Post has attachment
Heading to Pompeii, Herculaneum or the Villas at Oplontis, Boscoreale and Stabiae?

Post has attachment
Delos Island, Greece.
PhotoPhotoPhotoPhoto
08/09/2017
4 Photos - View album

Post has attachment
Per MediterraneoAntico ho realizzato uno speciale sulla mostra Pompei e i Greci organizzata da Pompeii - Parco Archeologico in collaborazione con Electa editore. Un viaggio nel tempo attraverso biografie e reperti per scoprire la storia più nascosta di Pompei, le suo origini ancora poco chiare e soprattutto le sue trasformazioni durante gli eventi salienti dell'epoca arcaica e poi ellenistica, in cui il mondo greco fa irruzione con prepotenza, trasforma e rielabora i saperi locali. Sullo sfondo il grande bacino del Mediterraneo con le sue complessità culturali e istituzionali che fa da ponte a quel fenomeno che noi oggi chiamiamo globalizzazione
Ma non vi svelo di più... Buona lettura!
#PompeiGreci

Post has attachment
The Tomb of… Tutankhamun, the Hieroglyphics and the Reference Language of the Ancient Word!
Do you know Greek?
Discover the Common, Global, Eikonogrammato & Palaeogrammiko System of Writing-Reading of prohistoric World!
http://bouzanis.blogspot.gr/2017/08/seeking-queen-nefertiti-and-king.html

Post has attachment
Cinquantaquattro corpi tra uomini donne e bambini, vittime della terribile eruzione del Vesuvio, affollati in un ambiente della Villa di Lucius Crassius Tertius, la villa B ad Oplontis, sono stati recentemente oggetto di studi antropologici, isotopici e di DNA da parte di ricercatori americani. La Villa fu scoperta casualmente nel 1974 durante dei lavori per la costruzione di una palestra e si trova attualmente a 300 m di distanza dalla più famosa Villa A, quella di Poppea.

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Silistra, Bulgaria
The fortress Durostorum
The Romans built a fortress in AD 29 on the site of an earlier Thracian settlement and kept its name, Durostorum (or Durostorum). Durostorum became an important military center of the Roman province of Moesia, and grew into a city at the time of Marcus Aurelius. In 388, Durostorum became the seat of a Christian bishopric and a center of Christianity in the region. Roman general Flavius Aëtius was born in the town in 396. After the Roman Empire split into the Eastern and Western empires, the town became part of the Byzantine Empire. Around the end of the 7th century, the town was incorporated into the First Bulgarian Empire. As part of the Bulgarian Empire Durostorum was known as Drastar in Medieval times.
#MariyaPhilipova
#Durostorum
Photo
Photo
20.06.17 г.
2 Photos - View album

Post has shared content

Post has attachment
Oggi ripassiamo un pò di topografia di #Roma antica!! Su MediterraneoAntico vi parlo del Foro Boario e di uno dei suoi monumenti più celebri: l'Arco di Giano! Il nome con cui oggi è noto gli venne attribuito dagli studiosi di antiquaria a partire dal XVI secolo, quando i quattro ingressi dell’arco vennero interpretati come la specularità delle due facce del dio Giano. Inoltre, ianus, in latino, significa passaggio coperto ed è possibile quindi ipotizzare anche questa sua funzione di punto di ritrovo e di riparo. Fu edificato durante il IV secolo d.C. e costituisce l’ultimo edificio monumentale costruito in antico nella parte est del Foro Boario al di sopra della Cloaca Maxima. Differentemente da tutti gli altri archi onorari di Roma, quello di Giano ha la peculiarità di avere una pianta quadrata con quattro pilastri di sostegno coperti da una volta a crociera su cui poggiava un alto attico. L’intero edificio venne costruito in mattoni, con tecnica a sacco e poi rivestito di marmo.
Wait while more posts are being loaded