Profile

Cover photo
Leo Sorge
Attended Electronics @ University La Sapienza
2,029 followers|61,670 views
AboutPostsPhotosYouTube

Stream

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Gamification – how it easily rules you You really want a way to free yourself from one of the greatest human burdens? Learn to identify and resist / refuse the phenomenon called gamification (which...
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Habit-forming technologies
a close relative to motivational design.

"It’s the anticipation of receiving the reward that activates the brain’s pleasure centers".

Part I: Design
http://techcrunch.com/2016/02/20/how-to-train-your-human-designing-for-healthier-habits/

Part II: Reenforce
http://techcrunch.com/2016/03/12/how-to-train-your-human-part-ii-products-that-make-habits-last/

We are strongly driven to be consistent with our own past behaviors.
“Once we have made a choice or taken a stand, we will encounter personal and interpersonal pressures to behave consistently with that commitment.”

"There are three types of variable rewards: rewards of the tribe, hunt and self".
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
Le tecniche di gamificazione hanno un buon successo in alcuni campi, ma non in azienda né in fabbrica. Le motivazioni giuridiche non sembrano sufficienti
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Augmented "dronality", not gamification...
http://mashable.com/2016/02/14/drones-gamified/#XIfc.xlE6Eqt
Drones for kids is nothing new, but now toy makers are turning them into games.
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Gamificazione? È fuori dalla fabbrica

Anticipo alcuni elementi di un mio articolo, tratti da “Gamification of Business Processes: Re-designing Work in Production and Service Industry”, di Korn e Schmidt (per il link vedi qualche post fa)

Nella produzione industriale la gamificazione non si è ancora diffusa. Questo è un fatto sorprendente, visto che molti dei suoi processi hanno risultati fisici (ad esempio, il numero di pezzi prodotti all'ora). Questi risultati sono di solito già misurati e trasferiti ai sistemi di business intelligence come Erp (Enterprise Resource Planning) o Pps (Pianificazione della produzione del sistema), quindi gli elementi di base avanzamento, punteggi e classifiche potrebbero essere mostrati con poco sforzo; essendo tutti abituati a conoscerli, il loro uso sembra un passo naturale.
Per la maggior parte, infatti, i produttori sono molto conservatori quando si cambia l'interazione uomo-macchina, preferendo sicurezza ed affidabilità di un sistema sicuro e lento rispetto ad uno nuovo e intuitivo. Parlando d'interazione, è da poco che gli schermi tattili sono entrati negli ambienti di produzione (da uno studio del Fraunhofer Institut).
L'introduzione in fabbrica di aspetti sociali nella gestione della produzione, eventualmente estesa a fornitori e clienti, sta via via avvicinando l'integrazione del motivational design.
 ·  Translate
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Makers and Production Gamification: is there any point of contact?
I'm gonna ask my self this question, after I read Korn and Schmidt's work.

In particular, I am interested in part 4, Gamification in service and production industry

"We present a recent approach of applying gamification in the domain of industrial production".

https://www.researchgate.net/publication/283960142_Gamification_of_Business_Processes_Re-designing_Work_in_Production_and_Service_Industry
1
Add a comment...
Have him in circles
2,029 people
funklassik in da house's profile photo
antonio catello's profile photo
Gianni Macalli's profile photo
Notte News's profile photo
Francesco Lensi's profile photo
Giuseppe La Rocca's profile photo
TheCoevas Maurizio Verdiani's profile photo
danilo micelli's profile photo
Diego Storani's profile photo

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Contro la (parola) Gamification
Ho commentato un pensiero di Alessandro Nasini su Linkedin.

Vedo il tuo pensiero dietro ed oltre questo post... con me sfondi una porta aperta, ma forse lo sai già. Ho litigato su Linkedin e altrove sulla deformata prospettiva del termine "gamificazione", dovuto al fatto che i videogiochi sono stati la prima fonte di "big and actionable data" per verificare meccaniche, ovvero interazioni direttamente misurabili. Basta non chiamarla così e partire dal motivational design, che citi (non è la stessa cosa, ma va benissimo, io preferisco questo termine). Tu, in realtà, punti alla confluenza nel grande mare del service design. Che c'è.
 ·  Translate
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Distinguishing gamification from reward and incentive programs

http://www.cmswire.com/social-business/discussion-point-is-gamification-more-than-a-bribe/
Do gamification strategies really motivate employees and customers? Are they valid ways to recognize, reward and encourage a deeper learning of concepts for better business outcomes — and push p
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Octalysis works fine in the factory environment

I asked +Yukai Chou, the gamification guru well known for his Octalysis framework, if his metodolgy applies to the industrial environment.

His answer reveals a strong, hidden element: the quantity of field work heavily depends on the exactness describing the application context.

I really thank Yu-kai for his help.

"Indeed Octalysis applies to factory settings - as long as you can define a behavior, the 8 Core Drives are relevant".

"Some car manufacturers have been looking at solutions on that too, which I gave some advice on. However, the solution depends on your environment and context, so hard to give you exactly what your solution would be without spending a lot of field work understanding the factory"
.
Gamification, Gamification Examples, and Behavioral Design.
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
 
Social engineering: gamificazione Vs social network

Gamificazione e social network fanno parte della più ampia categoria del social engineering. La contestualizzazione sul dato è un elemento aggiunto al paradigma sociale dalla Decisyon di Cosimo Palmisano, startup con il più alto funding di sempre per un'azienda italiana (44 milioni di dollari)

Motivational design, contextual social network, Kpi, cruscotti, decision making, automazione destrutturata, parafelicità

1. Contextual social collaboration
La social collaboration ridisegna il flusso di lavoro, rendendolo immediatamente rispondente alle necessità dei singoli passi e riducendo grandemente il tempo complessivo di risoluzione del problema o di esecuzione del flusso. Ma i social sono dispersivi e per ottenere questi risultati c'è bisogno di estrema focalizzazione.
“Noi abbiamo inventato la social collaboration in context”, spiega Cosimo Palmisano, Vp Decisyon, quindi lavoriamo su punti già definiti e direttamente misurabili”. I punti sui quali agire sono tipicamente i più importanti Kpi, indicatori di prestazione, inseriti o meno in un cruscotto di controllo gobale o parziale. In questo modo è semplice vedere l'aggancio con la gamificazione: analisi dei dati in automatico, cruscotto, decisioni.
“E' a questo punto che inseriamo gli elementi sociali, permettendo a chiunque sia operativo su quei dati di chiedere la collaborazione a qualsiasi altro individuo del network aziendale, in barba a posizioni e tempi della gerarchia”, continua Cosimo; “cliccando sull'indicatore si lancia un aspetto social collaboration contestuale, che migliora di molto il processo di decision making”.
Decisyon permette lo scambio di informazioni fortemente agganciate alle varie fonti di dati, che possono essere le più eterogenee. Opera quindi in ottica big data, internet delle cose.

2. Alla ricerca di parafelicità
Perché le persone devono collaborare in azienda? Perché lo dice il capo, certo; questo è il vecchio sistema ma è sempre usato. Oggi esistono motivazioni più importanti, che rientrano nella categoria di generatori di parafelicità: per il piacere di far qualcosa con un altro, perché si condivide un compito, perché il compito è troppo complesso per una sola persona, perché l'incaricato non ha i saperi necessari per chiudere quel task. La parafelicità crea un clima di competizione interna in senso positivo, non stressante.
Ma si sta facendo strada anche un'altra possibilità: per la condivisione del rischio, perché più persone lavorano ad una cosa, maggiore è la quantità di lavoro, migliore e più robusto il risultato.
La social collaboration è un meccanismo dal basso (bottom up), mentre la gamificazione sostanzialmente parte dall'alto (top-down). Forse per questo dovrebbe essere usata prima tra gli esecutivi e poi in fabbrica o in azienda.

3. Dati destrutturati -> automazione destrutturata
Noi conosciamo il motivational design e lo riteniamo uno dei possibili scenari futuri, ma non presenti. Il MD si basa su una valutazione quantitativa del lavoro dei singoli e sull'assegnazione di ricompense. Al momento l'accettazione complessiva del fenomeno in azienda e in fabbrica sta girando intorno a due punti: che la ricompensa (reward) debba essere economica, o meno; che la valutazione del singolo sia affidata unicamente a parametri numerici e/o temporali. La gente non vuole sentirsi misurata.
A noi le aziende non chiedono dettaglio sui singoli, bensì sull'ottimizzazione dei processi decisionali (non solo nel complesso ma anche sulle singole azioni, mail telefonate) ed eventualmente sul margine.
Certo è che dati non strutturati richiedono approcci non strutturati. Più aumenta la complessità ed eterogeneità dei dati, più servono ingegnerie sociali per l'automazione destrutturata. E tutto potrebbe cambiare con il grado di penetrazione dell'IoT.
 ·  Translate
1
1
Add a comment...

Leo Sorge

Shared publicly  - 
Yu-kai Chou gives out the first Gamification Certificate on Octalysis and explains the process behind the path of becoming an Octalysis Gamelite.
1
Add a comment...
People
Have him in circles
2,029 people
funklassik in da house's profile photo
antonio catello's profile photo
Gianni Macalli's profile photo
Notte News's profile photo
Francesco Lensi's profile photo
Giuseppe La Rocca's profile photo
TheCoevas Maurizio Verdiani's profile photo
danilo micelli's profile photo
Diego Storani's profile photo
Work
Occupation
wasting my time
Basic Information
Gender
Male
Story
Tagline
write, think, organise
Introduction
Western pattern is wrong.
Education
  • Electronics @ University La Sapienza
Links
YouTube
Other profiles