Post has attachment
Liberi e felici

La vita di Cielo di Maria Bambina. I suoi slanci, languori e deliri di amore verso la Santissima Trinità. La perfetta felicità e mare di contentezza che viene dal vivere nel Divin Volere. La sua obbedienza a Dio quando le chiedeva di separarsi dai Suoi diletti sensibili. La sua compassione verso i poveri uomini, schiavi e infelici perché viventi di volontà umana. Alcuni effetti del vivere nella Divina Volontà. La Vergine Maria nel regno della Divina Volontà, undicesima meditazione. Cenacolo mariano di Sabato 15 Settembre 2018

11° Giorno La Regina del cielo nel Regno della Divina Volontà, nei suoi primi anni della sua vita quaggiù, forma un'aurora splendidissima, per far sorgere nei cuori il giorno sospirato di luce e di grazia

Regina Immacolata, celeste Madre mia, vengo sulle tue ginocchia materne per abbandonarmi, come tua cara figlia, nelle tue braccia, per chiederti coi sospiri più ardentila grazia più grande: che mi ammetta a vivere nel Regno della Divina Volontà. Mamma santa, tu che sei la Regina di questo Regno, ammettimi come figlia tua a vivere in esso, affinché non sia più deserto, ma popolato dai figli
tuoi. Perciò, sovrana Regina, a te mi affido, acciocché guidi i miei passi nel Regno del Voler Divino, e stretta alla tua mano materna guiderai tutto l'essere mio, perché faccia vita perenne nella Divina Volontà. Tu mi farai da mamma, e come a Mamma mia ti faccio la consegna della mia volontà, affinché me la scambi con la Divina Volontà, e così possa restar sicura di non uscire dal Regno suo. Perciò ti prego che mi illumini per farmi comprendere che significa "Volontà di Dio". Ave Maria...

"..Ogni qual volta tu fai la tua volontà ti rendi schiava e senti la tua infelicità; ed io, come mamma tua, sento el mio cuore l'infelicità della figlia mia.." "Dio soffre nel vedere i suoi figli infelici". Il peccato non è soltanto la follia dell'uomo che
non ascolta il Creatore ma anche perchè tu ti condanni all'infelicità. Le gioie della Madonna non sono in contraddizioni con i suoi dolori perchè in questo mondo c'è sempre una compresenza, la Croce è stato un'atto di Volontà Divina e c'è la gioia di abbracciare la Croce; i martiri l'hanno abbracciata perchè erano dentro in questo orizzonte. La Madonna aveva l'uso della ragione fin dalla sua
nascita e già da quel momento stava in estasi; quando si entra nella Divina Volontà è così.Nè aridità, nè tentazioni, nè inquietudini, difetti e le freddezze nella vita nella Divina Volontà non esistono.
"..Onde gli angeli (essendo) i miei desideri per loro comandi mi presero, e portandomi sulle loro ali, mi condussero nelle braccia amorose del mio Padre celeste.." Non è esclusiva dell'Immacolata Concezione, non nello stesso modo ma li vivrà anche chi vivrà nella Divina Volontà. Gesù ha costretto Luisa a scrivere controvoglia le cose che ha passato perchè la gente sappia che anche loro potranno vivere questi effetti, vivere nel Divin Volere significa riprendere il discorso interrotto da Adamo.Le croci e tribolazioni in questa valle di lacrime ci sono ma ci sono anche altro.

La Madonna quando stava lontano dal Cielo, in obbedienza da Dio, stava in delirio d'amore. Se entri nella Divina Volontà puoi amare il Signore con tutte le forze a seconda del"..né conosco che cosa sia la infelicità e schiavitù;.." la Madonna non conosce queste cose perchè non ha mai fatto un'atto di
volontà propria e da questo deriva la felicità. Il regno della Divina Volontà (".. sono tali e tante le gioie, le felicità,, che piccina qual sono non posso abbracciarle tutte..")è un'esplosione di gioia e se viene fatta in Terra viene un'esplosione di gioia.

"..Ma in tanta felicità, una vena d'amarezza intensa c'è dentro del mio piccolo cuore: sento in esso i miei figli infelici, schiavi della loro volontà ribelle.."Il sacerdote vede vite distrutte dalla Volontà Umana e ti dispiace tanto, vedi gente che fa di testa propria pensando di fare il bene. L'anima rimane bellissima ma gli atti di volontà umana distruggono tutto.

La Croce / Volontà di Dio spesso non la compiamo perchè guardiamo l'immediato e non invece quello che accadrà in futuro. Gesù ha sofferto in croce ma guardava il dopo e le conseguenze del suo stare in croce. Anche la Madonna è rimasta all'oscuro delle manovre della SS. Trinità ".."Ritorna nell'esilio e continua le tue preghiere; stendi il Regno della nostra Volontà in tutti gli atti tuoi,
che a suoi tempo ti contenteremo".Ma non mi dicevano né quando né dove sarebbe sceso.." Anche la Madonna è passata attraverso la prova della fede.
"..e come ti deve stare a cuore il fare la Divina Volontà, (vedendo) che io giungevo fino a partirmi dal cielo, per fare che la mia volontà non avesse vita in me....."quando il Cielo ci chiede qualcosa bisogna farlo immediatamente.

#DivinaVolontà #VergineMaria #VergineMarianelregnodellaDivinaVolontà
#donleonardomariapompei #fiat #fiatdivino #undicesimameditazione

https://www.youtube.com/watch?v=n_AeqwyOhLo
Add a comment...

Il Regno della Mia Divina Volontà in mezzo alle creature

Il richiamo della creatura nell'ordine, al suo posto e nello scopo per cui fu creata da Dio

Preghiera prima di leggere gli scritti di Luisa:

*"Venite Santi Angeli, toccate la fronte di quanti leggono gli scritti della Serva di Dio,Luisa Piccarreta, per imprimere in loro lo

Spirito Santo. Infondete in essi la luce per poter comprendere la Verità e il bene che ci sono in questi scritti"*

Ave Maria... #sestovolume

Io sono il Maestro Divino, il Maestro della Divina Volontà, e le anime che vivono nel Mio Volere sono il mio sorriso

#20marzo1905 Il vero amore e le vere virtù debbono avere il loro principio in Dio

(Gesù) "Figlia mia, l'amore che non tiene principio in Dio non può dirsi amor vero, e le stesse virtù che non hanno principio in Dio sono virtù falsificate; perchè tutto ciò che non ha principio in Dio non può dirsi nè amore nè virtù, piuttosto luce apparente che finisce col convertirsi in tenebre". Poi ha soggiunto: "Come, per esempio un confessore lavora, si sacrifica tanto per un'anima: è cosa santa, apparentemente dà dell'eroismo, eppure se ciò fa perchè ha ottenuto o spera d'ottenere qualche cosa, il principio del suo sacrificio non è in Dio, ma in se stesso; quindi non può dirsi virtù"

#23marzo1905 Gloria e compiacimento di Gesù

Luisa: "Signore, è la gloria tua il mio stato?"
(Gesù) "Figlia mia, tutta la mia gloria e tutto il mio compiacimento, solo è che ti voglia tutta te più in Me". Poi ha soggiunto: "Il tutto sta nella sconfidenza e timore dell'anima in se stessa, e nella confidenza e coraggio in Dio"

#28marzo1905 Effetti della turbazione. Incontro continuo di Gesù con l'anima

(Luisa dice ad un'anima turbata) "pensa a non volerti star turbata, non solo per bene tuo, ma molto più per amor di Nostro Signore, perchè l'anima turbata non solo sta stessa turbata ma fa turbare Gesù Cristo", e dopo ho detto tra me: "Che sproposito che ho detto, Gesù non può mai turbarsi", onde nel venire mi ha detto: "Figlia mia, invece di uno sproposito hai detto una verità, perchè in ogni anima vi formo una vita divina, e se l'anima è turbata questa vita divina che Io vado formando resta anche turbata; non solo, ma mai giunge a compirsi perfettamente".....(Luisa) Onde io ho continuato il mio solito lavoro interno sulla Passione, ed essendo giunta a quel punto dell'incontro di Gesù e Maria sulla via della croce, di nuovo si è fatto vedere e mi ha detto: "Figlia mia, anche coll'anima Mi incontro continuamente, e se nell'incontro che faccio coll'anima la trovo in atto di esercitare le virtù, ed unita con Me, Mi ricompensa del dolore che soffrii quando incontrai la mia Madre così addolorata per causa mia"

#LibrodiCielo #DivinaVolontà
#stralciraccontoLuisa #LuisaPiccarreta #GesùCristo
#regnodelladivinavolontà #richiamodellacreatura
#piccolafigliadelladivinavolontà #fiat #marzo1905
Add a comment...

Post has attachment
Colei che fece vita perfetta nel Divin Volere

Gesù spiega come Dio nel corso della storia, solo tre volte ebbe modo di prendersi i trastulli nel Divin Volere e divertirsi con l'uomo: con Adamo innocente, col Verbo fatto carne e con Maria Santissima. Questa fu Colei che fece vita perfetta nel Divin Volere, vivendo come se non avesse la volontà sua, giungendo ad una spogliamento totale della propria umana volontà. Luisa è stata la prima creatura della razza umana decaduta a tornare a vivere questa vita tutta santa e divina. La prima di una lunga serie, composta da tutti coloro che si impegneranno sul serio ad entrare in questo mondo divino per vivere il Cielo sulla terra (Volume 16, 22 Febbraio 1924). Meditazione mariana in occasione della memoria liturgica del Santo Nome di Maria, Mercoledì 12 Settembre 2018

#22Febbraio1924
Iddio godette le gioie della Creazione finché l’uomo peccò, poi le godette quando venne alla luce la Vergine Santissima e quando venne il Verbo sulla terra infine le godrà quando le anime vivranno nel Voler Divino.

".. Vedi dunque come la cosa più grande, più importante, più soddisfacente, che più attira Iddio, è il vivere nel mio Volere e chi vive in Esso vince Iddio e fa donare da Dio doni sì grandi, da far stupire Cielo e terra e che da secoli e secoli non si erano potuti ottenere..." dice Gesù

Un termine che ricorre: i trastulli innocenti, Dio ha desiderio di prendersi trastulli innocenti con una creatura terrestre, perchè la creatura è il vertice della creazione, contiene tutto il mondo materiale e ha anche il mondo spirituale. Se un essere umano vive nella Divina Volontà acquista la capacità di dare a Dio il ricambio perfetto di tutta la Gloria a Dio. Dio gode nel vederci felici, lo scopo della creazione è uno sbocco di amore e mentre le creature hanno una limitatissima partecipazione. Dio si mette in festa quando vede una sua creatura pienamente felice, quando Gesù parla della Madonna, (".. ci furono restituite le gioie, i nostri trastulli innocenti, ci portò come in grembo tutte le feste della Creazione e Noi le demmo tanto e ci divertimmo tanto nel dare, da arricchirla in ogni istante di nuove grazie, nuovi contenti, nuova bellezza, da non poterne più contenere...Gesù parla della Madonna). I libri di Cielo è un travaso della vita del cielo sulla Terra e noi non possiamo neanche immaginarla. La vita nella Divina Volontà si vive nel cuore quando conosceremo le cose che il Signore dà. La vita della Madonna è stata una vita abbastanza nascosta, Gesù si diverte nel ricolmare chi lo cerca e di sentirsi ringraziare, non gli piace annoiarsi. Non ci sono solo le croci e la felicità immensa che trovi nel Divin Volere la trovi anche nella croce. Gesù dice ".. Ora, per fare ciò dovevamo scegliere una creatura che più si avvicinasse ed affratellasse con le umane generazioni, se avessi messo come esempio la mia Mamma, si sarebbero sentiti molto distanti da Lei, avrebbero detto: “Come non avrebbe dovuto vivere nel Voler Divino, se fu la Esente da ogni macchia,anche d’origine?” Quindi avrebbero scosso le spalle e non si sarebbero dato alcun pensiero e se avessi messo come esempio la mia Umanità, si sarebbero spaventati di più e avrebbero detto: “Era Dio e Uomo ed essendo la Volontà Divina vita sua propria, non è meraviglia il suo vivere nel Volere Supremo.."

"..Dunque, per fare che nella mia Chiesa potesse aver vita questo vivere nella mia Volontà, dovevo fare la scala, scendere più in basso, scegliere fra loro una creatura, dotarla delle grazie sufficienti e farmi strada nell’anima sua, per svuotarla di tutto.."

Luisa doveva essere un tramite, una porta, una persona che tornasse a vivere nel Divin Volere per far vedere che anche una persona decaduta poteva vivere nella Divina Volontà. Il motivo per cui la Chiesa venera i Santi è perchè ce li propone come esempi.
Sant'Ignazio si convertì leggendo le vite dei Santi perchè vide che le persone diventano santi e se lui è diventato santo, perchè non posso diventarlo anch'io? Gesù vuole i suoi trastulli con una creatura terrestre e vuole divertirsi ancora e non è sua intenzione smettere. Buon lavoro a tutti quelli che ci credono; non sono esperienze riservate a pochi eletti. La vita nella Santità nella Divina Volontà è chiamata universale.

Vita perfetta nel Divin Volere. Si comincia a vivere nel Divin Volere astenendosi dal male volontario, poi il Signore non si limita a non chiederci di non fare il male, non basta dire "non ho fatto niente di male". Quante ispirazioni lascio correre? La Vita perfetta nel Divin Volere vuol dire che ci si affina sempre di più, e bisogna aprire le porte sempre di più alla Divina Volontà. Se no come faccio a vivere una vita nel Divin Volere? Noi non pensiamo alle azioni perchè non abbiamo sufficiente vita interiore, è un continuo relazionarmi con Gesù, ed io imparo pian piano a muovermi senza di Lui e di fare solo ciò che a Lui è gradito.La vita quotidiana è fatta di cose piccole. Spogliamento totale di volontà umana. Il tasso di unione al Divin Volere è proporzionale allo spogliamento con la nostra volontà. (Gesù facciamo tutto insieme..... e questa preghiea produce un'effetto, però è necessaria anche un'attenzione da parte mia). La nudità della propria volontà spalanca le cateratte del cielo e dopo Luisa è aperta la porta. In quanti ci vivono?

#donleonardomariapompei #fiatdivino #DivinaVolontà #meditazione #luisapiccarreta

https://www.youtube.com/watch?v=GWKwQd6f6sE
Add a comment...

Il Regno della Mia Divina Volontà in mezzo alle creature

Il richiamo della creatura nell'ordine, al suo posto e nello scopo per cui fu creata da Dio

Preghiera prima di leggere gli scritti di Luisa:

"Venite Santi Angeli, toccate la fronte di quanti leggono gli scritti della Serva di Dio,Luisa Piccarreta, per imprimere in loro lo Spirito Santo. Infondete in essi la luce per poter comprendere la Verità e il bene che ci sono in questi scritti"

Ave Maria... #sestovolume

Io sono il Maestro Divino, il Maestro della Divina Volontà, e le anime che vivono nel Mio Volere sono il mio sorriso

#24febbraio1905 Parla sull'umiltà

(Gesù) "Figlia mia, l'umiltà è un fiore senza spine, e siccome è senza spine si può prendere in mano, si può stringere, si può mettere dove si vuole senza timore di ricevere molestia o puntura. Così è l'anima umile: si può dire che non tiene le punture dei difetti, e siccome è senza punture si può farne ciò che si vuole e, non avendo spine, naturalmente non punge nè dà molestia agli altri; perchè le spine le dà chi le tiene, ma chi non le tiene come può darle? Non solo, ma l'umiltà è un fiore che fortifica e rischiara la vista, e con la sua chiarezza si sa tenere lontano dalle stesse spine"

#02marzo1905 Gesù le da la chiave della sua Volontà

(Luisa ha una visione in cui ha in mano una chiave che serve ad aprire un palazzo dove c'è Gesù Bambino addormentato)

(Gesù) "Figlia mia, la chiave che ti trovavi sempre in mano è la chiave della mia Volontà, che Io ho messo nelle tue mani, e chi tiene in mano un oggetto può farne ciò che vuole"

#05marzo1905 Parla della croce

Stando un poco più del solito sofferente, per poco è venuto il benedetto Gesù e mi ha detto: "Figlia mia, la croce è sostegno dei deboli, è fortezza dei forti, è germe e custodia della verginità"

#LibrodiCielo #DivinaVolontà
#stralciraccontoLuisa #LuisaPiccarreta #GesùCristo
#regnodelladivinavolontà #richiamodellacreatura
#piccolafigliadelladivinavolontà #fiat #febbraio1905 #marzo1905
Add a comment...

Post has attachment
La nascita di Maria e la rinascità dell'umanità

La nascita della beatissima Vergine Maria fece esplodere di gioia e di tripudio l'intera creazione, che finalmente aveva la sua Regina. In Lei tutti sono rinati alla Grazia e per questo Ella sente nel suo cuore la vita di tutti i suoi figli, che in Lei sola devono cercare sicurezza, riposo e rifugio. Maria e Gesù vissero di "sfoghi di amore". La Divinità creò l'universo intero solo per un divino sfogo di amore e concederebbe ad ogni creatura di godere pienamente di esso se tutte assomigliassero alla Madonna e vivessero come Lei (Volume 26, 8 e 28 Settembre 1929 ). Meditazione mariana di Sabato 8 Settembre 2018, festa della Natività della Beatissima Vergine Maria

#08Settembre1929
La nascita della Vergine fu la rinascita di tutta l'umanità.

Ricorrenza della Natività Mariana, approfondiamo alcuni aspetti. La Madonna viene concepita come nuova Eva, non è solo questo ma bisogna porla in relazione del genere umano; Eva condizionò in negativo tutti i membri della razza umana, ma tutti i membri rinati in Cristo son contenti nel grembo della Divina Maria. " Tu devi sapere che questa nascita racchiuse in sé la rinascita di tutta l'umana famiglia.." dice Gesù. Importantissimo entrare in Maria, vivere in Maria e per Maria. Questo fatto è avvenuto a livello oggettivo (come l'opera della Redenzione compiuta in Cristo) ma queste opere, per poter fare i loro effetti positivi, devono trovare la corrispondenza nelle creature. La migliore forma di risposta è la Consacrazione a Maria, quella più forte cioè il #TotusTuus che ha molti punti analoghi a quella nella Divina Volontà. Purtroppo questa consacrazione è da molti vissuta malamente e le persone si fermeranno agli aspetti esteriori. Il Cuore della consacrazione è la Vita Interiore come la vita nella Divina Volontà. Il cuore della consacrazione consiste a vivere in Maria, fare tutte le cose per Maria..tipo chiamando la Divina Volontà nel fare le azioni. Poi è importante fare le cose CON Maria ed è la stessa cosa chiedersi "la Madonna farebbe questa cosa al posto mio?". Qual'è il cuore della Divina Volontà? In ogni istante è chiedersi: "sto facendo la Volontà di Dio e come Dio vuole?". La vita mariana deve plasmare la vita della persona. La Divina Volontà deve entrare in tutte le cose (anche nei gesti indifferenti) specie negli atti volontari, io devo chiedermi "la Madonna lo farebbe?", e se poi so che se la Madonna desidera una cosa la faccio. Io scelgo (con la consacrazione) di non voler altro che le cose che vuole la Madonna. Alcune cose spirituali non dipendono da noi. Girare nella vita di Maria. Diventare mamma nostra ha significato farsi carico dei nostri peccati e tocca a noi scegliere se mettersi sotto il suo Manto Azzurro ("..Essa fin dal suo nascere, racchiuse nel suo cuoricino materno, come in mezzo a due ali, tutte le generazioni come figli rinati nel suo vergine Cuore, per riscaldarli, per tenerli difesi e crescerli e nutrirli col sangue del suo Cuore Materno..")

#28Settembre1929
Primo bacio e sfogo tra Madre e Figlio. Come tutte le cose create contengono ciascuna il suo sfogo. Come chi vive nel Fiat è continua Creazione. Contento Divino.

la Madonna era capace di ricambiare gli sfoghi d'amore di Gesù. Noi siamo peccatori, se Dio trovasse in qualche creatura che vive nella Divina Volontà sfogherebbe in noi la sua Divina Volontà (".. Perché solo chi vive di mia Volontà Divina accentra in sé l'atto continuato di tutta la Creazione e l'attitudine di riversarla in Dio.." dice Gesù). Chi vive nella Divina Volontà è capace di prendere tutto l'amore di Dio e di ricambiarlo a nome di tutti (i giri).

#donleonardomariapompei #fiatdivino #DivinaVolontà #meditazione #luisapiccarreta

https://www.youtube.com/watch?v=_vam8eQAoT0
Add a comment...

Il Regno della Mia Divina Volontà in mezzo alle creature

Il richiamo della creatura nell'ordine, al suo posto e nello scopo per cui fu creata da Dio

Preghiera prima di leggere gli scritti di Luisa:

"Venite Santi Angeli, toccate la fronte di quanti leggono gli scritti della Serva di Dio,Luisa Piccarreta, per imprimere in loro lo Spirito Santo. Infondete in essi la luce per poter comprendere la Verità e il bene che ci sono in questi scritti"

Ave Maria... #sestovolume

Io sono il Maestro Divino, il Maestro della Divina Volontà, e le anime che vivono nel Mio Volere sono il mio sorriso

#28gennaio1905 la Croce è semenza di virtù

(Gesù) "Figlia mia, la croce è semenza di virtù, e siccome chi semina raccoglie per dieci, venti, trenta ed anche cento, così la croce essendo seme vi moltiplica le virtù, le perfezioni, le abbellisce a meraviglia; sicchè quante più croci s'addensano intorno a te, tanti semi di virtù di più si gettano nell'anima tua. Onde invece d'affliggerti quando ti giunge una nuova croce, dovresti rallegrarti pensando di fare acquisto d'un altro seme, da poterti arricchire ed anche compire la tua corona"

#08febbraio1905 Caratteristiche dei figli di Dio: amore alla croce, alla gloria di Dio ed amore alla gloria della Chiesa

(Gesù) "Figlia mia, le caratteristiche dei miei figli sono: amore alla croce, amore alla gloria di Dio ed amore alla gloria della Chiesa, fino a mettere la propria vita. Chi non tiene queste tre caratteristiche, invano si dice mio figlio; chi ardisce dirlo è un bugiardo e traditore, che tradisce Dio e se stesso. vedi un pò in te se le hai"

#10febbraio1905 Quali sono i contenti dell'anima

(Gesù) "Ed io ti dico che il primo contento dell'anima è Dio solo. Il secondo contento è quando l'anima dentro di sè e fuori di sè non mira altro che Dio. Il terzo è quando l'anima trovandosi in questo ambiente divino, nessun oggetto creato nè creature nè ricchezze rompono l'immagine divina nella sua mente, perchè la mente si alimenta di ciò che pensa, e mirando solo Dio, guarda solo, delle cose di quaggiù, quelle che vuole Dio, non curandosi di tutto il resto, così perchè l'anima e Dio, ora per mantenere la conversazione, ora per stringersi più intimamente, ora per attestarsi l'un l'altra il bene che si vogliono, Dio la chiama e l'anima risponde, Dio s'avvicina l'anima lo abbraccia, Dio le dà il patire e l'anima volentieri patisce, anzi desidera di più patire per amore suo, per potergli dire "Vedi come Ti amo?" E questo è il maggiore di tutti i contenti.

#LibrodiCielo #DivinaVolontà
#stralciraccontoLuisa #LuisaPiccarreta #GesùCristo
#regnodelladivinavolontà #richiamodellacreatura
#piccolafigliadelladivinavolontà #fiat #gennaio1905 #febbraio1905
Add a comment...

Post has attachment
Non cercare mai se stessi

Gesù le dice che non vuole per nessun motivo che lei guardi se stessa, si controlli, si verifichi, ma che solo si preoccupi di vedere se fa quanto può per Gesù e per piacere a Lui solo. Mai cercare se stessi nemmeno nelle cose sante. Luisa vede il Paradiso e la singolarità dei beati. Quello che facciamo nel tempo, durerà in eterno e risplenderà innanzi a Dio. Libro di cielo volume 6, capitoli 55-56 Luglio e 4 Agosto 1904, 7 Settembre 2018

#31Luglio1904
La volontà umana falsifica e profana anche le opere più sante.

Meditiamo sulle sottilissime e micidiali trappole dell'umana volontà. L'essere centrati su sè stessi e cercare sè stessi è un fenomeno comune anche tra le anime devote, ma in questo modo non piacciono a Gesù. Trovano sempre loro sè stesse.Esempi: (clericali) Un sacerdote in cura d'anima può svolgere correttamente dal punto di vista esteriore sempre cercando sè stesso (ricerca stima e consenso) tipo astenersi dal dire certe cose perchè teme di non piacere agli uomini. Il sacerdote deve fare in modo di essere stimato e di essere padre MA PERCHE' E COME si raggiunge questo scopo. Esteriormente si possono avere stessi identici atteggiamenti ma bisogna vedere cosa c'è nel cuore. Quando parlo, sto attento a dire certe cose, perchè? --- così come i fedeli che collaborano con i parroci. Ci possono essere delle persone che si portano delle frustrazioni e in quell'incarico sfogano il loro bisogno.

"..non voglio che tu guardi né in te stessa né fuori di te, né se sei calda o fredda, né se fai molto o poco, né se soffri o godi.. devi avere solo l’occhio se fai quanto più puoi per Me e tutto per piacere a Me,.." (Gesù). Quando uno diventa troppo rigoroso nell'esame di coscienza, magari penso di essere troppo freddo. I giri nella Divina Volontà ci portano a santificarci ed ad uscire da noi stessi mentre questi pensieri ci portano dentro di noi stessi. Stiamo facendo ogni cosa SOLO per piacere a Gesù? facciamo solo per Amore Suo? Chi mi vede se lascio qualcosa in disordine? vivere nel disordine esteriore alimenta il nostro disordine interiore e io metto a posto per amore di Gesù. Se non ci sono queste fondamenta, le cose più avanti rimangono pii sogni e dobbiamo molto esercitarci. Nella devozione possiamo cercare noi stessi, se io un giorno non posso andare a Messa perchè devo accudire un malato, la mia messa è accudire quel malato. Ma non ho potuto fare la comunione, perchè? qual'è il problema? La nostra volontà può ritornare anche nelle cose più sante

#04Agosto1904
La gloria dei beati in Cielo sarà a seconda di come si sono comportati con Dio sulla terra. Dallo stesso modo che Dio è per l’anima,si può vedere come l’anima è per Dio.

L'amore in cielo ce la stiamo costruendo oggi, la vita terrena è un cantiere nel quale ci costruiamo la casa per il Paradiso e il progettista è il Signore. Stiamo lavorando per costruire...quale progetto? per quale ditta lavoriamo? Non c'è nessuna casa uguale ad un'altra, ogni anima è irripetibile. Ogni santo si porta la sua specialità in Paradiso.

",,ciò che per Dio si fa in terra, lo continueremo in Cielo, ma con maggiore perfezione, onde il bene che facciamo non è temporaneo, ma durerà in eterno,,"

a condizione che lo facciamo per Gesù e quanto più avremo fatto. Noi sulla Terra ci stiamo una volta sola, la giornata la devo riempire di cose belle e finita questa giornata non avrò più una giornata di possibilità. Non tornerà più, attenzione a non sciupare il tempo. Si possono prendere dei momenti di santo relax ma dobbiamo essere solleciti nel non sprecare il tempo. Qui Gesù fa vedere la situazione disastrosa della Chiesa attuale (1904 ...114 anni fa) "eppure pare niente ancora in confronto a quello che verrà, tanto nello stato religioso—perché pare che i suoi stessi figli lacereranno a brani a brani questa buona e santa madre, la Chiesa.." sembrano parole di attualità. Per non aggravare la situazione bisogna che la domanda che Gesù rivolge a Luisa abbia la stessa risposta di Luisa.

Ed io: “Tutto, tutto sei per me, nessuna cosa entra in me, tutto scorre fuori, fuorché Tu solo.” Dentro nel nostro cuore,

dev'esserci Gesù e non ti preoccupare ad attarti Gesù. Tutto il resto deve scorrere fuori. Vivo ed opero nel mondo ma con interiore

distacco e questa è la garanzia che facciamo solo per Gesù. Se ci attacchiamo, occorre fare delle potature.

#donleonardomariapompei #fiatdivino #DivinaVolontà #meditazione #luisapiccarreta

https://www.youtube.com/watch?v=l48iXM5be-U
Add a comment...

Il Regno della Mia Divina Volontà in mezzo alle creature

Il richiamo della creatura nell'ordine, al suo posto e nello scopo per cui fu creata da Dio

Preghiera prima di leggere gli scritti di Luisa:

"Venite Santi Angeli, toccate la fronte di quanti leggono gli scritti della Serva di Dio,Luisa Piccarreta, per imprimere in loro lo Spirito Santo. Infondete in essi la luce per poter comprendere la Verità e il bene che ci sono in questi scritti"

Ave Maria... #sestovolume

Io sono il Maestro Divino, il Maestro della Divina Volontà, e le anime che vivono nel Mio Volere sono il mio sorriso

#22dicembre1904 Quanto più l'anima è vuota ed umile, tanto più la luce divina la riempe e le comunica le sue grazie e perfezioni

(Gesù)"Figlia mia, la perfezione è luce, e chi dice di voler raggiungerla non fa altro che come chi volesse stringere in pugno un corpo di luce, che mentre lo fa per stringere, la stessa luce gli scorre fuori dalle proprie dita, solo che la mano resta nella stessa luce sommersa. Ora la luce è Dio, e solo Dio è perfetto,e se l'anima che vuole essere perfetta non fa altro che afferrare le ombre, le goccioline di Dio, e delle volte non fa altro che vivere nella sola luce, cioè nella verità. E siccome la luce, quanto più vuoto trova e quanto più profondo è il luogo, tanto più addentro vi s'intromette così più spazio vi prende, così la luce divina, quanto più l'anima è vuota ed umile, tanto più la luce la riempe e le comunica le sue grazie e perfezioni".

#29dicembre1904 La debolezza umana [il più delle volte] è mancanza di vigilanza e d'attenzione di chi è capo

(Gesù) "Figlia mia, ciò che si dice debolezza umana, il più delle volte è mancanza di vigilanza e d'attenzione di chi è capo, cioè genitori e superiori; perchè la creatura quando è vigilata e guardata e non si dà la libertà che vogliono, la debolezza non avendo il suo alimento - cioè l'assecondare la debolezza è alimento per peggiorare nella debolezza - da per se stessa si distrugge" Poi ha soggiunto: "Ah, figlia mia, come la virtù impregna l'anima come una spugna asciutta s'impregna d'acqua, cioè di luce, di bellezza, di grazia, d'amore, così il peccato, le debolezze assecondate, impregnano l'anima come una spugna si impregna di fango, cioè di tenebre, di bruttezze e fin d'odio contro Dio"

#21gennaio1905 Chi disonora l'ubbidienza, disonora Dio

Avendo esposto certi dubbi al confessore, la mia mente non si acquietava a ciò che [egli] mi diceva, onde essendo venuto il benedetto Gesù, mi ha detto: "Figlia mia, chi ragiona sull'ubbidienza, il solo ragionare viene a disonorarla, e chi disonora l'ubbidienza disonora Dio"


#LibrodiCielo #DivinaVolontà
#stralciraccontoLuisa #LuisaPiccarreta #GesùCristo
#regnodelladivinavolontà #richiamodellacreatura
#piccolafigliadelladivinavolontà #fiat #dicembre1904
#gennaio1905
Add a comment...

Post has attachment
Distacco da tutto e da tutti e fiducia in Dio solo

Gesù le spiega l'importanza fondamentale di essere distaccati da tutto e da tutti per trovare Dio e la sua volontà in sé, fuori di sé e nelle creature. Questo è il segreto della connessione con Lui "h 24". La fede fa conoscere Dio, ma solo la fiducia in Lui, unita all'abbandono, lo fa trovare. I dolori della separazione da Lui e i danni che produce la mancanza di distacco da tutto nei sacerdoti. Libro di cielo volume 6, capitoli 52-54, 28-30 Luglio 1904, 6 Settembre 2018

#28Luglio1904
L’anima distaccata da tutto, trova Dio in tutte le cose.

#29Luglio1904
La fede fa conoscere Dio, ma la fiducia lo fa trovare.

#30Luglio1904
Distacco che devono avere i sacerdoti.

Il tema di oggi è il distacco sia personale sia per i sacerdoti, bisogna stare attenti a non attaccarsi ad un sacerdote o lasciare che lui si attacchi a qualcosa. Nel primo capitolo Gesù parla del distacco da tutto ed è il contrario dell'attacco. A cosa sono

attaccato? Non ci possono essere cose, idoli o affetti a cui siamo attaccati. Cosa vuol dire trovare Dio negli altri? L'amore materno paterno si trova in Dio, se io ho un papà/mamma che mi ama, la vita soprannaturale mi fa vivere l'amore materno/paterno vedendo nell'amore materno, l'amore materno di Gesù attraverso la mamma.E' Dio che mi sta facendo conoscere l'amore materno di Dio attraverso quella persona. Il rapporto tra Israele e Dio era tutto parlato in amore sponsale e paragonato ad esso. Anche noi stessi, la capacità di entrare noi stessi, discernere i propri pensieri e capire se vengono da Dio o no. Sto facendo lo sport che mi piace? Lodo il Signore che mi dà il corpo e la possibilità di farlo. per arrivare a questo ci vuole il distacco da tutto e questo ci consente di non vedere più nulla con occhio umano ma sempre con queste sante lenti della Divina Volontà. Quando maturiamo in questa vita (quando operiamo questi distacchi effettivi e affettivi) iniziamo a stare h24 a contatto con Dio. Devo vedere non solo quanto tempo trascorro, cerco, passo per quella cosa/persona Ma quanto mi manca quando non c'è e quanto ci penso quando non c'è. Siamo sinceri ed operare con coraggio. Come faccio a fare un distacco interiore?
Quando ti viene il pensiero chiami Gesù e chiedi di cambiarti lo sguardo. Aiuta molto distaccarci materialmente da quella cosa ma occorre tagliare nel cuore altrimenti non si entra nel regno della Divina Volontà. Oltre alla fede c'è la fiducia (se io credo che Dio è Onnipotente devo comportarmi affidandomi a Lui).La vita della Madonna è stata tutta una vita di affidamento al Signore.
Fiducia & Abbandono che ci rende possibile usare le ricchezze posseduta in potenza dalla fede. Se non ci abbandoniamo, vivremo sempre come straccioni.

"..Onde, mentre diceva ciò mi sentivo tirare in Dio e restavo assorbita in Lui come una gocciolina d’acqua nell’immenso mare, ma per quanto guardassi non trovavo né i confini dell’altezza, né quelli della larghezza, Cieli e terra, viatori e comprensori, erano tutti immersi in Dio.."

La pene principale del Purgatorio è la pena del danno cioè la privazione del Signore. Un sacerdote è celibe proprio perchè non si attacca a nulla salvo che al Signore. Un sacerdote condivide tutto con Dio altrimenti Purgatorio a tutto spiano e anche doloroso. Le cose della terra sono solo mezzi. Deve vedere che le persone non si attacchino a lui. Ci vuole una fortissima vita interiore.

“..Le mie gravi sofferenze provengono dal fatto che in vita fui molto legato agli interessi di famiglia, alle cose terrene ed ebbi anche un po’ di attaccamento a qualche persona e questo produce tanto male al sacerdote, che si forma una corazza di ferro infangata, che come veste lo avvolge e solo il fuoco del purgatorio ed il fuoco della privazione di Dio, che paragonato al primo fuoco, fa scomparire il primo, può distruggere questa corazza. Oh! quanto soffro, le mie pene sono inenarrabili, prega, prega per me..” (Un sacerdote in Purgatorio)

“Figlia mia, che cosa sei andata a cercare? Per te non ci sono altri sollievi ed aiuti che Io solo.” (Gesù)

#donleonardomariapompei #fiatdivino #DivinaVolontà #meditazione #luisapiccarreta

https://www.youtube.com/watch?v=u9BxmyhTp9E
Add a comment...

Il Regno della Mia Divina Volontà in mezzo alle creature

Il richiamo della creatura nell'ordine, al suo posto e nello scopo per cui fu creata da Dio

Preghiera prima di leggere gli scritti di Luisa:

"Venite Santi Angeli, toccate la fronte di quanti leggono gli scritti della Serva di Dio,Luisa Piccarreta, per imprimere in loro lo Spirito Santo. Infondete in essi la luce per poter comprendere la Verità e il bene che ci sono in questi scritti"

Ave Maria... #sestovolume

Io sono il Maestro Divino, il Maestro della Divina Volontà, e le anime che vivono nel Mio Volere sono il mio sorriso

#03dicembre1904

(Luisa ha una visione dove si trova in una stanza con due sacerdoti e Gesù bambino in braccio ad uno di essi) Dialogo tra Luisa ed un sacerdote

(Luisa) "Chi sa quanti errori ci stanno"
E quello con una serietà affabile "Che errori? Contro la legge cristiana?"
Ed io: "No, errori di grammatica"
E quello: "Questo fa niente"
Ed io, prendendo confidenza, ho soggiunto: "Temo che sia tutta illusione"
E quello guardandomi in faccia ha ripetuto: "credi tu che ho bisogno di rivedere i tuoi scritti per conoscere se sei illusa o no? Io con due domande che ti faccio conoscerò se è Dio o il demonio che opera in te.
Primo. Credi tu che tutte le grazie che Dio ti ha fatto, te le sei tu meritate oppure è stato dono e grazia di Dio?"
Ed io (Luisa): "Il tutto per grazia di Dio"
"secondo. Credi tu che in tutte le grazie che il Signore ti ha fatto, la tua buona volontà ha prevenuto la grazia o la grazia abbia prevenuto te?"
Ed io: "Certo, la grazia mi ha prevenuta sempre"
E quello: "Queste risposte mi fanno conoscere che tu non sei illusa"

#04dicembre1904 E' più facile combattere con Dio che con l'ubbidienza

(Luisa ha un combattimento interiore nel quale non capisce bene cosa deve fare perchè l'ubbidienza e la Volontà di Dio sembrano contrastarsi a vicenda)

(Luisa) "..Io non sapevo che fare, l'ubbidienza non voleva, e combattere coll'ubbidienza è lo stesso che sormontare un monte che riempe la terra e tocca il cielo e non c'è via da poter camminare, quindi insormontabile. Io credo, non so se sia sciocchezza, che è più facile combattere con Dio che con questa terribile virtù. (Poi chiede al Signore la forza di continuare a fare l'anima vittima altrimenti si toglie da quello stato)

...Mentre ciò dicevo quel Crocifisso sgorgava (che le appare) una fontana di Sangue verso il cielo, che ricadendo sopra la terra si convertiva in fuoco. E parecchie vergini dicevano: "per la Francia, l'Italia, l'Austria e l'Inghilterra -e nominavano altre nazioni che io non ho capito bene - ci sono gravissime guerre preparate, civili e governative"

#06dicembre1904 Il principio della beatitudine eterna è il perdere ogni gusto proprio

(Gesù) "Figlia mia, coraggio; il principio della beatitudine eterna è il perdere ogni gusto proprio, perchè a seconda che l'anima va sperdendo i propri gusti, così i gusti divini vi prendono possesso, e l'anima avendo disfatto e perduto se stessa non riconosce più se stessa, non trova più niente di suo, neppure le cose spirituali. Dio vedendo l'anima che non ha più niente di suo, la riempe di tutto Se stesso e la ricolma di tutte le felicità divine, ed allora l'anima può dirsi veramente beata, perchè finchè aveva qualche cosa di proprio non poteva andare esente d'amarezze e timori, nè Dio potrebbe comunicare la propria felicità. Ogni anima che entra nel porto della beatitudine eterna non può andare esente da questo punto, doloroso sì ma necessario, nè può farsene meno. Generalmente lo fanno in punto di morte ed il Purgatorio vi mette l'ultima mano; perchè se si domanda alla creatura che cosa è gusto di Dio, che significa beatitudine divina, sono cose a loro sconosciute e non sanno articolar parola. Ma alle anime mie dilette non voglio, essendosi date tutte a Me, che la loro beatitudine tenga il principio lassù nel Cielo, ma che tenga principio quaggiù in terra; e non solo voglio riempirle dei beni, dei patimenti, delle virtù che si ebbe la mia Umanità in terra. Perciò le spoglio non solo da gusti materiali, che l'anima tiene in conto di sterco, ma dei gusti spirituali ancora, per riempirle tutte dei miei beni e dar loro il principio della vera beatitudine"

#LibrodiCielo #DivinaVolontà
#stralciraccontoLuisa #LuisaPiccarreta #GesùCristo
#regnodelladivinavolontà #richiamodellacreatura
#piccolafigliadelladivinavolontà #fiat #dicembre1904

Add a comment...
Wait while more posts are being loaded