Post has shared content
chissà perchè le difendono, chissà caro Porro..noi leali ed onesti è da tanto che lo sappiamo il xkè!!! x la stessa ragione che hanno bandito dalle RAITV DI STATO e non; TU, Maurizio Belpietro Paragone Giletti. ETC ETC ETC
Boldrini, incredibile quello che dice sulle ong (12 agosto 2017)

Post has attachment
dentro il parlamento europeo..grande- spietato tremendamente sincero. condivido parola per parola e...g7..gli sbarchi lo sapevamo da tempo che era per ingrassare il portafogli di potenti..chiesa.. politici di una EU che fa schifo.

Post has attachment
COME DARGLI TORTO??? VAI #MARINLEPEN SEI UNA SIGNORA COI FIOCCHI "SIGNORA CON LA S MAIUSCOLA. #LEGANORD DI #SALVINI TI SEGUIRà-

Post has attachment
mahhh! non er Hassad l assassino??? adesso si scopre con prove inequivcabili, che sono bmbe dell NATO! E, la NATO non mi sembra di DAMASCO???!!!

Post has attachment

MA VOGLIAMO FINIRLA DI NASCONDERE L'EVIDENZA E DARE VERAMENTE AI NOSTRI FIGLI UN 'ITALIA CHE DIA LAVORO E UN FUTURO?
ALLORA RENZI , VISTO CHE NON CE LAVORO E TANTO MENO PER I CINQUANTENNI DiSOCCUPATI QUANDO FA LE LEGGI LE FACCIA CON UN ORIZZONTE PIÙ ALLARGATO; È ORA DI FINIRLA DI SACRIFICARE SOLO DETERMINATE CATEGORIE E INDORARE PILLOLE DI VELENO.
NON TOCCATE PIÙ LE PENSIONI SOLO COSI' AVREMO LA GARANZIA CHE NON LE PEGGIORERETE!

Ancora una volta i furbi confezionano una torta avvelenata per esodati e disoccupati 50 enni che pur avendo 30 anni di contributi ma superato di poco i 1500 euro lordi costretti comunque al versamento volontario si vedranno penalizzati ulteriormente rispetto alla regola della pensione anticipata a 35 anni di contributi e 63 di età che sale a 36 anni e rispetto all'anticipazione (63 anni) annuale che sale di del c.a 3% .Inoltre al raggiungimento dei 63 anni con c a. 32 anni di contributi lavorati + 3 figuratividi mobilità e probabilmente dai 4 anni minimi ai c.a 10 anni volontari ; si troveranno a dover anticipare probabilmente ulteriori 3 anni di decurtazione pensionistica .
Più che APE SOCIALE mi sembra "macelleria sociale"

Post has attachment
Photo

Post has attachment

Lo sapevate che...?
Nel mentre ci si interroga sulla costituzionalità di ridurre le indennità a coloro che hanno maturato ingenti vitalizi.
Il nostro governo con il D.Lgs 150/2015 ha ben pensato di mettere lo zampino sulla massa critica di lavoratori che percepiscono ammortizzatori sociali, quali ad esempio indennità di mobilità e o sostegni al reddito...
Con questo decreto si agisce retroattivamente sugli accordi precedenti e le normative acquisite che disciplinavano gli ammortizzatori stessi;
attenzionando con il decreto non solo i nuovi disoccupati, bensì anche quelli destinatari del trattamento da oltre un anno, ai quali manca ancora un anno o poco più, per nel caso della mobilità uscire dall'ammortizzatore.
Cosa cambia quindi per tutti?
Se prima era sufficiente recarsi ogni sei mesi presso i centri dell'impiego per rinnovare la disponibilità al lavoro e poi tornare a casa dimenticati da tutti, ora bisogna obbligatoriamente sottoscrivere un patto di servizio personalizzato con il centro dell'impiego che ti terra' monitorato mese per mese affinchè tu ti stacchi dalle mammelle di mamma Italia ..E qui demagogicamente parlando il significato potrebbe sortire anche apprezzamenti nei limitati, ahimè il referente trasmesso è un altro, ci si dimentica che le regole acquisite da coloro che si trovavano sotto ammortizzatore erano ben diverse
Ad esempio si potevano rifiutare tutti i lavori che erano più bassi di oltre il 20% del tuo ultimo stipendio.
E ciò in un ottica di salvaguardia della pensione accumulata era una buona cosa per tutelarsi almeno la vita pensionistica, dopo il calvario per le persone cinquantenni disoccupate già fortemente disagiate dalla situazione discriminatoria dell'età e dalle difficoltà di non avere un ammortizzatore idoneo e o sufficientemente adeguato che quindi puntavano a mantenere la pensione accumulata a costo di fare i versamenti volontari fino alla pensione per poi percepire un assegno similare a quello che avrebbero maturato continuando a lavorare senza essere licenziati per crisi.
Infatti ora il patto obbligatorio prevede la perdita di Indennizzo dell'ammortizzatore nel caso in cui non si accetti una proposta di lavoro che sia giusto il 20% in più rispetto i circa 800,00 euro netti di indennità.
Ad esempio se il cinquantenne guadagnava 2000,00 euro al mese netti e aveva maturato una pensione di 1300,00 euro netti. , poteva rifiutare proposte al di sotto dei 1600,00 tutelando maggiormente la pensione maturata e la sua potenziale integrazione con versamenti volontari alti ma possibili.
Ora ll governo si accanisce sul cinquantenne che dovrà accettare le proposte da 1000,00 euro sporcano la pensione accumulata perdendo la possibilità di inregrazione volontaria con gettito alto ai fini di un mantenimento di un assegno pensionistico più agevole da pensionato.
In soldoni Renzi ha preso due piccioni con una favetta cioè a messo il sale sulla coda ai pochissimi disoccupati dormienti e sopratutto a fatto un ulteriore manovra strutturale sulle pensioni dei poveri disgraziati di disoccupati cinquantenni che oltre a pagare ora il disagio della disoccupazione e la discriminazione pagheranno sul loro diritto alla chance di avere una pensione allacciata allo stipendio più alto che ora si sporca con potenziali lavori a sfruttamento come la somministrazione lavoro di 6 mesi in sei mesi a 1000,00 che seppur precaria e non rispettosa della professionalità e seniority accumulata avrà la potenzialità di sporcare e contaminare molto negativamente l'assegno pensionistico del disoccupato cinquantenne.
Grazie governo! Grazie Renzi ! Ancora una volta ci hai stupito, ma come vedi sono un disoccupato ma non stupido e me ne sono accorto!!!
Wait while more posts are being loaded