britannico JA Hobson aveva pubblicato nel 1902 a Londra ea New York.

Spiegando le connessioni tra l'imperialismo e le sue peculiarità economiche basilari, Lenin affermò la famosa definizione di imperialismo come "età del capitale finanziario e poi dei monopoli" 2 . "Una fase specifica dello sviluppo dell'economia capitalistica mondiale" 3 , dirà poi Paul M. Sweezy.

Non sembra essere fondamentalmente diverso da quello del leader bolscevico l'analisi dell'imperialismo fatta nello stesso periodo da un capo del pensiero controrivoluzionario, il conte Emmanuel Malynski, che definiva gli imperialismi come "megalomanie nazionalistiche attentamente applicate dal capitalista" avidità " 4 . Fedele difensore dell'idea imperiale e appassionato apologista delle strutture geopolitiche distrutte dalla guerra mondiale e dalla rivoluzione bolscevica, l'aristocratico polacco scrisse: "nella storia contemporanea, come nei due decenni precedenti, vedremo i nazionalismi delle grandi potenze orientarsi verso il capitalismo e rapidamente degenerare in imperialismo economico. Saranno su un tavolo pendente e saranno drenati da una catena di cause ed effetti verso l'imperialismo politico. Infine, il capitalismo internazionale guiderà le nazioni verso la più grande guerra mai esistita " 5 . Questa opinione è stata condivisa da Julius Evola, che ha denunciato "la decadenza imperialista dell'idea imperiale" 6 come il prodotto di ideologie "di tipo nazionalistico, materialista e militarista" 7 o di interessi economici.

Visto da una prospettiva meramente storica, l'imperialismo può essere definito oggi come "la politica delle grandi potenze europee, che mirava a costruire imperi coloniali dominando territori extraeuropei, per prelevare da loro materiali grezzi e potere operativo e inviare lì produzioni industriali " 8 , in modo che l'era imperialista" possa essere vista come quella del 1870 e l'inizio della prima guerra mondiale, quando la divisione coloniale era in effetti finita " 9 .

Tuttavia, la definizione di "imperialismo" è stata usata anche per definire la politica degli Stati Uniti d'America nei periodi storici successivi alle due guerre mondiali; ciò implica che l'imperialismo è un fenomeno tipico dell'età contemporanea, che corrisponde a uno "stadio specifico dell'economia mondiale capitalista" 10 ed è collegato a quella internazionalizzazione del capitalismo culminata nella globalizzazione.

Fenomenologia dell'Impero

Per quanto riguarda la categoria dell'Impero, non è facile definirlo, a causa della grande varietà di realtà storiche che possono essere collegate ad esso. Considerando solo quelli che hanno preso forma nelle aree del Mar Mediterraneo e del Vicino Oriente, possiamo vedere che il primo modello dell'Impero era la civiltà dell'antico Iran, che probabilmente prese l'idea della monarchia universale dall'antico mondo babilonese e assiro. Mentre in Persia il fondamento di questa idea è il dogma dell'onnipotenza di Ahoora-Mazda, il Dio che creò cielo e terra e diede al "Re dei Re" la contea di diversi popoli, in Babilonia e in Egitto i signori achemenidi si riferiscono le forme religiose locali e quindi "prendono il carattere di re nazionali di paesi diversi, avendo in ciascuno di essi la figura tradizionale di un monarca divino" 11 .

Il progetto di monarchia sovranazionale ispirato ad Alessandro dal modello persiano si realizza, attraverso i regni ellenici, nell'impero romano, che per più di quattro secoli garantisce la vita pacifica e la collaborazione di una grande comunità di popoli. Le sue basi sono l'ordinamento giuridico comune (che convive con molte fonti giuridiche) 12 , la diffusione del latino (insieme al greco e altre lingue locali), la difesa militare dei confini, l'istituzione di colonie che devono diventare centri di irradiazione di l'influenza romana nelle province confinanti, una moneta comune imperiale (insieme alle monete locali provinciali e municipali), una complessa rete stradale.

Dopo l'abdicazione dell'ultimo imperatore romano occidentale e la restituzione delle insegne imperiali a Costantinopoli, l'impero romano continua ad esistere più di 1000 anni nella sua parte orientale. "La struttura statale romana, la cultura greca e la religione cristiana sono le principali fonti di sviluppo dell'impero bizantino. (...) L'Impero, etnicamente vario, era tenuto unito dall'idea romana di Stato e la sua posizione nel mondo era determinata dall'idea romana di universalità. (...) Detto ciò, prende forma una complessa gerarchia di Stati: alla sua altezza, abbiamo l'imperatore bizantino, imperatore romano e capo dell'ecumene cristiana " 13 .

Ma dopo due secoli e mezzo, quando Giustiniano cercò di ricreare il dominio mondiale conquistando l'Occidente, un re franco prese a Roma la corona imperiale. La fratellanza delle varie parti del Sacro Romano Impero - abitata da popoli che sono gelosi delle loro identità etniche e culturali - si basa sulla linea di sangue che collega l'Imperatore con i signori sotto di lui, e sui giuramenti con cui diventano leali all'Imperatore. L'impero carolingio non sopravvive più di 30 anni dopo la morte del suo fondatore; per la sua rinascita dobbiamo aspettare le imprese di una nuova dinastia, l'ottoniano, e lo spostamento della capitale da Aquisgrana a Roma.

Con Frederick II Hohenstaufen, l'Impero sembra aver riacquistato la sua dimensione mediterranea. Mentre la Germania è un'immagine dell'Impero, poiché è una comunità di popoli diversi (Sassoni, Franchi, Svevi ecc ...), la parte mediterranea dell'Impero di Federico è ancora più varia e articolata: il trilinguismo latino-arabo-greco dell'imperialismo La cancelleria rappresenta un mosaico di popoli latini, greci, longobardi, arabi, berberi, normanni, svevi ed ebraici, che appartengono a religioni diverse. Perciò Federico, dice uno dei suoi biografi, "possedeva i personaggi dei diversi Signori della Terra: era il primo principe di Germania, l'imperatore latino, il re normanno, il basileo e il sultano" 14 . In quest'ultimo titolo vediamo la sua specifica idea imperiale: l'aspirazione a ricostruire l'unità dell'autorità spirituale e del potere politico.

Dopo la conquista ottomana di Costantinopoli, l'eredità dell'Impero Romano è seguita da due nuove formazioni imperiali: mentre "l'impero romano e cristiano romano rivive nella forma di un impero turco e musulmano" 15 , generando così "l'ultima ipostasi di Roma" " 16 , Mosca diventa la" terza Roma ", perché, come ha scritto Benedetto XVI," fonda un auto-patriarcato sull'idea di una seconda trasgressione dell'Impero e quindi può presentarsi come una nuova metamorfosi dell'Impero di Sacrum " 17 .

Nell'Europa occidentale e centrale, il Sacro Romano Impero della nazione germanica soffre della nascita dei primi Stati nazionali; ma il corso della storia sembra cambiare con Carlo V, "paladino di quella vecchia idea dell'Europa che appare molto attuale oggi" 18 , quando l'Impero fondato da Carlo Magno si sbarazza dell'aspetto strettamente germanico che aveva dal XIV al XV secolo e va verso il recupero del suo carattere di base sovranazionale, che lo manterrà nei secoli successivi, fino alla caduta della monarchia asburgica. Per tutto il XVI secolo e un ampio periodo del XVII secolo l'Impero "fu il volto storico di una forza centrale che unificò tutti i regni miscellanei che dividevano il cristianesimo durante il Medioevo; il suo potere unificante e rafforzante ci fa vedere altre possibilità per la storia europea oltre a quelle che accadono concretamente " 19 .

Con la pace di Pressburg, Francesco II rinuncia alla dignità del Sacro Romano Imperatore, che i conquistatori napoleonici privati ​​della corrispondente sostanza territoriale; nello stesso tempo, Napoleone riceve la stessa possibilità di prendere l'eredità di Carlo Magno in un nuovo Impero, un gruppo continentale di territori legati dal potere militare francese e guidati dai fidati funzionari dell'Empereur. Pertanto, anche i membri della vecchia aristocrazia europea possono vedere in lui "un imperatore romano - un imperatore romano francese, se vogliamo, come prima che l'imperatore fosse stato un tedesco, nondimeno un imperatore; il Papa deve essere il suo comandante, i re devono essere i suoi vassalli ei principi i vassalli di questi vassalli. Un sistema feudale, infatti, con un'altezza che mancava durante i tempi del Medioevo " 20 .

Ripensare l'Impero

Da questa somma storica limitata e sintetica, vediamo che l'Impero non è solo una grande potenza politica e militare che esercita la sua influenza su un vasto territorio. Più adeguatamente, l'Impero può essere definito come "una sorta di unità politica che associa diverse etnie, popoli e nazioni collegati da un unico principio spirituale. Rispettoso delle identità, vive grazie a una sovranità fondata sulla fedeltà piuttosto che sul controllo diretto " 21 . Ogni volto storico del modello imperiale è stato costruito, al di là della sua dimensione geografica e della varietà etnica, come un ordine unitario determinato da un principio superiore.

Per quanto riguarda l'Europa, l'Impero è sempre stato il suo cuore ideale e politico, il suo centro di gravità, finché, con la decadenza e poi con la caduta delle più recenti forme imperiali, l'Europa è diventata l'Occidente, come appendice della superpotenza transatlantica e ponte per la sua invasione dell'Eurasia.

Tuttavia, il monopolarismo statunitense non è eterno; il passaggio a un nuovo "nomos of the Earth" che vive in un universo di "grandi spazi" si trova ora in una prospettiva realistica, così che l'Europa dovrà ripensare il modello dell'Impero, l'unico modello di unità sopranazionale mai sviluppato nel corso del la sua storia.

Gli appunti:

1. Vladimir I. Lenin, Imperialismo, stadio supremo del capitalismo, Milano 2002, p. 33.

2. Vladimir I. Lenin, Imperialismo, stadio supremo del capitalismo, citazione, p. 140.

3. Paul M. Sweezy, The Theory of Capitalist Development, New York 1968, p. 307.

4. Emmanuel Malynski, Les Eléments de l'Histoire Contemporaine, cap. V, Parigi 1928; trad. esso. Fedeltà feudale e dignità umana, Padova 1976, p. 85. Dallo stesso autore: L'Erreur du Prédestiné, 2 vol., Paris 1925; Le Réveil du Maudit, 2 voll., Parigi 1926; Le Triomphe du Réprouvé, 2 vol., Parigi 1926; L'Empreinte d'Israël, Parigi 1926; La Grande Conspiration Mondiale, Parigi 1928; John Bull et l'Oncle Sam, Parigi 1928; Le Colosse aux Pieds d'Argile, Parigi 1928. La Guerre Occulte,

5. Emmanuel Malynski, Fedeltà feudale e dignità umana, citato, ibidem.

6. Julius Evola, L'Inghilterra e la degradazione dell'idea di Impero, "Lo Stato", a. IX, 7 luglio 1940.

7. Julius Evola, Universalità imperiale e particolarismo nazionalistico, "La Vita italiana", a. XIX, no 217, aprile 1931.

8. Enrico Squarcina, Glossario di geografia politica e geopolitica, Milano 1997, pp. 81-82.

9. Enrico Squarcina, Glossario di geografia politica e geopolitica, cit., P. 82.

10. Paul M. Sweezy, The Theory of Capitalist Development, New York 1968, p. 307.

11. Pietro de Francisci, Arcana imperii, vol. I, Roma 1970, p. 168.

12. Maurice Sartre, L'empire romain comme modèle, "Commentaire", 1992, p. 29.

13. Georg Ostrogorsky, Geschichte des byzantinischen Staates, München 1993, pp. 25-26.

14. Giulio Cattaneo, Lo specchio del mondo, Milano 1974, p. 137.

15. Arnold Toynbee, A Study of History, vol. XII, 2a ed., Londra - New York - Toronto 1948, p. 158.

16. Nicolae Iorga, The Background of Romanian History, cit. in: Ioan Buga, Calea Regelui, Bucarest 1998, p. 138. C. Mutti, Roma ottomana, "Eurasia. Rivista di studi geopolitici ", a. In. 1 ott.-dic. 2004, pp. 95-108.

17. Josef Ratzinger, Europa. I suoi fondamenti oggi e domani, Milano 2004, p. 15.

18. DB Wyndham Lewis, Carlo Quinto, Milano 1964, p. 18.

19. Franco Cardini - Sergio Valzania, Le radici perdute dell'Europa. Da Carlo V ai conflitti mondiali, Milano 2006, p. 16.

20. Emmanuel Malynski, La guerra occulta, Padova 1989, pp. 48.

21. Louis Sorel, Ordine o disordine mondiale ?, in L. Sorel - R. Steuckers - G. Maschke, Idee per una geopolitica europea, Milano 1998, p. 39.

Il post contiene un allegato
Ultimo raduno degli azzurri in Norvegia, Oberhofer torna ad allenarsi #italiabiathlon

Il post contiene un allegato
Interessati all'acquisto di uno Xiaomi Mi A1? Vi offriamo un coupon di 10€ su GeekMall.it ! 🛒
https://goo.gl/NquzDs

Il post contiene un allegato
...la pericolosità di queste radiazione viene sottovalutata dai governi perché gli standard di sicurezza si basano esclusivamente sugli effetti termici, prodotti cioè dal riscaldamento dei campi elettromagnetici, ignorando di fatto l'importanza degli effetti non termici, quelli causati da livelli di esposizione molto bassi, non in grado di produrre un riscaldamento della materia vivente.

Proprio in questi giorni si è occupata di questo tema la Prof.ssa Magda Havas, ricercatrice canadese della Trent University, in una pubblicazione sulla rivista Environmental Pollution.

La Havas conclude che gli standard di sicurezza per le emissioni di cellulari, Wi-Fi, contabilizzatori senza fili (smart-meter), radar e degli altri dispositivi mobili sono "fondamentalmente sbagliati" e non proteggono i cittadini dagli effetti nocivi di queste radiazioni. Questo avviene perché, nell'elaborare gli standard di sicurezza, i governi si sono basati ...

Il post contiene un allegato
Un gesto di protesta simbolico molto forte! http://fal.cn/q4o7

Il post contiene un allegato
4smarts porta la ricarica QuickCharge 3.0 sui nostri dispositivi! ⚡
https://goo.gl/mpzw6K

Il post contiene un allegato
Risolti i problemi del sistema che consente di fare la spesa senza passare dalla cassa, il negozio dovrebbe aprire a breve a Seattle

Il post contiene un allegato
Raffaella Pastore “Baila Como el Papu”: chi è la modella che spopola su Instagram – FOTO #Atalanta

Il post contiene un allegato
I big puntano sull’idrogeno per la mobilità del futuro
“Entro il 2050 il 20% in meno di emissioni”
Durante il Cop23, 18 realtà mondiali hanno messo a punto una roadmap per i prossimi 30 anni...
https://futurbrama.blogspot.com/2017/11/i-big-puntano-sullidrogeno-per-la.html
Attendi che gli altri messaggi siano caricati