IL RIEMPITIVO DEL 13 Gennaio 2015

E’ un’illusione l’idea che l’interiorità appartenga solo a chi se la riproduce nella dissimulazione del pensiero più segreto. E’ impossibile che resti impenetrabile agli altri. Ogni realtà psichica è materia condivisa. Coloro che gemmano pensieri nuovi – e forse ancor più di quelli che si limitano ad attraversare emozioni – si rivelano libri aperti perché non esiste clausura della testa. Chi vuol essere estraneo al mondo, insomma, risulta estraneo a se stesso. Certo, l’anima – la cui preistoria è magica e manipolatrice – tornerà. E ciascuno segnerà a dito da sé, se stesso. Come per dire: “Eccomi”. Dopo di che, il destino ultimo della storia: la società aperta e il conseguente pensiero unico (che ha sempre una verità unica, allorquando l’indagine sulla realtà, diventa, Umberto Eco permettendo, un “complotto”).
Wait while more posts are being loaded