Profile cover photo
Profile photo
Andrea Bindella
475 followers -
Autore dei romanzi "Un nuovo nemico" e "Terra 2486"
Autore dei romanzi "Un nuovo nemico" e "Terra 2486"

475 followers
About
Posts

Post is pinned.Post has shared content
Dreams do not age. What is yours?

I sogni non hanno età. Qual è il vostro?

andreabindella.com
(foto Roberta Costanzi​)
Photo

Post has shared content
I BACI PIÙ INDIMENTICABILI IN LETTERATURA

Un gesto semplice dalle mille implicazioni. Il bacio può essere scambiato per amore, passione o amicizia, può essere rubato, concesso, ricambiato. Quali che siano i modi o le ragioni per scambiarsi un bacio, una cosa è certa: esso apporta molteplici benefici alla salute. Riduce l’ansia e aumenta l’autostima, rafforza il sistema immunitario e ringiovanisce il volto. Nel bacio, infatti, sono coinvolti ben 35 muscoli del viso, che si contraggono dando luogo a una vera e propria ginnastica antirughe.
Ecco una rassegna delle descrizioni più indimenticabili in letteratura, raccolte in occasione della Giornata Mondiale del Bacio.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare
Se con indegna mano profano questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii), queste mie labbra, piene di rossore, al pari di contriti pellegrini, son pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio.

Lancillotto e Ginevra, Chrétien de Troyes
Lancillotto ora ha ciò che brama:
la regina lo accoglie, ed ama
che stia con lei e che le faccia
piacere: tiene fra le braccia
lui lei, e lei lui tra le sue.
È così dolce il gioco ai due
e del baciare e del sentire,
che n’ebbero, senza mentire,
una gioia meravigliosa
tanto che mai una tale cosa
non fu udita né conosciuta.

Paolo e Francesca, Divina Commedia
Quando leggemmo il disiato riso
esser basciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante.

Jacques Prévert, I ragazzi che si amano
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac
Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio?
Un giuramento fatto più da vicino, una promessa
Più precisa, una confessione che vuoi conferma,
un apostrofo rosa tra le parole «t’amo».

Pablo Neruda
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Catullo a Lesbia
Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo,
e ogni mormorio perfido dei vecchi
valga per noi la più vile moneta.
Il giorno può morire e poi risorgere,
ma quando muore il nostro breve giorno,
una notte infinita dormiremo.
Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.
E quando poi saranno mille e mille,
nasconderemo il loro vero numero,
che non getti il malocchio l’invidioso
per un numero di baci così alto.

Jacopo e Teresa, Ugo Foscolo
15 maggio – Dopo quel bacio io son fatto divino. Le mie idee sono più alte e ridenti, il mio aspetto più gajo, il mio cuore più compassionevole. Mi pare che tutto s’abbellisca a’ miei sguardi; il lamentar degli augelli, e il bisbiglio de’ zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai; le piante si fecondano, e i fiori si colorano sotto a’ miei piedi; non fuggo più gli uomini, e tutta la Natura mi sembra mia.

Qual è il bacio più bello per voi?


#terra2486 #unnuovonemico #andreabindella #fantascienza #ebook #libri #fantasy #thriller #recensione #kindle #amazon #vampiri #romanzo #scrittore #citation #perugia #universo #spazio #astronave #alieno #vienna


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
https://www.amazon.it/dp/B07818VBP9
Photo
Add a comment...

Post has shared content
I BACI PIÙ INDIMENTICABILI IN LETTERATURA

Un gesto semplice dalle mille implicazioni. Il bacio può essere scambiato per amore, passione o amicizia, può essere rubato, concesso, ricambiato. Quali che siano i modi o le ragioni per scambiarsi un bacio, una cosa è certa: esso apporta molteplici benefici alla salute. Riduce l’ansia e aumenta l’autostima, rafforza il sistema immunitario e ringiovanisce il volto. Nel bacio, infatti, sono coinvolti ben 35 muscoli del viso, che si contraggono dando luogo a una vera e propria ginnastica antirughe.
Ecco una rassegna delle descrizioni più indimenticabili in letteratura, raccolte in occasione della Giornata Mondiale del Bacio.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare
Se con indegna mano profano questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii), queste mie labbra, piene di rossore, al pari di contriti pellegrini, son pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio.

Lancillotto e Ginevra, Chrétien de Troyes
Lancillotto ora ha ciò che brama:
la regina lo accoglie, ed ama
che stia con lei e che le faccia
piacere: tiene fra le braccia
lui lei, e lei lui tra le sue.
È così dolce il gioco ai due
e del baciare e del sentire,
che n’ebbero, senza mentire,
una gioia meravigliosa
tanto che mai una tale cosa
non fu udita né conosciuta.

Paolo e Francesca, Divina Commedia
Quando leggemmo il disiato riso
esser basciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante.

Jacques Prévert, I ragazzi che si amano
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac
Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio?
Un giuramento fatto più da vicino, una promessa
Più precisa, una confessione che vuoi conferma,
un apostrofo rosa tra le parole «t’amo».

Pablo Neruda
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Catullo a Lesbia
Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo,
e ogni mormorio perfido dei vecchi
valga per noi la più vile moneta.
Il giorno può morire e poi risorgere,
ma quando muore il nostro breve giorno,
una notte infinita dormiremo.
Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.
E quando poi saranno mille e mille,
nasconderemo il loro vero numero,
che non getti il malocchio l’invidioso
per un numero di baci così alto.

Jacopo e Teresa, Ugo Foscolo
15 maggio – Dopo quel bacio io son fatto divino. Le mie idee sono più alte e ridenti, il mio aspetto più gajo, il mio cuore più compassionevole. Mi pare che tutto s’abbellisca a’ miei sguardi; il lamentar degli augelli, e il bisbiglio de’ zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai; le piante si fecondano, e i fiori si colorano sotto a’ miei piedi; non fuggo più gli uomini, e tutta la Natura mi sembra mia.

Qual è il bacio più bello per voi?


#terra2486 #unnuovonemico #andreabindella #fantascienza #ebook #libri #fantasy #thriller #recensione #kindle #amazon #vampiri #romanzo #scrittore #citation #perugia #universo #spazio #astronave #alieno #vienna


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
https://www.amazon.it/dp/B07818VBP9
Photo

Post has shared content
I BACI PIÙ INDIMENTICABILI IN LETTERATURA

Un gesto semplice dalle mille implicazioni. Il bacio può essere scambiato per amore, passione o amicizia, può essere rubato, concesso, ricambiato. Quali che siano i modi o le ragioni per scambiarsi un bacio, una cosa è certa: esso apporta molteplici benefici alla salute. Riduce l’ansia e aumenta l’autostima, rafforza il sistema immunitario e ringiovanisce il volto. Nel bacio, infatti, sono coinvolti ben 35 muscoli del viso, che si contraggono dando luogo a una vera e propria ginnastica antirughe.
Ecco una rassegna delle descrizioni più indimenticabili in letteratura, raccolte in occasione della Giornata Mondiale del Bacio.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare
Se con indegna mano profano questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii), queste mie labbra, piene di rossore, al pari di contriti pellegrini, son pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio.

Lancillotto e Ginevra, Chrétien de Troyes
Lancillotto ora ha ciò che brama:
la regina lo accoglie, ed ama
che stia con lei e che le faccia
piacere: tiene fra le braccia
lui lei, e lei lui tra le sue.
È così dolce il gioco ai due
e del baciare e del sentire,
che n’ebbero, senza mentire,
una gioia meravigliosa
tanto che mai una tale cosa
non fu udita né conosciuta.

Paolo e Francesca, Divina Commedia
Quando leggemmo il disiato riso
esser basciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante.

Jacques Prévert, I ragazzi che si amano
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac
Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio?
Un giuramento fatto più da vicino, una promessa
Più precisa, una confessione che vuoi conferma,
un apostrofo rosa tra le parole «t’amo».

Pablo Neruda
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Catullo a Lesbia
Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo,
e ogni mormorio perfido dei vecchi
valga per noi la più vile moneta.
Il giorno può morire e poi risorgere,
ma quando muore il nostro breve giorno,
una notte infinita dormiremo.
Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.
E quando poi saranno mille e mille,
nasconderemo il loro vero numero,
che non getti il malocchio l’invidioso
per un numero di baci così alto.

Jacopo e Teresa, Ugo Foscolo
15 maggio – Dopo quel bacio io son fatto divino. Le mie idee sono più alte e ridenti, il mio aspetto più gajo, il mio cuore più compassionevole. Mi pare che tutto s’abbellisca a’ miei sguardi; il lamentar degli augelli, e il bisbiglio de’ zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai; le piante si fecondano, e i fiori si colorano sotto a’ miei piedi; non fuggo più gli uomini, e tutta la Natura mi sembra mia.

Qual è il bacio più bello per voi?


#terra2486 #unnuovonemico #andreabindella #fantascienza #ebook #libri #fantasy #thriller #recensione #kindle #amazon #vampiri #romanzo #scrittore #citation #perugia #universo #spazio #astronave #alieno #vienna


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
https://www.amazon.it/dp/B07818VBP9
Photo

Post has shared content
I BACI PIÙ INDIMENTICABILI IN LETTERATURA

Un gesto semplice dalle mille implicazioni. Il bacio può essere scambiato per amore, passione o amicizia, può essere rubato, concesso, ricambiato. Quali che siano i modi o le ragioni per scambiarsi un bacio, una cosa è certa: esso apporta molteplici benefici alla salute. Riduce l’ansia e aumenta l’autostima, rafforza il sistema immunitario e ringiovanisce il volto. Nel bacio, infatti, sono coinvolti ben 35 muscoli del viso, che si contraggono dando luogo a una vera e propria ginnastica antirughe.
Ecco una rassegna delle descrizioni più indimenticabili in letteratura, raccolte in occasione della Giornata Mondiale del Bacio.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare
Se con indegna mano profano questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii), queste mie labbra, piene di rossore, al pari di contriti pellegrini, son pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio.

Lancillotto e Ginevra, Chrétien de Troyes
Lancillotto ora ha ciò che brama:
la regina lo accoglie, ed ama
che stia con lei e che le faccia
piacere: tiene fra le braccia
lui lei, e lei lui tra le sue.
È così dolce il gioco ai due
e del baciare e del sentire,
che n’ebbero, senza mentire,
una gioia meravigliosa
tanto che mai una tale cosa
non fu udita né conosciuta.

Paolo e Francesca, Divina Commedia
Quando leggemmo il disiato riso
esser basciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante.

Jacques Prévert, I ragazzi che si amano
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac
Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio?
Un giuramento fatto più da vicino, una promessa
Più precisa, una confessione che vuoi conferma,
un apostrofo rosa tra le parole «t’amo».

Pablo Neruda
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Catullo a Lesbia
Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo,
e ogni mormorio perfido dei vecchi
valga per noi la più vile moneta.
Il giorno può morire e poi risorgere,
ma quando muore il nostro breve giorno,
una notte infinita dormiremo.
Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.
E quando poi saranno mille e mille,
nasconderemo il loro vero numero,
che non getti il malocchio l’invidioso
per un numero di baci così alto.

Jacopo e Teresa, Ugo Foscolo
15 maggio – Dopo quel bacio io son fatto divino. Le mie idee sono più alte e ridenti, il mio aspetto più gajo, il mio cuore più compassionevole. Mi pare che tutto s’abbellisca a’ miei sguardi; il lamentar degli augelli, e il bisbiglio de’ zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai; le piante si fecondano, e i fiori si colorano sotto a’ miei piedi; non fuggo più gli uomini, e tutta la Natura mi sembra mia.

Qual è il bacio più bello per voi?


#terra2486 #unnuovonemico #andreabindella #fantascienza #ebook #libri #fantasy #thriller #recensione #kindle #amazon #vampiri #romanzo #scrittore #citation #perugia #universo #spazio #astronave #alieno #vienna


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
https://www.amazon.it/dp/B07818VBP9
Photo

Post has attachment
I BACI PIÙ INDIMENTICABILI IN LETTERATURA

Un gesto semplice dalle mille implicazioni. Il bacio può essere scambiato per amore, passione o amicizia, può essere rubato, concesso, ricambiato. Quali che siano i modi o le ragioni per scambiarsi un bacio, una cosa è certa: esso apporta molteplici benefici alla salute. Riduce l’ansia e aumenta l’autostima, rafforza il sistema immunitario e ringiovanisce il volto. Nel bacio, infatti, sono coinvolti ben 35 muscoli del viso, che si contraggono dando luogo a una vera e propria ginnastica antirughe.
Ecco una rassegna delle descrizioni più indimenticabili in letteratura, raccolte in occasione della Giornata Mondiale del Bacio.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare
Se con indegna mano profano questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii), queste mie labbra, piene di rossore, al pari di contriti pellegrini, son pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio.

Lancillotto e Ginevra, Chrétien de Troyes
Lancillotto ora ha ciò che brama:
la regina lo accoglie, ed ama
che stia con lei e che le faccia
piacere: tiene fra le braccia
lui lei, e lei lui tra le sue.
È così dolce il gioco ai due
e del baciare e del sentire,
che n’ebbero, senza mentire,
una gioia meravigliosa
tanto che mai una tale cosa
non fu udita né conosciuta.

Paolo e Francesca, Divina Commedia
Quando leggemmo il disiato riso
esser basciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,
la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante.

Jacques Prévert, I ragazzi che si amano
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac
Un bacio, insomma, che cos’è mai un bacio?
Un giuramento fatto più da vicino, una promessa
Più precisa, una confessione che vuoi conferma,
un apostrofo rosa tra le parole «t’amo».

Pablo Neruda
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Catullo a Lesbia
Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo,
e ogni mormorio perfido dei vecchi
valga per noi la più vile moneta.
Il giorno può morire e poi risorgere,
ma quando muore il nostro breve giorno,
una notte infinita dormiremo.
Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.
E quando poi saranno mille e mille,
nasconderemo il loro vero numero,
che non getti il malocchio l’invidioso
per un numero di baci così alto.

Jacopo e Teresa, Ugo Foscolo
15 maggio – Dopo quel bacio io son fatto divino. Le mie idee sono più alte e ridenti, il mio aspetto più gajo, il mio cuore più compassionevole. Mi pare che tutto s’abbellisca a’ miei sguardi; il lamentar degli augelli, e il bisbiglio de’ zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai; le piante si fecondano, e i fiori si colorano sotto a’ miei piedi; non fuggo più gli uomini, e tutta la Natura mi sembra mia.

Qual è il bacio più bello per voi?


#terra2486 #unnuovonemico #andreabindella #fantascienza #ebook #libri #fantasy #thriller #recensione #kindle #amazon #vampiri #romanzo #scrittore #citation #perugia #universo #spazio #astronave #alieno #vienna


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
https://www.amazon.it/dp/B07818VBP9
Photo

Post has shared content
"L'ULTIMO GIRO DELLA NOTTE" UN NUOVO THRILLER FIRMATO DA MICHAEL CONNELLY

«Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare»

INCIPIT
Ballard e Jenkins si fermarono davanti alla casa in El Centro Avenue poco prima di mezzanotte. Era la prima chiamata del turno. C'era un'auto di pattuglia ferma accanto al marciapiede e Ballard riconobbe i due agenti in divisa sotto il portico del bungalow che parlavano con una donna dai capelli grigi in accappatoio. John Stanley era l'agente anziano del turno di notte, il boss delle strade. Il suo partner era Jacob Ross.
«Questo spetta a te» disse Jenkins.
Nei due anni da quando avevano cominciato a lavorare insieme, avevano scoperto che Ballard se la cavava meglio con le vittime di sesso femminile. Non che Jenkins fosse un orco, era solo che lei comprendeva meglio le emozioni delle donne. Quando invece la vittima era un uomo, invertivano i ruoli.
«Va bene» rispose Ballard.
Scesero dall'auto e si diressero verso il portico illuminato. Ballard prese con sé la radio portatile, o rover, come la chiamavano i poliziotti. Salirono i tre gradini e Stanley li presentò alla donna, che si chiamava Leslie Lantana e aveva settantasette anni. Ballard pensava che non ci sarebbe stato un granché da fare. In genere le indagini per furto con scasso non andavano di molto oltre la denuncia, al massimo veniva un'auto della Scientifica a rilevare delle eventuali impronte, ma niente di più.
«La signora Lantana stasera ha ricevuto un'email della banca» disse Stanley. «Un avviso che qualcuno stava tentando di usare la sua carta di credito per un acquisto su Amazon.»
«Ma non si trattava di lei» disse Ballard rivolta alla donna.

QUARTA DI COPERTINA
La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio – destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.

L'AUTORE
Michael Connelly è una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly raggiunge il primo posto in classifica con ogni suo nuovo romanzo. I lettori italiani lo hanno accolto con entusiasmo fin dal primo libro pubblicato, "Debito di sangue" da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. I lettori hanno poi imparato a conoscere il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti suoi thriller, tra cui "Il ragno", vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. In anni più recenti, Connelly ha ideato un nuovo riuscitissimo protagonista, Mickey Haller, che svolge la sua attività dal sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Connelly è stato spesso in Italia, tra le presenze eccellenti di numerosi festival: il Festivaletteratura a Mantova, il Noir in Festival a Courmayeur, dove gli è stato conferito il Raymond Chandler Award, e il Festival Internazionale delle Letterature a Roma. Nel 2016 è stata trasmessa in Italia la serie televisiva Bosch, di cui Connelly ha curato la sceneggiatura.
Tra i suoi ultimi romanzi pubblicati in Italia: La strategia di Bosch, Il passaggio, Il dio della colpa (www.thrillermagazine.it/17453/l-ultimo-giro-della-notte).


#unnuovonemico #andreabindella #fantasy #ebook #libri #thriller #kindle #amazon #vampiri #romanzo #citation #perugia #vienna #recensione


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
Photo
Add a comment...

Post has shared content
"L'ULTIMO GIRO DELLA NOTTE" UN NUOVO THRILLER FIRMATO DA MICHAEL CONNELLY

«Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare»

INCIPIT
Ballard e Jenkins si fermarono davanti alla casa in El Centro Avenue poco prima di mezzanotte. Era la prima chiamata del turno. C'era un'auto di pattuglia ferma accanto al marciapiede e Ballard riconobbe i due agenti in divisa sotto il portico del bungalow che parlavano con una donna dai capelli grigi in accappatoio. John Stanley era l'agente anziano del turno di notte, il boss delle strade. Il suo partner era Jacob Ross.
«Questo spetta a te» disse Jenkins.
Nei due anni da quando avevano cominciato a lavorare insieme, avevano scoperto che Ballard se la cavava meglio con le vittime di sesso femminile. Non che Jenkins fosse un orco, era solo che lei comprendeva meglio le emozioni delle donne. Quando invece la vittima era un uomo, invertivano i ruoli.
«Va bene» rispose Ballard.
Scesero dall'auto e si diressero verso il portico illuminato. Ballard prese con sé la radio portatile, o rover, come la chiamavano i poliziotti. Salirono i tre gradini e Stanley li presentò alla donna, che si chiamava Leslie Lantana e aveva settantasette anni. Ballard pensava che non ci sarebbe stato un granché da fare. In genere le indagini per furto con scasso non andavano di molto oltre la denuncia, al massimo veniva un'auto della Scientifica a rilevare delle eventuali impronte, ma niente di più.
«La signora Lantana stasera ha ricevuto un'email della banca» disse Stanley. «Un avviso che qualcuno stava tentando di usare la sua carta di credito per un acquisto su Amazon.»
«Ma non si trattava di lei» disse Ballard rivolta alla donna.

QUARTA DI COPERTINA
La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio – destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.

L'AUTORE
Michael Connelly è una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly raggiunge il primo posto in classifica con ogni suo nuovo romanzo. I lettori italiani lo hanno accolto con entusiasmo fin dal primo libro pubblicato, "Debito di sangue" da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. I lettori hanno poi imparato a conoscere il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti suoi thriller, tra cui "Il ragno", vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. In anni più recenti, Connelly ha ideato un nuovo riuscitissimo protagonista, Mickey Haller, che svolge la sua attività dal sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Connelly è stato spesso in Italia, tra le presenze eccellenti di numerosi festival: il Festivaletteratura a Mantova, il Noir in Festival a Courmayeur, dove gli è stato conferito il Raymond Chandler Award, e il Festival Internazionale delle Letterature a Roma. Nel 2016 è stata trasmessa in Italia la serie televisiva Bosch, di cui Connelly ha curato la sceneggiatura.
Tra i suoi ultimi romanzi pubblicati in Italia: La strategia di Bosch, Il passaggio, Il dio della colpa (www.thrillermagazine.it/17453/l-ultimo-giro-della-notte).


#unnuovonemico #andreabindella #fantasy #ebook #libri #thriller #kindle #amazon #vampiri #romanzo #citation #perugia #vienna #recensione


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
Photo

Post has shared content
"L'ULTIMO GIRO DELLA NOTTE" UN NUOVO THRILLER FIRMATO DA MICHAEL CONNELLY

«Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare»

INCIPIT
Ballard e Jenkins si fermarono davanti alla casa in El Centro Avenue poco prima di mezzanotte. Era la prima chiamata del turno. C'era un'auto di pattuglia ferma accanto al marciapiede e Ballard riconobbe i due agenti in divisa sotto il portico del bungalow che parlavano con una donna dai capelli grigi in accappatoio. John Stanley era l'agente anziano del turno di notte, il boss delle strade. Il suo partner era Jacob Ross.
«Questo spetta a te» disse Jenkins.
Nei due anni da quando avevano cominciato a lavorare insieme, avevano scoperto che Ballard se la cavava meglio con le vittime di sesso femminile. Non che Jenkins fosse un orco, era solo che lei comprendeva meglio le emozioni delle donne. Quando invece la vittima era un uomo, invertivano i ruoli.
«Va bene» rispose Ballard.
Scesero dall'auto e si diressero verso il portico illuminato. Ballard prese con sé la radio portatile, o rover, come la chiamavano i poliziotti. Salirono i tre gradini e Stanley li presentò alla donna, che si chiamava Leslie Lantana e aveva settantasette anni. Ballard pensava che non ci sarebbe stato un granché da fare. In genere le indagini per furto con scasso non andavano di molto oltre la denuncia, al massimo veniva un'auto della Scientifica a rilevare delle eventuali impronte, ma niente di più.
«La signora Lantana stasera ha ricevuto un'email della banca» disse Stanley. «Un avviso che qualcuno stava tentando di usare la sua carta di credito per un acquisto su Amazon.»
«Ma non si trattava di lei» disse Ballard rivolta alla donna.

QUARTA DI COPERTINA
La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio – destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.

L'AUTORE
Michael Connelly è una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly raggiunge il primo posto in classifica con ogni suo nuovo romanzo. I lettori italiani lo hanno accolto con entusiasmo fin dal primo libro pubblicato, "Debito di sangue" da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. I lettori hanno poi imparato a conoscere il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti suoi thriller, tra cui "Il ragno", vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. In anni più recenti, Connelly ha ideato un nuovo riuscitissimo protagonista, Mickey Haller, che svolge la sua attività dal sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Connelly è stato spesso in Italia, tra le presenze eccellenti di numerosi festival: il Festivaletteratura a Mantova, il Noir in Festival a Courmayeur, dove gli è stato conferito il Raymond Chandler Award, e il Festival Internazionale delle Letterature a Roma. Nel 2016 è stata trasmessa in Italia la serie televisiva Bosch, di cui Connelly ha curato la sceneggiatura.
Tra i suoi ultimi romanzi pubblicati in Italia: La strategia di Bosch, Il passaggio, Il dio della colpa (www.thrillermagazine.it/17453/l-ultimo-giro-della-notte).


#unnuovonemico #andreabindella #fantasy #ebook #libri #thriller #kindle #amazon #vampiri #romanzo #citation #perugia #vienna #recensione


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
Photo

Post has shared content
"L'ULTIMO GIRO DELLA NOTTE" UN NUOVO THRILLER FIRMATO DA MICHAEL CONNELLY

«Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare»

INCIPIT
Ballard e Jenkins si fermarono davanti alla casa in El Centro Avenue poco prima di mezzanotte. Era la prima chiamata del turno. C'era un'auto di pattuglia ferma accanto al marciapiede e Ballard riconobbe i due agenti in divisa sotto il portico del bungalow che parlavano con una donna dai capelli grigi in accappatoio. John Stanley era l'agente anziano del turno di notte, il boss delle strade. Il suo partner era Jacob Ross.
«Questo spetta a te» disse Jenkins.
Nei due anni da quando avevano cominciato a lavorare insieme, avevano scoperto che Ballard se la cavava meglio con le vittime di sesso femminile. Non che Jenkins fosse un orco, era solo che lei comprendeva meglio le emozioni delle donne. Quando invece la vittima era un uomo, invertivano i ruoli.
«Va bene» rispose Ballard.
Scesero dall'auto e si diressero verso il portico illuminato. Ballard prese con sé la radio portatile, o rover, come la chiamavano i poliziotti. Salirono i tre gradini e Stanley li presentò alla donna, che si chiamava Leslie Lantana e aveva settantasette anni. Ballard pensava che non ci sarebbe stato un granché da fare. In genere le indagini per furto con scasso non andavano di molto oltre la denuncia, al massimo veniva un'auto della Scientifica a rilevare delle eventuali impronte, ma niente di più.
«La signora Lantana stasera ha ricevuto un'email della banca» disse Stanley. «Un avviso che qualcuno stava tentando di usare la sua carta di credito per un acquisto su Amazon.»
«Ma non si trattava di lei» disse Ballard rivolta alla donna.

QUARTA DI COPERTINA
La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio – destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.

L'AUTORE
Michael Connelly è una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly raggiunge il primo posto in classifica con ogni suo nuovo romanzo. I lettori italiani lo hanno accolto con entusiasmo fin dal primo libro pubblicato, "Debito di sangue" da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. I lettori hanno poi imparato a conoscere il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti suoi thriller, tra cui "Il ragno", vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. In anni più recenti, Connelly ha ideato un nuovo riuscitissimo protagonista, Mickey Haller, che svolge la sua attività dal sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Connelly è stato spesso in Italia, tra le presenze eccellenti di numerosi festival: il Festivaletteratura a Mantova, il Noir in Festival a Courmayeur, dove gli è stato conferito il Raymond Chandler Award, e il Festival Internazionale delle Letterature a Roma. Nel 2016 è stata trasmessa in Italia la serie televisiva Bosch, di cui Connelly ha curato la sceneggiatura.
Tra i suoi ultimi romanzi pubblicati in Italia: La strategia di Bosch, Il passaggio, Il dio della colpa (www.thrillermagazine.it/17453/l-ultimo-giro-della-notte).


#unnuovonemico #andreabindella #fantasy #ebook #libri #thriller #kindle #amazon #vampiri #romanzo #citation #perugia #vienna #recensione


https://www.amazon.it/dp/B072SV8CBS
Photo
Wait while more posts are being loaded