Profile cover photo
Profile photo
Samuele Editore
125 followers -
Editore specializzato in Poesia
Editore specializzato in Poesia

125 followers
About
Communities and Collections
Posts

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Gli occhi hanno stipiti d’alba
cavalcano l’impresa della fine
con pupille di seta fanno
l’inventario erotico della conoscenza

ho paura di addormentarmi
e non trovare più al risveglio
l’ospitalità plurale del tempo
il limite condiviso
il futuro vacante
il volto inferiore dell’istante
e accompagnare il mondo
alla resa dei conti
sarò vetta o sogno sleale
nella traccia di questa durata.

Voglio un millennio di magnolia assoluta
risorgere in errore superlativo
il puro incanto di allucinazioni artigianali
smascherare le concatenazioni sfigurate
dei congegni di questo inganno
ascendere il mistero corporeo
in nave egea nel racconto della rosa mutabilis
al faro di clorofilla del pensiero.

"Piano di evacuzione", Flaminia Cruciani (Samuele Editore 2017, collana Scilla, prefazione di Marco Sonzogni)
Add a comment...

Post has attachment
The gold body was a cup full of voices
that edged time,
not finding the shape of the fold of the hand above
god, the threshes, the manifestation,
cross hairs and violent deluge.
You were a father and you’re still writing letters
that lead us to fragments.
In the night you must be calm, he says.
In the night you must awaken with full knowing.
In the night you must follow the plan to ask nothing.
In the night you will be led back by a dog.
Sometimes the dog is invisible.
Sometimes everything is invisible.
In the night the land is not your land
but a language that magnifies
the indifference of your own thigh.

Someone is calling but not to you.
You are calling but not to them.

The gold body was a cup full of voices.

"Apocryphal House", Rachel Slade (Samuele Editore 2016)
Add a comment...

Post has attachment
Nel mondo abbiamo solo due certezze:

noi e lo scritto.

La parola viene esatta
solo quando ci attraversa
senza sosta,
senza ratio,
pensa a Paolo di Tarso:

soffia lo pneuma e ne facciamo gramma,

resta impressa
la Parola e fa sostanza,
fa radici
e prospera:

"La vita, le gesta e la tragica morte di Serlone d'Altavilla detto Sarro" (Samuele Editore 2017, collana Scilla, prefazione di Pietrangelo Buttafuoco)
Add a comment...

Post has attachment
Il corpo d’oro era una coppa piena di voci
che delimitava il tempo,
non trovando l’orma della piega della mano sopra
dio, le trebbiature, la manifestazione,
il mirino e un diluvio violento.
Tu eri un padre e scrivi ancora lettere
che ci rendono frammenti.
Di notte devi stare calmo, dice.
Di notte devi svegliarti con una piena comprensione.
Di notte devi proporti di non chiedere nulla.
Di notte un cane ti riporterà indietro.
A volte il cane sarà invisibile.
A volte tutto sarà invisibile.
Nella notte la terra non è tua
ma una lingua che ingrandisce
l’indifferenza della propria coscia.

Qualcuno chiama ma non te.
Tu chiami ma non loro.

Il corpo d’oro era una coppa piena di voci.

"La casa apocrifa" di Rachel Slade (Samuele Editore 2016)
Add a comment...

Post has attachment
Non dà sollievo stringere le labbra,
cucire la terra con le mani. I muri
gettano un’ombra sulle cose
rendendole più dure,
ne allargano i confini.
E sconfina lo sguardo oltre il cemento,
sul pavimento accanto
a cercare una luce che non trema.

"Breve inventario di un'assenza" di Michele Paoletti (Samuele Editore 2017, collana Scilla, prefazione di Gabriela Fantato)
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded