Profile

Cover photo
Verified local business
Save the Children Italia
Non-Profit Organization
Today 10AM–6:30PM
17,452 followers|5,485,189 views
AboutPostsPhotosYouTube

Stream

 
L’ondata di neve e gelo che si è abbattuta sull’Europa negli ultimi giorni ha causato situazioni drammatiche per molte persone, come gli abitanti del Centro Italia e i #migranti bloccati nei campi nei Balcani. Tra di loro c’è Tariq, che ha un anno e vive in un campo #profughi in #Grecia al gelo e senza riscaldamento né corrente elettrica.
Siamo vicini a tutte le persone coinvolte, con il cuore e con l’impegno concreto, sia nelle aree colpite dal #terremoto che nei Balcani, fornendo assistenza, supporto e protezione ai bambini e alle loro famiglie.
 ·  Translate
11
4
Add a comment...
 
Attraverso i nostri progetti attivi sul territorio italiano colpiti dal #terremoto stiamo monitorando costantemente la situazione e le condizioni dei minori coinvolti nell'emergenza.
#ColCuoreInAbruzzo #TerremotoCentroItalia
 ·  Translate
3
1
Add a comment...
 
Questo articolo è rivolto ai tanti che ci chiedono come aiutiamo i minori #migranti nei loro Paesi di provenienza.
Perché a noi non importa la nazionalità: tutti i bambini hanno gli stessi diritti, e facciamo di tutto per proteggerli e tutelarli, ovunque e ad ogni costo. LEGGI > http://bit.ly/2jGFzaw
 ·  Translate
Tutti i progetti che portiamo avanti in Africa occidentale, orientale e subsahariana.
6
1
Add a comment...
 
Quasi nessun aiuto ha raggiunto le zone assediate della #Siria, nonostante la tregua del 30 dicembre.
A #Madaya, una delle città assediate, questo ragazzo di 10 anni è stato gravemente ferito in attacco missilistico più di un mese fa e gli è stato impedito di lasciare la città per ottenere le cure mediche di cui ha bisogno. Adesso rischia di perdere la vista.

Aiutare ai bambini e le famiglie intrappolati nelle città sotto assedio in Siria è una priorità assoluta. Esortiamo le parti in conflitto a concedere immediatamente l'accesso ai convogli e sbloccare l'attuale stallo sui permessi e le autorizzazioni umanitarie.
 ·  Translate
12
4
Erika Balboni's profile photo
 
Come si fa a far finta di niente davanti a tutto questo.
 ·  Translate
Add a comment...
 
Nei Balcani migliaia di persone, inclusi tanti minori non accompagnati, rischiano di morire a causa dell'ondata di gelo artico. Ad oggi si riportano già 40 morti.
Questo è l'ennesimo fallimento della politica europea di accoglienza: chiediamo immediato accesso a ripari adeguati per tutte queste persone, indipendentemente dal loro status di #migranti o #rifugiati, per evitare morti inutili, soprattutto perché tra queste ci sono tanti bambini che rischiano l'ipotermia.
 ·  Translate
10
2
Erika Balboni's profile photoEleonora Imperoli's profile photo
2 comments
 
<3
Add a comment...
 
Il diritto all'#educazione è la premessa fondamentale per lo sviluppo ed è lo strumento più valido per combattere povertà, emarginazione e sfruttamento.
Per questo, in #Libano portiamo avanti un importante programma di protezione dei bambini dal lavoro minorile, con l'obiettivo di fermarne lo sfruttamento e aiutarli a tornare a scuola.
Finora abbiamo aiutato 200 bambini come il piccolo Fares, nella foto; di questi, 80 sono riusciti a ricominciare a studiare.
 ·  Translate
12
6
Add a comment...
 
Cresce nelle ultime ore il rischio di un’emergenza umanitaria in #Gambia a causa delle violenze politiche in atto.

Secondo le stime delle Nazioni Unite, infatti, circa 50.000 persone sono fuggite dai centri urbani per raggiungere il confine del paese verso il #Senegal. Siamo pronti ad assistere la popolazione attraverso la distribuzione di aiuti, ma molto preoccupati per la sicurezza dei bambini, che rischiano di essere vittime di violenze e malattie mortali.
SCOPRI DI PIÙ > http://bit.ly/2jD4cr2
 ·  Translate
5
Add a comment...
 
La nuova drammatica situazione d'emergenza in corso nel Centro Italia rappresenta per i bambini, ancora una volta, la perdita di tutte le sicurezze e dei punti di riferimento, l'interruzione della loro quotidianità e di una vita normale.

SCOPRI come individuare i segnali di disagio a seconda delle età, per prenderti cura di loro e dell'inevitabile malessere di cui sono preda > http://bit.ly/2iNvdnp
 ·  Translate
Nuove forti scosse di terremoto hanno colpito ieri il Centro Italia, una zona già messa a dura prova dagli eventi drammatici dei mesi scorsi.
8
3
Add a comment...
 
Questa immagine dalla #Grecia ci commuove. Dovremmo imparare tanto dai più piccoli che, anche in situazioni tragiche, non smettono di essere bambini e trovano sempre la forza di sorridere.
Infatti, nonostante i #migranti e #rifugiati bloccati in #Grecia siano costretti a vivere senza riscaldamento né acqua calda e le abbondanti nevicate abbiano peggiorato la situazione, i bambini sono incantati dalla neve e ritrovano il sorriso giocando.
SCOPRI DI PIÙ > http://bit.ly/2j3UKK7
 ·  Translate
17
9
Add a comment...
 
Halima è stata rapita a soli 12 anni e costretta a sposare un soldato.
Dopo quattro lunghi anni è riuscita a fuggire e ora vive con il suo bambino in uno dei più grandi campi di Maiduguri, in #Nigeria, insieme a circa 1,5 milioni di sfollati.
Siamo sul posto per sostenere tante madri come Halima e fornire loro beni di prima necessità, supporto emotivo e psico-sociale e sostegno per l’inizio di una vita.
 ·  Translate
15
1
Add a comment...
 
Il popolo afgano sta vivendo uno dei periodi più violenti della sua storia. Da gennaio 2016 più di 500mila persone hanno già abbandonato le loro case a causa dei combattimenti, e sono circa 1,2 milioni gli sfollati interni. Obaid, 7 anni, è uno di loro.

Siamo presenti in diverse province dell’#Afghanistan per supportare le famiglie con cibo e beni di prima necessità e fornire sostegno psico-sociale ai bambini. Nei prossimi 12 mesi faremo di tutto per raggiungere e aiutare almeno 100.000 persone.
 ·  Translate
19
8
Add a comment...
 
IN #YEMEN I BAMBINI LOTTANO OGNI GIORNO PER SOPRAVVIVERE

Più di 1.200 bambini, infatti, sono morti a causa dei combattimenti, e altre 10.000 persone hanno perso la vita per cause indirette legate al conflitto, come la cronica mancanza di forniture mediche e di personale. Circa 1.000 bambini ogni settimana perdono la vita a causa della malnutrizione, della diarrea o di infezioni alle vie respiratorie.
LEGGI TUTTO > http://bit.ly/2ieVyeT
 ·  Translate
8
3
Add a comment...
Contact Information
Map of the business location
Via Volturno, 58 00185 Roma Italy
Via Volturno, 58ITRoma00185
+39 06 480 7001savethechildren.it
Non-Profit OrganizationToday 10AM–6:30PM
Saturday 10AM–6:30PMSunday 10AM–6:30PMMonday 10AM–6:30PMTuesday 10AM–6:30PMWednesday 10AM–6:30PMThursday 10AM–6:30PMFriday 10AM–6:30PM
Google+ URL

Street View

Panorama
Write a review
Review Summary
3.5
5 reviews
5 star
1 review
4 star
1 review
3 star
No reviews
2 star
2 reviews
1 star
1 review
Photos
Scrapbook photo 2
Scrapbook photo 3
Scrapbook photo 4
Scrapbook photo 5
Scrapbook photo 6
Upload public photo
Your Activity
All reviews
MARCO ROSSI's profile photo
MARCO ROSSI
3 months ago
buongiorno, anche io sono stata fermata su un banchettino chiedermi numero conto corrente bancario, carta di credito, devo dire che anche io sono rimasta un po scettica, comunque in seconda sede ho dato i miei recapiti, però mi rimane un dubbio se veramente vadano per una buona causa ....
Response from the owner - 3 months ago
Ciao Marco, vorremmo tranquillizzarti. Le persone che hai incontrato sono dei dialogatori, autorizzati da noi a raccogliere donazioni regolari tramite RID bancario o carta di credito, che sono le tipologie di sostegno che meglio ci permettono di programmare i nostri fondi e risparmiare sui costi di gestione. Per maggiori informazioni ti suggeriamo di leggere la sezione dedicata sul nostro sito: https://www.savethechildren.it/diventa-dialogatore Un caro saluto
Antonio Falconetti's profile photo
Antonio Falconetti
a year ago
Buongiorno, più che una mia recenzione è una spiegazione che vorrei avere in merito alla donazione mensile che appare sugli spot televisivi. Vorrei sapere il motivo per il quale in Italia la quota mensile è di 9 (nove) euro, mentre ad esempio in Germania è di soli 5 (cinque) euro. Grato di un Vs. riscontro porgo cordiali saluti. A. Falconetti
Response from the owner - a year ago
Ciao Antonio e grazie per averci scritto. L’importo della donazione richiesta viene determinato sulla base di vari fattori quali il tipo di aiuto fornito al bambino (per esempio cibo altamente proteico e cure mediche necessarie al trattamento di un bambino gravemente malnutrito), la durata e portata dei progetti di aiuto che vengono realizzati, la disponibilità e l’apertura alla donazione delle persone. In Italia, nonostante il momento storico non facile, continuiamo a registrare molta sensibilità e generosità; attitudini veramente apprezzabili e positive, di cui beneficiano tanti bambini e adolescenti. A tale riguardo desideriamo ricordare che destiniamo, per ogni euro donato, 77 centesimi agli interventi sul campo (dato bilancio 2014 www.savethechildren.it/chi_siamo/bilancio.html) mentre la cifra rimanente serve per raccogliere i fondi e coprire i costi di struttura e personale. Nel 2014, per esempio, è stato possibile portare educazione, protezione, cibo e assistenza sanitaria, aiuti d’emergenza a 4,4 milioni fra bambini e adulti, grazie alla generosità di oltre 330.000 sostenitori in Italia.
natalino orsino's profile photo
natalino orsino
6 months ago
Response from the owner - 6 months ago
Ciao Natalino, siamo interessati a capire il perché della tua valutazione e a chiarire tutti i tuoi eventuali dubbi o perplessità. Se vuoi puoi anche scriverci a social.italia@savethechildren.org Grazie
Gianmarco Scapini's profile photo
Gianmarco Scapini
9 months ago
Stamattina vedevo due ragazzi in pettorina aspettare persone all'uscita del banco di Napoli, braccarle e a volte anche con contatto fisico come una mano sulla spalla o tirare per il braccio e criticare chi non era interessato a ciò che proponevano. Dicevano di appartenere a Save the children e chiedevano donazioni per i bambini poveri, italiani e di tutto il resto del mondo. Solo per essermi fermato a parlare dopo 2 secondi mi stavano chiedendo se avevo conto corrente o carta di credito e che carta fosse, spingendo in maniera invadente ed insistente per farmi fare la donazione e per farmi lasciare dati sensibili come numero di conto o carta, numero di telefono e indirizzo, in piedi su un marciapiede davanti a sconosciuti. Sono rimasto allibito. Volevo chiedere se fosse normale, se fosse anche questo parte del modus operandi delle onlus. In caso di risposta affermativa vi invito ad allestire almeno dei mini stand con una sedia e un banchetto ed un minimo di privacy invece da mandare questi come dei PR di una discoteca ad acchiappare gente. Chi è davvero interessato state pur certi che si ferma! Attendo delucidazioni, grazie
• • •
Response from the owner - 9 months ago
Ciao Gianmarco, grazie per la segnalazione. Nella raccolta fondi tramite i dialogatori abbiamo firmato un documento di buone prassi per garantire ai nostri sostenitori affidabilità, trasparenza e sicurezza. Se nel caso che ci segnali tutto questo non è avvenuto ma, al contrario, hai notato insistenza e scarsa professionalità, siamo interessati ad approfondire l'accaduto per far sì che non si verifichi più. Ti invitiamo, quindi, a contattarci allo 06.4807.0063 oppure a scriverci (raccontando nel dettaglio anche il luogo e l'orario in cui si è verificato l'evento) a rita.rossi@savethechildren.org Grazie mille per la collaborazione!
marisella tresiana's profile photo
marisella tresiana
6 months ago