Profile

Cover photo
Architettura = Ingegneria = Arte
157 followers|3,871 views
AboutPostsPhotosVideos
People
In their circles
1 person
Have them in circles
157 people
Story
Tagline
Architettura = Ingegneria = Arte
Introduction

Matteo Seraceni nasce in quel di Cesena il 16 marzo 1980.
Dopo un’infanzia felice e bucolica trascorsa in quel di Longiano, si iscrive al Liceo scientifico A. Righi di Cesena.
Quivi dimostra da subito le sue poliutrope capacità lasciando ad imperitura memoria traduzioni in latino di canzoni di Bob Dylan e dissertazioni in endecasillabi sulle proprietà della piadina romagnola.
In questo lasso di tempo, lascia gli studi di pianoforte per dedicarsi alla più redditizia (dal punto di vista donnifero) chitarra elettrica e, dotatosi di capelli lunghi e maglietta dei Guns’n'Roses, si propone senza successo come alternativa grunge ai più blasonati gruppi Hard Rock.
Riesce quindi a ravvedersi in tempo e, tagliatosi i capelli, si diploma con 100 e lode e bacio accademico da parte del cane mascotte della scuola.
Si iscrive quindi alla facoltà di ingegneria Edile di Bologna (diventata poi Edile/Architettura per i capricci di fantomatici ministeri dell’educazione) con un solo scopo: riuscire a laurearsi per surclassare Renzo Piano e, una volta umiliatolo, fargli le pernacchie senza essere visto.
Mentre frequenta la facoltà, scopre di avere una insana passione per la pizza al forno, ma soprattutto per la fattrice di tali prelibatezze e quindi decide di prenderla come fidanzata, accasandosi in quel di Longiano e, per non farsi mancare niente, prendendosi pure un gatto.
Ovviamente il gatto, chiamato Orazio Seraceni, diverrà l’elemento più importante della famiglia, tanto che i genitori dello stesso Matteo ad oggi passano più tempo col gatto (definito “nipotino”) che col proprio figlio.
Nonostante le incombenze derivanti dall’avere una famiglia a carico, Matteo riesce a laurearsi con 110 e lode grazie ad una tesi in scienza delle costruzioni intitolata “Storia e Teoria nelle Applicazioni ai Gusci Strutturali”, grazie alla quale balza agli onori della cronaca come tesi con più formule indecifrabili dell’anno; questa volta fortunatamente il bacio accademico viene evitato (senza nulla togliere al relatore, il mitico prof. Erasmo Viola).
Dopo neanche due giorni dalla sofferta tesi, comincia a lavorare per lo Studio Massari di San Mauro Pascoli, grazie ad un colloquio serrato col principale durato addirittura 1 minuto e 30 secondi.
In seno allo studio si occupa di progettazione strutturale, termotecnica, acustica, sicurezza sul lavoro e di come generare più schiuma dal capuccino della macchinetta del caffè.
Per un breve periodo lavora anche per lo studio Gasperoni di Savignano S/R in cui si occupa di progettazione architettonica e strutturale.
Dal marzo dell’anno 2008 collabora con HERA Luce come progettista esterno ed esperto di Photoshop.

Il giorno sabato 30 maggio 2009 il nostro è convolato a nozze con l’ex signorina Righi Swaczy Melika Alexandra, ora giustamente sig.ra Righi Swaczy Melika Alexandra in Seraceni: sono ben accetti consigli su come installare correttamente l’eventuale targhetta col nome sotto il campanello.