Post has attachment
[SEI IN GRAVIDANZA E NON SAI CHE TIPO DI MANICURE PUOI FARE?
LEGGI QUESTO ARTICOLO E SCOPRILO ORA ! ]

Mostrare mani perfette, con unghie ben curate, aiuta a sentirsi bene con se stesse e con gli altri, anche durante la delicata fase dell’attesa.
Via libera, quindi, alla manicure, che in gravidanza si può fare, purché si rispetti qualche semplice regola.
Devi innanzitutto sapere che, in gravidanza, le unghie possono essere più forti e crescere più velocemente, ma anche avere maggiori fragilità e quindi rompersi facilmente.

LA MANICURE, IN GRAVIDANZA, SI PUÒ FARE, sia se eseguita in casa che in salone.

ATTENZIONE però, è fondamentale controllare che gli strumenti utilizzati siano stati sterilizzati da poco; inoltre, è meglio evitare il taglio delle cuticole: anche una piccola ferita all’attaccatura dell’unghia può portare il rischio di infezioni da parte di germi e batteri.

Nel caso in cui si volesse mettere lo Smalto, non ci sono problemi, ma devi utilizzare Smalti denominati 3-Free, che NON contengono DBP (dibutilftalato), formaldeide e toluene; tranquilla: tutti gli smalti di Beauty Talk sono 3-Free.
Devi stare molto attenta al tipo di Smalto che ti applichi, soprattutto se l’hai comprato nella grande distribuzione; è vero che, teoricamente, i marchi più noti dovrebbero essere tutti 3-Free, ma è sempre bene controllare le etichette!
Quando applichi lo Smalto, fai poi attenzione a non aspirare gli eventuali effluvi che si sviluppano al momento della stesura; è quindi meglio, se stai vicino ad una finestra aperta oppure indossi una mascherina.

Se invece vuoi applicare lo Smalto Semipermanente, devi prestare ancora più attenzione. Come per le donne in stato non gravido, se si hanno le unghie fragili è bene non applicare il Semipermanente, andresti a peggiorare la situazione.
In questo caso, ancor più che con lo Smalto Classico, fai molta attenzione se non conosci la provenienza del prodotto o se i materiali sono scadenti.
Per evitare tutto ciò, prima di fare qualsiasi cosa, ti consiglio di affidarti ad un Centro Specializzato, che sappia consigliarti al meglio.

Riguardo la Ricostruzione Unghie, io, personalmente, non la consiglio.
Durante la gravidanza, infatti, è sempre bene essere preparati ad ogni evenienza perché, purtroppo, può capitare che il bimbo cresca prima e che tu debba correre in ospedale. In questi casi, ti posso garantire che i medici preferiscono avere pazienti con le unghie libere da qualsiasi cosa (Smalto, Smalto Semipermanente, Ricostruzione Unghie) poiché, come ho già sottolineato più volte, l’unghia riflette il nostro stato di salute.

Inoltre, anche se siamo all’avanguardia con i prodotti per la Ricostruzione Unghie, le sostanze che li compongono, in fase di gravidanza (dove il corpo è tre volte più delicato della norma), possono causare dermatiti allergiche.

Le scuole di pensiero in merito a questo argomento sono molteplici: questo, però, è il mio consiglio!

Per maggiori informazioni sulla Manicure in Gravidanza, chiama o scrivi al 3442657428
o passa a trovarci in Via M. Cereda ang. Pozzo, 2 a Rivolta d’Adda.

Barbara
La Tua Consulente di Bellezza
Photo

Post has attachment
[PEDILUVIO]

Solitamente è un trattamento che viene eseguito quando si hanno Piedi Gonfi o Lievi Stati infiammatori.

Prendendo l’abitudine di fare un pediluvio tutte le sere, quando sei tranquilla sul divano, doni relax ai piedi e porti beneficio a tutto il corpo.

LE 6 CAUSE e i 9 RIMEDI per i PIEDI GONFI

Devi sapere che gonfiore, stanchezza e affaticamento ai piedi sono segnali che fanno capire di aver avuto una giornata intensa, soprattutto se si rimane a lungo in piedi o in una posizione statica, ma anche stare troppo seduti può creare qualche fastidio.

Cos’è Il gonfiore del piede? È un accumulo di liquidi nel tessuto adiposo sottocutaneo.

Le 6 CAUSE più frequenti:
1. Abitudini sbagliate, indossare calze, collant e scarpe troppo strette o con tacchi troppo alti. Questo può agevolare l'accumulo di liquidi in eccesso, di conseguenza ha effetti negativi sulla circolazione sanguigna;
2. Il fumo di sigaretta;
3. Stare troppo in piedi o troppo seduti;
4. Avere del peso in più;
5. Seguire un’alimentazione ricca di sale (che favorisce la ritenzione idrica);
6. Fare scarsa attività fisica.
A volte le cause posso essere anche molto più estreme, quali:
- patologie cardiache, vascolari, reumatiche o metaboliche;
- insufficienza venosa cronica (una disfunzione che interessa le valvole delle vene e per la quale il sangue incontra delle difficoltà nel risalire verso il cuore). Tutto ciò determina l’aumento della pressione e una stasi venosa;
- linfedema (= ristagno di linfa);
- infiammazioni articolari;
- insufficienze renale, epatica e cardiaca.

Nella donna, il gonfiore è più frequente nei giorni precedenti le mestruazioni grazie (o purtroppo) all’azione degli ormoni femminili, che, a livelli alti, esercitano una proprietà vasodilatatrice.

In gravidanza il problema va messo in relazione con la pressione sanguigna e con la maggiore ritenzione di liquidi.

Ecco a te i 9 RIMEDI:
1. Nei casi più estremi si richiede una terapia dal proprio medico curante.
2. I massaggi drenanti accompagnati dall’uso di apposite calze elastiche, sono molto utili.
3. Riduci il sale nella dieta: segui un'alimentazione povera di sodio e prediligi cibi ricchi di acqua e vitamine, come frutta e verdura. Attenzione anche a non mettere su troppi chili in eccesso.
4. Pratica una costante attività fisica (bici, nuoto, corsa o camminata). Attenzione: non improvvisarti atleta. Se sforzi troppo l’organismo con esercizi fisici troppo faticosi, potresti ottenere l'effetto contrario.
5. Indossa calzature comode.
6. Smetti di fumare.
7. Tieni le gambe alte, per favorire la circolazione a livello dei piedi. È buona abitudine porre in scarico gli arti inferiori qualora ci si trovi seduti o coricati.
8. Fai pediluvi alternando immersioni in acqua calda e in acqua fredda. Ciò permette la contrazione e la dilatazione delle vene. Inoltre, quando hai i piedi in ammollo, puoi fare piccoli esercizi con effetto rilassante, quali ruotare le caviglie oppure muovere e stendere le dita.
Dopo aver asciugato per bene il piede (prima con un asciugamano e poi per qualche secondo con l’asciuga capelli), applica una crema rinfrescante (mentolo o eucalipto) e massaggia il piede con movimenti verso il cuore.
9. Durante il giorno (soprattutto in estate, o mentre si fa attività fisica) applica una crema o uno spray rinfrescante.

COME FARE per un Pediluvio:

DURATA: minimo 30 minuti
TEMPERATURA ACQUA: secondo le tue preferenze, ma MAI sopra i 38° e MAI sotto i 23°.
La cosa migliore è alternare un pediluvio di acqua calda ad uno di acqua fredda: prendi due bacinelle (meglio alte, così immergi anche il polpaccio) e riempile una di acqua calda (ed immergici i piedi per 5 minuti) e l’altra con acqua fredda (3 minuti di ammollo). Alterna per tre volte, mantenendo la temperatura sempre costante.

COSA USARE per un Pediluvio:

DETOX: petali di rosa, melissa
DRENANTE/SGONFIANTE: una bella manciata di Sale grosso
RELAX: ylang ylang, salvia, bergamotto, sandalo, lavanda e camomilla
RINFRESCANTE: menta, limone, eucalipto
ENERGIZZANTE: olio essenziale al rosmarino e sale

La tua Consulente di Benessere e Bellezza

Barbara
Photo

Post has shared content
STUDENTI ATTENZIONE: questo articolo è per te!!
➡ ebbene sì, ti ricordo che tra un mesetto la scuola finisce e iniziano gli esami: medie, maturità... oddiooooo e adesso???
➡ ansia, panico, studi ma non memorizzi... non preoccuparti, segui questi piccoli consigli e arriverai ad affrontare gli esami preparato e sereno:
🌱 aromaterapia al basilico: nel fornelletto con la candelina metti alcune gocce di olio essenziale al basilico; meno stanchezza intellettuale e meno tensione nervosa, più attenzione e più memoria.
🌱 aggiungi limone se hai bisogno di concentrazione maggiore o lavanda se prevale lo stress.
⏫ l'idea in più: prima dell'esame versa due gocce di olio essenziale di basilico su un fazzoletto e annusalo, la "carica"!!
🌞 quarzo citrino: dà sicurezza e dinamismo; la mitologia attribuisce al citrino la facoltà di fortificare l'intelletto!! usalo mentre studi e mettilo sotto al cuscino mentre dormi!!
⏫ l'idea in più: al quarzo citrino aggiungi un ametista per dormire meglio!!
🌈 vuoi provare?? chiamami al 3479810808, ti posso aiutare nella scelta degli oli essenziali o dei cristalli e posso spedirteli, nel frattempo "in bocca al lupo"
#amolamiapelle #naturopatia #trattamentibenessere #cristalloterapia #olioessenziale #relax #aromaterapia
Photo

Post has attachment
[RAGADI: la DEATH VALLEY DEI TUOI PIEDI]

Le ragadi sono un problema comune, che colpisce gli uomini e le donne di tutto il mondo.
Si tratta di crepe nella pelle che, nella peggiore delle ipotesi, si lacerano fino a sanguinare. Le zone che ne sono più colpite sono, solitamente, i talloni e gli spazi tra le dita dei piedi.

La comparsa delle ragadi avviene principalmente nei mesi invernali, per il semplice motivo che fa più freddo e quindi la pelle si secca più velocemente ma, anche perché, in questo periodo, i piedi non vengono curati come dovrebbero.

Ciò non significa che nei mesi caldi le ragadi non possano formarsi.
In estate, infatti, è facile il loro insorgere soprattutto nella zona tra le dita, perché l’umidità e la sudorazione che si creano è elevata al punto, spesso, da far lacerare la pelle.

Attenzione: quando hai una ragade, devi essere consapevole che hai una ferita, di conseguenza è possibile la crescita di funghi, batteri o virus (=infezioni).

Le 12 cause principali:
Freddo o caldo
-Elevata secchezza o sudorazione
-Indossare scarpe con i talloni regolarmente esposti
-Gravidanza
-Età
-Sovrappeso
-Mancata cura della pelle del piede
-Problemi di salute (come diabete o il piede d'atleta)
-Cattiva circolazione nei piedi
-Continua sollecitazione e stress del piede (stare troppo in piedi o camminare per molte ore)
-Disturbi della pelle, psoriasi o eczema
-Carenze nutrizionali, di Vit. E, Ferro, Zinco, Calcio e Omega 3 (fattore non molto comune)

>Come si manifestano i talloni screpolati
Le crepe nei talloni possono richiedere diversi giorni, o addirittura settimane, per svilupparsi. In realtà, riconoscere i primi segni, può consentire di prevenirle o almeno controllarle in qualche misura.
Sai che si stanno sviluppando crepe sui talloni se noti:
Secchezza e prurito
-Sviluppo verticale delle lesioni: se la pelle continua ad essere asciutta, si è in grado di rilevare la comparsa di piccole crepe intorno al bordo del tallone.
-Dolore e sensibilità: mentre si cammina, la pressione esercitata sul tallone crea dolore a causa della lacerazione, quindi i talloni si sentono irritati, sensibili e dolenti.
-Indurimento della pelle: poiché continua a perdere umidità, la pelle diventa spesso dura e ruvida, soprattutto sui bordi delle crepe. Ciò porta ad un ritardo nel processo di guarigione.

>Come prevenire e rimediare:
Fortunatamente, c’è la possibilità di prevenire tutto ciò.
Come fare?
-Mensilmente recati a fare un pedicure professionale, la tua Estetista Specializzata saprà consigliarti al meglio!
-Quotidianamente (meglio due volte al dì) applica una Crema Specifica per il tuo tipo di pelle del piede, facendo un piccolo massaggio per migliorare la circolazione.
Attenzione: nella scelta della Crema Domiciliare Specifica, fatti consigliare dal tuo Centro Specializzato.
-Quando ti lavi i piedi, utilizza un detergente specifico per piedi.
-Almeno una volta a settimana, fai una piccola esfoliazione e poi un pediluvio con azione disinfettante (acqua tiepida/calda con Sale e qualche goccia Olio Essenziale di Tea Tree o Timo o Menta Piperita o Eucalipto).

Come già accennato, le ragadi possono essere causate anche da carenze nutrizionali.
In questo caso, prediligi cibi che contengano Vitamina E (mandorle, nocciole, basilico secco, olive, spinaci e broccoli), Ferro (ortaggi a foglia, lenticchie, ceci, fagioli, prugne, uva passa, carne rossa e tuorlo d’uovo), Calcio (latte, Yogurt, formaggio, Tofu, aringhe e cavolo verde), Acidi Grassi Omega 3 (latticini, tonno, sgombro e fagioli) e Zinco (aglio, funghi, salmone, tacchino, maiale, manzo e cioccolato nero).
È sempre meglio, comunque, avere il parere di un Esperto Nutrizionista.

La tua consulente di Benessere e Bellezza
Barbara

Vuoi saperne di più? Fissa il tuo appuntamento!
Photo

Post has attachment
PIEDI PERFETTI

Hai problemi di callosità, duroni e piedi secchi? Non trovi il modo di liberartene?

Il nostro Pedicure si è EVOLUTO per TE!

Dopo numerose ricerche, abbiamo scovato il metodo che ti farà urlare: “Ho di nuovo i piedi da bambina!”

Il Metodo PIEDI PERFETTI!

Il nostro NUOVO Metodo PIEDI PERFETTI si rivolge ESCLUSIVAMENTE a quelle persone che vogliono trattare e prevenire in modo professionale e personalizzato il fastidioso inestetismo di duroni e callosità, senza ricorrere a dolorose lame e bisturi.

PIEDI PERFETTI è il Metodo che restituisce al piede un nuovo splendore e una ritrovata morbidezza.

Il Metodo PIEDI PERFETTI ti permette di avere piedi come non li hai mai avuti.

NO a trattamenti standard eseguiti da operatori inesperti
NO a lame e bisturi
NO a fastidi e dolori

Grazie ad una reale valutazione, il NUOVO Metodo PIEDI PERFETTI, permette di ridurre progressivamente lo spessore di calli e duroni.

Verrai trattata esclusivamente da personale specializzato, con una costante valutazione del percorso, e verranno utilizzati prodotti naturali e altamente attivi.

Il nostro Metodo, per essere VERAMENTE EFFICACE, necessita di un trattamento PIEDI PERFETTI al mese e dell’utilizzo quotidiano di prodotti domiciliari specifici.
Per gli inestetismi più importanti, risulterà però essenziale, una seconda applicazione mensile.

Il Metodo PIEDI PERFETTI è garantito al 100%: se dopo 3 mesi, comprensivi di un trattamento PIEDI PERFETTI al mese, non dovessi essere soddisfatta del nostro servizio, ti restituiamo l’intero importo speso!

[Il personale specializzato saprà indicarti il trattamento necessario per i tuoi piedi.]
Photo

Post has attachment
[UNGHIE FRAGILI CHE SI SFALDANO? SVELATE LE CAUSE E I RIMEDI]

Questo è un problema legato a molte donne. Unghie fragili che si sfaldano sono determinate dalla scarsa produzione di Cheratina.
Ora voglio finalmente darti maggiori informazioni a riguardo.

Iniziamo a capire quali sono le CAUSE:

CARENZE DERIVANTE L’ALIMENTAZIONE queste carenze non consentono di produrre in modo efficace la proteina che dona la durezza dell’unghia. Quando si parla di carenze alimentari, si parla anche di carenze Minerali (zinco e silicio) e di Vitamine, ricordo che le vitamine più importanti per l’unghia sono la Vitamina A, E, D, B5, H.

UTILIZZO DI PRODOTTI TROPPO AGGRESSIVI quali i detersivi per le pulizie di casa; motivo per il quali si consiglia sempre di utilizzare dei guanti.

GIARDINAGGIO il continuo contatto con terra e acqua può apportare l’insorgere di micosi; quindi anche in questo caso, mettere i guanti.

UTILIZZO DI SMALTI PER UNGHIE DI QUALITA’ SCADENTE: comporta il peggioramento della salute dell’unghia rendendola più secca e fragile.

ATTENZIONE ALL’APPLICAZIONE/RIMOZIONE DI RICOSTRUZIONE E SEMIPERMANENTI: quando si hanno unghie fragili che si sfaldano la prima cosa da NON fare sono ricostruzioni unghie e semipermanenti.
(Rileggi il mio post intitolato: Rimozione dello smalto semipermanente. I 3 metodi che danneggiano le tue unghie) a meno che, per lo smalto semipermanente, si utilizzi una membrana protettiva dell’unghia naturale. Ma lo vediamo dopo quando ti parlerò dei “Rimedi”.

L’INVECCHIAMENTO è un altro fattore, perché invecchiando si ha una diminuzione di acqua nelle cellule dell’unghia, quindi disidratazione = unghia fragile.

FUMO, TRAUMI E ONICOFAGIA (mangiarsi le unghie) spesso peggiorano la situazione.

CAUSA PIU’ ESTREMA la presenza di allergie o micosi.

Ma ora veniamo ai RIMEDI:

La prima soluzione molto importante è rivedere l’alimentazione, cercare di mangiare cibi di stagione ma soprattutto cibi che possano aiutare il rinforzo, quali ad esempio: legumi freschi, tuorlo d’uovo, germe di grano, pesce.
In caso ci si può aiutare anche con l’assunzione di integratori vitaminici e minerali, solitamente si fanno dei cicli d’assunzione ad ogni cambio di stagione, per un certo periodo di tempo.

La seconda soluzione è chiedere al tuo Centro Estetico Specializzato, ti saprà consigliare al meglio perché esistono dei Trattamenti Specifici adatti a questa tipologia di unghie.

La terza soluzione è se vuoi applicare uno smalto colorato, ricorda sempre di utilizzare una base smalto trasparente ricostituente e poi il colore, ma soprattutto accertati che i prodotti siano di alta qualità.
Per quanto riguarda l’applicazione di ricostruzione unghie io te la sconsiglierei al 100%.
Invece per quanto riguarda l’applicazione dello smalto semipermanente, il mio consiglio è prima di fare trattamenti specifici per risanare l’unghia, poi applicherei lo smalto semipermanente SOLO ed esclusivamente con la membrana protettiva dell’unghia, in modo tale che, anche, nel momento della rimozione non subisce ulteriori “traumi”.

Ora permettimi di precisare una cosa:
I MIRACOLI ANCORA NON ESISTONO!!!

Perché dico ciò? Perché NON si può pretendere di fare un breve ciclo di integratori o fare solo un trattamento specifico e ottenere dei risultati.

Come tutte le cose che devono rigenerarsi hanno bisogno di tempo.
Lo so che tutte noi vorremmo avere tutto subito, ma non funziona così.
Bisogna avere pazienza.

Buona Giornata
La Tua Consulente di Benessere e Bellezza
Barbara
Beauty Talk
Beauty Talk
beautytalk.it

SOFFRI DI VESCICHE?
I 5 RIMEDI PER AVERE PIEDI PERFETTI!

Oggi voglio parlarti delle fastidiosissime vesciche ai piedi.
Mi capita spesso di iniziare un pedicure e vedere che molte di noi hanno dei residui o delle vesciche appena spuntate.
Soprattutto ora che si sta avvicinando la stagione dei sandali, sono molto antiestetiche e fastidiose.

Quindi voglio darti dei consigli come potete prevenirle e come “curarle”.

Ma iniziamo dai fondamentali da sapere:
COSA SONO?
Sono delle bollicine piene di liquido che si forma nello strato esterno della pelle. Attenzione che la vescica se si infetta, oltre al liquido trasparente, può contenere sangue o pus ( in questo caso, sarebbe opportuno andare dal medico)

PERCHE’ SI FORMANO?
Molto semplice, continuo sfregamento/attrito della scarpa sulla pelle.

LE 3 CAUSE PRINCIPALI:
- Scarpe della misura sbagliata
- Scarpa Nuova
- Elevata attività sportiva

ALCUNI RIMEDI:
Partiamo dal presupposto che le vesciche, in genere, nel giro di una settimana massimo guariscono da sole senza l’intervento del medico.

1-In primo luogo, non devi tralasciare l’igiene del piede:
> Lavalo e sciugalo al meglio regolarmente
> Taglia le unghie almeno una volta al mese
> Cerca di mantenere il piede il più asciutto possibile (utilizza delle calze e scarpe traspiranti; oppure metti all’interno delle polveri deodoranti/assorbenti);

2-Quando sai che utilizzerai delle scarpe nuove applica una crema ammorbidente, in modo tale che la pelle abbiamo uno sfregamento minimo con la calza;

3-Hai un’elevata attività sportiva? Bene, soprattutto nel tuo caso prendi delle precauzioni più intense, quali utilizza calzini senza cuciture, applica delle pomate a base di vaselina nelle zone più in pericolo.
Inoltre, appena avverti un certo fastidio, è importante che proteggi subito la zona con un cerotto teso e senza pieghe.

4-Esistono in commercio dei cerotti per vesciche, che aiutano a prevenire la formazione o a proteggere la zona della vescica (già formata), onde evitare ulteriori sfregamenti. Favoriscono la guarigione.

5- Rimedi Naturali
Quello che ti consiglio in primis sono dei pediluvi quotidiani, a base di sostanze naturali unite all’acqua tiepida. Ad esempio: acqua e sale, del bicarbonato. Questi rimedi servono ad ammorbidire e ad idratare la pelle. Invece l’olio essenziale di timo ed eucalipto svolgono azione molto importante che è quella antisettica e antibatterica, calmante e rinfrescante.
Invece per un azione cicatrizzante e idratante, si utilizza la lavanda.
Al termine asciugare bene i piedi. Applicare una crema di calendula o aloe o tea tree.

Fai attenzione ai tuoi piedi, ricorda che sono le tue fondamenta!

Buona giornata
La tua consulente di Benessere e Bellezza
Barbara

[SESTO SEGRETO PER AVERE SEMPRE MANI GIOVANI E PELLE LUMINOSA]

MANICURE e TRATTAMENTI SPECIFICI

La manicure è un trattamento cosmetico di bellezza per mani e unghie.
Contrariamente a ciò che si pensa, la manicure non è un trattamento estetico solo femminile; oggi anche gli uomini curano molto le proprie mani e la manicure maschile è sempre più diffusa.

Vorrei spendere due parole sulla storia di questo Trattamento.

La storia della manicure è abbastanza lunga.
Parte dall’ antica Mesopotamia, per arrivare ai reali cinesi, fino all’ antico Egitto dove la cosmesi e l’estetica erano molto sviluppate (proprio in Egitto, infatti, si ebbe maggiormente la diffusione del colore rosso sulle unghie delle donne).
L’Ottocento fu poi, un secolo in cui l’arte della manicure si sviluppò in modo esponenziale con le prime produzioni in di smalti.
Ci furono successivamente delle piccole svolte nei primi anni Venti e Trenta del 900, iniziate tutte negli Stati Uniti d’America.
Furono però gli anni Cinquanta l’epoca della femminilità e della seduzione estrema “alla Marylin”, perciò la manicure più alla moda prevedeva smalto rosso laccato e unghie lunghissime!
La nascita della French Manicure risale invece agli anni Settanta, mentre è degli anni Ottanta l’esplosione dei colori fluo e della ricostruzione in acrilico. Gli anni Novanta, al contrario, segnano un ritorno a uno stile più sobrio.
Nel duemila non si sviluppa una moda univoca, a causa del continuo rinnovamento e della presenza di stili differenti. L’unica vera novità è la Nail Art che esiste da sempre (soprattutto negli USA e Giappone), ma da qualche anno è approdata anche Italia e Europa.

La manicure viene effettuata all’ incirca una volta ogni 10/15 giorni (due volte al mese).

Dopo aver capito l’importanza della manicure e della cura dell’unghia, si è arrivati al punto di valorizzare anche ciò che sta intorno alle unghie, ovvero, la pelle della mano (come già ripetuto più volte, è la parte che invecchia per prima) e dell’avambraccio.

Da lì nascono i così detti Trattamenti Specifici.
Sono dei trattamenti che vengono eseguiti nel tuo centro estetico specializzato e servono a dare una “sferzata” iniziale a un’esigenza importante e, continuando a farli, si va ad aumentare il risultato al quale si ambisce.

Questi trattamenti tendenzialmente vengono eseguiti da una o due volte a settimana fino ad arrivare ad una volta al mese al raggiungimento dei risultati, come mantenimento.

A questi trattamenti viene sempre abbinata la crema specifica domiciliare.
Al fine di darti maggiori risultati.

Barbara la tua Consulente di Benessere e Bellezza

[PIEDI GONFI? NO GRAZIE]

Devi sapere che gonfiore, stanchezza e affaticamento ai piedi sono segnali che fanno capire di aver avuto una giornata intensa, soprattutto se si rimane a lungo in piedi o in una posizione statica, ma anche stare troppo seduti può dare qualche fastidio.

Cos’è Il gonfiore del piede? E’ accumulo di liquidi nel tessuto adiposo sottocutaneo.

Le 6 CAUSE più frequenti:
1. Abitudini sbagliate, indossare calze, collant e scarpe troppo strette o con tacchi troppo alti. Questo può agevolare l'accumulo di liquidi in eccesso, di conseguenza ha effetti negativi sulla circolazione sanguigna;
2. Fumare;
3. Come dicevo in prima, stare troppo in piedi o troppo seduti;
4. Avere del peso in più;
5. Un’alimentazione ricca di sale (favorisce la ritenzione idrica);
6. Scarsa attività fisica.

A VOLTE le cause posso essere anche molto estreme, quali:
- patologie cardiache, vascolari, reumatiche o metaboliche;
- l'insufficienza venosa cronica (disfunzione che interessa le valvole delle vene e, quindi, il sangue incontra delle difficoltà nel risalire verso il cuore. Tutto ciò determina l’aumento della pressione e una stasi venosa;
- linfedema ( = ristagno di linfa);
- infiammazioni articolari;
- insufficienze renale, epatica e cardiaca.

Nella donna, il gonfiore è più frequente nei giorni precedenti le mestruazioni, grazie o purtroppo all’azione degli ormoni femminili, che, a livelli alti, esercitano una proprietà vasodilatatrice.

In gravidanza il problema va messo in relazione con la pressione sanguigna e con la maggiore ritenzione di liquidi

Ecco a te i 10 RIMEDI:
1. Nei casi più estremi si richiede una terapia dal proprio medico curante.
2. Molto utili sono i massaggi drenanti, che dovranno essere accompagnati dall’uso di apposite calze elastiche;
3. Riduci il sale nella dieta;
Seguire un'alimentazione povera di sodio e favorire l'assunzione di cibi ricchi di acqua e vitamine, come frutta e verdura. Attenzione anche a non mettere su troppi chili in eccesso;
4. Pratica una costante attività fisica, andare in bici, nuotare, correre o camminare aiuta a prevenire il gonfiore ai piedi; Attenzione non improvvisarti atleta, se sforzi troppo l’organismo ad esercizi fisici troppo faticosi, potresti ottenere l'effetto contrario;
5. Indossa calzature comode;
6. Smetti di fumare;
7. Tieni le gambe alte, per favorire la circolazione a livello dei piedi è buona abitudine porre in scarico gli arti inferiori qualora ci si trovi seduti o coricati;
8. Scegliere calzature comode;
9. Fare dei pediluvi alternando immersioni in acqua calda e in quella fredda. Tutto ciò permette la contrazione e, quindi, la dilatazione delle vene, puoi fare dei piccoli esercizi con effetto rilassante, quali ruotare le caviglie, muovere o stendere le dita. Dopo aver asciugato per bene il piede, applica una crema rinfrescante (mentolo o eucalipto) massaggiando il piede con movimenti verso il cuore;
10. Durante il giorno (soprattutto in estate, o mentre si fa attività fisica) applica una crema o uno spray rinfrescante.

Esistono anche dei RIMEDI NATURALI a base di erbe, come il pungitopo, l’ippocastano, la centella asiatica, il mirtillo nero, il ribes. Sono erbe officinali con effetto antiossidante.

Buona giornata
La tua consulente di Benessere e Bellezza

Barbara

Post has attachment
La Linea Solare Beauty Talk

Week-end e vacanze "di sole" sono ormai alle porte...
Non solo mare e piscina, ma anche escursioni in montagna ti sottopongono all'azione dei raggi solari.

Evita eritemi, ustioni e la classica pelle post vacanza stile "Deserto del Sahara":
PROTEGGI, IDRATA E MANTIENI A LUNGO LA TUA ABBRONZATURA.

Abbiamo creato una linea di solari studiata appositamente per te!

Da Beauty Talk potrai trovare, non solo la protezione più adatta al tuo fototipo (media, alta e molto alta), ma anche l'intensificatore di melanina (per avere un'abbronzatura TOP) ed il doposole, per mantenerti sempre idratata.

Lasciati baciare, dal sole, in tutta tranquillità!

Photo
Wait while more posts are being loaded