Profile cover photo
Profile photo
giuseppe delli carri
42 followers
42 followers
About
Posts

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
LE 10 REGOLI PER UN BUON SESSO -

Studi recenti hanno dimostrato che il 54% dei giovani non usa mai il profilattico e un adolescente su tre soffre di malattie, più o meno gravi, ai genitali. Inoltre, da due studi pilota condotti su mille alunni delle superiori in cinque regioni italiane è risultato che il 40% dei giovani, pur sapendo di doversi sottoporre a una visita medica, si è presentato senza essersi lavato.

Gli andrologi hanno commentato questo episodio come normale nella fase che precede la pubertà ma come "campanello d'allarme" durante l'adolescenza.
Come evitare i disturbi?
Avere cura di se stessi. Per fare questo è importante imparare a conoscere il proprio corpo (non solo visivamente ma anche tecnicamente) e ad accettarlo, ma soprattutto ad amarlo.
Per prevenire fastidiosi disturbi è necessario anche condurre uno stile di vita adeguato: seguire corrette regole alimentari, evitare le droghe e limitare il consumo d'alcol (abbassano i livelli di testosterone). Occhio anche alla bilancia: sovrappeso e obesità sono controindicati per la salute e per il sesso.
Stop alle sigarette. Fumare riduce le performance sessuali: basta una sigaretta per diminuire del 30% il flusso arterioso per 2-3 ore e del 70% la produzione di nitrossido, la molecola che fa scattare l'erezione.
Praticare un'attività fisica regolare: basta anche una passeggiata di mezz'ora ogni giorno.
Adottare un sano comportamento sessuale basato sul rispetto verso se stessi e verso gli altri e sulla contraccezione.
Più sicurezza sul lavoro: alcune sostanze come estrogeni, solventi, pesticidi, onde elettromagnetiche, stress possono provocare danni alla funzione sessuale e riproduttiva.
Cominciare i controlli medici e specialistici fin dall'infanzia.
Anche in età adulta è bene sottoporsi a una visita andrologica: il 13% degli uomini ha problemi di erezione e il 30% di eiaculazione precoce.
Sottoporsi a una visita andrologica anche nella terza età.
Spesso gli uomini sono restii a richiedere una visita dall'andrologo. Niente di più sbagliato: questo medico deve rappresentare quello che il ginecologo rappresenta per le donne.
- See more at: http://cstshop.blogspot.it/#sthash.SuxAre17.dpuf
Add a comment...

Post has attachment
COME GODERE CON IL PUNTO L DELL' UOMO

Il punto L
L'equivalente del punto G femminile nel maschio è comunemente chiamato punto L.
Il nome deriva dall'iniziale del cognome della donna che ha rivelato l'esistenza di un punto di piacere nascosto nell'uomo: Elisabetta Leslie Leonelli.
Qualcuno tende a confonderlo o a chiamarlo punto P in riferimento alla prostata, ma non c'è alcun nesso con questa parte anatomica.
Il punto L si trova nella zona tra i testicoli e l'ano (Perineo).
Si tratta di un'area che ha la stessa conformazione del pene e che potremmo definire la sua continuazione, il suo nido, la parte del pene attaccata al corpo.
Se toccate questa zona mentre il pene è eretto vi renderete conto che si tratta proprio di una specie di continuazione del pene stesso, infatti non c'è un punto netto dove questo finisce.
Oltre il punto dove il pene è attaccato al corpo esso continua ancora a essere peniforme
Il punto L può essere stimolato nel rapporto orale,attraverso massaggio,e con i nostri prodotti succhiapene
Un rapporto orale appena accennato, vale a dire limitata alla punta del glande, ma praticato con una aspirazione fatta con la bocca può sollecitare il punto L in quanto si agisce su di esso attraverso l'uretra.
Per sperimentare l'efficacia della stimolazione del punto L è possibile ricorrere anche ad un massaggio delicato ma profondo che sia effettuato nella zona del perineo, tra l'attacco dello scroto e l'ano, vale a dire proprio il punto L.
Un altro modo per sollecitare il punto L, che qualcuno potrà ritenere poco ortodosso, è la stimolazione anale.
Il punto L, infatti, potrebbe essere una spiegazione di come gli omosessuali possano raggiungere l'orgasmo attraverso la penetrazione anale, o perché alcuni uomini gradiscano essere penetrati con un dito durante un rapporto sessuale.
Ebbene pare che ciò sia legato ad una presunta capacità, ma la questione è qui più controversa, della prostata di "provare piacere" e ciò avverrebbe più facilmente nel rapporto omosessuale piuttosto che con quello eterosessuale.
Ma cosa si prova ad avere un orgasmo sollecitando il punto L?
Ebbene, gli esperti, oppure chi giura di averlo sperimentato, definiscono l'orgasmo da punto L travolgente: giunge in modo lento, graduale, senza scatti e senza resistenze, fluido, come se fosse un respiro.
Le contrazioni di piacere sono più forti, ma meno acute, più tonde, più calde e più profonde. Ma quello che si può notare di più è il diffondersi nel tempo e nel corpo dell'orgasmo da punto L.
Pare, infatti, che esso duri di più e si diffonda piacevolmente lungo tutto il corpo, cominciando ancor prima dell'eiaculazione e finendo dopo che essa è completamente terminata.

Stimolare il punto L con l'aspirazione
Attraverso il tubicino del pene (l'uretra) è possibile sollecitare il punto L creando un'aspirazione.
Le nostre progenitrici muovevano naturalmente i muscoli vaginali creando un'aspirazione durante il coito.
Questo spiega perché il punto L si trova lì dov'è.
Oggi poche donne sono consce dei propri muscoli vaginali e quindi è difficile che il punto L sia stimolato normalmente durante il rapporto sessuale.
Lo stesso effetto lo si può ottenere attraverso un rapporto orale.
Succhiando ritmicamente (cioè succhiare e poi smettere di succhiare ripetendo l'operazione in rapida sequenza) si può sollecitare ottimamente il punto L maschile
. è anzi possibile far arrivare all'orgasmo un uomo soltanto succhiandolo, appoggiando le labbra sulla punta del pene, come fosse una cannuccia, senza toccarlo altrimenti. Ovviamente non per tutti è uguale e il succhiare non dovrà essere troppo forte.
Fate attenzione perché, se esagerate, potrebbe essere irritante.
Va poi detto che sarà bene continuare l'aspirazione dell'orgasmo dato dalla stimolazione del punto sensibile sotto il glande (la clitoride) anche durante l'eiaculazione. Infatti l'orgasmo del punto L è molto più lungo nel maschio.
Sarebbe un peccato interrompere il godimento.
Stimolare il punto L con il massaggio
Sollecitare con un massaggio delicato ma profondo la zona del perineo, tra l'attacco dello scroto (la sacca che contiene i testicoli) e l'ano.
Ecco come trovare e stimolare il punto L con la penetrazione
Lavatevi e rilassateviLa maggior parte degli uomini hanno un po' di problemi di pulizia quando si tratta di esplorare la zona anale. Farsi un bel bagno caldo oppure una doccia calda potrebbe alleviare molta ansia riguardo a questa cosa. In più il bagno oppure la doccia è un bellissimo posto per potersi esplorare. Se siete preoccupati di avere un movimento intestinale durante l'esplorazione, assicuratevi di andare in bagno prima di iniziare
Tagliatevi le unghie e smussate gli angoli
il rivestimento dell'ano è molto sensibile e può essere lacerato facilmente. Se stai utilizzando dei sex toys assicurati che non abbiano spigoli e considera la possibilità di utilizzare dei guanti in lattice.
Eccitatevi da soli
Siccome la prostata si gonfia quando viene stiomolata, è più facile localizzarla quando siete eccitati e agitati quindi guardate un film per aduli, masturbatevi, usate la fantasia… fate qualsiasi cosa che vi metta dell'umore giusto.
Trovate una posizione comoda
Se state provando l'esercizio su voi stessi trovate una posizione confortevole in modo da accedere facilmente al sedere. Provate a girarvi su un fianco, oppure accovacciatevi. Stare seduti su una sedia comoda potrebbe funzionare, oppure sdraiatevi con le gambe in aria. Vi serve una posizione che vi permetta di sentirvi comodi per un bel po'. Usare dei cuscini è sempre una buona idea.
Cominciate dall'esterno, massaggiate l'ano e perineo
Non cominciate subito con la la penetrazione anale. Iniziate con un massaggio esterno. Il perineo è situato tra i testicoli e l'ano, molti uomini trovano che massaggiando quest'area sia molto rilassante e piacevole. Massaggiate l'ano con un movimento ritmico e circolare. Potete fare una leggera pressione, come se steste suonando il campanello di una casa. Questo contribuirà a distendere lo sfintere anale.
Entrate
Quando siete pronti per inserire un dito nell'ano, provate a sintonizzarvi con il vostro respiro. Respirate profondamente. Il miglior modo per inserire un dito nell'ano è usare il polpastrello anzichè la punta. Aiutandovi quindi con un dito ben lubrificato, inserite delicatamente il polpastrello all'apertura anale ed espirando cercate di spingere simulando l'evacuazione
Una volta entrati, fermatevi per un momento ei abituatevi alla sensazione di avere qualcosa nell'ano.
Trovate la prostataDovreste riuscire a sentire la vostra prostate a circa cinque centimetri da e verso la vostra pancia. E spesso una protuberanza a forma di noce. Alcuni uomini sapranno di toccarla, altri non ci faranno molto caso. Potrebbe essere più facile che qualcun altro la trovi per voi (se vi capitasse di avere qualcuno a portata di mano!)
Sperimentate con diversi tipi di tocco
Una volta trovata la prostata potete sperimentare cosa vi piace. Troverete molto più facile e più comodo usare un lubrificante o dei sex toys. Ad alcuni uomini piace la sensazione della pressione costante sulla prostata, mentre ad altri piacerà la vibrazione, oppure una pressione discontinua. Potete anche sperimentare di comprimere il vostro muscolo PC e vedere come cambia la sensazione della stimolazione della prostata.
Provate ad usare i sex toys
I sex toys per la zona anale sono stumenti eccezionali per stimolare la prostata. Scegliete quelli leggermente incurvati che risultano essere più adatti a questo tipo di esplorazione. Alcuni vibreranno, e questa è una sensazione completamente diversa che ad alcuni piace e ad altri no. Se vorrete provare un vibratore, assicuratevi di prenderne uno con velocità variabile, in modo da potere iniziare lentamente se vorrete. Alcuni sex toy anali sono disegnati per essere inseriti e lasciati nell'ano mentre ci si dedica ad altre pratiche sessuali. Questo provoca una stimolazione lieve ma continua e a detta di molti cambia veramente il modo di sentire l'orgasmo.
- See more at: http://cstshop.blogspot.it/#sthash.SuxAre17.dpuf
Add a comment...

I DISTURBI DELL' EREZIONE MASCHILE

Disturbi dell' erezione
Quando si parla di disturbi dell'erezione si parla di un disturbo per il quale l'uomo ha difficoltà a raggiungere o a mantenere l'erezione. è uno dei disturbi sessuali maschili più diffusi. Può avere cause organiche (ormonali, vascolari, neurologiche) o farmacologiche, ma assai più spesso psicologiche: la cosiddetta "ansia da prestazione", ad esempio, è la causa più frequente di disturbo psicologico dell'erezione. Attraverso il rapporto sessuale l'uomo dimostra di essere all'altezza del suo ruolo misurando così la sua virilità. Questi "doveri" possono creare uno stato di ansietà che rende impossibile l'erezione. Anche molte condizioni di stress interferiscono negativamente con questa fase della risposta sessuale maschile e, in genere, l'associano a una diminuzione del desiderio.
Cause morfo-funzionali
Microfallo: misura del membro maschile sotto la norma ;
Ipospadia: malformazione congenita dell'uretra maschile che sbocca sotto il glande anziché alla sua estremità;
Epispadia: malformazione congenita per la quale l'uretra maschile si apre, anziché all'estremità, nella parte superiore del glande;
Incurvatura: incurvatura laterale congenita del pene;
Fimosi: restringimento, per lo più congenito, dell'apertura del prepuzio;
Malattia di La Peyronie: fibrosi circoscritta della tunica albuginea, detta placca. Tale placca riduce l'elasticità della porzione di pene ove è localizzata e ne determina una curvatura verso il versante malato;
Disturbi dovuti a i farmaci
Esistono numerose osservazioni relative a disturbi dell'erezione in seguito a trattamento con antidepressivi. Poiché tale disturbo fa parte del corteo sintomatologico della depressione, risulta difficile, così come nel caso del disturbo della libido, formulare una corretta diagnosi. Anche in questo caso due osservazioni saranno preziose a tale fine:
- il disturbo segue l'assunzione del farmaco;
- il disturbo regredisce in seguito alla riduzione o alla sospensione del farmaco.
Gli antidepressivi più frequentemente individuati come responsabili di tale disfunzione sono: desipramina, nortriptilina, amitriptilina, doxepina, protriptilina, amoxapina, maprotilina, tranilcipromina, fenelzina e clorimipramina.
Disfunzioni osteopatiche
Ci sono delle altre cause che possono essere superate attraverso delle sedute con un buon osteopata. Le difficoltà nell'erezione possono essere anche causate da un problema di mobilità della prostata, del osso sacro, dei muscoli del pavimento pelvico sino a delle disfunzioni vertebrali o cranio-sacrali
Altre cause
- Alcool (in dose superiore a 600 mL/settimana)
- Droghe (per esempio, cocaina, eroina)
- Diabete
- Fumo di sigaretta
- Mancanza di esercizio fisico, sovrappeso.
A volte può capitare che si perda l'erezione con l'utilizzo del preservativo. In questo caso non c'è da preoccuparsi, evidentemente non è il profilattico adatto. Nella maggior parte dei casi è dovuto ad un preservativo troppo stretto, che stringe troppo il pene, in questo caso sarà meglio optare per i modelli anatomici o extralarge.
La disfunzione erettile non è qualcosa di cui vergognarsi. Avere una disfunzione erettile non significa non essere fertile o non essere capace di avere un orgasmo o un' eiaculazione.E' stato accertato il fatto che l'erezione non è associata all'orgasmo e l'eiaculazione, l' uomo affetto da disfunzione erettile non si deve sentire oppresso dall'idea di essere in qualche modo privo di virilità o potenza
RITORNA AL MENU'
- See more at: http://cstshop.blogspot.it/#sthash.SuxAre17.dpuf
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded