Profile cover photo
Profile photo
Studio Nutrizionista - Dot.ssa Tonello Paola
28 followers
28 followers
About
Posts

Post has attachment
Warning della FDA per Ocaliva di Intercept dopo il decesso di 19 pazienti. La FDA ha avvertito ufficialmente i medici circa i rischi associati ad Ocaliva (acido obeticolico) di Intercept Pharmaceuticals, e questo dopo aver registrato il decesso di 19 pazienti avvenuto dopo l’assunzione del farmaco sviluppato per la cura della PBC (Primary Biliary Cholangitis). L’FDA ha comunque specificato che le morti sono da associarsi ad un sovradossaggio del farmaco il quale causa una quasi immediata disfunzione del fegato. http://ow.ly/RfLL30jpqEP
Add a comment...

Post has attachment
Celiachia: rischio glutine anche da rossetti e burrocacao. Il glutine nascosto sarebbe onnipresente, dai farmaci agli additivi alimentari, dai condimenti alle salse, ai rossetti. Per lo studio, Syage e colleghi hanno analizzato quantità di glutine escrete in feci e urine di persone celiache che seguivano una dieta gluten-free, ma che continuavano a manifestare sintomi dell’intolleranza da moderati a gravi. I ricercatori avrebbero così stimato che questi adulti erano ancora esposti a una media di 150-400 mg di glutine al giorno. Mentre secondo l’University of Chicago Celicac Disease Center, fino a 10 milligrammi di glutine al giorno sono ancora sicuri per i celiaci. “I pazienti affetti da celiachia che hanno ancora sintomi dovrebbero rivalutare le loro diete sotto la guida di un medico o di un dietologo”, hanno concluso gli esperti. http://ow.ly/4IYV30jo4s2
Add a comment...

Post has attachment
La pasta non fa ingrassare. In pratica lo studio ha analizza le differenze tra la pasta a basso indice glicemico e la maggior parte dei carboidrati raffinati rapidamente assorbiti nel flusso sanguigno. Secondo i ricercatori questa proprietà della pasta provoca un minor aumento dei livelli di zucchero nel sangue rispetto al consumo di cibi con un alto indice glicemico. “Lo studio ha rilevato che la pasta non ha contribuito all’aumento di peso o all’aumento del grasso corporeo In realtà ha mostrato una leggera perdita di peso, quindi la pasta può essere parte di una dieta sana come ad esempio quella a basso indice glicemico”. http://ow.ly/Quwv30jo3c9
Add a comment...

Post has attachment
Bimbi. Attenzione a olio di tea tree e di lavanda L’olio di malaleuca, così come quello di lavanda, interferirebbero con gli ormoni: “Questi oli contengono sostanze chimiche che dovrebbero essere usate con cautela perché alcune di queste sono potenziali perturbatori endocrini”, spiega l’esperto. Lo studio ha affrontato la questione della ginecomastia maschile, ovvero l’accrescimento del seno tra i maschi in età pre-puberale.
http://ow.ly/ZC9L30jn0dC
Add a comment...

Post has attachment
Rischio Alzheimer: la forma fisica fa la differenza
Sottoposte a test di resistenza sulle cyclette dall’età di 50 anni in poi, le volontarie hanno evidenziato l’impatto dell’esercizio fisco sullo sviluppo delle demenze. Le donne che a 50 anni sono a malapena riuscite a finire l’esercizio assegnato, hanno mostrato un 45% di rischi di venire colpite dal morbo.
Per quelle con un buon livello di forma fisica, i rischi erano pari al 25%. Per le signore decisamente più atletiche, i pericoli di Alzheimer con l’età si sono dimostrati solo pari al 5%. provare un legame di causa-effetto è molto difficile, ma i legami tra i due fattori rafforzano l’ipotesi che l’esercizio preservi la salute anche delle cellule cerebrali.
http://ow.ly/Vqel30jn072
Add a comment...

Post has attachment
Alcolismo: possibile cura dalle cellule staminali gli autori dello studio hanno iniettato cellule staminali umane in ratti che avevano assunto alcol per 17 settimane senza forzature (gli animali sono stati lasciati liberi di scegliere tra alcol e acqua). Entro 24 ore dall’iniezione i ratti bevevano dall’88% al 93% meno alcol, ma molta più acqua degli animali di controllo. Gli effetti erano ancora osservabili dopo tre settimane, suggerendo che il trattamento avesse avuto un effetto terapeutico. http://ow.ly/T5Ny30jftcF
Add a comment...

Post has attachment
Cuore: scoperto gene che lo ripara.Esiste un gene in grado di aiutare le cellule staminali del cuore a rigenerarsi a seguito di un attacco cardiaco riuscendo anche a prevenire e curare lo scompenso.La scoperta ha dimostrato per la prima volta che una ridotta espressione del gene c-kit, conosciuto anche come recettore delle cellule staminali, diminuisce il potenziale biologico rigenerativo delle cellule staminali cardiache, riducendo la capacità riparativa del cuore, che dopo un danno inesorabilmente progredisce nello scompenso cardiaco. La cardiopatia ischemica e lo scompenso cardiaco sono la prima cause di morte e di ospedalizzazione nel mondo occidentale http://ow.ly/qY1330jft6T
Add a comment...

Post has attachment
Obesità. Nervo che “segnala” la fame ko con crioablazione La ricerca è stata condotta su otto donne e due uomini di età media di 44 anni e con indice di massa corporea tra 30 e 37, che si sono sottoposti a crioablazione CT-guidata a livello del tronco vagale posteriore. Secondo quanto riferito da Prologo, la procedura sarebbe stata un successo in tutti e 10 i pazienti, senza complicanze correlate o eventi avversi nei 90 giorni di follow-up. Inoltre, tutti i pazienti avrebbero riportato una diminuzione dell’appetito dopo l’intervento, il 17% avrebbe riferito ‘un po’ meno appetito’, il 30% ‘abbastanza meno appetito’ e il 53% ‘molto meno appetito’. E tutti i partecipanti avrebbero anche perso peso. E il prossimo passo sarà condurre uno studio prospettico randomizzato per confrontare direttamente questa procedura con altri trattamenti standard o placebo. http://ow.ly/hoaD30jfskZ
Add a comment...

Post has attachment
Photo
Add a comment...

Post has attachment
#MAREMOSTRO #STOPMICROFIBRE l’equivalente di 50 miliardi di bottiglie di plastica ogni anno nei mari come residui tessili
Dopo aver ottenuto la messa al bando delle microplastiche nei cosmetici, Marevivo lancia una campagna per sensibilizzare sul problema delle microplastiche rilasciate dai tessuti sintetici in lavatrice.

Diversi studi hanno dimostrato come ogni lavaggio liberi milioni di fibre microplastiche, particelle inferiori ai 5 millimetri di lunghezza, che causano danni alla vita marina. Secondo il team dell’università di Plymouth, Regno Unito, che per un anno ha analizzato ciò che accadeva quando i materiali sintetici venivano lavati a temperature diverse, tra i 30 e i 40 gradi, con differenti combinazioni di detergenti, ogni ciclo rilascerebbe circa 700.000 fibre di microscopiche particelle nell'ambiente. L'acrilico è uno dei tessuti peggiori in grado di liberare circa 730.000 di minuscole particelle, cinque volte in più del tessuto misto cotone-poliestere che ne cede 137.000. Un solo carico di 5 kg di materiale in poliestere produce tra i 6 e i 17,7 milioni di microfibre, secondo i dati di uno studio pubblicato da Environmental Pollution (2017) (De Falco,F.,et al., Evaluation of microplastic release caused by textile washing processes of synthetic fabrics).
http://ow.ly/Hf9h30jfrnm
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded