BUONGIORNO A TUTTI DI PARANORMAL, DOPO UN PO DI GIORNI MOVIMENTATI, SONO TORNATO TRA DI VOI CARISSIMI DI PARANORMAL.

DI NUOVO PER PARLARE DI SPIRITUALITÀ, DI PROBABILI ESSERI SIMILI A NOI IN ALTRI PIANETI.....

NON PERCHÉ ABBIA BEVUTO VINO A COLAZIONE, MA VI ASSICURO REALMENTE, CHE IN QUESTO MONDO NON SIAMO SOLI... L' AL DI LA ESISTE !!!
IO STESSO MI SENTO FRATELLO GEMELLO DI TOMMASO, E ORA DOPO FORTI PROVE, SONO PRONTO A TESTIMONIARVI CHE FINALMENTE C'E' LA CERTEZZA CHE LA VITA CONTINUA.!!!!
L' ULTIMA PROVA DUE O TRE GIORNI FA.
MI TROVAVO PER STRADA DA CASA VERSO IL PARCHEGGIO PRIVATO DOVE HO LA MACCHINA, LA DISTANZA TRA IL PARCHEGGIO E CASA MIA SARANNO 300 METRI CIRCA. QUANDO SONO SOLO, GENERALMENTE, PENSO A MAMMA MIA, CHE È MORTA A DICEMBRE 2016.

UNA ANNO AMARO, CHE CI HA TOLTO
MAMMA SOTTO PERIODO NATALIZIO, RESO ANCOR PIÙ CRUDELE E' IL GIORNO DEI SUOI FUNERALI, AVVENUTI IN UNA RICORRENZA CHE PER ME E MIA MOGLIE SEGNA IL GIORNO IN CUI CI SIAMO SPOSATI IL 12 DICEMBRE.

TORNANDO AL MIO CAMMINO VERSO IL PARCHEGGIO, SOVRAPENSIERO A MAMMA A 50 METRI DALLA MACCHINA HO SENTITO NETTAMENTE PER BEN TRE VOLTE, FORTE ODORE DI INCENSO.

LA MIA PARROCCHIA ERA CHIUSA GIÀ DA UN ORA, E NON C'ERA NESSUNA FUNZIONE RELIGIOSA SPECIALE.
SECONDO IL MIO PENSIERO L' INCENSO ERA REALE PRESENZA DI MAMMA ACCANTO A ME. UN PO COME ACCADE CHI HA FEDE DI PADRE PIO, PADRE PIO INFATTI MANDA PROFUMI DI VIOLETTE O MANDORLO IN FIORE QUANDO PREAVVISA LA SUA PRESENZA....
ANCHE IL SONNO CHE NOI FACCIAMO OGNI NOTTE, E' UNA CHIARA RISPOSTA DI QUELLO CHE ACCADE DOPO LA NOSTRA MORTE.

IL BUIO, L' IMMOBILITÀ DEL CORPO, LE ORE, E IL RISVEGLIO È UN CHIARO LINGUAGGIO DI RISPOSTA AL NOSTRO GRANDE INCUBO !!! SI SIAMO VIVI.
MA C' È IL PIÙ COMPLETO STATO DI INCOSCIENZA, FINO AL RISVEGLIO.

IL BUIO, L' IMMOBILITÀ, LO STATO DI INCOSCIENZA È LA PERFETTA FOTOCOPIA DELLA MORTE. MA CI RISVEGLIAMO *IMPORTANTISSIMO QUESTO, DA NON IGNORARE OGNI MOMENTO DI OGNI GIORNO.

DIO CI TIENE VIVI, OGNI GIORNO COMPIE SU OGNUNO DI NOI IL MIRACOLO DELLA VITA.
RENDIAMOCENE CONTO, TUTTO IL RESTO È CENERE, CHE VOLA, ANCHE I GROSSI PROBLEMI.
FRA L' ALTRO OGNUNO DI NOI È UNA PARTICELLA DI DIO STESSO, PERCHÉ È VITA SPIRITUALE E VITA MATERIALE.

NEL PROSSIMO APPUNTAMENTO VIAGGIAMO NELL' INTERPLANETARIO,

ASTRONOMIA

BUONA GIORNATA AD OGNUNO DI VOI. VI ABBRACCIO.
GIANNI CORTELLESSA.




Post has attachment
Colazione per tutti voi per il mio 67° compleanno

Gianni Cortellessa
Photo

Buongiorno a tutti, cari amici di PARANORMAL, Continuiamo il nostro appassionante viaggio verso il comprendere, i misteri del dopo vita terreno, di quelle persone speciali che hanno quasi come un cellulare tra Dio e loro. Oggi è il momento di Santa Bernadette.

Grande Santa, di nazionalità Francese.
Di famiglia numerosa, ma povera, Bernadette, era anche lei, a quei tempi succedeva spesso che i bambini fossero gracili di salute, e Bernadette era tra queste, sempre tosse, e oltre a questo fastidio si aggiungono i reumatismi e poi si trasformano in artrosi reumatoide deformante alle ossa.
Questa diventerà molto presto la sua malattia mortale.

Ma come tutti i Santi Bernadette non è era affatto sconvolta. Abbracciò la malattia consapevolmente, sapendo già cosa la attendeva.

Facendo un passo indietro dobbiamo dire che a Santa Bernadette a Massabielle, durante un ordine delle mamma di andare a prendere la legna per il camino, per far fronte al duro inverno, si avventurò con le sorelle a passare attraverso un ruscello di acqua gelida, cosa assai avversa per Bernadette, per il suo grave stato di salute cui versava, Ella a piedi nudi attraverso l' acqua ghiacciata, ma in quel momento li l' acqua era molto di più che tiepida, ma solo per lei. La Madonna infatti stava già mettendo in moto il suo piano miracoloso.

Innanzitutto preavviso con piccole folate di vento, direttamente sul posto dove stava Bernadette, la quale non sapeva da dove provenisse quel vento che muoveva le piante attorno a lei.
Ad un tratto una voce le disse di camminare avanti e fermarsi davanti ad una grotta poco distante.
In cima alla grotta nel mezzo di una nicchia nella roccia, gli apparve la MADONNA, UNA DONNA VESTITA DI BIANCO, CON UNA CINTA AZZURRA, LEGATA AI FIANCHI, BELLISSIMA.
BERNADETTE, SENTIVA LA VOCE, MA NON VEDEVA NESSUNO.
ALLORA LA MADONNA GLI DISSE
FAI IL SEGNO DELLA CROCE E MI VEDRAI.

Così fu' .
Bernadette, fece il segno della Croce e subito vide davanti ai suoi occhi la Madonna che si muoveva e gli parlava.
Bernadette ovviamente si spaventò, ma la MADONNA LA RASSICURO' E LE DISSE DI NON TEMERE, CHE LEI ERA LA IMMACOLATA CONCEZIONE, LA MAMMA DI GESÙ.

Faticò moltissimo e fu derisa parecchio, nel diffondere la sua visione agli uomini del potere regnante in Francia alla sua epoca. I sacerdoti stessi, erano non convinti della sua versione. UN GIORNO LA MADONNA LE CHIESE DI SCAVARE UNA BUCA SU DI UN TERRENO, VICINO ALLA GROTTA, CHE POI DA LI SAREBBE SGORGATA UN ACQUA MIRACOLOSA PER IL CORPO E PER LO SPIRITO.
IL SUO VISO SI IMBRATTO' DI FANGO E I PRESENTI ACCORSI NELLA GROTTA, FECERO' FRAGOROSE RISATE NEL VEDERE BERNADETTE CON IL VISO MASCHERATO DALLA TERRA.

BERNADETTE FU RIPORTATA A CASA
DALLA MAMMA, MOLTO DOLCE DI CARATTERE.
INTANTO NELLA TERRA SCAVATA DENTRO LA GROTTA, COMINCIÒ A DEFLUIRE ACQUA, AL POSTO DELLA TERRA CHE AVEVAVTIRATO FUORI BERNADETTE.
DOPO POCO TEMPO L' ACQUA SCORREVA SEMPRE PIÙ E DIVENTAVA SEMPRE PIÙ GRANDE LA SUA PORTATA. ERA DIVENTATO UN VERO E PROPRIO RUSCELLO GONFIO DI ACQUA MIRACOLOSA.
BERNADETTE, VEDEVA SPESSO LA MADONNA, E AVEVA LUNGHI DIALOGHI CON LEI.
DOPO LUNGO TEMPO DI ATTESA RIUSCÌ A FARE LA 1°COMUNIONE, CHE LE SUORE DI NIVES, LA AVEVANO PIÙ VOLTE BOCCIATA AL CATECHISMO PER MANCANZA DI ISTRUZIONE.

FINE 1° PARTE DI BERNADETTE SOUBIROUS

2° PARTE BERNADETTE SOUBIROUS

Per l' istruzione fu messa al collegio di suore di nives, molto rigide e con poco amore per gli altri.

DURANTE LO STARE IN COLLEGGIO VENIVA OBBLIGATA A LAVARE IL PAVIMENTO DEL COLLEGGIO INGINOCCHIATA A TERRA CON UNO STRACCIO UMIDO FINO A FINE PULIZIA DELL' AREA ASSEGNATA.

INTANTO LA MALATTIA DELLE OSSA PROGREDIVA SEMPRE PIÙ E DURANTE
UN ORA DI PREGHIERA NEL CHIOSTRO BERNADETTE ZOPPICAVA VISTOSAMENTE, INTANTO LEI ERA GIÀ VESTITA DA SUORA PER AMORE PROMESSO A DIO.
DURANTE L' ORARIO DI PREGHIERA UNA SUORA SUPERIORE SI ACCORSE DELLA VISTOSA MAL DEAMBULAZIONE DI BERNADETTE E CHIAMARONO IL MEDICO DELL' ISTITUTO, IL QUALE VISITO' BERNADETTE E LE FECE UNA TERRIBILE DIAGNOSI, TUMORE GALOPPANTE ALLE OSSA, NON POTEVA PIÙ CAMMINARE, E LE CONSORELLE LA PORTAVANO SU DI UNA LETTIGA, DI QUA E DI LÀ.

FINO A QUANDO GIUNSE IL GIORNO DELLA MORTE DI BERNADETTE POCHI GIORNI PRIMA DI MORIRE, BERNADETTE ERA AGITATA, PERCHE' NON VEDEVA PIÙ LA MADONNA, COME I TEMPI ADDIETRO.
BERNADETTE MORÌ CON IL SORRISO SULLE LABBRA PERCHÉ POCHI ISTANTI PRIMA DI MORIRE GLI APPARE DI NUOVO LA MADONNA, INVITANDOLA AD ANDARE CON LEI, E CONTENTA, SI SPENSE.

ORA NON MI RICORDO L' ANNO DELLA MORTE DI BERNADETTE. VE LO DIRÒ TRA POCO.

INTANTO CON LEI SI È ARRIVATI ALLA COSTRUZIONE DEL GRANDE SANTUARIO DELLA MADONNA DI LOURDES.
SANTUARIO MARIANO CHE CONTA MIGLIAIA E MIGLIAIA DI FEDELI A SETTIMANA. A RENDERE ONORE E GRAZIE ALLA GLORIA DI DIO.

Gianni Cortellessa
un bacio grandissimo
A tutti i lettori di
PARANORMAL

Buongiorno a tutti....volevo fare un ringraziamento speciale a tutti i membri della mia community...per l impegno nel condividere le proprie storie...nel mettere post interessanti...foto particolari...e nell' aiutarmi a far crescere questo tema...buona domenica a tutti...👻👻👻👻

Post has shared content
Viaggiatore nel tempo
A mysterious Traveller ;-)
Photo

Miei cari amici di paranormal, buongiorno a tutti. Finalmente mi sono ripreso dallo choc che l' altro giorno avevo scritto un lungo e interessante articolo, sulla presenza dello Spirito di Dio in mezzo a noi, e su di noi per arrivare ad un discorso sempre collegato al creato e Creatore di sistemi di vita diversa, possibili su altri pianeti. SINCERAMENTE MI DOVREI RICORDARE TUTTO IL FILO DEL DISCORSO, MA NON È FACILE..

ALLORA OGGI, SE VI PIACE PARLIAMO DELLA MISTICITÀ E MISTERI DELLA VITA DEI SANTI: SAN PIO DA PIETRELCINA, SANTA RITA DA CASCIA,
SANTA BERNADETTE.

OGGI PARLEREMO DI SAN PIO DA PIETRELCINA.
MOLTI DI VOI CONOSCERANNO SENZ' ALTRO LA VITA DI PADRE PIO, LE SUE LOTTE CON IL DIAVOLO, LE INCREDULITÀ DEGLI ORGANI DELLA CHIESA, SULLE SUE STIMMATE E SUI SUOI MIRACOLI, DA VIVO E LA SUA MORTE AVVENUTA IL 22 SETTEMBRE 1968.
FRANCESCO FORGIONE NACQUE IL 25 MAGGIO DEL 1887 a Pietrelcina (FG)
da una famiglia molto povera in denaro, ma ricca di fratelli e sorelle.
Con lui erano 5 in tutto. Fisicamente da bambino e da adulto era molto delicato, soffriva moltissimo a livello respiratorio, tant' è vero, che per questo motivo gli venne anche un ernia inguinale, per gli sforzi della tosse che lo tormentava...
Padre Pio già da bambino in età 4/5 anni, aveva un forte dialogo con Gesù Cristo e con la Madonna. La sua famiglia religiosissima, insegnò ai tutti i figli come si doveva pregare, e come era obbligatorio santificare le feste .
Sempre a Messa, tutti i giorni. Francesco Forgione fu molestato molto dal demonio, proprio perché amico di Gesù Cristo e della Madonna.
Da bambino il demonio gli appariva sotto forma di cane ringhioso e feroce.
Tant' è vero che doveva ripararsi dentro una chiesetta piccola di appena sei banchi. Dentro questa Chiesetta Padre Pio ricevette l' imput della grande Fede.
Tornato salvo a casa dal rabbioso cane, manifestò ai suoi genitori la volontà di farsi frate, come il suo amico "FRA CAMILLO". DIETRO MOLTI SACRIFICI PADRE PIO POTETTE STUDIARE PRESSO IL CONVENTO DEI FRATI MINORI DEI CAPPUCCINI VICINO A FOGGIA. Ma dobbiamo fare un passò indietro molto importante, all' età di 6/7 anni PADRE PIO OPERÒ UN GRANDISSIMO MIRACOLO DENTRO.LA. CHIESA DEL PAESE, ACCOMPAGNATO DAL PADRE, DOCE ASSISTEVANO AD UNA RICHIESTA DI GRAZIA !!!! DURANTE UNA SOLENNE FUNZIONE RELIGIOSA. Il bambino di una povera contadina, era praticamente morto, era bianco cadaverico e immobile. Fu in questo momento che Padre Pio avendo già dialogo personale con Gesù, solo con lo sguardo dei suoi occhi, fece resuscitare il bambino. Guardo Gesù Sofferente sulla Croce, e i suoi occhi si posarono sulle nani inchiodate di Cristo e sui rigagnoli di Sangue che usciva verso i polsi. Una volta fissata l' immagine su Cristo, posò i suoi occhi miracolosi sul bambino giacente defunto sul pavimento della Chiesa, e lo resuscitò. Il bambino dopo pochi minuti che giaceva per terra, si alzo da solo da terra e corse incontro alla sua mamma, e gli disse " MAMMA " e tutti gridarono al Miracolo. FINE 1° PARTE
LA 2° PARTE LA SCRIVO SU UNA NUOVA PAGINA, ALTRIMENTI MI BLOCCA L' INVIO.

Gianni Cortellessa.

2° PARTE
QUESTO DEL BAMBINO RESUSCITATO E' CONFERMATO DAI DOCUMENTI D' ARCHIVIO DEL VATICANO. E ACCERTATO CHE CORRISPONDE A VERITÀ...
ALL' ETÀ DI 16 ANNI FRANCESCO FORGIONE ENTRA IN CONVENTO E QUI RIMANE FINO ALL' ANNO IN CUI RICEVETTE LA VESTIZIONE DA FRATE !!! Ai tempi del servizio militare Padre Pio, fu scartato ed esentato dal servizio militare, a causa della grave malattia respiratoria. AVEVA UNA TOSSE CONTINUA E LE LASTRE MOSTRAVANO BRONCHI E POLMONI COMPLETAMENTE ANNERITI. INNUMEREVOLI LE FEBBRI DA CAVALLO CHE SI SUSSEGUIVANO. PADRE PIO CGE AVEVA UNA GRANDE FEDE, NON VOLEVA ESSERE ESCLUSO AD UN ANNULLAMENTO DEL SUO SACERDOZIO PER MOTIVI DI SALUTE, E PER QUESTO FU AIUTATO MOLTO DA MEDICI COMPETENTI, CHE PER AFFETTO E PROFESSIONALITÀ LO RIMANDAVANO IN CURA AL PAESE NATIO. MA PADRE PIO NON ERA MAI VISSUTO LONTANO DALLE SOFFERENZE. DA FRATICELLO GIOVANISSIMO, IL DEMONIO IN VESTE SACERDOTALI LO TORMENTAVA, E LO GETTAVA A TERRA TRAMORTITO.
NEL SUO RIFUGIO GIORNALIERO SOTTO L' ALBERO DI OLMO APPENA 30n, DA GESU' RICEVETTE LE SACRE STIMMATE CHE DURARONO SULLE SUE MANI BEN 50ANNI. MA L' OPERA DEL DEMONIO PROSEGUIVA ANCHE DENTRO IL VATICANO, FU DICHIARATO FUORI DI SENNO E AUTOLESIONISTA DA PADRE AGOSTINO GEMELLI. MEDICO DELLA CHIESA. FRATE ANCHE LUI. TROPPO TARDI GLI RIFU' RESTITUITA LA DIGNITÀ DI UOMO E DI, SANTO, SEMPRE AMICO DEGLI UMILI E DEI SOFFERENTI, NEGLI ANNI 60 INAUGURÒ L' OSPEDALE "CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA" OSPEDALE TUTTORA FUNZIONALE CGE HA LA SUA RESIDENZA A SAN GIOVANNI ROTONDO.
PADRE PIO MUORE IL 22 SETTEMBRE 1968 AMOREVOLMENTE ASSISTITO DAI SUOI FRATI CAPPUCCINI E DAI MEDICI DELL' OSPEDALE DA LUI FONDATO.
E' TERMINATA ANCHE QUESTA STORIA
CHE DI SPIRITUALITÀ NE CONTIENE MOLTA.

GRAZIE !!!!!
Gianni Cortellessa.

Buongiorno +Alessandra Ferrando​ e a tutti scusate, io poco fa ho scritto un grande articolo, ma non sono riuscito a pubblicare, sbaglio qualcosa io oppure e' limitata a un numero di parole questa pagina, sono un po afflosciato per questo, perché era un bellissimo articolo, ora per ricominciare devo ricaricarmi.

Gianni Cortellessa

BUON ANNO A TUTTI I MEMBRI DI PARANORMAL.
SALUTE
SERENITÀ
GIOIA
AMORE E SUCCESSO A TUTTI VOI, PURE A ME AHHH AHHH AHH

Gianni Cortellessa.
PPT
GIANNI HOUSE
COMMUNITY
Wait while more posts are being loaded