Profile cover photo
Profile photo
Gaia Saviotti
150 followers -
No one is free when others are oppressed.
No one is free when others are oppressed.

150 followers
About
Gaia's posts

Post has attachment
"L’uso del voto da parte dei politici, dunque, è stato irresponsabile perché strumentale alle proprie ambizioni. Lo scopo del referendum sulla Brexit non è mai stato aprire un dibattito serio sul rapporto tra Regno Unito e Unione europea – come sa chiunque lo ha seguito – ma soltanto tra leadership inglesi, scaricando su un nemico facile come la lontana tecnocrazia di oltremanica tutte le frustrazioni da globalizzazione che animano gran parte dell’elettorato inglese e non solo.

Ma l’uso del voto è stato irresponsabile anche da parte degli elettori. [...] Gli elettori inglesi hanno votato contro gli immigrati, contro la globalizzazione, contro le élite, contro i burocrati, per l’impero e per la sicurezza perduta. Si possono trovare mille ragioni per criticare l’Unione europea, nessuna razionale per sostenere che dopo la Brexit l’economia della Gran Bretagna sarà più prospera, la sua società più coesa, le frontiere più sicure.

[...]

Si può chiedere un maggiore ricorso al voto popolare soltanto se gli elettori prendono sul serio il proprio compito, se danno un voto consapevole, faticoso. In caso contrario la democrazia diretta diventa circonvenzione di incapace." #Brexit

----------------------------------

N.B. per tutti quelli che di come funziona tecnicamente e legalmente la UE non ne sanno un fico secco:
"L’Ue si regge su un equilibrio di poteri diverso da quello nazionale (elettori/parlamento/governo): ci sono due istituzioni con una legittimazione elettorale diretta, il Parlamento europeo e i governi nazionali legittimati in patria, e un organo tecnico come la Commissione. Quando i governi dicono “l’Europa ci impone” di solito stanno imbrogliando le proprie opinioni pubbliche: la stragrande delle decisioni politiche viene presa, all’unanimità, dal Consiglio europeo. Se un governo non è d’accordo, può mettere il veto. Dal Trattato di partenariato transatlantico su commercio e investimenti (Ttip) alle misure di austerità." #EU


Post has attachment
Interessanti riflessioni di Francesco Careri sull'arte di andarsene a zonzo:

"Zonzo coincide con l’#altrove, la zona dove la città nasconde i suoi scarti e dove fuori dal controllo si producono nuovi spazi urbani e nuove forme di abitarli."

#flanerie #environmentalhumanities

--------------------------------------

Bio: http://articiviche.blogspot.it/p/who.html

Post has attachment
Pessimismo dell'intelligenza, ottimismo della volontà. ~Romain Rolland
(Frase resa famosa da Antonio Gramsci)

***

Nella vita talvolta è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza. ~Sandro Pertini

#quotes #citazioni #Sanguineti

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Oggi le pressioni sociali, soprattutto sui giovani (ma non solo), che spingono ed esortano verso la realizzazione individuale, la produttività, la flessibilità, la performance, l’attitudine strumentale e utilitaristica, si scontrano con le condizioni strutturali che non permettono a tutti né di realizzare gli obiettivi sociali definiti su quelle basi, né di “esserne all’altezza”. Il senso del futuro, come promessa e progresso, si ribalta in minaccia. Da questo contrasto sorgono negli individui sentimenti di precarietà, di insicurezza, di inadeguatezza, di fallimento personale.

Questo stato viene alimentato ed esacerbato dal fatto che le odierne società scaricano letteralmente sulle spalle degli individui i rischi e i problemi generati dal modo in cui esse funzionano, lasciandone ai singoli la risoluzione a livello individuale. I giovani possono facilmente perdersi in questa situazione anomica, perché la realtà diviene loro incomprensibile e minacciosa.

#società #futuro



Post has attachment

Post has attachment
Annosa questione:

"Di fatto, i post interessanti e di tendenza creano tam tam sui social network, fortificano la community di un sito, ma la maggior parte degli utenti arriva sempre e comunque dai motori di ricerca. [...]: che me ne faccio di una bella notizia se nessuno la trova?
[...]
La logica dei numeri, però, è assai rischiosa. Dover produrre tanto ed essere costantemente connessi alle statistiche per controllare gli accessi – e stabilire di conseguenza la programmazione editoriale – è sicuramente un grande esercizio di strategia nella competizione con gli altri siti, ma rischia di incidere in negativo sulla qualità dei contenuti che diventano piatti e senza carattere."

#SEO   #contentwriting   #contentmarketing   #GialloZafferano  

Post has attachment
#comunicazione   #cooperazione   #rifugiati   #hackathon  

Quando al master in cooperazione mi dissero che "non erano interessati alla comunicazione" (avevo chiesto una tesi sul campaigning) e io risposi che facevano molto male...
Eccoci qui:
Wait while more posts are being loaded