Profile cover photo
Profile photo
Rachele Muzio
1,330 followers -
Siamo realisti: chiediamo l'impossibile (Che Guevara)
Siamo realisti: chiediamo l'impossibile (Che Guevara)

1,330 followers
About
Rachele Muzio's posts

Post has shared content
Come realizzare  #slide  perfette?
Presto +Cristina Rigutto spiegherà come ha fatto la sua presentazione per #socialpeer  ;-)
nei prossimi giorni vi svelerò i segreti per fare una #presentazione come questa
passate parola ;)

Post has shared content
Dalla teoria alla pratica nel corso di corporate  #storytelling  a cura di +Patrizia Soffiati e +simo pozzi, ideatrici della vivace community StorytellingITA.
Le microimprese e le PMI possono trovare nella comunicazione narrativa un'opportunità per modificare il loro linguaggio e costruire una relazione col pubblico basata sull'empatia e la condivisione.
Ecco perché il #marketing   attinge allo #storytelling   per impostare nuove strategie di comunicazione.
Ne parliamo al www.corsostorytelling.it il 20 e 21 settembre a Milano, che aspetti ad iscriverti? la promozione continua fino al 10 settembre, approfittane!

Post has shared content
Qualche suggerimento di #lettura  per i tempi (un po' più) morbidi dell'estate?

In questo post ce ne sono diversi: #app , #scuola , #startup , #opensource , #design , #storytelling e altri argomenti d'interesse per chi segue il frastagliato mondo della cultura digitale 
In vista delle partenze abbiamo sistemato ‘casa’ con il pallino della #lettura  in testa poiché, sia il supporto un libro o uno schermo, è proprio nella lettura che strisciano idee e nuovi progetti.

Un abbraccio virtuale ai social friends che hanno sostenuto con interesse e affetto le nostre conversAZIONI digitali :-)

Cinzia, Irene, Katia, Matteo, Maurizio, Michaela, Patrizia, Rachele, Sara, Veronica

P.s In quale modalità di lettura ti riconosci?

Post has shared content
BlobTweet, progetto su #Twitter  di +Roberta Zanella, è:
 
Creare micro-contenuti, curarli, connetterli, farli circolare e collezionarli come “perle”...[ovvero] #contentcreation#contentcuration , mashup, engagement e, infine, endorsement

Una sperimentazione linguistica in 140 caratteri tutta da seguire!
BlobTweet - Connessioni creative con Twitter

Qualche giorno fa vi avevamo segnalato BlobTweet: l'esperimento creativo di +Roberta Zanella salpata verso mari di storie 3.0 su onde di tweet ed hashtag. L'essenza di BlobTweet? Creare connessioni creative, partendo dalle condivisioni delle persone.

E siccome questa sfida ambiziosa e divertente ci piace tanto abbiamo deciso di intervistare Roberta per saperne di più..

Enjoy! :)

►Account ufficiale su Twitter: https://twitter.com/BlobTweet
►Manifesto del progetto: http://www.slideshare.net/RobyCopyZanella/blob-tweet-il-manifesto

#blobtweet   #twitter  

Post has shared content
Dalla carta al digitale come cambia l'esperienza di #scrittura e quali sono le dinamiche che coinvolgono chi scrive?

Da +Patrizia Soffiati il racconto di nascita e crescita dell' #ebook  +Tellingstories con suggerimenti (molto) utili per chi ha in mente il #selfpublishing  
La pubblicazione di un e-book è un impresa che presenta numerose sfide che vanno ben oltre la scrittura.
Dalla grafica all'impaginazione, dalla revisione alla distribuzione, il #selfpublishing  richiede anche una accurata strategia promozionale per farsi conoscere dai lettori.
+Patrizia Soffiati  racconta la sua esperienza come co-autore dell'e-book +Tellingstories  spiegando perché per promuovere il libro si è privilegiato l'incontro con i lettori e le presentazioni live.
#storytelling  

Post has shared content
La discussione in rete è una grande occasione di crescita professionale e personale per il medico: si discute e ci si confronta con colleghi o persone che hanno un percorso formativo diverso e che aiutano a vedere i problemi sotto un’altra ottica

Il dott. +Antonio Pratesi - guest di +Irene Teso - racconta perché partecipare alla vita sui social network offre vantaggi sia al #medico  sia al paziente.
Cosa spinge un #medico  ad avvicinarsi al #web  e ai #socialmedia
Ce lo racconta oggi su +Cowinning +Antonio Pratesi, medico specializzato in nutrizione clinica e appassionato divulgatore scientifico. Un post che spiega perché ormai i medici non possono più ignorare la rete e riflette su cosa cercano i pazienti online.
#scicomm   #medicina  

Post has shared content
Con lo spopolare dei Social Media la rete è un luogo che la #medicina  non può più ignorare e uno strumento che può utilizzare a suo vantaggio

+Irene Teso scrive di #salute  che si cerca online, di bufale ma anche di #medici  (veri) che si impegnano nella divulgazione scientifica in rete.
Chi di noi non ha cercato almeno una volta le cause di qualche malessere sul web, scoprendo che possono essere legate a qualsiasi tipo di patologia indistintamente? 
La comunicazione della #salute  in rete è una questione delicata e di grande attualità perché su #web  si può trovare tutto e il contrario di tutto. Per fortuna alcuni medici stanno reagendo a questo fenomeno e lo stanno facendo con siti e blog dove condividono contenuti di qualità e scientificamente corretti. Due esempi arrivano da Michael Greger e Salvo Di Grazia, medici diventati autorevoli divulgatori online.

Post has shared content
Usi #twitter  per lavoro o per diletto?

Glouk - in fase beta ma già testabile - ti permette di organizzare i follower in categorie per ottimizzare DM e mention, cercare grazie al motore semantico gli #hashtag  che fanno al caso tuo, esportare i dati e molto altro.
I dettagli nella mini guida scritta da +Gabriele Carboni su Cowinning grazie all'invito di +cinzia del manso 
Il nostro laboratorio di cultura digitale oggi propone Glouk, un nuovo strumento per la gestione delle campagne di marketing su Twitter, un social sempre più utilizzato dalle aziende.

+cinzia del manso ha chiesto al suo ideatore  +Gabriele Carboni di redigere una breve guida all'uso della piattaforma che è ancora in Beta ma si può testare.  

#Glouk   #socialmediamarketing   #webapp   #twitter  

Post has attachment
Una #startup di Cava de’ Tirreni, un progetto hi tech, un #wearable computer, un personal assistant, un’incredibile quantità di declinazioni dell’idea, l’interesse di grandi aziende internazionali, l’ombra di Big G all’orizzonte, un rischio d’impresa enorme, panico e  notti insonni. In sintesi Talens, un paio di occhiali che stanno in un taschino.

+cinzia del manso intervista la partner e responsabile della comunicazione di Youbiquo. Quando il Made in Italy diventa #hitech  
Wait while more posts are being loaded