Profile cover photo
Profile photo
pappacena vezzani
9 followers -
“L'immaginazione non è uno stato mentale, è l'esistenza stessa”
“L'immaginazione non è uno stato mentale, è l'esistenza stessa”

9 followers
About
Posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Il nostro terzo video, la regia è ancora di Francesco Costabile. La canzone è tratta da una poesia di Blake che apre uno spiraglio sulle possibilità dell'uomo di incontrare e sperimentare il Sorriso. Una forza che, tra gli sguardi e i sorrisi che ingannano, irradia di sé tutta la vita.

Post has attachment
"Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all'uomo come in effetti è, infinito"
\

"If the doors of perception were cleansed every thing would appear to man as it is, Infinite."

Post has attachment
Il nostro secondo videoclip. Le idee e le immagini sono di Giacomo, che ha mischiato le sue visioni a quelle di William Blake
La voce che sentite è quella di Elsa Bossi.

Ho sognato un Sogno
cosa può voler dire?
Sognavo d'essere una Regina vergine
custodita da un mite Angelo
Mai per incanto svanì il dolore stolto

E io piangevo sia di notte che di giorno
e lui asciugava le mie lacrime
e io piangevo sia di giorno che di notte,
e gli tenevo nascosta la gioia del mio cuore

Così egli prese le sue ali e se ne andò
allora la mattina si colorò di un rosso rosato
Asciugai le mie lacrime e armai i miei timori
di diecimila scudi e lance

Presto il mio Angelo tornò indietro
ero armata, venne invano
perché il tempo della giovinezza era passato
e grigi capelli erano sulla mia testa

/
I dreamt a dream! What can it mean?
And that I was a maiden Queen
Guarded by an Angel mild:
Witless woe was ne'er beguiled!

And I wept both night and day,
And he wiped my tears away;
And I wept both day and night,
And hid from him my heart's delight.

So he took his wings, and fled;
Then the morn blushed rosy red.
I dried my tears, and armed my fears
With ten-thousand shields and spears.

Soon my Angel came again;
I was armed, he came in vain;
For the time of youth was fled,
And grey hairs were on my head.

Post has attachment
"Vedere un mondo in un granello di sabbia
e un cielo in un fiore selvatico
Tenere l'infinito nel palmo di una mano
e l'eternità in un'ora"

/

"To see a World in a Ggrain of sand
and a Heaven in a Wild Flower
Hold Infinity in the palm of your hand
and Eternity in an hour"

Post has attachment
Fabio racconta al TgR Basilicata come e perché pappacena/vezzani hanno scelto di fare una campagna di crowdfunding per realizzare il Bake EternalLife Show

Post has attachment
Il nostro primo video, per una canzone che sintetizza lo spirito della poesia di William Blake, della nostra musica e del nostro progetto

Post has attachment
Photo
Wait while more posts are being loaded