Profile cover photo
Profile photo
Dott. Guido Zanzi - Medico Chirurgo Estetico
2 followers
2 followers
About
Posts

La struttura sanitaria risponde a prescindere dal rapporto con il medico che ha eseguito l’intervento

Con riferimento alla posizione della struttura sanitaria, il Tribunale di Milano respinge la difesa della convenuta secondo cui la stessa si sarebbe limitata a mettere a disposizione i locali nei quali si è svolto l’intervento, rimanendo estranea alla prestazione sanitaria.

Viceversa, deve affermarsi che la casa di cura, con l’accettazione della paziente ai fini del ricovero per l’intervento programmato, ha concluso con l’attrice un contratto atipico di spedalità e di assistenza sanitaria, da cui conseguono obblighi non solo lato sensu alberghieri, ma altresì di messa a disposizione del personale medico ausiliario, del personale paramedico e dell’apprestamento di tutte le attrezzature necessarie, anche in vista di eventuali complicazioni od emergenze.

Ne consegue che la responsabilità della casa di cura nei confronti del paziente ha natura contrattuale e può conseguire, ai sensi dell’art. 1218 cod. civ., all’inadempimento delle obbligazioni direttamente a suo carico, nonché, in virtù dell’art. 1228 cod. civ., all’inadempimento della prestazione medico-professionale svolta direttamente dal sanitario, quale suo ausiliario necessario, pur in assenza di un rapporto di lavoro subordinato, comunque sussistendo un collegamento tra la prestazione da costui effettuata e la sua organizzazione aziendale, non rilevando in contrario al riguardo la circostanza che il sanitario risulti essere anche “di fiducia” dello stesso paziente o, comunque, dal medesimo scelto (cfr., Cass., n. 13953/2007 e n. 1620/2012).

La responsabilità della struttura sanitaria (pubblica o privata che sia) sussiste, infatti, sia in relazione a propri fatti d’inadempimento (ad esempio, in ragione della carente o inefficiente organizzazione relativa alle attrezzature o alla messa a disposizione di medicinali o del personale medico ausiliario e paramedico o alle prestazioni di carattere alberghiero), sia per quanto concerne il comportamento dei medici, trovando applicazione la regola posta dall’art. 1228 cod. civ., secondo cui il debitore che, nell’adempimento dell’obbligazione, si avvale dell’opera di terzi, risponde anche dei fatti dolosi o colposi di costoro, ancorché non siano alle sue dipendenze: si tratta della responsabilità per fatto dell’ausiliario o preposto, che prescinde dalla sussistenza di un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato, assumendo, invece, fondamentale rilevanza la circostanza che dell’opera del terzo il debitore originario comunque si avvalga nell’attuazione del rapporto obbligatorio. La responsabilità dell’ente, pertanto, trova fondamento, non già nella colpa (nella scelta degli ausiliari o nella vigilanza), bensì nel rischio connaturato all’utilizzazione dei terzi nell’adempimento dell’obbligazione.
#medicochirurgoesteticoVidigulfo   #vidigulfo   #medicochirurgoestetico   #medico   #chirurgoestetico   #dottorguidozanzi  
Add a comment...

Il dott. Guido Zanzi effettua la prima visita gratuita per:
Labioplastica Ringiovanimento vaginale. 
Contatta il dott. Zanzi per fissare con lui una visita gratuita e totalmente senza impegno.
Promozione applicabile alle seguenti province:
Lombardia
 Milano
 Pavia
 Varese
Valida fino al Martedì, 15 Dicembre 2015
#medicochirurgoesteticoVidivulfo   #viduvulfo   #medicochirurgoestetico   #dottorgiudozanzi  
Add a comment...

La definizione chirurgo estetico, nella prassi normale e comune , è adoperata per definire tutti i Medici Chirurghi che svolgono intrerventi di chirurgia plastica ed estetica, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno conseguito la specializzazione. In particolare solamente chi ha conseguito la specializzazione, in Italia o all’estero, può definirsi Chirurgo plastico ovvero specialista in Chirurgia Plastica.
Ricordiamo, per chiarezza, che la definizione Chirurgo plastico si riferisce a chi ha conseguito la specializzazione, mentre la definizione chirurgo estetico è una definizione a chi non corrisponde una determminata specialità in quanto in italia, (a differenza che in altri paesi) la specializzazione in chirurgia estetica non esiste, ma esiste un’unica specialità che comprende la Chirurgia Plastica sia Ricostruttiva che Estetica.
#medicochirurgoesteticoPavia   #pavi   #medicochirurgoestetico   #medico   #chirurgoestetico   #dottorguidozanzi  
Add a comment...

Il Dott. Guido Zanzi è uno specialista in Medicina Estetica e Microchirurgia laser, che esercita da oltre vent'anni la libera professione.

Laureatosi in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Pavia, si è successivamente specializzato in Medicina Nucleare.

Grazie alla sua esperienza è stato coordinatore del Centro Laser Pluridisciplinare presso la Casa di Cura "Columbus" di Milano, ma anche consulente del Dipartimento laser chirurgia per l'Istituto Nazionale Cura Tumori di Milano. Il Dott. Zanzi è attivo nella ricerca e nello sviluppo dell'utilizzo di laser, filler e biorivitilazzanti. Il Dott.Zanzi è C.T.U. presso il Tribunale di Pavia per la Medicina Estetica e la Lasechirurgia.

Esperto nell'uso dei fillers cutanei da più di 25 anni, il Dott. Zanzi effettua le sue visite specialistiche presso il Centro Polispecialistico Cadore di Milano, presso il Centro Montenapoleone di Milano e presso il Centro Medico le Torri di Gallarate (Va) ed a Pavia.

All'interno della struttura il Dott. Zanzi esegue i seguenti interventi:

Uso dei fillers cutanei per la correzione delle rughe e il modellamento del viso
Biostimolazione e biorivitalizzazione del viso, collo e décolleté
Uso dell'acido ialuronico
Uso della tossina botulinica
Microchirurgia laser per la correzione degli inestetismi cutanei
#medicochirurgoesteticoPavia   #medicochirurgoestetico   #chirurgoestetico   #dottguidozanzi  
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded