Profile cover photo
Profile photo
Francesco Gerratana
12 followers -
Le cose sono difficili quando sono spiegate in maniera complicata!!!
Le cose sono difficili quando sono spiegate in maniera complicata!!!

12 followers
About
Posts

Post has attachment
Francesco Gerratana commented on a post on Blogger.
If you are looking for a frontend for windows I have shared this
Windows Frontend with Batch and console output
https://github.com/gerfra/GuetzliBG
Add a comment...

Post has attachment
La SAP GUI è il programma che ci permette di connetterci a SAP, per maggiori informazioni potete leggere il documento SAP NetWeaver. La SAP GUI rappresenta di fatto il programma client che permette all'utente di interagire con l'infrastruttura ed i servizi messi a disposizione dall'azienda che utilizza SAP, ne esistono veramente parecchi, nel mio esempio il focus sarà sulla SAP GUI 7.30 Windows. Un pò di storia prima del 2004 SAP non aveva un sistema client/server in quanto anche i vari competitor giravano su Mainframe in rete locali, un pò come AS/400 che tutti avrete visto nei vari supermercati con il classico monitor a tubo a fosfori verdi, li era ancora il SAP/R2. L'avvento dei servizi SOA sui WebServer e il nuovo mercato aperto da queste specifiche fa nascere NetWeaver che ha lo scopo di collegare SAP a tutti i più disparati sistemi client al nuovo e più evoluto ERP di SAP ossia l'attuale SAP/R3.
Oggi quindi le grandi aziende sono interconnesse nei vari continenti e SAP le fà comunicare agevolmente assolvendo il suo compito in maniera efficiente, sia con delle WEB UI che con delle GUI etc..
Nel nostro esempio la SAP GUI 7.30 ci connette alla base dati demo IDES, che viene utilizzata per la formazione degli utenti SAP. L'installazione è banale, basta scaricare il setup e lanciarlo, ovviamente bisogna avere un sistema windows con tutti i prerequisiti come le librerie e dll correttamente installate, fare attenzione alle impostazione degli antivirus e firewall e sbloccarli opportunamente. La nostra azienda fornitrice del servizio di collegamento a SAP, dovrà averci fornito una serie di parametri di connessione che dovremo inserire nella SAP GUI oltre alle credenziali per entrare nel sistema, una volta fatto questo potete vedere questo video, dove viene spiegata in maniera avanzata la logica che stà dietro la SAP GUI e quali sono i file che vengono scritti nella macchina client, come trovarli e capirne il significato al fine di avere una conoscenza specifica dei fattori che determinano una connessione al sistema SAP. I file utilizzati sono dei file .ini in particolare andremo ad analizzare e modificare il file Saplogon.ini della SAP GUI 7.30.
Di seguito il video SAP GUI How To: Setup, config, Saplogon.ini,SAPgui 7.30 e come sempre andate anche nel forum dove tempo permettendo metterò altre guide.
SAP GUI How To

Was this article helpful? If so, please help the author to keep this site.
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Dopo anni di programmazione nella Zucchetti S.p.A, ho deciso di andare avanti ed ho iniziato la mia avventura nel mondo SAP. I costi per la formazione Zucchetti erano molto elevati ed io fortunatamente li feci come dipendente e quindi pagati dall stezza Zucchetti. SAP è ancora più costoso e si arriva a cifre veramente enormi, ma vista la situazione politico ed economica in Italia ho deciso di condividere gratuitamente le mie conoscenze sul blog e nel forum www.nextechnics.com per dare il mio contributo alle persone che non hanno le possibilità di pagarsi un corso. I problemi principali posso riassumerli in alcuni punti:
1. Trovare un ambiente demo SAP a cui connettersi per esercitarsi.
2. Manualistica ed esempi pratici.
3. Background personale.
Per il primo punto non vi sono grandi problemi, esistono vari servizi online a cui rivolgersi, si paga un abbonamento mensile, trimestrale etc... e si ha una connessione alla demo IDES di SAP. Per la manualistica non sempre ci sono esempri concreti completi, ma per lo più esempi frammentati, o l'help di SAP ma che risulta spesso monolitico per la sua completezza. Poi, quello che per mè è l'aspetto più importante, è la propria esperienza personale precedente, un ragioniere avendo una base commerciale potrà affrontare meglio alcuni moduli per il magazzino, le vendite, gli acquisti, uno con il liceo scientifico capirà in fretta la reportistica i grafici e i moduli sulla finanza, mentre un lavoratore che gìà lavorava su un piccolo software gestionale saprà muoversi meglio nel sistema. Per i programmatori, le cose sono differenti, in quanto esiste il linguaggio proprietario ABAB, e alcuni prodotti SAP che usano Java, ma anche la parte dei dati ovviamente richiede delle competenze sui Database più blasonati, in sintesi una buona logica di base aiuta, ossia aver programmato in un ambiente industriale aiuta molto, in quanto si conoscono già i metodi di lavoro come l'utilizzo di un Framework e di un Repository.
Perchè ho scritto "SAP guide tutorial how to"?
SAP è un mondo immenso, dove è facile perdersi,e richiede un grande sforzo personale ed economico. Nei limiti del mio tempo libero, cercherò di scrivere degli articoli e notizie utili su SAP.
Was this article helpful? If so, please help the author to keep this site.

Add a comment...

Post has attachment
Ultimamente fileserve ha modificato le Api per effettuare il login per gli utenti premium, di conseguenza nessun programma che si poggiava su di esse poteva più funzionare. Visto che PyLoad non ha ancora aggiornato i plugin di fileserve, ho deciso di installare Jdownloader sul Qnap Ts 110, devo dire che non è stata una passeggiata ma alla fine in un paio di ore si fa tutto. Un grande ringraziamento al forum hwupgrade.it, devo dire però che nel complesso la loro guida andrebbe riorganizzata, infatti per un pelo ho installatato la versione migliore di Java consigliata ossia la ejre-1_6_0_10-ea-b39-linux-armv5-sflt-eabi-min-eval-31_jul_2009, non ci ho messo più di 30 secondi ad avviare Jdownloader ed altri 30 secondi ad aggiornalo!!!. Presto, tempo permettendo, pubblicherò una guida integrale con i file già impostati e pronti per l'uso al fine di rendere ancora più semplice l'installazione.



"Jdownloader Qnap Arm Ts-110 guida" si trova qui http://www.nextechnics.com/forum/nas/

Was this article helpful? If so, please help the author to keep this site.

Add a comment...

Post has attachment
Ultimamente fileserve ha modificato le Api per effettuare il login per gli utenti premium, di conseguenza nessun programma che si poggiava su di esse poteva più funzionare. Visto che PyLoad non ha ancora aggiornato i plugin di fileserve, ho deciso di installare Jdownloader sul Qnap Ts 110, devo dire che non è stata una passeggiata ma alla fine in un paio di ore si fa tutto. Un grande ringraziamento al forum hwupgrade.it, devo dire però che nel complesso la loro guida andrebbe riorganizzata, infatti per un pelo ho installatato la versione migliore di Java consigliata ossia la ejre-1_6_0_10-ea-b39-linux-armv5-sflt-eabi-min-eval-31_jul_2009, non ci ho messo più di 30 secondi ad avviare Jdownloader ed altri 30 secondi ad aggiornalo!!!. Presto, tempo permettendo, pubblicherò una guida integrale con i file già impostati e pronti per l'uso al fine di rendere ancora più semplice l'installazione.


"Jdownloader Qnap Arm Ts-110 guida" si trova qui http://www.nextechnics.com/forum/nas/
Add a comment...

Post has attachment
A volte ritornano, già nel 13 maggio 2008 OpenSSL aveva avuto problemi con le chiavi generate da Debian, oggi invece ci risiamo con Heartbleed.
Heartbleed Bug OpenSSL è una falla di questo protocollo che serve a crittografare la comunicazione attraverso la rete, nello specifico è una versione Open di SSL "Secure Socket Layer". In parole povere, essendo linux ed Apache lo strato su cui si regge il 60,70% dei server in giro nel mondo, ecco che i conti tornano e quindi diciamo che la parola catastrofe è adeguata.
Ma come funziona?
Quando un client chiede di aprire una connessione verso un server SSL si attiva il servizio che utilizza i protocolli di handshake e di scambio delle chiavi di cifratura. In questa fase il sistema crittografico svolgere due funzioni:


Autenticazione reciproca del client e del server.
Scambiare fra client e server le chiavi di cifratura da utilizzare nel corso della connessione. Le chiavi sono due per il cliente e due per il server. Una di esse serve per la cifratura dei dati e l'altra per il codice di autenticazione.

Scambiate e verificate le chiavi parte la vera connessione tra i due soggetti e si comincia lo scambio dei dati.
Test your server OpenSSl
Per testare il server a cui ci vorremmo connettere potere usare i tool.
Online tool
http://filippo.io/Heartbleed/
Script python
http://s3.jspenguin.org/ssltest.py
Chrome plugin
https://chrome.google.com/webstore/detail/chromebleed/eeoekjnjgppnaegdjbcafdggilajhpic
Updates
Update OpenSSL at https://www.openssl.org/source/.
Storia Crittografia
Amici, questo fa parte della famosa teoria che dice "se una cosa è fatta dall'uomo non può essere perfetta in quanto esso non è perfetto e quindi l'errore è intrinseco in essa" filosofia... no realtà. Ormai la storia è piena di queste vicende, la mia riflessione, non complottista ma meramente pratica mi fà pensare, se io sapessi più cose di te "magari controllandoti" non te le direi e mi sentirei al di sopra di te e più sicuro. L'intelligence di uno stato, non stà li con le mani in mano, anzi deve stare un passo avanti, guardo troppi film? No, amo la storia ed essendo italiano e romano, vivo in una città immersa in essa, vi rimando a questa lettura http://it.wikipedia.org/wiki/Crittografia_nella_seconda_guerra_mondiale dove in tempi non lontani grazie all'intelligence si vinsero e persero battaglie. Oggi la guerra è sullo spionaggio industriale sul dossieraggio etc.. un gioco molto raffinato che utilizza supercomputer per il calcolo di algoritmi enormi, non per risolvere i veri drammi del genere umano come la ricerca alle malattie, al dna etc, ma per scopi governativi di monitoraggio spionaggio e guerre telematiche. Quindi a mio avviso è impensabile che dietro non ci siano i servizi di Intelligence, e chissà quante sono le backdoors ed i sistemi corrotti, ma adesso non spaventatevi, usate la testa il buonsenso, se i più grandi criminali della terra non hanno nulla di connesso a nessuna rete, ci sarà un motivo, noi ovviamente avremo dei piccoli umani segreti o feticci, ma nel momento in cui ci colleghiamo potremmo non esssere più i soli a conoscerli. Per quanto riguarda le transazioni di tipo economico basta avere un sms di avviso nel momento in cui ci sono dei movimenti sul conto.

Was this article helpful? If so, please help the author to keep this site.
Add a comment...

Post has attachment
Ho fatto un salto nel passato ed ho deciso di installare sul Raspberry pi Quake 3 Arena.
Ci sono riuscito al primo colpo senza fatica, questo però ricompliandolo da capo, infatti
all'inizio avevo scaricato dal forum ufficiale di Raspberry il pacchetto già compilato
da altri, ma un vero disastro errori di ogni tipo file che puntavano a librerie di chissà
quale distro, etc... Con questa procedura non avrete errori come questi:
Fix vchiq_lib: Very incompatible VCHIQ library
Fix WARNING: pak0.pk3 is present but its checksum is not correct
Ecco il video che ho fatto su un monitor 47 pollici, con tanto di mappa mod di Mario Arena.
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=A7DbqJPx30s
Ho abilitato con i cheats tutte le mappe e personaggi per farlo basta premere "^"
e dalla console digitare i codici, ve ne metto un pò

Sbloccare i livelli a livello abilità 1
/iamacheater

Sbloccare i livelli a livello abilità 100
/iamamonkey

Skin segreta di Sarge
/model sarge/krusade

Invincibilità
/god

Tutte le armi
/give all

La guida la trovate qui nel forum Raspberry pi quake 3 install
Add a comment...

Post has attachment
Popcorn Time how to, la nuova frontiera del p2p dello streaming video torrent. Nulla di nuovo si potrebbe pensare, i soliti nodi, peer, leechers e seeders, ma con una salsa più specifica, infatti questa volta si punta ai soli file video e lo si fà bene, con un applicazione leggera ed una grafica pulita e funzionale. Ma qual'è il surplus? Eccoci, la possibilità di vedere il video senza averlo precedentemente scaricato, in qualità HD via streaming e sottotitolato in varie lingue. Ma come funziona? Semplice, basta vedere lo spropositato numero di connessioni che apre ai più disparati ip della rete, visibili in chiaro, quindi si sarete visibili, e contribuirete anche voi attraverso la cache del video allocato nel vostro disco. Detto questo, sarebbe opportuno mettersi al sicuro dietro un proxy e magari usare una macchina virtuale per avere un minimo di sicurezza. È legale? Be non penso servano parole, ma buonsenso, secondo voi un film appena uscito in bluray può essere visto gratis? Quindi si è illegale detenere copie di film sul pc senza averne la licenza, ovviamente il p2p và avanti da un pezzo, ed in passato alcuni seeder hanno pagato delle multe enormi. Ecco il link per il download del Popcorn Time, a voi la scelta. Qui sotto lo vedete in funzione in un desktop virtualizzato da Comodo Firewall.
Add a comment...

Post has attachment
La connessione wifi per raspberry pi tramite usb donlgle è semplice, anche se non si dispone di una chiavetta wifi EDIMAX. Avendo già una chiavetta wifi Zyxel G-220 non ho voluto acquistarne altre, anche perchè ha delle caratteristiche molto interessanti, infatti può essere usata sia come ricevitore che come Access Point. Presto scriverò una guida per aiutare chi non è riuscito ad installarla, visto che bisogna anche settarla in modalità ricevitore e non AP, per adesso ho caricato un semplice video che la mostra in funzione.
PS: per chi ha fretta il comando per settarla in modalità client è
sudo iwconfig wlan0 mode managed

Molti hanno un errore:

Error for wireless request "Set Mode" (8B06) :
SET failed on device wlan0 ; Invalid argument.

Fix solution "Set Mode" (8B06)

Questo si risolve semplicemente, dovete prima stoppare la scheda metterla DOWN. Anche qui molti sbagliano ancora pur sapendo i comandi, in quanto essi vanno eseguiti insieme e non in successione, per farlo basta usare un punto e virgola tra i due comandi.

Quindi eseguite:

sudo ifconfig wlan0 down;sudo iwconfig wlan0 mode managed

oppure potete settarla in modalità

iwconfig wlan0 mode ad-hoc (peer to peer mode)

iwconfig wlan0 mode master (access point mode)

raspberry pi wifi usb setup

Raspberry pi usb wifi ssh vnc with usb dongle Zyxel

Ciao a tutti, e seguite prossimamente la guida sul forum Nextechnics.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded