Profile cover photo
Profile photo
francesco nicodemo
1,600 followers
1,600 followers
About
francesco's posts

Post has attachment
Tra un paio di settimane saranno 20 anni esatti dalla vittoria di Berlusconi alle elezioni del ‘94. Il mito fondativo berlusconiano, il bagaglio culturale, il linguaggio verbale e quello del corpo, tutta la sua narrazione ha talmente influenzato il nostro tempo che risulta quasi impossibile, quasi imprescindibile da lui, raccontare qualsiasi altra epifania politica se non in relazione a quello che Berlusconi ed i suoi anni sono stati.

Post has attachment
La politica ha sempre avuto una forte dimensione comunicativa e simbolica. E poiché non c’è politica senza rituali, non c’è rituale senza simboli. In questa affermazione va sicuramente inquadrato il primo viaggio all’estero di un premier: un rito formalizzato che proprio attraverso il linguaggio simbolico concentra l’attenzione di chi partecipa/osserva su contenuti pregni di significato.

Post has attachment
Renzi arriva ai cittadini nello stesso modo diretto e senza intermediazioni di sorta. Ha capito bene che la prima e più urgente iniziativa politica è ricostruire ‘la connessione sentimentale con il popolo’. Renzi sa che questo ’sentimento popolare’ è la spinta fondamentale per fare le riforme istituzionali ed economiche così necessarie alla modernizzazione del Paese. In poche parole il suo compito è incanalare questa energia per cambiare (e non abbattere) il sistema democratico della nazione.

Post has attachment
Diciamoci la verità, il grande dibattito pubblico intorno alla legge elettorale ha riportato fuori alcuni stereotipi della sinistra italiana, davvero duri a morire. Il primo e forse quello più invalidante di tutti è la paura di Berlusconi.

Post has attachment
In maniera sorprendente la spinta propulsiva del MoVimento si è già esaurita. Non basterà alzare il tiro ed i toni, non basterà dipingere scenari cupi ed apocalittici, non basterà gridare e istigare alla dinamica amico/nemico. Il nuovo PD vuole portare il paese fuori dalla palude e siamo già in marcia, come dimostra l’accelerazione sulla legge elettorale. La fiducia rilevata nel nuovo corso dimostra che questa è la strada giusta: se la politica fa le cose, non c’è spazio per parossismi e populismi di sorta. Come ho scritto altre volte, il PD è pronto a riportare quei voti a casa.

Post has attachment
Ma scusate cosa vi aspettavate? Pensavate davvero che stessimo scherzando? La rupture di cui tanto spesso abbiamo parlato non può essere un pranzo di gala, non chiede permesso né ‘per favore’.

Post has attachment
Per questo le scuse stanno a zero, gli alibi stanno a zero. Lo ammetto, il dialogo finale del film mi ha dato, per la prima volta con tanta chiarezza, la consapevolezza delle responsabilità che la nuova segreteria si porta addosso. Una responsabilità da far tremare i polsi. Una responsabilità da cui nessuno può tirarsi indietro.

Post has attachment
Se c’è un compito che la politica, a partire dal PD, deve assumersi pienamente nel 2014, è quello di riconnettersi prepotentemente a questa volontà di cambiamento che attraversa la società, e che in parte abbiamo intercettato con le primarie di dicembre.

Post has attachment
Lunedì sera, dopo la partita del Napoli, Luciano, Tommaso, Fabio, Pasquale e io ci siamo incontrati a Piazza Bellini e ci siamo interrogati sui motivi del nostro impegno a sostegno di Matteo Renzi. Così abbiamo provato a scrivere perché ci candidiamo qui a Napoli e quale cambiamento vogliamo provare a rappresentare.

Di quale leadership parliamo quando parliamo di Matteo Renzi?
Wait while more posts are being loaded