Profile cover photo
Profile photo
barbara di cretico
5 followers -
Italian photographer
Italian photographer

5 followers
About
Posts

Post has attachment
#ereditadelledonne #firenze #festival #barbaradicretico #fotografia #mostra #palazzoruccellai #serenadandini #marinaabramovic #elenaghisellini
Il Ritratto Femminile come Consapevolezza
23 settembre 2018 - 11-20
l’autrice sarà presente e dalle 18 un incontro col pubblico
info: +39 347 4569813 – info@barbaradicretico.com
Palazzo Ruccellai – Atelier di Elena Ghisellini – 2° piano
Via della Vigna Nuova 16, Firenze
Stampate in vari formati e montate su supporto rigido, ventinove ritratti di Barbara Di Cretico raccontano il dolore originario.
“Siamo tutti portatori di un dolore originario, una ferita che più delle altre ha segnato le
nostre vite. Nei momenti di crisi, quando ci sentiamo più fragili, questo dolore torna.
Come fosse ancora reale. Quasi fossimo ancora bambine indifese.
Impresso nella memoria, in quel momento dimentichiamo la crescita, i risultati raggiunti.
Quando poi realizziamo che quella ferita non esiste più, perché siamo andate molto più
avanti, l’abbiamo sublimata, allora arriva lo scatto vero verso la consapevolezza.”


Cinque donne coraggiose, fotografate in studio, in tutta la loro vulnerabilità, fondale nero, stessa luce, isolate dal mondo esterno, hanno portato il loro dolore originario.
E l’hanno raccontato. Immerse nel ricordo che diventa reale.

Di Cretico dice di sé: “ Non penso a me stessa come fotografa. Penso a me come a qualcuno che usa la macchina fotografica per raccontare. La mia fotografia si nutre sempre dell’elemento umano. Non mi fermo mai davanti alla bellezza dei tratti. Ho studiato fotografia di moda per esempio, ma solo per capire più profondamente la luce. Io credo che il fascino di un volto sia nella sua storia, che non è solo rughe, ma di più. È quel lampo dell’anima che per un attimo si svela. Ed è così toccante e bello quel volto in quel momento. Quando poi quella luce è fissata in un ritratto, che magari appendi al muro, e sul quale la mattina mentre fai colazione distrattamente poggi lo sguardo, piano piano la tua mente si abitua a quello specchio/immagine, la riconosce come sua e la ama.
Chiunque fotografi, è la sua storia che mi ispira. “
Photo

Post has attachment
Ho iniziato a fotografare che ero poco più di una bambina.

Avevo 10 anni, mi regalarono una piccola Agfa e cominciai a raccontare la mia vita. Le mie sorelle si prestavano, inventavo fondali con coperte e scozzesi di lana, e soffiavo sull’obiettivo per creare un filtro flou. Era tanto tempo fa.

Oggi quando guardo quelle immagini mi riconosco totalmente e mi emoziono perché non c’era nessuno che mi spiegasse di fotografia, a casa mia non si parlava di racconto, non si parlava di fotografia, la televisione trasmetteva programmi che nulla avevano a che fare con la fotografia.

Eppure l’avevo dentro. Poi negli anni ho avuto la fortuna di incontrare un un creativo illuminato che mi ha proposto di lavorare nella loro agenzia. Io non avevo nessuna preparazione, ma tante idee, che lui aveva saputo leggere. Iniziai facendo la art buyer, procuravo gli oggetti per le ambientazioni.

Poi il fotografo dell’agenzia, stanco del proprio lavoro, iniziò insegnarmi fotografia in studio, ad usare il flash, a capire come la luce si poteva riflettere sulle varie superfici, a interpretare la composizione.

Poi è arrivata la scuola, la specializzazione a Milano. Le lacrime riflesse sui vetri della metropolitana, quando essere fotografo significava essere un povero sfigato. Nessuno capiva. I miei familiari, i miei figli, la città da dove provenivo. Ma c’era un fuoco lontano, che mi spingeva ad andare avanti, sola, ed era lì che mi stavo dirigendo.

Poi lentamente, il bisogno di pagarmi la vita, perché era solo quello che sapevo fare, che sapevo fare meglio tutto.

E’ stato un percorso che adesso, guardo all’indietro, dico era tutto disegnato, perché non sapevo dove stavo andando, capivo solo che quella era la strada. Ho iniziato a lavorare prima in agenzia, poi sola nel mio studio. Senza soldi, ma la direzione era quella, ed era l’unica che era il mio cuore, che mi portava avanti. Ostinata e contraria.

Nel frattempo studi su di me, tanti anni di analisi, libri, cinema, arte, e poi il coaching. Ho capito con il coaching quale era il mio talento, quale fosse il mio valore. L’empatia, la visione, l’entrare nel cuore e nelle aspirazioni dell’altro.

Ho compreso col mio lavoro quanto la fotografia potesse essere utile alle persone, perché la maggior parte non si piace. Quanto potesse essere utile a capire meglio sè stessi.

Questo il mio percorso oggi.

E quindi ritratti per sé squisitamente per sé, ritratti di business, racconti, reportage, lavori paralleli che tengo per me sul potenziale umano, anche sul potenziale umano che va spegnendosi come l’Alzheimer.

Io credo che la fotografia possa veramente curare, possa realmente essere lo specchio di quello che siamo. E’ una scoperta giornaliera, che mi emoziona, che mi appassiona.

Eccomi questa sono io.
#fotografia #coaching #sanbenedettodeltronto #ascolipiceno #fotografo #barbaradicretico #ritratti #business
Photo

Post has attachment
Il nostro volto è il nostro primo Brand. Il primo #messaggio che inviamo al mondo.

Oggi l'immagine fa da padrona ed il primo senso, quello che abbiamo più allenato è la vista. Quando incontriamo una persona per la prima volta, la cosa che ci rimarrà sempre impressa sarà proprio la prima immagine che ci ha dato di sé. In qualche maniera la prima immagine modellerà poi il nostro #pensiero successivo.

Mi capita spesso di ‘incontrare’ su #Linkedin professionisti di valore che utilizzano per il proprio profilo un ritratto scattato col cellulare. Giallo, sgranato, triste.

Mi accorgo che allora il mio interesse verso il suo business scema. E’ come incontrare un uomo bellissimo che però ha un #linguaggio vuoto e sgrammaticato. Una nota stonata. Ed è un peccato, ma il mio interesse è già corso altrove.

Un professionista che vuole fare #carriera, che ha cose da dire, non può prescindere dalla sua immagine. Sarebbe vestire un abito sartoriale con le scarpe sporche.

Avere, invece, un'immagine che ci rappresenti che racconti di noi, che sappia cogliere nello #sguardo, nel sorriso il nostro messaggio, è fondamentale. E’ la prima cosa che dobbiamo curare quando mettiamo il nostro #curriculum on-line.

Perchè la nostra #immagine è il primo messaggio che inviamo al mondo.

#barbaradicretico #fotografia #brand #business #ritrattobusiness #ritratto #ascolipiceno #sanbenedettodeltronto #curriculum #coach #coaching #lifecoach
Photo

Post has attachment
Siamo tutti portatori di un dolore unico, personale, originario,che con la vita abbiamo superato,dal quale siamo cresciuti,ma che torna nei momenti di crisi e stampa solchi di sofferenza sul nostro viso.
Importante è capire che quel dolore è solo un'idea, non esiste più.
La nostra vita è la chiave.
E stampare su carta la luce del nostro viso oggi è #cura, semplice e profonda.

#fotografia #fotografiaempatica #ritratto #barbaradicretico #fotografoitaliano #lifecoach #coaching
#ascolipiceno #sanbenedettodeltronto
Photo

Post has attachment
La fotografia come riconoscimento di sé
Ogni giorno, da anni ormai, mi trovo a contatto con persone che mi chiedono di essere fotografate. La prima cosa che mi dicono è che non vengono mai bene in foto, che non riescono a rilassarsi, che non si piacciono. Io le lascio parlare, le ascolto, le guardo con affetto, poi chiedo loro di avere fiducia, che se non ci piaceranno le butteremo tutte, ma so che non sarà vero e procedo.

Cerco di farlo con un’apparente leggerezza, sintonizzandomi.

Scopro così ogni giorno quanto la fotografia possa fare bene all'anima, perché nessuno di noi ha realmente concretezza di quello che sia veramente, tutti abbiamo un'immagine distorta di noi stessi. Spesso negativa.
La fotografia può riportare veramente l'immagine reale di noi, tirare fuori il talento unico che ognuno ha e farci fare pace con noi stessi. Può essere un dono profondo.
La fotografia che cura.
#fotografia #empatia #ritratto #barbaradicretico #sanbenedettodeltronto #ascolipiceno #marche #fotografoitaliano #coach #lifecoach
Photo

Post has attachment
Eccoci qua.
Sono #coach . Inizia una nuova avventura, o meglio, un nuovo percorso che integra il mio di #fotografa.
Troppe volte ho sentito dirmi dai miei clienti: hai tirato fuori il meglio di me, questo sono io come hai fatto a capirlo, questo era quello che volevo comunicare ma non trovavo il modo.
Diciamo che la #fotografia può svelare le tue #potenzialità, o almeno è così che l’ho sempre intesa istintivamente , qualità che voi mi avete spesso riconosciuto. Allora perché non approfondire e specializzarmi in questo campo?
Sto parlando del #coaching, di un metodo che non impartisce ricette miracolose, ma che accompagna il cliente a sviluppare attraverso le sue potenzialità le proprie risorse.
Questa nuova competenza mi sarà utilissima nella fotografia di #ritratto, soprattutto,
e poi con le industrie con le quali lavoro.
Grazie per la foto ad Emanuela….scattatami quel giorno, pochi minuti dopo aver passato l’esame. felice
#ascoltoattivo #barbaradicretico
https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:6372715846929772544/
Photo

Post has attachment

Post has attachment
Un'estate al mare | Adriatico | Family Beach Vacation | fotografo ritratto famiglia bambini | Marche Abruzzo Italia | San Benedetto del Tronto
#fotografo #ritratto #lifestyle #italia #fotografoitaliano

Post has attachment

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded