Post has attachment
I vostri amici a quattro zampe amano le coccole ma non amano molto l acqua? vi piacerebbe tenerli puliti o ed al tempo stesso coccolarli? Con il nostro guanto tutto questo è possibile .. contattateci e lo vedrete con i vostri occhi!😀
Photo

Post has attachment
Amiche soddisfatte ecco il risultato ottenuto dopo aver provato le nostre fibre , Nulla da dire ECCELLENTE🤗🤗🤗🤗
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
14/01/16
6 Photos - View album

Post has attachment

LA CENERE DEL PELLET, QUALE CENERE VORRESTI?
La cenere prodotta dal pellet è sicuramente la caratteristica del prodotto che risalta di più all'occhio dopo il colore. E proprio per il fatto di essere un parametro facilmente apprezzabile empiricamente, talvolta diventa l'unica variabile guida durante la fase di scelta e di acquisto del pellet.

Da pellet a pellet la cenere varia in quantità, colore, composizione chimica e caratteristiche di fusibilità. Ancora una volta il

consumatore può affidarsi solamente al senso della vista, tant'è che composizione chimica e fusibilità resteranno per sempre prerogativa dei laboratori di analisi e dei rapporti analitici all'uopo commissionati .

 

In generale possiamo dire che una buona stufa o caldaia dovrebbe essere munita di sistemi di autopulizia del bracere (sottoalimentazione a spinta, alimentazione a spinta laterale, alimentazione con griglia a lame girevoli, ecc.) in grado di evacuare le ceneri in una zona di deposito, permettendo una facile pulizia della stufa o caldaia a pellet e impedendo la formazione del klinker (grossa formazione di ceneri fuse che talvolta può bloccare la combustione o impedire l'accensione automatica). Tuttavia, esistono ancora in commercio stufe e caldaie a pellet più semplici ed in questi casi la scelta del pellet si rivela essenziale per un corretto funzionamento delle stesse.

Riguardo alla quantità delle ceneri del pellet si può consigliare di fare riferimento alla normativa ENplus la quale stabilisce che l'elevatissima qualità è contraddistinta da una quantità di ceneri inferiore a 0,7%. Generalmente i prodotti con un residuo cenere così basso hanno un costo superiore pertanto sono consigliabili solo nelle stufe più esigenti. Proseguendo nella disamina dei vari tipi di pellet distinti per quantità di ceneri è importante tenere conto anche di quello che la sopracitata normativa non mette in evidenza, ossia un'ulteriore grandissima differenza tra pellet con un residuo compreso tra 0,7% ed 1%, ancora perfettamente tollerabili dalla maggior parte di stufe e caldaie, e quelli con residuo ceneri superiore all'1% o addirittura all'1,5% (limite individuato dalla normativa DIN 51 731). Risulta evidente che la quantità delle ceneri sia strettamente legata alla facilità di gestione e manutenzione della propria stufa o caldaia a pellet; poco rilevanti altre possibili implicazioni di questo parametro.

Perciò che concerne invece il colore delle ceneri del pellet, possiamo distinguere almeno tre differenti casi: colore chiaro delle ceneri, colore scuro e ceneri fuse (klinker).

CENERI CHIARE

Chiare risultano le ceneri di un prodotto di puro abete decortecciato

Residuo di cenere di un Pellet Chiaro

 Passare con il mouse sopra l'immagine per scoprire il pellet che ha prodotto questo residuo.

CENERI SCURE

Scure risultano le ceneri di un prodotto di puro faggio o comunque di legni duri

 

 

Residuo di cenere di un Pellet Scuro

 Passare con il mouse sopra l'immagine per scoprire il pellet che ha prodotto questo residuo.

CENERI FUSE - KLINKER

Le ceneri abbondanti, con alto contenuto in silicio ed un basso punto di fusibilità, se non correttamente evacuate dal crogiuolo dai meccanismi automatici della stufa o caldaia a pellet, possono andare incontro a fusione, quindi a successivo indurimento al momento dello spegnimento del bruciatore. Questo risultato è tipico dei pellet prodotto a partire da cippato o da alberi interi non decortecciati. Anche se trattasi di prodotto naturale, al contrario di quello che il consumatore medio è portato a pensare, è inutile dire che gravi risultano le conseguenze della formazione del klinker in termini di gestione della stufa o caldaia a pellet in quanto questo ne compremette l'automatica accnsione.

 

Residuo di cenere Solido di un Pellet 

Passare con il mouse sopra l'immagine per scoprire il pellet che ha prodotto questo residuo. 

 
Wait while more posts are being loaded