Profile cover photo
Profile photo
Studio di Psicologia e Psicoterapia Dott.ssa Olga Solmi
7 followers
7 followers
About
Posts

Post has attachment
Parigi, 15 gennaio 1622, nasce Molière.
Pseudonimo di Jean-Baptiste Poquelin è stato un commediografo e attore teatrale francese.

Nell'opera più famosa "Il malato immaginario", interpreta Argante: "Infermo e malato come sono, voglio procurarmi un genero e dei parenti medici, per avvalermi di buone difese contro la mia malattia, avere nella mia famiglia la fonte dei rimedi che mi sono necessari, anche per consulti e ricette".

La riflessione su quanto questo "malato immaginario" abbia la necessità di trovare conferme del suo stato di salute (precario, ovvero di malattia), nelle persone che lo circondano. Quest'ultime che approfittando della situazione di Argante arricchiscono le proprie casse improvvisandosi curatori delle numerose malattie che il protagonista crede di avere.

In quest'opera Molière mette in scena l’uomo nel suo momento più tragico, quando è vittima dei propri miti, del proprio credo. Il caso ha voluto che lo stesso Molière muoia poco dopo la fine della quarta recita della pièce in cui aveva vestito i panni di Argante, sempre a Parigi il 17 febbraio 1673.

Questo è uno dei pericoli più grandi: la realizzazione concreta della malattia che in precedenza non aveva una certa manifestazione fisiologica.

Un'opera dal carattere satiro, con un grande fondo di verità!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Nuovo anno e nuovi incontri in studio, questa volta ci incontreremo in orario serale, dalle 20:30 alle 22:00!

Abbiamo chiuso il 2018 con il tema della coppia, ed è proprio da questo tema che riprenderemo a confrontarci il prossimo mercoledì 30 gennaio. Il focus sarà centrato sul vivere e sperimentare il disaccordo dentro la coppia, via regia per conoscersi meglio e darsi la possibilità di trovare un accordo insieme.

A febbraio parleremo di obiettivi, aspettative e planning stagionali disattesi da performance sotto tono dalle quali si fatica a riprendersi. Cosa succede all'atleta e/o alla squadra in questa situazione? Come fare fronte alla situazione in termini individuali e di gruppo? Sportivi, allenatori, preparatori, staff dirigenziali, vi aspetto!

A marzo avrò il piacere di affrontare un tema scottante: il panico. Vissuto che nasce (apparentemente) da situazioni tranquille, serene ed evolve in qualcosa di terribile e per molti indescrivibile: mai vissuto prima.

Chiuderemo il primo ciclo di incontri parlando di abbandono precoce della pratica sportiva (drop out). Cosa possiamo fare per prevenirlo, contrastarlo e ridurlo? Chiamo in causa allenatori e dirigenti, genitori per supportare gli adolescenti nella scelta di uno stile di vita sano, che comprenda il movimento.

Vi aspetto in studio, come sempre curiosa delle vostre domande, dubbi e interrogativi!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Nel ringraziarvi per aver dimostrato interesse e partecipazione alle attività e iniziative proposte, colgo l'occasione per augurarvi buon Natale, buona fine 2018 e buon inizio 2019, per un nuovo anno ricco di esperienze e occasioni da cogliere!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Si chiude il primo anno di incontri informativi gratuiti, con il tema: "Scegliersi e continuare a scegliersi: nel cuore della relazione di coppia".

Argomento che si articola in domande, dubbie e spunti di riflessione che ci hanno portato ad interrogarci sull'evoluzione della coppia: chi siamo noi ora, dopo esserci scelti, frequentati, conosciuti? Come mi sento ora io davanti a te? verso dove stiamo andando?
La coppia comprende due persone diverse che camminano insieme uno a fianco all'altro e che hanno una propria identità. L'importanza dell'identità della coppia (noi), e la necessità di ognuno di conservare la propria identità nella coppia (io).
Stare con qualcuno diverso da noi ci mette alla prova, c'è chi sostiene (nei Peanuts) che "non si completa un puzzle con pezzi uguali"...

Buon fine settimana!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Questa sera, "Scegliersi e continuare a scegliersi: nel cuore della relazione di coppia".

Vi aspetto per confrontarci insieme in studio!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Quanto è importante l'ambiente in cui viviamo? Spesso lo diamo per scontato, pensiamo che cambiare qualcosa nella nostra casa sia più un dispendio di risorse (economiche e temporali) che altro, ignari del fatto che l'ambiente in cui viviamo fa la differenza. L'articolo scritto da Berruto è la prova di quanto stare anche per un paio d'ore due-tre volte a settimana, in un ambiente luminoso e curato può modificare il nostro stato benessere.

Link: https://www.problemidivolley.it/berruto-nazionale-peggior-squadra/?fbclid=IwAR3FMjPnkiHqhsWCkrTDucHXs6zthljVkGj_FKXAiHezj-7dTj24-o0f6YY

Buon fine settimana!
Add a comment...

Post has attachment
Mi capita spesso di camminare per le vie del centro di Ferrara e soffermarmi sulle "decorazioni" che un ignoto lascia. Alcuni li chiamano "scarabocchi", altri li vedono come un segno di maleducazione e mancato rispetto.

Questa affermazione la vedo come un'assoluta verità, non una banale "scritta" ma un'affascinante rivelazione!

Il nostro tempo, come lo viviamo, lo riempiamo, lo temiamo, lo consumiamo, dice di noi. La scansione del tempo, il ritmo della nostra giornata è legato al nostro ritmo di respiro.
"Il respiro è quel flusso sotterraneo che in ogni momento ci tiene aggiornati su noi stessi e sul nostro coinvolgimento con l'esistenza e il mondo."
(G. Salonia, "Sulla felicità e dintorni")

Buon fine settimana!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Ieri sera, spunti di riflessione alternativi e decisamente interessanti!

L'errore da parte dell'atleta, la gestione di questo da parte dell'allenatore e la reazione dei compagni di squadra all'errore. Il peso di questo errore per il giocatore, la difficoltà della visione d'insieme: "l'occhio esterno che guarda ciò che succede in campo, quanto percepisce l'errore nell'azione, nel passaggio nella combinazione?", come reagisce la panchina?
La gestione dell'errore è un elemento che porta il giocatore a crescere, anche questa va allenata, la reazione all'errore dice molto del giocatore, di come intende il gioco, la gara, la sua performance, di quanta importanza e responsabilità sente sulle sue spalle (sia in sport individuali che in sport di squadra).

Un'ulteriore visione dell'errore viene fornita dall'arbitro, dal giudice di gara, che non è immune all'errore! Il suo compito è arduo: come gestire i propri errori e allo stesso tempo essere il garante del rispetto delle regole.

Il tempo è volato, la conversazione è stata piacevole e stimolante, grazie ai partecipanti!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Sono soddisfazioni!

Venerdì 19 ottobre sono stata ospite di un incontro inaugurale della stagione pallavolistica del Volley a Bondeno, un grande piacere, un'occasione importante per tutti (genitori, allieve/i, allenatori, dirigenti). Condividere un nuovo inizio, impegnati, preoccupati nel voler trasmettere un messaggio educativo, emozionati (le prime volte sono un misto di timori e coraggio) e carichi e sorridenti, pronti a scattare le foto di rito per inaugurare questa nuova stagione. Che dire? Grazie a voi, e avanti così!
Buon allenamento a tutti e tutte!

Nuovo sito ASD AVB Agonistica Volley Bondeno: http://www.avb-volley-bondeno.it/
Add a comment...

Post has attachment
"Sport e mente: l'errore imperdonabile!"

Mercoledì 21, cominceremo a parlare di questo tema dall'affermazione di Bob Marley: "Non giudico le persone dai loro errori, ma dalla loro voglia di rimediare".

Non solo ambito sportivo quindi, l'incontro è pensato per riflettere su ciò che succede in noi stessi e sulle nostre reazioni davanti all'errore.

Come reagiamo davanti al nostro errore? E se a commettere l'errore sono gli altri e non io?
Riusciamo a chiudere e andare oltre? Rimuginiamo?

Vi aspetto in studio!
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded