Shared publicly  - 
 
Ma 'sto fatto che ti aggiunge Casa Pound e ok segnalato e bloccato l'account ma io non posso impedirgli di farlo (edit: non voglio farmi cerchiare), come lo evito?
5
1
Manuel Furio Ferrero's profile photoGiulia Blasi's profile photoAlessandro Stella's profile photoMary Di Lieto's profile photo
93 comments
 
Non puoi impedire che qualcuno ti aggiunga, esatto. Però - come dicevamo - può accedere solo alle cose "Pubbliche" che scrivi. A meno che non lo blocchi, e allora non accede a nulla.

(Se ho capito il problema)
 
+Gatto Nero se blocchi qualcuno questo può ancora leggere le cose pubbliche che scrivi (o, almeno, questo è quello che ho capito)
 
Ho editato, sì a me non va che casa Pound mi aggiunga e mi si veda tra le sue cerchie
 
+daniela elle se tu non lo cerchi, vede solo i tuoi contenuti pubblici che per definizione non è che puoi evitare che chiunque li veda, è come il blog, no?
 
resti nelle sue cerchie, e può leggere tutti i tuoi post pubblici.
 
Manuel perché non voglio averci niente a che fare: mi pare chiaro che non gradisco far parte della cerchia pubblica di Casa Pound
 
Resti nelle cerchie di un utente che blocchi?
 
ci deve essere un modo per sfuggire a presenze indesiderate...
 
quando blocchi qualcuno lo togli dalle tue cerchie, ma resti nelle sue. infatti appena sblocchi devi riaggiungerlo, mentre l'altro no. fa parte del "blocca pure, noi non glielo diremo".
 
io avevo un contatto che mi aveva bloccato e l'ho capito solo perché, provando a commentare un suo thread pubblico mi ritornava errore.
 
+daniela elle però uno può non gradire che quello che dice alla fermata del pullman sia sentito dal fascista che gli sta a fianco, ma non è che può far nulla, no? (oltre al desiderabile, ma poco praticabile desiderio che qualsiasi fascista muoia all'istante)
+Fabrizio Borgosano c'è: non scrivere cose pubbliche, non vedo il problema...
 
Ma come non posso fare nulla, mi allontano, idem potrei doverlo fare qui mi sembra lapalissiano e legittimo richiederlo da un socialcoso
 
a me sembra chiarissimo il perché si resti nei cerchietti altrui. voi fate confusione con i follow e le friend request. concetti estranei a g+.
 
+Manuel Furio Ferrero beh qui il piacere dovrebbe essere condividere idee e pensieri con persone che si è aggiunte alle proprie cerchie e tenerne fuori tutte le altre, no?
 
Alessandro infatti io lamento che non gradisco di essere nella cerchia di Casa Pound e non posso fare nulla per impedirlo, a quanto pare
 
mi pare non sia chiaro il concetto di cerchie: le mie cerchie sono gente verso cui voglio scrivere. le cerchie altrui in cui sono io sono l'espressione della speranza di quell'altrui di leggere miei contenuti, a patto che io li pubblichi per cerchie in cui c'è anche lui. o li renda pubblici.
 
fabrizio: ma si può! ti basta mettere tizio e caio nelle cerchie di gente con cui vuoi condividere e scrivere per quelle cerchie. se sempronio non è in quelle cerchie non vede nulla.
 
si manuel, è che ancora non ho smanettato abbastanza per capire bene come funzioni.. se io non voglio in alcun modo essere aggiunto, per esempio, da casa pound nè tantomeno vedere la monnezza che mettono in rete, come faccio?
 
Non gradisco essere nella cerchia di Casa Pound dovrei poter impedire a Casa Pound di farlo, cerchia sì cerchia no, pubblico sì pubblico no
 
non puoi impedire di essere fra i destinatari di una mailing. puoi chiedere di essere tolta, semmai.
 
fabrizio: tu non puoi impedire a casa pound di aggiungerti nelle sue cerchie. puoi però evitare che casa pound legga alcunché di quello che scrivi, ti basta non metterli nelle tue cerchie e non scrivere nulla di pubblico.
per quel che riguarda non vedere quello che mettono in rete se non li hai nelle cerchie non li vedi nello stream, li vedi se clicchi su In arrivo, ma a quel punto puoi bloccarli e credo tu non li veda nemmeno lì, ma di questa seconda cosa non sono certissimo, io non blocco nessuno.
pensa alla metafora della ragazza bella delle superiori e dei suoi compagni sfigati innamorati di lei: lei non può impedir loro di innamorarsi, ma può non fargliela nemmeno vedere, uscendo tranquillamente con gli altri e non invitandolo. quando cerchi qualcuno in pratica lo inviti a leggerti, sempre se pubblichi per quella cerchia lì.
per estendere l'esempio: la belloccia potrebbe non mettere gli sfigati in nessuna delle proprie cerchie e metterci invece tutti gli amici fighi, ogni volta che pubblica i fighi leggono, gli sfigati no.
poi, nella mia esperienza, la belloccia era stronza e faceva anche peggio: mi metteva in una cerchia che chiamava "lebbrosi" e non pubblicava mai nulla per quella cerchia. così io vedevo che mi aveva aggiunto, mi illudevo e stavo a far F5 nella speranza, ma questo è un altro discorso...
 
Alessandro, il concetto non cambia non cavilliamo
 
+daniela elle eh, non puoi, questo è un fatto.
poi a me piacerebbe sapere le ragioni, questo è il senso del mio primo commento lassù, ma non è che sia importante cosa voglio io, eh?
 
Manuel figurati te lo dico no problem: è semplice non mi va, non gradisco
 
manuel, se li blocchi non finiscono in incoming.@danie, il concetto è lo stesso. mi avevano aggiunto alla mailing list del pd. ho scritto e ho chiesto di essere tolto. l'han fatto. poi, per sicurezza, ho messo il mittente in spam. qui è lo stesso.
 
beh, per sì e per no, io farei una cerchia chiamata "tutti tranne casa pound e altri neofascisti" al posto di quella pubblica. è vero che dà fastidio il risultare in una cerchia di qualcuno come loro particolarmente sgradito: a questo penso, in teoria, si possa ovviare con un report allo staff.
 
Dani, è un po' come se stessi dicendo che non vuoi che Tizio abbia il feed del tuo blog nel suo Reader.
 
+daniela elle il senso di questo mio ultimo commento era che io volevo saperlo, ma se tu non avessi voluto dirmelo non è che avrei potuto farci qualcosa, no?
se l'avessi voluto sapere tanto tanto in ogni caso mi sarei dovuto mettere il mio fastidio in tasca e fare qualcos'altro.
oppure avrei potuto uscire e dire che daniela elle è una stronza perché non vuole dirmi le cose che voglio sapere da lei o avrei potuto mettermi a piangere e strapparmi tutti i bottoni della giubba o tante altre cose, tra le quali fregarmene bellamente.
tutte cose che non avrebbero cambiato il fatto che tu non volevi dirmelo e non me l'avresti detto.
considerando che il fatto che se (gli stronzi di) casa pound mi aggiungono in una loro cerchia a me non viene alcun male, non vedo cosa serva pensarci per più di un secondo.
non è che ci sono meno gradi di separazione se loro aggiungono te, eh?
 
barbara, è l'esatto opposto. è tizio che ti dice toh questo è il feed del mio blog. e laura invece non lo vuole.
 
io credo che barbara intendesse dire che se daniela scrive contenuti pubblici non può pretendere che chiunque li legga, esattamente come un blog.
qui invece hai la possibilità di evitare che chiunque ti legga, proprio non scrivendo contenuti pubblici e indirizzandoli a cerchie precise.
 
No, ne parlavo in termini pratici: che una persona legga il tuo blog (che è pubblico), non crea una relazione con te. Allo stesso modo, essere aggiunti in una cerchia da qualcuno, non crea una relazione se non lo aggiungi a una cerchia anche tu. Casa Pound, anche se ti aggiunge, leggerà solo le cose pubbliche, esattamente come uno che non ti ha proprio cerchiato. E questo non crea una relazione.
 
Dani, se tu blocchi un account non so se loro ti vedano o no, ma sicuramente se tu condividi i post solo con le tue cerchie loro non possono vederli.
 
Daniela è il principio su cui si basa Google+, non amicizie da accettare come su facebook, non follower come su twitter...una via di mezzo. Poi non capisco il problema. Se qualcuno ti aggiunge alle sue cerchie senza che tu ricambi potrà vedere solo i post pubblici...se non ti va che chiunque possa leggere ciò che scrivi non fare post pubblici, fai soltanto post leggibili dalle tue cerchie. Per esempio questo post che hai scritto è pubblico e può leggerlo chiunque nel web, anche chi non è iscritto a google+...
 
+Giulia Blasi se tu blocchi qualcuno sei tu a non vedere i suoi contenuti pubblici, nemmmeno in incoming.
per non fargli vedere nulla di tuo non serve bloccarlo, ti basta non cerchiarlo e non scrivere nulla di pubblico (come hai giustamente detto)
 
(tra parentesi questo post è pubblico), sicché Casa Pound ti/ci legge allegramente.
 
riassunto: 1.può essere loro abbiano già letto il thread e abbiano già loro sponte deciso di rimuoverti dai contatti. tuttavia non possono comunicar(ce)lo in quanto da bloccati non possono commentare i tuoi post. 2.manuel no, sbagli. 3.francesco applausi.
 
per impedire a qualcuno di leggerti devi bloccarlo. altrimenti potrebbero leggere i post extended circles.
 
dalla guida di Google+ :

Quando blocchi qualcuno:

Non vedrai i suoi contenuti nello stream o in In arrivo (anche se rimarrai nelle sue cerchie).
La persona verrà rimossa da tutte le tue cerchie in cui è presente.
Verrà rimossa dalle tue cerchie estese anche se avete connessioni reciproche.
La persona non potrà commentare i contenuti postati dopo essere stata bloccata.
Inoltre non potrà visualizzare i contenuti condivisi con le tue cerchie (sebbene potrà ancora visualizzare i contenuti postati pubblicamente).
Non potrà menzionarti nei post o commenti.

insomma se blocchi qualcuno che ti ha aggiunto alle sue cerchie è come avere su facebook qualcuno che ti ha fatto una richiesta di amicizia che non hai accettato: non può interagire con te. Fare post pubblici su google+ equivale ad avere il profilo aperto su facebook, chiunque può vedere quello che scrivi, che ti piaccia o no...è il concetto di "pubblico" ;-)
 
+Barbara Arianna Ripepi +Mary Di Lieto +Francesco Chignola amisci, detto così mi fa comprendere meglio il discorso, ho messo il post pubblico apposta per fare in modo di capire meglio; resta il fatto che provo un certo disagio a sapere di essere nel "blogroll" di Casa Coso e che questo disagio capisco che manifestato assume un significato molto più ampio, al di là dell'analisi di come funziona G+
 
daniela. proverei lo stesso disagio anche io. per questo ti ho consigliato da tempo di chiedere di essere rimossa.
 
+Alessandro Sciarra vero, in effetti stavo leggendo l'help e non avevo pensato agli extended circles... forse per non farti leggere senza dover bloccare puoi pubblicare per una cerchia e disattivare la ricondivisione ma non sono sicuro che l'eventuale resharer possa aggirare l'opzione
in effetti pare di sì, dalla guida:

Disattivare le ricondivisioni sui post

Quando posti nello stream, viene attivata automaticamente l'opzione per gli altri di ricondividere il tuo post. Se vuoi impedire che questo accada, puoi disattivare le ricondivisioni procedendo nel seguente modo:

Posta qualcosa nello stream.
Fai clic sulla freccia nella parte superiore del post.
Fai clic su Disattiva ricondivisione.
Se non disattivi la ricondivisione, qualsiasi cosa condividerai (sia pubblicamente sia con le cerchie) potrà essere ricondivisa con altre persone oltre a quelle con cui hai condiviso i contenuti originariamente.

quindi se uno vuol pubblicare cose e non vuole che indesiderati le leggano senza dover bloccare nessuno deve pubblicare le cose per una o più cerchie e poi disattivare la ricondivisione del post.
 
Alessandro secondo me gli bloccano l'account - non dovesse succedere gli scriverò cortesemente - France' vabboh Totti sepoffà, Casa Pound ci penso e mi viene l'ANSIA
 
No ma 55 commenti: manco una foto di PUPPEH li faceva (dovevo dirlo)
 
Daniela, infatti, avevo capito che la tua è una questione legata all'apparire tra i contatti di qualcuno che non ti piace. Però è come voler impedire a Ciccio (che ti sta antipatico) di leggere i tuoi articoli in rete. Non si può fare, se Ciccio trova interessanti i tuoi contenuti non puoi impedirglielo, perché sono pubblici. E tra l'altro io penso anche che una cosa come Casa Pound non legga un bel niente, aggiungerà solo sperando di acquisire contatti. Una cosa che puoi fare, invece, è impedire che la gente veda quali persone hai cerchiato, così in qualche modo limiti l'accesso ad altri utenti
 
daniela! ma mi hai cerchiettato ora!? uh. grazie. che cara. p.s. se ti infastidiscono dimmelo che vado a fargli il culo.
 
Cioè, se blocchi non compari più nelle sue cerchie? (io sto solo parlando di apparire in cerchia, che mi pare sia la cosa che da fastidio a daniela)
 
ma no Daniela che ansia, anzi secondo me le cerchie sono una trovata geniale che ti permettono di condividere facilmente solo quello che vuoi con chi vuoi. Esempio:
- i link al mio blog posso condividerli come pubblici, in modo che abbiano la massima visibilità e tutti li leggano
- i post personali posso condividerli solo con la cerchia degli amici e dei conoscenti, in modo che chi mi segue in quanto blogger non legga i fatti miei
- le foto del festino dell'altra sera posso condividerle solo con gli amici, in modo che a mia madre non venga un infarto e che il mio capo non capisca perché oggi ho un gran mal di testa
- se il mio ex ragazzo a cui romperei volentieri una sedia in testa decide di accerchiarmi, io non mi trovo in imbarazzo come su facebook. Non devo decidere se accettarlo o meno (facendo eventualmente brutta figura nel secondo caso), non devo fare assolutamente nulla e allo stesso tempo la mia privacy è salva...

se capisci come funziona google+ è veramente una grande trovata! però vedo che sta creando panico e confusione in molti...dai un occhio a questo post per esempio:
http://www.rudybandiera.com/accerchiare-googleplus-0721.html
 
secondo me se semplicemente gli chiedi di acerchiarti perchè non ti vanno a genio, lo fanno. oppure sfruttano sto thread per avere visibilità ;)
 
+Barbara Arianna Ripepi no, scusa, mi riferivo alla possibilità di non far leggere le proprie cose a chiunque. col blog non si poteva, qui sì.
il resto della tua spiegazione la bookmarko e la riuso in futuro.
 
Mary fin lì perfetto, io dicevo Casa Pound --> Ansia non il pubblico di G+ (hai detto bene "se capisci", sto cercando di testarlo e capirlo 'sto robo, mi sembra un gran mezzo solo devo capirlo bene e digerirlo ;)
 
comunque in questo caso c'è un problema alla base, questo Casa Pound non può avere un profilo su Google+, al momento possono averlo solo le persone fisiche...
 
ciò non toglie che se io capito sul profilo di cp mi dice ciao, tu e casa pound avete fra i contatti in comune daniela elle. il che, giustamente, a daniela dà al cazzo (per usare un eufemismo maschio e virile, lol).
 
e allora se dà tanto fastidio bisogna solo cancellarsi da google+....
 
No Manuel, ho dovuto fare degli esempi che potevano creare confusione, ma il parallelo con il blog non era relativo ai contenuti, ma al fatto di non poter impedire che qualcuno segua qualcosa di pubblico. E aggiungo che se oggi può sembrare una soluzione, quella di chiedere di essere tolti, domani, quando nel giro di una notte ci avranno aggiunto 50 gruppi/persone/aziende che non ci piacciono, la situazione sarà tutt'altro che simpatica. Per me la cosa più semplice sarebbe inserire un'opzione di privacy che nasconda anche le persone che ti hanno aggiunto alle loro cerchie. Però ho anche l'impressione che in questo modo la si stia guardando dalla parte sbagliata, perché ripeto: essere aggiunti da CP non fa di noi degli amici del duce.
 
Ma infatti son convinta che verrà bloccato l'account, sì ma infatti Alessa' era quello il mio ragionamento sull'amplificare la cosa, mica è semplice da intendere a propria misura 'sto G+, troverò la mia dimensione nella caverna del saggio gugòl
 
be' ragazzi comunque google+ è ancora in versione beta...prima che esca la versione definitiva aperta a tutti è probabile che sistemino questi dettagli. Big G. si è sicuramente accorto che il concetto di cerchie non è chiaro a tutti e genera spesso il panico, farà senz'altro qualcosa a riguardo
 
+Alessandro Sciarra che, ad uno che conosce G+, suona esattamente come se un tabaccaio vedendoti entrare per comrpare le sigarette dicesse ciao, tu e casa pound comprate le sigarette nello stesso posto che capisco che uno potrebbe anche decidere di cambiare tabaccaio per una cosa così, ma impedire a casa pound di fumare non è possibile.
ok, dovrebbe essere possibile, nel senso che io li farei fumare proprio di loro, ma è un altro discorso.
 
No certo Babs ma mi mette terribilmente a disagio, un disagio che non riesco a ignorare, per questo motivo "ho chiesto l'aiuto del pubblico" per ragionare sulla cosa, manifestandola apertamente
 
+Barbara Arianna Ripepi siamo d'accordo che stiamo dicendo le stesse cose, io e te?
una cosa che non so bene come approcciare in termini di privacy è il default sul reshare dei propri contenuti, adesso è sì, forse dovrebbe essere no, in modo che quel che è mio sia mio a meno che non decida di renderlo anche altrui, ma non sono certo che mi piacerebbe, non ho ancora un'idea.
 
versione breve. uno sconosciuto soprappensiero capita sullo stream di casapound legge e pensa cazzo, ma daniela è iscritta a casapound?!
 
Manuel tipo il reblog di Tumblr dici? (per fare un esempio)
 
+Alessandro Sciarra questo sconosciuto non ha capito come funzionano i social network quindi ce ne possiamo tranquillamente fregare...
 
certo.
manca la parola disinformato, ma sono d'accordo.
e comprendo che la distinzione che quella parola manchi poco importa a daniela.
però lo sconosciuto disinformato legge anche il giornale e libero, questo fa sì che un po' io mi senta rilassi e concluda che non me ne frega un cazzo di cosa quello sconosciuto pensa.
se invece me ne frega è perché ci metto poco a dirgli di informarsi e lui a farlo.
 
Alessandro to' o' buco gugolplas te e i riassunti
 
+Alessandro Sciarra comunque il problema principale è che Casa Pound ora come ora NON può avere un profilo su google+, solo le persone fisiche possono. Probabile che Big G. stia lavorando alle business page, ma immagino che il sistema sarà un po' diverso...non credo che permetteranno alle aziende di fare accerchiamento selvaggio per spammare agli utenti
 
+mary di lieto: no, il problema in questo caso è casa pound, ma io potrei non volere che le mie cose siano lette urbi et orbi. questo si può fare, ma bisogna saperlo fare.

+daniela elle dico che quello che pubblico per la cerchia "intimi amici a cui posso dire la brevità del mio rapporto sessuale medio" di default può poi essere resharato da un membro di quella cerchia a todo mundo.
il fatto che poi io tolga quel bastardo dalla cerchia non cancella la figura di merda che mi sarei fatto.
mentre se fosse di default non resharabile dovrei essere io a renderlo tale, aumentando il controllo sui miei contenuti.
detto questo io concepisco i social network e in generale la vita online come trasparente, se non voglio far sapere in giro delle mie scarse prestazioni sessuali non lo scrivo nemmeno via mail alla mia compagna e ne parliamo a cena, così son sicuro che nessuno di indesiderato lo sente.

(+Alessandro Sciarra ecco in questo commento ho potuto taggare daniela, ma non mary, perché non lo capisco...)
 
Anche a me è successo in questo tret che potevo taggare e non taggare mboh - ragassi vi leggo più tardi debbo uscire - HASTA LA VISTA
 
+Manuel Furio Ferrero ovvio, come ogni strumento devi saperlo usare. Il problema della privacy però si pone paro paro anche su facebook. Io posso pubblicare su facebook una foto che possono vedere soltanto quelle 3 persone che conosco veramente e di cui ho accettato l'amicizia, ma una di queste 3 può benissimo salvarsi la foto sul pc e spargerla nel web...

comunque dovresti potermi taggare, forse dovevi solo scrollare di più l'elenco (immagino che di Mary ce ne siano parecchie, e non essendo io nelle tue cerchie non ti comparirò fra i primi risultati)
 
+Mary Di Lieto il tag funziona, ma ci dev'essere un bachetto: se inizio a scrivere + e poi il tuo nome, ma sbaglio e cancello non funziona più l'autocomplete, devo cancellare anche il + e ricominciare.
riguardo il fatto di salvare la tua foto sul pc: però su facebook se io salvo una tua foto che volevi tenere privata e poi la resharo non c'è la certezza che non sia un originale, potrei averla photoshoppata, mentre qui se faccio reshare di un tuo post che avevi pubblicato solo per alcuni destinatari il sistema mi d aun warning, ma poi posso fregarmene e resharo l'originale, con l'indicazione che arriva da te. a meno che tu non blocchi il reshare.

+Barbara Arianna Ripepi ma quelli sono i foaf, no? come concetto è ciò che permette la serendipity, a me non infastidisce. salvo se non posso controllare il loro accesso ai miei contenuti. cosa che si può fare.
 
+Manuel Furio Ferrero il tag mi dà lo stesso problema a volte, ma non sempre...quanto al reshare, puoi sempre disattivarlo e il problema è risolto...
 
sì, certo, mi chiedevo solo se fosse il caso di lasciarlo di default come attivo o al contrario di attivarlo solo su decisione volontaria.
non so ancora quale scelta preferisco.
 
Sono dovuto arrivare fino al commento di +Alessandro Minin per intuire cosa fosse 'sto "casa puond" :-D Poi ho pensato che avrei fatto prima con wikipedia...
Però è stata una lettura interessante... Non mi è mai capitata una roba del genere e quindi non ci ho mai posto la dovuta attenzione. Leggere fa sempre bene...
Translate
Add a comment...