Profile cover photo
Profile photo
CaseLecco
8 followers -
Il primo network di agenzie immobiliari professionali della provincia di Lecco. Rimani aggiornato riguardo le nuove normative nel campo immobiliare!
Il primo network di agenzie immobiliari professionali della provincia di Lecco. Rimani aggiornato riguardo le nuove normative nel campo immobiliare!

8 followers
About
Posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Nuovo libretto per impianti termici: slitta al 15 ottobre il termine per la sostituzione --> http://bit.ly/1pA8VmW

Post has attachment
SEMPRE IN TEMA, per fornire un quadro dell'andamento dei prezzi, stimando l'andamento sino al 2017. Si può notare che i prezzi degli immobili sono ritornati ai valori pre 2006 e nei prossimi anni la stima ci dice che raggiungeranno quelli del 2005. Chi ha acquistato un immobile tra il 2005 e 2006 ed è intenzionato a rivenderlo recupererà la spesa sostenuta. Le persone che hanno acquistato successivamente il 2006 dovranno tener conto del deprezzamento.

Post has attachment
Un interessante guida per immobili (abitazioni, uffici, negozi) che vengono affittati da soggetti IVA

Post has attachment
DOMANDE e RISPOSTE - QUESITO SULLA LOCAZIONE di cosa comune:
Spett.le, ho un quesito che riguarda una locazione. Un mio cliente mi ha chiesto di redigere un contratto di locazione di un appartamento, in cui risulta co-proprietario insieme ad altre 6 persone. Mi ha portato una delega firmata dagli altri che lo autorizzano a firmare il contratto in nome e per conto loro (essendo a distanza tra loro). Ora mi chiedo: basta la semplice delega sottoscritta dai co-proprietari per poter sottoscrivere il contratto oppure dovrebbe farsi rilasciare procura notarile per poter disporre della cosa in nome e per conto di tutti gli altri?

RISPOSTA:
Non occorre la procura e nemmeno occorrerebbe la delega ("Sugli immobili oggetto di comunione concorrono, in difetto di prova contraria, pari poteri gestorii da parte di tutti i comproprietari, in virtù della presunzione che ognuno di essi operi con il consenso degli altri. Ne consegue che il singolo condomino può stipulare il contratto di locazione avente ad oggetto l'immobile in comunione e che un condomino diverso da quello che ha assunto la veste di locatore è legittimato ad agire per il rilascio del bene stesso (senza che sia necessaria l'integrazione del contradditorio nei confronti degli altri condomini), purché non risulti l'espressa ed insuperabile volontà contraria degli altri comproprietari, la quale fa venire meno il presunto consenso della maggioranza. "Cass. civ. n. 9113/1995")

Tanto premesso, in conclusione giova riportare il principio di diritto affermato delle Sezioni Unite della Cassazione secondo cui: “La locazione della cosa comune da parte di uno dei comproprietari rientra nell’ambito di applicazione della gestione di affari ed è soggetta alle regole di tale istituto, tra le quali quella di cui all’art. 2032 c.c., sicché, nel caso di gestione non rappresentativa, il comproprietario non locatore potrà ratificare l’operato del gestore e, ai sensi dell’art. 1705 c.c., comma 2, applicabile per effetto del richiamo al mandato contenuto nel citato art. 2032 cod. civ., esigere dal conduttore, nel contraddittorio con il comproprietario locatore, la quota dei canoni corrispondente alla quota di proprietà indivisa”.

Pubblicato da: www.caselecco.com
Photo

Post has attachment

Post has attachment
APPROVAZIONE DEL PIANO CASA: Legge di conversione del decreto legge n. 47/2014. ECCO LE PRINCIPALI NOVITA'

- CEDOLARE SECCA AL 10% PER I CONTRATTI DI LOCAZIONE AGEVOLATI
Per il quadriennio 2014-2017, l’aliquota della cedolare secca attualmente prevista per i contratti di locazione stipulati a canone concordato (3+2) nei Comuni ad alta tensione abitativa nella misura del 15% viene ridotta al 10% .

Una delle novità introdotte in sede di conversione è che il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) provvederà ad aggiornare l’elenco dei Comuni ad alta tensione abitativa entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge in oggetto

- CEDOLARE SECCA AL 10% PER I CONTRATTI DI LOCAZIONE STIPULATI NEI COMUNI COLPITI DA CALAMITA'
Una delle misure fortemente volute da Fiaip ed accolta dal Parlamento in sede di conversione del decreto è quella relativa all’estensione – per il medesimo quadriennio 2014-2017 - dell’aliquota del 10% della cedolare secca ai contratti di locazione stipulati nei Comuni per i quali, nei cinque anni precedenti l’entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge in esame, sia stato deliberato lo stato di emergenza a seguito del verificarsi di eventi calamitosi

- DETRAZIONE DELLE SPESE PER L'ACQUISTO DI MOBILI
Per il periodo dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014 le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici sono computate, ai fini della detrazione Irpef, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione che fruiscono delle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione stessi

- LOTTA ALL'OCCUPAZIONE ABUSIVA DI IMMOBILI
Chiunque occupi abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile stesso e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.

A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto in esame, gli atti aventi ad oggetto l'allacciamento dei servizi di energia elettrica, di gas, di servizi idrici e della telefonia fissa - nelle forme della stipulazione, della volturazione, del rinnovo - devono riportare, a pena di nullità, i dati identificativi del richiedente e il titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare in favore della quale si richiede l'allacciamento.

I richiedenti devono, altresì, consentire, la verifica dei propri dati e l’inserimento di questi ultimi negli atti sopra indicati, attraverso la consegna agli enti fornitori dei servizi, di “idonea documentazione” relativa al titolo che attesti “la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione” dell'unità immobiliare, in originale o copia autentica, od il rilascio della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

- SALVEZZA DEGLI EFFETTI DELLE SANZIONI "CIVILISTICHE" PER I CONTRATTI NON REGISTRATI
Vengono fatti salvi, fino al 31.12.2015, gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base dei contratti di locazione registrati ai sensi di disposizioni – i commi 8 e 9 dell’art. 3 del d.lgs. n. 23/’11 – non più in vigore in quanto dichiarate illegittime dalla Corte costituzionale con la sentenza n. 50 del 14.3.2014.

Disposizioni attraverso le quali veniva previsto un meccanismo di sostituzione sanzionatoria della durata del contratto di locazione per uso abitativo e di commisurazione del relativo canone in caso di mancata registrazione del contratto entro il termine di legge nonché l’estensione di tale disciplina anche alle ipotesi di contratti di locazione registrati con un importo inferiore a quello effettivo e di contratti di comodato fittizio registrati.

- MAGGIORI TUTELE PER ACQUIRENTI DI IMMOBILI DA COSTRUIRE
Viene disposto che l’acquirente di un immobile da costruire non possa rinunciare alle tutele previste dal D.lgs. n.122/2005 (contenente, per l’appunto, disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire) e che ogni clausola contraria sia nulla e debba intendersi come non apposta.
Vengono estese al coniuge dell’acquirente di un immobile da costruire alcune previsioni contenute nella relativa disciplina (in materia di diritto di prelazione e di esenzione e limiti alla esperibilità dell’azione revocatoria).

- FINANZIAMENTI AL FONDO PER L'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE ED AL FONDO DESTINATO AGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI
Vengono concessi nuovi finanziamenti per il Fondo per l’accesso alle abitazioni in locazione, previsto dalla L.n.431/1998 e per il Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, introdotto dal D.L.n. 102/2013.
Photo

PER LE CALDAIE NUOVI LIBRETTI DA GIUGNO

A partire dal 1° giugno "cambiano pelle" i documenti che certificano l'efficienza degli impianti installati in casa, in ufficio o in azienda. E diventano obbligatori anche per i dispositivi di climatizzazione estiva.
Un unico libretto, composto da più schede modulabili a seconda delle caratteristiche dell'impianto. Quattro tipologie di rapporto di efficienza energetica, studiate per mettere a fuoco e mappare le prestazioni non solo delle tradizionali caldaie, ma anche dei sistemi di condizionamento, di teleriscaldamento e di cogenerazione.

Silvio Rezzonico, Maria Chiara Voci, Il Sole 24 ORE – Norme e Tributi, 31 marzo 2014
Wait while more posts are being loaded