Profile cover photo
Profile photo
Giuseppe Bonanno di Linguaglossa
116 followers -
http://heirsofeurope.blogspot.it/2010/05/bonanno.html; http://giuseppebonanno.blogspot.it/p/bonanno-di-linguaglossa-storia-della.htmlNeque sol per diem neque luna per noctem
http://heirsofeurope.blogspot.it/2010/05/bonanno.html; http://giuseppebonanno.blogspot.it/p/bonanno-di-linguaglossa-storia-della.htmlNeque sol per diem neque luna per noctem

116 followers
About
Posts

come si fa a scrivere ad Altroconsumo per posta elettronica. Scrivere per fax é obsoleto.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Esiste l'EWuropa e non un piano B
Giuseppe Bonanno di Linguaglossa
Giuseppe Bonanno di Linguaglossa
giuseppebonanno.blogspot.com
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
La cosa più preoccupante,ammesso che le ONG abbiano delle finalità sociali, é quanto riportato nell'articolo: "Il codice in 13 punti rappresenta un vero e proprio decalogo al quale dovranno rigorosamente attenersi le imbarcazioni di soccorso, con indicazioni ben precise: dal divieto di entrare nelle acque libiche a quello di non spegnere o ritardare la trasmissione dei segnali di identificazione. Dall’obbligo di ricevere a bordo, su richiesta delle autorità nazionali competenti, “eventualmente e per il tempo strettamente necessario”, funzionari di polizia giudiziaria che possano raccogliere prove finalizzate alle indagini sul traffico, al dichiarare le fonti di finanziamento alle autorità dello Stato in cui l’Ong è registrata".
Il problema é chi finanzia la missione umanitaria e chi é l'armatore proprietario delle imbarcazioni. Molto spesso le imbarcazioni battono bandiera di paradisi fiscali dove non é facile risalire al proprietario, registrato, che comunque in qualche modo va a lucrare per i costi di imbarco (equipaggio , manutenzione carburante, etc) ) e messa in mare della imbarcazione; chi paga il nolo e a chi? E se poi se dietro ci fossero delle associazioni illegali, allora la polizia giudiziaria ha ragione a pretendere chiarezza e la ONG non potrebbe accogliere i migranti sul territorio di uno Stato che non sia quello di provenienza della ONG.
Ricordiamoci dei pasticci che nacquero in Italia con la costituzione del FAI (Fondo di Aiuti Italiani): cominciarono con il volontariato e poi chiesero di essere riconosciuti come operatori a carico della Cooperazione Italiana.
Add a comment...

Post has attachment
La cosa più preoccupante,ammesso che le ONG abbiano delle finalità sociali, é quanto riportato nell'articolo: "Il codice in 13 punti rappresenta un vero e proprio decalogo al quale dovranno rigorosamente attenersi le imbarcazioni di soccorso, con indicazioni ben precise: dal divieto di entrare nelle acque libiche a quello di non spegnere o ritardare la trasmissione dei segnali di identificazione. Dall’obbligo di ricevere a bordo, su richiesta delle autorità nazionali competenti, “eventualmente e per il tempo strettamente necessario”, funzionari di polizia giudiziaria che possano raccogliere prove finalizzate alle indagini sul traffico, al dichiarare le fonti di finanziamento alle autorità dello Stato in cui l’Ong è registrata".
Il problema é chi finanzia la missione umanitaria e chi é l'armatore proprietario delle imbarcazioni. Molto spesso le imbarcazioni battono bandiera di paradisi fiscali dove non é facile risalire al proprietario, registrato, che comunque in qualche modo va a lucrare per i costi di imbarco (equipaggio , manutenzione carburante, etc) ) e messa in mare della imbarcazione; chi paga il nolo e a chi? E se poi se dietro ci fossero delle associazioni illegali, allora la polizia giudiziaria ha ragione a pretendere chiarezza e la ONG non potrebbe accogliere i migranti sul territorio di uno Stato che non sia quello di provenienza della ONG.
Ricordiamoci dei pasticci che nacquero in Italia con la costituzione del FAI (Fondo di Aiuti Italiani): cominciarono con il volontariato e poi chiesero di essere riconosciuti come operatori a carico della Cooperazione Italiana.
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded