Profile cover photo
Profile photo
BioPills
257 followers -
Il vostro portale scientifico
Il vostro portale scientifico

257 followers
About
Posts

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has attachment
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has attachment
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Analizziamo due tra le principali sindromi neuropsicologiche che hanno reso possibile la dimostrazione dell’esistenza di processi di elaborazione inconsapevole, la visione cieca e la negligenza spaziale unilaterale.

Nel concetto di coscienza ci si imbatte in innumerevoli definizioni ma intuitivamente, seppur in modo riduttivo, ci riferiamo a quella che è l’esperienza in prima persona.

Esperienza cosciente e stato cosciente sono due processi ben distinti: per stato cosciente intendiamo uno stato di veglia che ci permette di essere pronti e reagire agli stimoli esterni, per esperienza cosciente invece la consapevolezza di un determinato avvenimento sensoriale.
Lo stato cosciente è necessario all’esperienza ma quello che analizziamo
ora è la consapevolezza sensoriale.

Post has attachment
Analizziamo due tra le principali sindromi neuropsicologiche che hanno reso possibile la dimostrazione dell’esistenza di processi di elaborazione inconsapevole, la visione cieca e la negligenza spaziale unilaterale.

Nel concetto di coscienza ci si imbatte in innumerevoli definizioni ma intuitivamente, seppur in modo riduttivo, ci riferiamo a quella che è l’esperienza in prima persona.

Esperienza cosciente e stato cosciente sono due processi ben distinti: per stato cosciente intendiamo uno stato di veglia che ci permette di essere pronti e reagire agli stimoli esterni, per esperienza cosciente invece la consapevolezza di un determinato avvenimento sensoriale.
Lo stato cosciente è necessario all’esperienza ma quello che analizziamo
ora è la consapevolezza sensoriale.

Post has attachment
Analizziamo due tra le principali sindromi neuropsicologiche che hanno reso possibile la dimostrazione dell’esistenza di processi di elaborazione inconsapevole, la visione cieca e la negligenza spaziale unilaterale.

Nel concetto di coscienza ci si imbatte in innumerevoli definizioni ma intuitivamente, seppur in modo riduttivo, ci riferiamo a quella che è l’esperienza in prima persona.

Esperienza cosciente e stato cosciente sono due processi ben distinti: per stato cosciente intendiamo uno stato di veglia che ci permette di essere pronti e reagire agli stimoli esterni, per esperienza cosciente invece la consapevolezza di un determinato avvenimento sensoriale.
Lo stato cosciente è necessario all’esperienza ma quello che analizziamo
ora è la consapevolezza sensoriale.

Post has shared content
Alla scoeprta di Halszka – Si può solo immaginare come può sentirsi uno scienziato di fronte ad una nuova specie mai descritta prima: sicuramente una sensazione simile a quella che sente un bambino poco prima di aprire un regalo, perché di fronte alle meraviglie della natura torniamo tutti un po’ bambini.
Questo è ciò che sicuramente è successo al paleontologo Andrea Cau, che descrive nel blog theropoda.blogspot.it l’avventura vissuta, culminata nella pubblicazione di un articolo su Nature scritto da Cau stesso con un team internazionale di ricercatori.
Wait while more posts are being loaded