Profile cover photo
Profile photo
Patrizia Terzoni
791 followers
791 followers
About
Posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Sono arrivati i dati che tolgono la parola agli ipocriti: a Fabriano la disoccupazione è arrivata al 23%.
Ma questi dati non riescono a fotografare in modo completo la realtà perchè non tengono conto dei cassaintegrati nè dei NEET ossia i giovani che non studiano né cercano occupazione. Non tengono conto nemmeno della crisi delle partite IVA che magari fatturano ma spesso senza riuscire a coprire le spese fisse.
SONO DATI CHE NON FANNO ALTRO CHE UFFICIALIZZARE UNA SITUAZIONE TRISTEMENTE NOTA a chi vive e frequenta il territorio fabrianese. Una situazione che fa cadere il velo di ipocrisia con il quale per decenni si e tentato di mascherare la situazione che si è andata aggravando anno dopo anno.
Questi dati sono anche conseguenza di UNA POLITICA CHE PER ANNI HA ABDICATO DI FRONTE A UNO DEI SUOI DOVERI E COMPITI lasciando il territorio ingestito e preda dei “prenditori” di turno come se le conseguenze e le ripercussioni sociali delle loro operazioni non dovessero riguardare prima o poi chi amministra una comunità.
Una politica fatta spesso dai mandanti degli stessi imprenditori che HANNO CAMUFFATO LA DELOCALIZZAZIONE CON UNA PAROLA PIÙ ACCETTABILE ossia “INTERNAZIONALIZZAZIONE” distribuendo soldi a pioggia con l’unica conseguenza di portare la produzione all’estero. Per far ingoiare il boccone amaro, anni ed anni di cassa integrazione che ha portato solo a togliere professionalità e dignità dando false speranze ai lavoratori e togliendo loro competitività nel mercato del lavoro.
FABRIANO È GIÀ STATA INSERITA DA TEMPO ALL’INTERNO DELLE AREE DI CRISI INDUSTRIALE con l’accordo di programma che fino ad oggi non ha prodotto nulla a causa della burocrazia e di condizioni di accesso al credito che consentono ai soliti pochi privilegiati di potervi attingere (http://www.sviluppoeconomico.gov.it/…/crisi-industriale-com…)
E NONOSTANTE QUESTA SITUAZIONE, L’ATTUALE AMMINISTRAZIONE FABRIANESE SI PERMETTE DI MANDARE ALL’ARIA L’AVVIO DI UN MASTER DI SECONDO LIVELLO (“Arte Scienza – Medicina Musica Tecnologia”) IN ACCORDO CON L’UNIVERSITÀ CINESE DELL’HENAN , l’Università Politecnica delle Marche e l’ Accademia dei Musici. Un progetto ai fabrianesi quasi sconosciuto, che sicuramente non avrebbe potuto sostituire tutti i posti di lavoro persi dell’Industria, ma aveva almeno i pregi di dare UNA VISIONE DIVERSA DELLA CITTÀ E DI AVVIARE UN PERCORSO DIVERSO E PARALLELO AL SETTORE INDUSTRIALE. Un progetto logicamente accolto a braccia aperte dalla vicina Jesi che non si è lasciata sfuggire la possibilità di avere centinaia di studenti stranieri, che dormiranno, mangeranno e vivranno per un intero anno in città!
FINCHÉ FABRIANO SARÀ GUIDATA CON ARROGANZA E SULLA BASE DI PERSONALISMI E INTERESSI CORPORATIVISTICI IL FUTURO AVRÀ UN ASPETTO SEMPRE PIÙ CUPO. Magari quegli stessi personaggi si ripresenteranno alle prossime elezioni con progetti mirabolanti e tante buone intenzioni.
VI PREGO, ANCHE PER LA VOSTRA DIGNITÀ: RICORDATE COSA HANNO FATTO!

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded