Profile cover photo
Profile photo
Orizzontinternazionali
2 followers -
Un sito di approfondimento degli eventi e delle dinamiche internazionali con un focus particolare su Asia e Africa.
Un sito di approfondimento degli eventi e delle dinamiche internazionali con un focus particolare su Asia e Africa.

2 followers
About
Posts

Post has attachment
Have you ever thought that through dance and creativity you can escape poverty?
Anno's Africa is an English charity that offers an alternative arts education to orphans and vulnerable children in some of Africa’s most overpopulated and poorest slums in the world.
We talked with Bee Gilbert (director of Anno’s Africa) and Anna Nygh (dance teacher) about the project and about how dance and art can be important resources to escape from poverty. #interview
Add a comment...

Post has attachment
Che ruolo hanno i social media nelle proteste e nell'attivismo sociale? Ne abbiamo parlato con Paolo Gerbaudo, professore di Digital Culture and Society al King’s College di Londra, in questa #intervista.
Add a comment...

Post has attachment
Marco Panzetti è un fotografo documentarista; il suo lavoro si concentra su questioni contemporanee legate all’identità, alle migrazioni, all’ingiustizia e sviluppo sociale.
Con lui abbiamo parlato di fotografia e migrazioni. Marco ci ha raccontato le sue esperienze dirette che hanno dato vita al suo lavoro “The idea of Europe”. #interviste
Add a comment...

Post has attachment
Sono tornate le nostre rassegne settimanali! Per restare sempre aggiornati sui principali avvenimenti di Asia e Africa.
Ecco tutta la settimana di Cina e Corea del Nord. #rassegna
Add a comment...

Post has attachment
Il nostro contributo su +NipPop  su 散ることのない花, la mostra, che ha avuto un’eco internazionale, che raccoglie 19 lavori in stile manhwa sul tema delle comfort women.
Add a comment...

Post has attachment
E’ risaputo che il Giappone ha difficoltà a venire a patti con il suo passato imperialista: la questione dei libri di storia, le visite dei Primi Ministri al santuario Yasukuni, le dispute territoriali che sono rimaste irrisolte dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e l’apparente incapacità del Giappone di scusarsi per il suo passato militarista minano la fiducia dei Paesi asiatici nei confronti del Giappone.  Recentemente, uno degli ufficiali che contribuirono alla stesura del Kono Statement nel 1993, con cui il Giappone si scusava ufficialmente per i crimini commessi nei confronti delle comfort women (donne reclutate forzatamente per servire come prostitute nei bordelli militari imperiali) ha messo in discussione l’affidabilità delle fonti utilizzate per la Dichiarazione; in seguito a ciò, il Segretario di Governo ha ventilato la possibilità di revisionare la Dichiarazione stessa, in una mossa che ha chiaramente scatenato l'indignazione cinese e coreana. #Dossier  
Add a comment...

Post has attachment
Dalle ultime di Hong Kong, a quelle di Pyongyang: tutte le maggiori notizie della settimana cinese e nordcoreana. #rassegna 
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded