Profile cover photo
Profile photo
giulia madonna
237 followers -
Volli, fortissimamente, volli!!!
Volli, fortissimamente, volli!!!

237 followers
About
Posts

Post is pinned.
GORIZIA, Sabato 10 Ottobre 2015: la Giuria Franz Kafka Italia 2015 consegna il Premio Speciale ad "Amata tela", il romanzo di Giulia Madonna.
Add a comment...

Post has attachment
I PARTICOLARI

I particolari sono importanti,
fondamentali.

Sono dettagli
infinitesimi,
impercettibili
che rendono unico
l'insieme.

Ma solo
un occhio attento,
uno sguardo profondo
può coglierli.

Non bisogna
avere fretta,
né essere grossolani.

I particolari sfuggono
ai più,
proprio perché
sono particolari,
spesso invisibili.

Eppure
possono cambiare
colore ad un giorno,
riescono a fermare
o far girare una vita.

E' quel preciso particolare
che ci ha fatti innamorare,
io di te,
tu di me,
che non sfugge
né al mio,
né al tuo occhio.

Quel piccolo particolare
ci tiene uniti,
per sempre.

E' un piccolo particolare
che solo,
io e te,
chiamiamo
AMORE.

Foto di Irina Kuznetsova (Iridi) Ukrain

Photo
Add a comment...

Post has attachment
I Premi vinti dal mio romanzo "La stanza vuota".
PhotoPhotoPhoto
18/02/19
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Passarono alcuni anni senza che né Adriano né Elena sapessero più niente l'uno dell'altra, ma l'amore era sempre lì in agguato.
Accadde che un giorno di maggio, proprio sulla litoranea dove si erano incontrati per la prima volta, si rividero.
Era passato tanto tempo, infatti Adriano aveva messo su qualche capello bianco mentre Elena era diventata una bellissima donna in carriera.
L'incontro fu casuale, mentre uscivano da un caffè si scontrarono rovinosamente l'uno sull'altra.
Incrociarono gli sguardi e fu magia.
Adriano rimase senza fiato nel vedersela davanti bella più che mai.
Elena sgranò gli occhi e cominciò a ridere fragorosamente.
Lei era molto cambiata, aveva tagliato i lunghi capelli e non indossava più le sue stupefacenti minigonne o i jeans attillatissimi, ora aveva un look molto curato e sofisticato, portava i capelli corti, il suo trucco era deciso e indossava un elegante tailleur gessato, che le donava un'aria molto rigorosa e professionale.
Ma sua bocca era rossa e vellutata come sempre e i suoi occhi non nascondevano la sua grande sensualità.
Adriano le afferrò il braccio e le strinse forte la mano tremante:
<<Elena, sei proprio tu? Quanto tempo è passato! Quanto ti ho cercata e desiderata!>>
Elena lo guardava fissa:
<<Adriano, sì sono proprio io, quanto tempo!>>
LA STANZA VUOTA - Giulia Madonna - Albatros
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Elena guardava fuori dalla finestra della "stanza vuota" e non riusciva a non piangere, nonostante fosse una giornata piena di sole in cui le rondini felici gridano volteggiando nel cielo. Il sole asciugava le lacrime che scendevano come pioggia d'autunno sul suo viso contratto dal dolore. Pensava singhiozzando disperata: "Oramai cosa mi resta da fare? Ogni speranza è vanificata." Per Elena era davvero la più brutta giornata della sua vita perché si era chiuso per sempre un capitolo importante. Provò a tirarsi su, si asciugò in fretta le lacrime, si sistemò i capelli e uscì, prendendo con sé tutto il peso del suo dolore, ma tenendolo stretto dentro per non farlo uscire.
LA STANZA VUOTA - Giulia Madonna - Albatros
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Venerdì 22 Febbraio dalle ore 18 presso l'Aurum Sala Tosti ci sarà una bella scorpacciata di libri con brindisi finale.
Io presenterò il mio romanzo "La stanza vuota".
Vi aspettiamo numerosi!
Photo
Photo
18/02/19
2 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
SANT'AMORE

Io non ti cercavo,
né ti aspettavo,
ma sei arrivato.

Sei apparso
come amico,
confidente,
faro nella tormenta,
a rischiarare i miei dubbi,
le mie paure.

Poi,
ti sei fatto strada,
pian piano,
nel mio cuore,
sfondando ogni porta,
ogni catenaccio,
ogni mia remora.

Ci siamo scambiati
le anime,
ci siamo confidati
tanto,
mai troppo.

Abbiamo discusso,
ci siamo accapigliati,
tu,
fermo su i tuoi silenzi,
io urlante di dolore.

E' passato del tempo,
nel silenzio,
distanti,
l'uno
dall'altra.

Ora,
non so più
cosa siamo,
né cosa siamo
mai stati,
o se lo saremo.

Ma ricorda,
io non ti cercavo,
né ti aspettavo,
ma sei arrivato.

Non è colpa mia
è colpa
dell'AMORE.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
ALLA FINESTRA

Il tempo è un'illusione,
l'attesa è uno strazio.

Io alla finestra
che aspetto
spero,
sogno,
fantastico.

Aspettare
non è stato,
mai,
il mio forte,
da sempre,
da subito.

Ho sempre desiderato,
ardentemente,
ma senza avere,
mai,
la capacità
di attendere,
di aspettare.

Così,
resto alla finestra,
in balia del mio desiderio,
che si fa sogno,
prima che possa diventare
realtà.

Photo
Add a comment...

Post has attachment
Emozionata e terribilmente triste, dedico, accorata, questi miei versi, alla memoria del grande poeta e uomo prezioso, al professore Vito Moretti.

NEL RICORDO.

Dove vanno i sorrisi,
le parole dette,
le mille cose fatte.

Dove finiscono le giornate di sole,
i giorni al mare,
la felicità.

Dove eravamo,
dove saremo,
chi diventeremo.

Tutto cambia
e si trasforma,
irrimediabilmente.

Ma nulla si perde,
neppure un attimo,
perché resterà nei ricordi,
nella mente,
per sempre.

Allora vivremo di ricordi,
di illusioni,
di speranze,
e saremo felici,
perché siamo stati felici,
e continueremo ad esserlo,
nel ricordo.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded