Profile cover photo
Profile photo
Laura Ottaviantonio
89 followers
89 followers
About
Laura's posts

Post has attachment
Comunque si chiama Reginaldo, un nome che non avevo mai sentito prima di cominciare a soffrire di insonnia.

L’ho detto anche al mio fisioterapista quando mi ha chiesto la causa delle mie veglie notturne:

“La causa si chiama Reginaldo” – gli ho risposto, ma non so se ha colto l’entità del mio disagio, ché non mi ha fatto più domande.

Post has attachment
“Olga si lusingava di mio nonno”. (cit. di famiglia)
Per mia nonna chi s’illude di qualcosa, semplicemente si lusinga da solo. Come Olga, che mentre si lusingava di mio nonno non si accorgeva che nel frattempo mio nonno si lusingava di un’altra. Mia nonna.

Post has attachment
Fatto sta che tra le novità di quest’anno a partire, da un nuovo fisioterapista indispensabile a distendere la situazione tesa tra il mio collo e la testa, e un irrefrenabile impulso ad acquistare costumi da bagno sin dall’inizio gennaio, io e tutta la verdura cappuccio abbiamo ricominciato a prenderci in considerazione.

Post has attachment
Mio marito molto semplicemente ha pensato fosse una lettera a Babbo Natale e invece no.
Si è trattato piuttosto di un ‘vademecum’, elaborato da me medesima per fornire risposte rapide sul da farsi, all’altra me. Argomento: le vacanze di Natale. 

Post has attachment
Quando cucino non riesco a fare altro contemporaneamente: non ascolto chi mi parla, non rispondo a chi mi chiama, non corro al citofono se qualcuno suona.
Prima o poi il corriere lo capirà che non deve citofonare mentre cucino! www.giovelab.it

Post has attachment
E allora un giorno mi scappò di dire “Io friggerò un tuorlo”.
E mi ritrovai “Ambasciatrice” di quel messere dell’Ubaldino noto in tutto il Mugello, il “Gran Mugello”.
E in realtà la magnificenza delle mie pretese era tale, per la magnificenza dell’occasione del Concorso “Latti da Mangiare” proposto, per la seconda edizione, dalla Storica Fattoria de Il Palagiaccio.

Post has attachment

Post has attachment
Nel mio personale tempo delle mele c’è poco da dire: che cosa facessero di così memorabile i miei coetanei per lasciare traccia di un po’ d’audacia e nobili imprese, non so. E dire che quelli erano gli anni in cui una certa filmografia sentimentale aveva cominciato a fornire linea guida da cui prendere qualche spunto interessante. E invece niente.
“Vic Berreton c’ha il tempo delle mele e io no”

Post has attachment
“Mica ti presenterai con i soliti pantaloni da odalisca!” mi ha detto mia madre.

Ma in effetti io avevo pensato proprio a quelli che sono morbidi e comodi, se non fosse che ultimamente li ho usati un po’ troppo spesso: per andare a lavoro, nei campi, in giro per la città e una volta anche ad un funerale. Sarà forse per questo che per un matrimonio mi sono sembrati fuori luogo, così questa volta ho pensato di cambiare look e ‘personaggio’.

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded