Profile cover photo
Profile photo
MyFamily
416 followers -
TAGS OF LOVE
TAGS OF LOVE

416 followers
About
Posts

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Scopri di più sulle medagliette My Family su: www.myfamily.it
Add a comment...

Post has attachment
CAPITE COSA VUOLE DIRVI IL VOSTRO CANE?

Chissà quante volte vi è capitato di non riuscire a capire cosa volesse dirvi il vostro amico a 4 zampe!
Ecco una guida per riuscire a comprendere il comportamento dei vostri cagnolini:

SBADIGLIO: “Dai facciamo pace” Oltre a essere come per noi un indicatore di sonno, può essere segno di riconciliazione.

SI LECCA IL NASO: “Che bello stare qui con te” il cane è tranquillo e rilassato.

ORECCHIE DRITTE: “ti sto ascoltando attentamente” il cane ascolta con attenzione.

ORECCHIE INDIETRO: “Ti temo ma per questa volta non ti attacco”. Ha paura ma non è aggressivo.

OCCHI SOCCHIUSI: “mi sento bene qui con te” Prova piacere e sottomissione.

OCCHI APERTI E SGUARDO FISSO NEGLI OCCHI: “Sono molto arrabbiato e ti potrei attaccare”. Mostra un atteggiamento di sfida, è minaccioso e potrebbe diventare aggressivo.

LABBRA RITRATTE E DENTATURA IN EVIDENZA: “Se ti acchiappo!” Il cane è minaccioso e potrebbe essere imminente un attacco.

BOCCA CHIUSA E DENTI STRETTI CON UN RINGHIO SORDO: “Sono stufo lasciami in pace”. Mostra uno stato di agitazione e potrebbe diventare minaccioso.

IL SORRISO: “Sei il migliore!” Vuole farsi ben volere dall'essere umano che gli sta di fronte.

TESTA INCLINATA: “Cosa stai dicendo?” Il cane assume questa posizione quando l'interlocutore gli pone una domanda o è lontano.

LECCARE. “Ti voglio bene”. E' un segnale di affetto e sottomissione.

CODA E ORECCHIE RILASSATE E BOCCA SEMI APERTA: “Sono beato e contento”. Mostra uno stato di tranquillità.

ORECCHIE E CODA ERETTA, OCCHI SPALANCATI, TORACE SPINTO IN AVANTI: 
“Sono io il capo ok?” Indica minaccia e dominanza.

PELI RIZZATI INTORNO AL COLLO E LUNGO LA SCHIENA, CODA TENUTA ALTA E DENTI IN EVIDENZA: “So che sei forte, ma meglio che mi stai alla larga”. Mostra segnali di aggressività e sfida verso un altro dominante.

ORECCHIE ABBASSATE, CODA BASSA E RIGIDA, CORPO TESO E PARTE POSTERIORE LEGGERMENTE ABBASSATA: “Ho paura, sto per attaccare” Il cane è spaventato ed è molto aggressivo.

MOVIMENTO STRISCIANTE A TERRA, PANCIA E GOLA IN MOSTRA:” Sono buono e tu se i il mio capo”.Indica sottomissione e fiducia assoluta.

ESEGUIRE IL GESTO DELLA MONTA: “Sono io che comando”, è un segnale di dominanza.

DARE LA ZAMPA: “Giochiamo un po?” Indica una richiesta di attenzioni.

SI RINCORRE LA CODA: “Sono un po' stressato” E' sintomo di disagio e stress.

ABBAIO : “Ciao sono qui, giochiamo?” E' una richiesta di attenzione e qualche volta anche un avvertimento.

GUAITO,GEMITO: “C'è qualcosa che non va!”
Può indicare dolore fisico o una forte emozione.

RINGHIO: E'un avvertimento che può trasformarsi in minaccia e aggressività.

ULULATO: E' una richiesta di contatto sociale con il branco oppure con gli esseri umani.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
SMARRIMENTO DEL VOSTRO AMICO A 4 ZAMPE, ECCO COSA FARE:

Scegliere di adottare un animale e inserirlo nella propria famiglia, è una decisione davvero importante. 
Il solo pensiero che al nostro amico a 4 zampe accada qualcosa di sgradevole, trasmette dolore e senso di vuoto. 
Proprio per questo, di seguito troverete indicazioni su come fare in caso di smarrimento del vostro cucciolo, per non trovarvi impreparati e non farvi prendere dalla disperazione.

Il PRIMO PASSO da fare è riflettere con calma e ricordare ora e luogo dello smarrimento. 
Può sembrare una cosa ovvia, ma spesso, il panico fa brutti scherzi. 
Tornate sul luogo e chiedete informazioni ai passanti e ai negozianti, descrivendo, dettagliatamente, il vostro animale. Chiamatelo a gran voce, in modo che possa sentirvi e tornare da voi, se si trova ancora nei paraggi. 
Se non ottenete risultati tornate a casa, perché potrebbe essere tornato lì da solo o portato da qualcuno che conoscete

Il SECONDO PASSO da fare, se non avete ottenuto i risultati sperati, è denunciare lo smarrimento al Comando di Polizia Municipale con atto scritto e fare comunicazione all'Ufficio Tutela Animali del Comune. Spesso, chi trova un animale, lo notifica a quest’ufficio per avere indicazioni e disposizioni. Se l'animale in questione è un cane, dobbiamo presentare denuncia anche ai Carabinieri e alla ASL competente. Ricordatevi anche di contattare il canile di zona competente, perché potrebbe essere stato trovato e portato lì.

Infine, diffondete la segnalazione di smarrimento, presso ambulatori veterinari ed eventuali associazioni animaliste della zona. 
Può essere utile compilare volantini e locandine contenenti la foto del vostro animale, la data, il luogo dello smarrimento e il vostro recapito telefonico. 

Per stare più tranquilli ed EVITARE TUTTE QUESTE “PERDITE DI TEMPO” basterà appendere al collare del vostro amico a 4 zampe la MEDAGLIETTA IDENTIFICATIVA con inciso il vostro recapito telefonico. 

In questo modo una semplice telefonata ve lo riporterà a casa!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
PULCI: PROVATE AD ELIMINARLE CON I RIMEDI NATURALI!

Sicuramente anche i vostri amici a 4 zampe frequentano regolarmente parchi e giardini pubblici; in questi ambienti il rischio di essere attaccati dalle pulci è molto alto.
In caso di attacco è consigliabile agire celermente, le si deve eliminare prima che causino seri problemi di salute al nostro amico a quattro zampe. 
In commercio ci sono diversi preparati chimici, che vanno utilizzati solo dietro prescrizione del veterinario
Questi parassiti sono molto pericolosi perché si nutrono del sangue del cane, e potrebbero trasmettere malattie a volte letali. 
E' importante ispezionare la cuccia e tenerla sempre molto pulita. Controllate spesso il pelo del cane, le pulci si vedono in contrasto con la pelle, anche se il pelo è scuro.
Prima di adottare i classici farmaci anti pulci, potete sperimentare alcuni RIMEDI NATURALI MOLTO EFFICACI:
Provate ad applicare su di un collare realizzato con un foulard in cotone, 10 gocce di eucalipto e 10 gocce di lavanda, si possono utilizzare anche altri olii essenziali come menta, citronella e cedro.
L'odore intenso stordirà le pulci, allontanandole. 
Con gli stessi olii si può lavare il pelo del cane, stando attenti che lo stesso non venga in contatto con dette sostanze. 
Gli olii essenziali possono essere aggiunti anche allo shampoo. 
Altrettanto utile è l'aceto bianco diluito in poca acqua, da spruzzare direttamente sul manto oppure su di un panno.

Provare per credere!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
"AdottaMI" l'APP PER ADOTTARE I CANI E I GATTI DEL CANILE!

Dal 18 agosto a Milano è attiva "AdottaMI", la web-app del Comune di Milano per chi cerca un cane o un gatto da adottare tra i tanti che vengono abbandonati e ospitati nel parco canile del comune di Milano.
Basta un click sul sito del comune : http://adottami.garanteanimali.it/ per avere accesso da pc, tablet e telefonini, a tutte le schede dei cani e dei gatti in cerca di una famiglia.
Nella nuova app per ogni animale è riportata una foto e una breve descrizione con la provenienza, l'età, la taglia, la specie ed eventuali informazioni sulla storia di ciascun piccolo ospite.

E' presente anche una sezione con le ultime informazioni sugli animali persi o ritrovati e una dedicata alle adozioni a distanza.
Nel canile si alternano per tutto l'anno più di 100 volontari, che si occupano, insieme al personale di cani e gatti e li accudiscono.

Questa è davvero un'ottima iniziativa!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
FUMO PASSIVO: PER CANI E GATTI E' PIU' PERICOLOSO

Che il fumo passivo provochi gravi danni all’organismo dell’uomo è ormai risaputo, ma in pochi sanno che può essere la causa di forme patologiche importanti anche nei cani e nei gatti.
Non è una credenza popolare, ma un vero e proprio allarme lanciato dalla PSDA, l’associazione dei veterinari britannici.

I quattrozampe che vivono in una casa di tabagisti possono subire i danni della sigaretta molto più degli umani: gli animali infatti, respirano molte più tossine del fumo poiché la loro posizione è bassa, come accade per i bambini; il fumo può attaccarsi al loro manto e, nel ripulirsi i pets ingeriscono i VELENI DEPOSITATI sulla pelliccia esponendosi ancora di più alle pericolose sostanze chimiche.

È stato dimostrato che i cani a contatto con il fumo hanno una probabilità di RISCHIO MOLTO PIU' ELEVATA di avere problemi ai polmoni rispetto ai cani che non respirano il fumo di tabacco. Anche per i gatti si è evidenziato che, ad esempio, l’incidenza di un linfoma maligno è più alta tra quelli esposti all'insidia del fumo passivo.
Se il cane o il gatto dovessero ingerire il mozzicone di sigaretta dimenticato nel posacenere potrebbero addirittura rischiare la morte a causa di un avvelenamento.
Le patologie più comuni causate dal fumo passivo negli animali domestici sono quelle che riguardano l’apparato respiratorio; al manifestarsi dei sintomi rivolgersi tempestivamente al VETERINARIO di fiducia per scongiurare qualsiasi dubbio: non trascurare tosse e starnuti frequenti.
Se proprio non si resiste al richiamo della sigaretta, spostarsi all’aperto, prestando attenzione a non lasciare incustoditi i posacenere alla portata degli amici a quattro zampe.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded