Post has attachment
Genesis - Selling England by the Pound (1973)

Il fatto che Selling England sia nella classifica dei lettori di un sito lontano dal rock progressivo come Rootshighway è la conferma della bellezza indiscussa di questo disco, anche rispetto agli altri del primo periodo della band britannica, quello con Peter Gabriel alla voce solista... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/genesis-selling-england-by-pound-1973.html
Photo

Post has attachment
Stu Larsen - Resolute (2017)

Rilassato e affascinante, è un mondo senza pretese quello di Stu Larsen, cantautore girovago del Queensland, alle prese con un sophomore dal respiro conciliatorio, dopo il debutto del 2014 con Vagabond. Il nuovo lavoro, Resolute, ha visto la luce tra un cottage in Scozia, un appartamento in Spagna e un bunker dell’esercito in Australia, ma ascoltandolo sembra quasi sia stato ideato e messo giù in note e parole tra un viaggio e l’altro... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/stu-larsen-resolute-2017.html
Photo

Post has attachment
Rage Against The Machine - Omonimo (1992)

Ha detto Tom Morello: «Le belle canzoni ti fanno battere il piede e ti mettono voglia di vedere le tua ragazza. Le grandi canzoni distruggono le auto dei poliziotti e mettono a ferro e fuoco le periferie. Sono solo interessato a scrivere grandi canzoni». Paradossale ed esagerata, l'affermazione dice qualcosa di vero e di giusto... continua a leggere: https://artesuono.blogspot.it/2017/07/rage-against-machine-omonimo-1992.html
Photo

Post has attachment
Lynyrd Skynyrd - One More From the Road (1976)

Nell'epoca per eccellenza dell'epica rock dal vivo, questo disco rappresenta l'altra faccia della musica sudista rispetto all'altrettanto fondamentale At Fillmore East dell'Allman Brothers Band. Non a caso entrambi i dischi hanno beneficiato di una sacrosanta edizione deluxe, dove i concerti originali sono stati ampliati con una scaletta inedita... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/lynyrd-skynyrd-one-more-from-road-1976.html
Photo

Post has attachment
The Beach Boys - Pet Sounds (1966)

L'età dell'innocenza perduta per Brian Wilson significa ingaggiare una lotta strenua con il suo genio, forgiando un disco che ancora oggi risuona ambizioso e oltre qualsiasi logica che non sia la propria insoddisfazione personale, di lì a poco deleteria per la sua stessa salute... continua a leggere: https://artesuono.blogspot.it/2017/07/the-beach-boys-pet-sounds-1966.html
Photo

Post has attachment
Broken Social Scene – Hug Of Thunder (2017)

«L’inconscio collettivo è il precipitato di tutte le esperienze mondiali di ogni epoca, è quindi un’immagine del mondo che si è venuta formando nel corso di eoni». A Carl Gustav Jung sarebbero piaciuti i Broken Social Scene, compagine multiforme e variabile che dal Canada è partita a suon di pop celebrativo ed estatico per poi conquistare tutto il mondo. Un ruolo, quello di alfieri della nuova musica indipendente nata sotto la foglia d’acero negli anni ’00, che la band condivide coi colleghi Arcade Fire... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/broken-social-scene-hug-of-thunder-2017.html
Photo

Post has attachment
Public Service Broadcasting – Every Valley (2017)

Così come gli esseri umani, anche i centri urbani hanno il loro ciclo vitale. Se per l’uomo il cibo rappresenta la prima forma di sostentamento, ciò che permette alla città di crescere ed evolversi sono chiaramente le politiche economiche. La questione funziona più o meno in questo modo: in un primo momento di massiccia industrializzazione rigorosamente pianificata vicino a territori ricchi di risorse naturali segue l’esplosione del terziario, la delocalizzazione, la de-urbanizzazione dei centri abitati e il quasi totale abbandono delle vecchie zone industriali e delle comunità limitrofe... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/public-service-broadcasting-every.html
Photo

Post has attachment
Steve Earle & The Dukes – So You Wannabe An Outlaw (2017)

Dopo il piacevole ma piuttosto disimpegnato disco di duetti con Shawn Colvin di un anno fa, torna Steve Earle con uno degli album più belli della sua ormai più che trentennale carriera. So You Wannabe An Outlaw è un CD di brani originali che, come lascia intuire il titolo, è anche un sentito tributo ad una certa musica country texana dei seventies, meglio conosciuta come Outlaw Music, che aveva i suoi massimi esponenti in Willie Nelson, Waylon Jennings e Billy Joe Shaver, un country robusto ed elettrico e non allineato con i precisi dettami commerciali di Nashville... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/steve-earle-dukes-so-you-wannabe-outlaw.html
Photo

Post has attachment
Gov’t Mule – Revolution Come… Revolution Go (2017)

Tornano i Gov’t Mule con un nuovo album, Revolution Come…Revolution Go, concepito nei giorni dell’elezione di Trump negli USA (e quindi come nel caso di quello di Roger Waters, influenzato a livello di testi dagli avvenimenti allora in corso), ma musicalmente sempre legato al classico rock del quartetto americano, uno stile dove confluiscono anche elementi blues, soul, funky, jazz e anche country, oltre alle improvvisazioni tipiche delle jam band: quindi, come si ricorda nel titolo del Post, per certi versi non tradiscono mai i loro estimatori... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/govt-mule-revolution-come-revolution-go.html
Photo

Post has attachment
Kronos Quartet – Folk Songs (2017)

Ad ogni nuova uscita discografica del Kronos Quartet si può star certi che meta e ispirazione porteranno sempre altrove. D’altronde in oltre quarant’anni d’onorata e pluripremiata carriera il leggendario ensemble tascabile ha esplorato ogni scibile sonoro e omaggiato l’opera dei più valenti e straordinari (alcuni non necessariamente popolari) artisti e compositori. L’ultimissimo “Folk Songs” grida la sua inequivocabile identità sin dal titolo... continua a leggere: http://artesuono.blogspot.it/2017/07/kronos-quartet-folk-songs-2017.html
Photo
Wait while more posts are being loaded