Profile cover photo
Profile photo
Simone Avagliano
5 followers -
Instancabilmente curioso dei nuovi mondi.
Instancabilmente curioso dei nuovi mondi.

5 followers
About
Posts

Post has attachment
La Turchia è nel caos. L'esercito mette fine alla lunga egemonia di Erdogan con un colpo di Stato.
Add a comment...

Post has attachment
Mercato unico, piazze finanziarie, equilibri geopolitici. La Brexit promette una tempesta di cui sarà difficile prevedere la portata
Add a comment...

Post has attachment
Dallo smartphone al grande schermo. Com'è andato il salto di Angry Birds al cinema secondo Valerio del Croce.
Add a comment...

Post has attachment
Parte dell'opinione pubblica invece di condannare la strage di Orlando quasi se ne compiace. Esiste forse una potenziale convergenza tra omofobia e terrorismo?
Add a comment...

Post has attachment
Conquistando la nomination democratica Hillary Clinton ha fatto la storia, ma il mito americano non gode comunque di buona salute
Add a comment...

Post has attachment
Il riconoscimento tedesco del genocidio armeno fa infuriare la Turchia. Ma non è garantito che l'Europa sia disposta ad aprire gli occhi sugli altri lati oscuri di Ankara
Add a comment...

Post has attachment
Dopo mesi di negoziati la trattativa sul nucleare iraniano viene rimandata ancora una volta. Vale la pena ancora crederci o si tratta ormai di una perdita di tempo?
Add a comment...

Post has attachment
Salutato dagli antieuropeisti come uno dei loro campioni e osteggiato dal fronte occidentale per le sue posizioni sempre più filorusse. Ma forse al premier ungherese Viktor Orban interessa solo sfruttare le rivalità tra est e ovest per il proprio tornaconto.
Add a comment...

Post has attachment
Per anni Obama ha coltivato il sogno di legare a sé i paesi dell'Atlantico e del Pacifico con gli accordi commerciali TTIP e TPP. Ora che ha perso le Camere ed è ridotto ad un'anatra zoppa, la Cina passa al contrattacco per spingere avanti la sua idea di libero scambio. 
Add a comment...

Post has attachment
In Burkina Faso la rivolta ha messo fine al regno quasi trentennale del presidente Campaoré. I militari che lo hanno sempre appoggiato invece hanno ben poca voglia di farsi da parte.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded