Profile cover photo
Profile photo
giovanni laurito
28 followers
28 followers
About
Posts

Post has attachment
Il tempo giusto, quello sbagliato.
Seduto sui gradini di casa
sua, all’ombra del piccolo pergolato, aspettavo che Walter si decidesse ad
uscire. Mi aveva dato appuntamento per le quattro per giocare a pallone, ma
come al solito con lui non potevi essere certo di niente. Avevo bussato
ripetut...
Add a comment...

Post has attachment
No, grazie, il caffè mi rende nervoso
Ho sognato che una donna bellissima mi invitava a uscire a bere un caffè con lei. E però c’è questo problema che io non bevo caffè. Non prendo niente del tutto. I baristi del mio paese mi odiano perché non vedendomi da loro credono che io sia cliente di un ...
Add a comment...

Post has attachment
Quella porta
E sei di nuovo davanti a quella
porta. E’ un varco, certo: ma sarà una via
d’entrata o d’uscita? Tu non lo sai, ma forse neppure
t’importa. Ormai per te è un’abitudine. Dopotutto, star lì, con le gambe
penzoloni, la gonna ampia oramai trapassata dal tempo e...
Add a comment...

Post has attachment
L'ho scritto per te.
“L’ho
scritto per te”, le disse, mentre le porgeva un foglio ripiegato in quattro. Lei
sembrò imbarazzata, “cos’è?”, gli chiese mentre tendeva entrambe le mani, come
se quel sottile velo di cellulosa dovesse pesare ben più di un paio di grammi.
Eppure era c...
Add a comment...

Post has attachment
Il suono del silenzio
Attendo una sentenza importante che non arriva, e la cliente, in ansia, mi chiede di interpretare il silenzio dei magistrati: "sarà che intendono darci ragione e però hanno bisogno di più tempo per motivare?" "Ma il caso era facile, bastava poco, se stanno ...
Add a comment...

Post has attachment
Il dio delle formiche
Sulla terrazza della casa al mare, osservo il percorso di una
formica. Pare sappia davvero cosa fare, lei, anche quando vaga in tondo. Cerca
cibo, forse, o amore, chiss à . Magari
la traccia di un compagno, un segno di appartenenza. È qui, a pochi centimetr...
Add a comment...

Post has attachment
In soli tre giorni questo racconto è nella top five dei post da quando ho aperto il blog tanti anni fa. Grazie a chi l’ha già letto e a chi lo leggerà 😊
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Mettiti nelle mie scarpe
Nicola rovistava sotto la scala. Tirò fuori un paio di
scarpe da ginnastica malandate. Tolse quelle buone e le calzò. Era pronto per
la partita. Minicantonio disse: “bella pensata, così mamma non mi rompe il cazzo”,
e si levò pure lui i mocassini già consum...
Add a comment...

Post has attachment
Quel che non ti serve
Sono la porta che si apre Il telefono che squilla. Il conforto che di solito non trovi. La passione algida.  La camomilla. Il pensiero per poter dormire sola. La forza per alzarti ancora e vedere come andrà a finire. Sono il verso di quella canzone, l’uomo ...
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded