Profile

Cover photo
Idrocolonterapia Torino
Lives in Torino
16 followers|491 views
AboutPostsPhotosVideos

Stream

Have him in circles
16 people
Nicoletta Spadafina's profile photo

Idrocolonterapia hasn't shared anything with you.

People are more likely to share with you if you add them to your circles.

People
Have him in circles
16 people
Nicoletta Spadafina's profile photo
Work
Occupation
Medicina
Employment
  • Medicina, present
Basic Information
Gender
Male
Story
Introduction

 

Che cos'è l'idrocolonterapia?
L'idrocolonterapia è un lavaggio interno che depura e libera il colon da materiale fecale accumulato, muco, scorie, gas.
Questa tecnica è consigliata sia dalla medicina convenzionale sia dalla naturopatia. E' ben diversa e di gran lunga più efficace di un enteroclisma (clistere) perché ha pi potere di penetrazione, non provoca dolore e viene impiegata una quantità di acqua 10 volte superiore. Infatti, nel tempo di una seduta di 40 min., vengono effettuati lavaggi ripetuti fino al passaggio complessivo di circa 15 litri di acqua.

In quali casi è consigliata l'idrocolonterapia?
Molte condizioni croniche possono essere alleviate dall'idrocolonterapia. Alcuni esempi: stipsi, diarrea, coliti, colon spastico, colon irritabile, diverticolosi, emorroidi, gonfiori addominali, aerofagia, meteorismo, alitosi, cattiva digestione, disfunzioni del fegato, malattie della pelle (dermatiti, acne, eczema, psoriasi), emicranie, cefalee, sovrappeso, cellulite, abuso di medicinali, stanchezza cronica, allergie. Può trarne beneficio chiunque lamenti disturbi da alterata eliminazione di tossine che vanno a sovraccaricare altri organi di scarico come fegato, reni, polmoni, pelle. Risulta, inoltre, un valido aiuto per ristabilire persone debilitate a causa di intolleranze alimentari.
Anche le persone che non accusano problemi di intolleranze, né di stitichezza, possono avere accumuli di materia fecale e muco che non permettono uno svuotamento completo dell'intestino e quindi traggono benefici da periodici lavaggi rigeneranti. Lo stato di salute generale ne trae un grande giovamento grazie alla rivitalizzazione di tutto il sistema immunitario. Viene migliorato l'assorbimento dei nutrienti essenziali e diminuisce il rischio di malattie intestinali. Per questo, l'idrocolonterapia  ritenuta il presidio principe nella prevenzione del carcinoma del colon e del retto.

In che cosa consiste il trattamento di idrocolonterapia?
Alla presenza del terapeuta, l'acqua depurata, viene fatta affluire (ciclo di carico) attraverso il retto, tramite una specola monouso . L'acqua comincia così ad ammorbidire la materia fecale e i vecchi depositi che vengono poi eliminati con il ciclo di scarico. La temperatura dell'acqua, la pressione, i tempi delle fasi di carico e scarico, sono tutte modalità che vengono rettificate al momento, compatibilmente all'esigenza specifica del paziente. Il tutto affinché la seduta non risulti sgradevole, ma sia il preludio di una ritrovata vitalità e leggerezza. L'idrocolonterapia non dà assuefazione, a differenza dei purganti e lassativi, ma al contrario rivitalizza l'intestino e ne rafforza il tono muscolare. Come ci si sente dopo? Già dopo il primo trattamento, ci si sente rigenerati e si avverte una sensazione di benessere che permane per diversi giorni e si instaura in modo stabile dopo un breve ciclo. Questa sensazione di benessere fisico si estende anche alla sfera intellettiva; si potrà infatti riscontrare una maggiore capacità di concentrazione e un miglioramento delle facoltà mentali.

Campi di impiego della Colon-Idroterapia
 
A livello terapeutico si devono citare le seguenti indicazioni principali: 
• Costipazione 
• Flatulenza 
• Diarrea 
• Colon atonico 
• Ossiemia intestinale 
• Stasi fecale acuta 
• Infezione da parassiti 
• Colite ulcerativa 
• Diverticolite 
• Lavaggio colostomico 
• Iper-ipotermia •

 

 

L'esperienza insegna che al giorno d'oggi è molto difficile avere un buon funzionamento intestinale. Infatti la maggior parte delle persone soffre di disbiosi, disturbo spesso causato dalla presenza di germi intestinali patogeni.

Molti sono gli elementi che concorrono a determinare tale situazione:

  • l'alimentazione è per la maggior parte dei casi costituita da cibi impoveriti dal punto di vista nutrizionale e derivanti da lavorazioni industriali; si mangia troppo, troppo spesso e nei momenti sbagliati:
  • lo stile di vita è eccessivamente "comodo", si fa poco movimento:
  • l'uso smodato di farmaci, specie antibiotici e cortisonici, nonché l'abuso di lassativi, altera a lungo andare la flora eubiotica intestinale;
  • l'inquinamento ambientale, ma anche mentale (preoccupazioni ricorrenti, dispiaceri, emozioni negative, stress prolungato), alterano l'ambiente intestinale;
  • le sostanze voluttuarie danneggiano la flora intestinale.

Una delle conseguenze principali di questa disbiosi crescente è la micosi: un accumulo di funghi e muffe nell'intestino. Si va quindi incontro a fenomeni quali la fermentazione e la putrefazione: processi che portano alla formazione di sostanze tossiche le quali sono poi riassorbite (autointossicazione).
Le conseguenze possono essere: stanchezza, depressione, disturbi della concentrazione, perdita di vitalità, stati di paura, aumento della predisposizione alle infezioni, oltre a affezioni reumatiche e cutanee, emicranie, ipertensione arteriosa, allergie, carichi epatici e molte altre.
Ricordiamo, inoltre, che gran parte  degli elementi costitutivi del sistema immunitario si trova a livello dell'intestino (circa l'80%).
Le immunoglobuline si formano per la maggior parte proprio a questo livello.
La mucosa del colon è il primo e principale sistema di difesa contro le sostanze tossiche.
Gran parte della popolazione del nostro mondo "civilizzato" soffre di stitichezza.
L'intestino ha infatti rallentato la sua attività motoria in seguito ad un'alimentazione errata.
Le scorie e le incrostazioni che si formano nelle tasche intestinali impediscono un'attività peristaltica normale e con essa il trasporto del contenuto intestinale.
Inoltre muffe ed incrostazioni, che vivono in ambiente povero dii ossigeno, cedono all'organismo sostanze nocive e velenose che una volta passate nel sistema sanguigno, "rubano" l'ossigeno di cui difettano al sangue, rendendolo in tal modo meno ossigenato. Ne consegue che:

  • I muscoli impiegano più tempo a liberarsi dell'acido lattico, reagiscono in modo più lento, accrescendo pertanto la possibilità di infortuni che richiederanno tempi di guarigione più lunghi:
  • tutte le funzioni organiche risultano rallentate;
  • la salute, in generale, si presenta più cagionevole;
  • la concentrazione è più difficile da mantenere, così come diminuisce la velocità di reazione a stimoli vari.

SVOLGIMENTO DELLA TERAPIA

Il paziente assume una posizione supina su di un lettino:
Mediante l'utilizzo di una cannula rettale di modeste dimensioni (speculum), viene fatta fluire dell'acqua nell'intestino. Attraverso un sistema chiuso (non si avverte alcun odore), l'acqua ed il contenuto intestinale sono fatti defluire tramite un tubo di scarico.
Un leggero massaggio addominale facilita tale processo di eliminazione.
La temperatura dell'acqua può essere variata. Introducendo acqua fredda alternata ad acqua calda, si produce il cosiddetto effetto "Kneipp" , da cui il paziente ricava ulteriore beneficio. In caso di necessità è possibile aggiungere all'acqua del lavaggio altri liquidi, come ad esempio estratti fitoterapici, prodotti omeopatici ed altri.

INDICAZIONI

Stipsi cronica, colite, colon irritabile, colon spastico, atonia del colon, atonia rettale, morbo di Crohn, diverticolosi, diarrea cronica,prostatite cronica, emorroidi, meteorismo, infezioni da parassiti, disbiosi.

Inoltre le indicazioni sono anche valide per tutta una serie di disturbi di carattere generale che a prima vista sembrano non avere relazione con l'intestino:

alitosi, asma bronchiale, riniti, manifestazioni allergiche, affezioni dermatologiche, depressione, nervosismo, cefalea, emicrania, indebolimento della memoria, affaticamento cronico, ipotensione ed ipertensione arteriosa, dolori articolari, cellulite, invecchiamento della pelle, debolezza immunitaria....

CONTROINDICAZIONI

Infiammazioni in fase acuta del tratto intestinale,
interventi chirurgici recenti a livello colon, sigma retto,
ragadi ed emorroidi in fase di sanguinamento,
sanguinamento gastro-intestinale,
grave insufficienza cardiaca,
gravidanza negli ultimi mesi.

CONCLUSIONI

l'idrocolonterapia è un'infusione sicura e delicata di acqua a varia temperatura nel colon. E' un trattamento del tutto naturale in quanto non vengono utilizzate sostanze chimiche di sintesi, né farmaci ed è un intervento delicato, indolore, spesso assai meno fastidioso di un semplice enteroclisma.
E' in grado di rimuovere in modo efficace il materiale fecale stagnante dalle pareti del colon, evitando l'accumulo di tossine nel sistema portale e linfatico. Inoltre sono rimossi: muco, gas, parassiti e detriti cellulari, facilitando l'azione peristaltica e migliorando la funzione di assorbimento.
Questa procedura naturale di depurazione elimina in modo efficace i sintomi connessi direttamente alle disfunzioni dell'intestino crasso.

 YdroColonTerapy

C.so Re Umberto 146
10100-Torino
Tel 0115684347

email:idrocolo.torino@gmail.com

 

Places
Map of the places this user has livedMap of the places this user has livedMap of the places this user has lived
Currently
Torino