Profile cover photo
Profile photo
Carlo Cipolletti
15 followers
15 followers
About
Carlo's posts

Post has attachment
Il Ricamatore, corsaro maomettano fermano
Nel 1566 venne ucciso nei pressi della spiaggia di Civitanova il
corsaro detto Il Ricamatore, un fermano della famiglia Raccamadori passato
dalla parte dei «Maomettani». Stando a una cronaca pesarese un suo stesso
parente «troncatogli il capo, se ne tornò a...

Post has attachment
Gli affreschi nell'ex convento dell'Annunciata, Uffici Asur, già Ospedale psichiatrico.
Nell'ex convento dell'Annunciata, dove adesso sono gli uffici dell'Asur Area Vasta 4 Fermo, in una parete del vecchio chiostro, restano alcuni affreschi frammentari, che facevano parte di un ciclo rappresentante le Storie di sant'Antonio di Padova .  Tra qu...

Post has attachment
La perduta chiesa di San Pietro Vecchio o San Francesco di Paola a Fermo
Nei pressi delle fonti di San Francesco di Paola a Fermo, poco fuori le mura cittadine, era stata costruita la
chiesa di San Francesco di Paola, andata purtroppo
demolita.  Nel XII secolo quest’ultima apparteneva al monastero di San Pietro
Vecchio dei canon...

Post has attachment
I resti di fonte Leila a Palazzo Vinci a Fermo - data pubblicazione 17/11/2016
Poco fuori porta Santa
Caterina a Fermo, una fonte assicurava perlomeno fino ai primi anni del XIX dava acqua
ai Fermani. Di questa costruzione scrive per primo Amico Ricci trascrivendo l’iscrizione [1] ,
datandola erroneamente al 1280 [2] : ANNO MILLENO CE...

Post has attachment

Post has attachment
Stemma di Fermo di Pio Panfili
Photo

Post has attachment
L'ex chiesa di Ognissanti a Fermo
Nel luglio 1181 Giovanni di Tignoso,
detto Volpe, donava all’Episcopato di Fermo una casa che possedeva all’interno
della città di Fermo: «in loco qui est
sub porta a Pinna, in vico Sancti Petri», a patto che vi venisse costruita una chiesa dedicata a tutti...

Post has attachment
L'invidia, una credenza diffusa nelle campagne fermane
Allegoria dell'Invidia, incisione di  di Jacob Matham Una
delle credenze popolari più diffuse nel Fermano era quella dell’«invidia»: dei
cattivi pensieri che una persona rivolgeva a un’altra. Questi davano
all’«invidiato» del «dolore», come forti mal di tes...

Post has attachment
Particolari del rosone trecentesco del duomo di Fermo
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
31/08/16
15 Photos - View album

Post has attachment
Vecchia foto con vista sulle mura di cinta medievali
Photo
Wait while more posts are being loaded