Post has attachment
Quello che i "piccoli- grandi" gesti possono:

Loro due si erano appena trasferite nella nuova casa dove sarebbero cresciute con la loro famiglia. La piu grande aveva 18 anni la più piccola appena 8....

Era un fine settimana di quelli d' estate in cui non potendo uscire per un litigio coi genitori si sta chiusi in camera a ignorare il mondo e a mangiare i biscotti segretamente nascosti nel secondo cassetto del comodino...
Dopo quattro ore che la ragazza se ne stava chiusa in camera e i genitori erano appena partiti per fare la spesa, la sorellina entrò in camera. La ragazza cominciò subito a urlare contro la sorellina che buttò per terra un bigliettino e se nè andò in camera sua in lacrime. La ragazza pentita di essersi rivoltata raccolse il biglietto e lo lesse.... Andò nel posto che venne fuori risolvendo il semplice enigma. (Quella parte di casa in cui mamma cucina e dove lava...) ne risolse altri due, sempre molto semplici. Risolse anche il terzo ma non riusciva a trovare il quarto. Dopo un po' che cercava sentì una voce un po' ansimante dietro il cancelletto in legno del giardino che le diceva

:" Non lo trovi se stai lì e continui a cercare nello stesso punto... Non è sempre semplice, l' ho nascosto bene, sennò è troppo facile perchè sei grande..."

La ragazza si girò e chinatasi diede un bacio alla sorellina che tanto si impegnò per farla stare meglio.
In quello vide il biglietto... Aveva ragione la piccolina, non lo avrebbe mai visto se non si fosse chinata. Si era sempre limitata a guardare alla sua altezza, mai a guardare con una prospettiva diversa... Ma soprattutto si rese conto conto di non aver mai creduto di trovare tante risposte nel mondo molto semplice e pieno di vita di sua sorella... Questo le riempì il cuore, ma ancora di più si riempì quando sul biglietto lesse cosa c' era scritto

:" Per favore non piangere e gridare più perchè a me piace il tuo sorriso."

La ragazza poi sussurrò dolcemente all' orecchio della sorellina...

:" Grazie. È stata la più bella punizione della mia vita."

E insieme ,in camera, si mangiarono uno di quei biscotti che con tanta gelosia la grande nascondeva nel secondo cassetto del comodino e la piccola bramava in silenzio.

Entrambe conclusero una splendida giornata.... La ragazza crebbe, e la piccola si tolse uno di quei piaceri che sono tanto grandi solo a quell' età!


Anna.
Photo

Cari lettori e lettrici vi posto qua un commento che ho fatto sotto una condivisione in cui un membro ha descritto brevemente la sua storia, un po' simile a quella che avevo scritto io.... Buona giornata a tutti e buona lettura... ;P

Guarda mi fa molto piacere che qualcuno si ritrovi nella mia storia... È una cosa molto importante per me. Sai anche io voglio nonostante tutto bene a questa persona, ma lui mi ha anche insegnato a tirare fuori la mi parte di determinazione. Ora gli devo molto e non potrò mai odiarlo, nonostante mi abbia fatto perdere una tra le mie occasioni più importanti... Ma anche questi sono ostacoli e passaggi, sono decisioni prese in fiducia a qualcuno a cui tenevi e ti sembravano giuste. Quindi io cerco di ricordarlo per il bene che mi ha fatto anche se a volte è difficile farlo. Ovviamente la mente umana non è fatta per dimenticare, per non ripetere le cose che ci hanno fatti star male. Date due possibilità si dice che non c'è due senza tre. Ma per i sentimenti, il cuore, e la fiducia è diverso. Già se c'è un due è tanto. E se questo due viene tradito è la fine. È come un' automatismo che cervello e cuore mettono autonomamente e automaticamente in pratica. Senza interpellarti. Io gli auguro tutto il bene possibile, perchè nonostante tutto io gli sarò legata per la vita, e lui sarà sempre il mio primo amore, il cuore e il cervello batteranno sempre un po' per lui.... Ma quando una persona nonostante tutto ti trafigge, le ferite non sono sempre così recuperabili, e se si cicatrizzano rimarrà il ricordo... Bello e brutto.... Ma arriverà prima o poi (per me mi sa ti confido più poi che prima) quella persona che nonostante tutto riuscirà a riempirti e a completarti ancora meglio. E con cui le emozioni saranno diverse. Dove a dire un ti voglio bene ci si riflette su due volte e un ti amo ventimila.

Ti auguro una buona fortuna caro lettore.... Mi ha fatto piacere che tu abbia letto. ;)


Alla prossima "storia"

Anna ;)

Post has attachment

Incominciò tutto in quell' estate. Il mare era calmo, il sole scottava e mi rifugiai sotto il mio ombrellone... non ascoltai mai più quella musica come allora, e da quel momento tutto ebbe un' altro senso. Per tre anni quel senso di euforia, gioia e dolore mi perseguitarono. Tre anni in cui persi la testa per quel ragazzo che tanto mi fece male e tanto non mi capì. Come io non seppi capire lui. Troppo giovani forse. E nonostante tutto certe cose sarei disposta a rifarle. Tutte tranne una... Quella quel giorno al parco in cui gli dissi SI. Quella segnò una serie di avvenimenti progressivamente estenuanti da sopportare e che non mi riportarono che su una via buia e a un passo invalicabile. La quale dovetti ripercorrere all' indietro.
La cosa più dura per me da affrontare in questo percorso fu il fatto di ricredermi sulla nostra relazione. La trascorsi pienamente, sia nel bene che nel male. Il fatto è che ricredersi sui propri comportamenti ed errori fu duro. E tutt' ora faccio fatica ad accettarlo. L' orgoglio e la pienezza di se stessi rovinarono tutto. I miei scusa sentiti da dentro e le mie ammissioni ogni giorno mi facevano sottomettere. Finchè un giorno dissi basta. E lì tutto crollò perchè lui non seppe ammettere che i problemi in una coppia si creano in due. E che forse bisognasse prendere in mano la situazione, parlarci e rovistare nei cassetti del cuore per affrontare insieme gli ostacoli. E perdonare gli errori. Lui non lo fece. Nascose sempre tutto a se stesso. Io forse non battei troppo per paura di perderlo. Sta di fatto che quando i fantasmi dentro di noi diventarono troppo grandi e le maschere troppo difficili da sopportare, ecco, in quel momento tutto non poté che avere termine.

Da una storia vera. Che può sempre accadere.

A chi piace una scrittura così? A quanti invoglierebbe a leggere se fosse un libro?







Se volete posso postare degli estratti da un libricino molto carino e molto profondo! Ditemi se vi farebbe piacere... :)

Post has attachment

Un giorno chiesi un aiuto. Mi rispose un libro, e mi disse segui le pagine, non le mie, le tue... Perchè se bianche verranno scritte, e se ce ne sono di bianche beh vuol dire che il tuo momento non è giunto... E non puoi fare altro che scriverci la tua vita. Passo, emozione, ostacolo dopo l' altro..
:')

Il più bel libro è quello della nostra vita... A volte le pagine si stropicciano a causa delle persone che non sanno prendersene cura quando ci aiutano a scriverle... Ma non importa, fa parte delle storie dei nostri libri... Poi ci sono volte che le persone invece ci miniano perfino figure perfette... Ma la cosa più bella e strana è che tutte valgono la pena di essere lette, vissute, e da tutte si riesce a ricavarne una lezione, che porteremo con noi tutta la vita.... E che ci servirà a scrivere il resto del libro... Quel libro che un giorno o l' altro rileggendolo lo guarderemo con occhi diversi... Con gli occhi di chi ha vissuto tutte quelle pagine messe assieme in un' unico sguardo..

Dedicato a tutti coloro che entrano e escono dalla nostra vita, segnandola di colori sempre diversi..

I libri fanno parte della nostra vita... Non leggerli spesso significa perdere una parte di essa... Si può vivere benissimo anche senza, ma a volte loro riempiono degli spazi che sennò sarebbero vuoti, e ci aiutano a capire i nostri errori e a cercare di porvi rimedio... I libri sono preziosi come ciò che contengono, e ciò che contengono sono perle di saggezza rare... Amiamo i libri, perchè loro ci daranno sempre un motivo per amarli....

Solo pochi piangono per un libro... E le lacrime si asciugano su quelle pagine...
Wait while more posts are being loaded