Profile cover photo
Profile photo
Gianmarco Catalano
32 followers
32 followers
About
Gianmarco's posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
"Ridere in faccia alla morte", "seppellire il nemico": sono alcuni versi contenuti nell'inno dei sommergibilisti che, questa mattina, gli alunni delle classi elementari dell'istituto "Principe di Napoli" di #Augusta hanno cantato nella palestra della base navale di #Marisicilia, al cospetto di autorità civili, militari, genitori e docenti. Ma sono davvero questi gli insegnamenti che la scuola italiana ha il compito di offrire ai nostri bambini? «Le bambine e i bambini di Augusta, e di tutto il mondo, hanno diritto a sognare un futuro di pace, la scuola deve sostenerli e aiutarli in questa direzione. Quando si privilegia un percorso opposto, duole dirlo, la scuola viene meno ai propri compiti»
- GUARDA IL VIDEO -
articolo di Teresa Modafferi - COBAS Scuola Catania

Post has attachment

Post has attachment
Gli alunni delle scuole di Augusta, accompagnati dai loro presidi e docenti, intoneranno canzonette del repertorio della Marina, risalenti al periodo fascista, al cospetto delle autorità militari e all'interno dei locali del Comando Marittimo. L'amministrazione comunale, per bocca del Sindaco, elogia questa manifestazione come «volontà encomiabile di apertura verso la città» da parte dell'Ammiraglio

Post has attachment

Post has attachment
I video degli interventi programmati dell'assemblea popolare dal titolo Augusta, porto nucleare nella Sicilia avamposto di guerra svoltasi ad Augusta il 20 maggio scorso

Post has attachment
Auspichiamo che il Consiglio comunale megarese faccia propria l'istanza popolare di smilitarizzazione, bonifica e tutela di Punta Izzo, attivandosi a livello politico e amministrativo per scongiurare la paventata riattivazione del poligono di tiro e l’ulteriore impiego militare di un comprensorio costiero che attende da decenni di essere tutelato e valorizzato come parco eco-culturale e area marina protetta per tutti i cittadini.

Post has attachment
La sindaca si è limitata a farsi portavoce di quanto avrebbe appreso dalla Prefettura di Siracusa in un recente incontro: esisterebbe un piano di emergenza nucleare del 2007, quindi da aggiornare, ma che la sindaca non avrebbe mai avuto tra le mani. La prima cittadina ha perciò riferito una notizia (cioè l'esistenza di un piano di emergenza) che non ha direttamente verificato in concreto? La stessa sindaca ha dunque partecipato a un tavolo tecnico per contribuire ad aggiornare un piano che lei nemmeno conosce? Nessuna dietrologia: si tratta di domande legittime a cui occorrerebbe dare risposta nell'interesse dei cittadini e per la primaria tutela della loro sicurezza.

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded