Profile cover photo
Profile photo
Andrea Oleandri
106 followers -
Cinico, arrogante, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Cinico, arrogante, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.

106 followers
About
Andrea's posts

Post has shared content
Cara amica e caro amico, 
nel 2016 Antigone ha compiuto 25 anni. Le cose fatte nel corso di questo quarto di secolo per difendere i diritti di tutti – dentro e fuori le carceri – sono davvero tante ed importanti. 
A tutela della nostra indipendenza non accettiamo finanziamenti pubblici. 
Per questo motivo il supporto delle persone che condividono i nostri valori e le nostre battaglie è da sempre fondamentale e necessario.

Sostienici con il tuo 5x1000 e invita i tuoi amici a fare lo stesso.

Scopri come donare il 5x1000 ad Antigone -> http://bit.ly/1RZMUdU
Photo

Post has shared content
‪#‎tortura‬ ‪#‎SubitoLaLegge‬

Questo è il servizio andato in onda ieri sera durante la trasmissione Le Iene e realizzato da Matteo Viviani.

Ancora una volta emerge con prepotenza quanto in Italia sia urgente una legge che punisca la tortura.

Continuiamo a chiedere con forza a Matteo Renzi che si faccia garante dell'approvazione di questa legge. Dopo oltre 27 anni l'Italia non può più aspettare.

Unisciti a noi firmando la petizione -> www.change.org/chiamiamolatortura

Post has shared content
‪#‎carceri‬

Prende il via il Progetto “Antigone: Another side off life”. Sei studenti di medicina affiancheranno i volontari dello “Sportello per i Diritti” del Difensore Civico, attivo presso la Casa Circondariale di Rebibbia N.C., così da dare un ulteriore contributo per la ricerca di strumenti validi a tutela del diritto alla salute delle persone detenute.

La notizia -> http://bit.ly/1lq3Gtf

Aiutaci nel nostro impegno per la tutela dei diritti.
Iscriviti ad Antigone -> http://bit.ly/1S1zoda
Photo

Arrivi alla fermata del trenino, chiusa. Servizio navetta per tre fermate. 
Arrivi alla metro, prossimo treno tra otto minuti.

Roma, la città dove se riesci ad arrivare a lavoro sei un eroe.

Post has shared content
‪#‎TORTURA‬: SCRIVIAMO A RENZI

Dopo i 45.000 € per risarcire i due detenuti torturati ad Asti, l'Italia ha offerto 45.000 € a 31 persone torturate a Bolzaneto. 
Invece di approvare un reato contro la tortura e punire chi si è macchiato di questo crimine, il nostro Paese preferisce spendere quasi 1 milione e mezzo in risarcimenti.

Stiamo in queste ore scrivendo al Presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere l'introduzione del reato di tortura.

Vi invitiamo a farlo utilizzando twitter, copiando il testo che riportiamo di seguito o utilizzando un testo a vostra scelta includendo l'hashtag ‪#‎SubitoLaLegge‬:
"45000 € per i due detenuti torturati ad Asti. 45000 € per i 31 torturati a Bolzaneto. 
@matteorenzi la tortura va punita. #SubitoLaLegge"

Aiutaci a diffondere, condividi questo post.
Photo

Post has shared content
#‎tortura‬ ‪#‎SubitoLaLegge‬

Il Governo italiano prova a comprare l'impunità. Lo fa offrendo 45.000 € alle vittime delle torture a Bolzaneto, durante il G8 di Genova.

"Arriveremo a sbancarci, ma guai a introdurre il reato di tortura nel codice penale, come gli obblighi internazionali da noi contratti ci impongono e come ci chiedono da decenni le Nazioni Unite" scrive Susanna Marietti.

Leggi il suo post sulla vicenda -> http://bit.ly/1ZTIUle
Photo

Poi ti arrivano queste proposte di petizione:
"Spesso gli animali da macello vengono allevati in modo intensivo, in spazi modesti e con mangimi ipercalorici. La proposta di Andrea è l'istituzione di un marchio di garanzia, del tipo "Allevamento rispettoso", che garantisca al consumatore che gli animali siano stati allevati in modo quanto più possibile naturale".

Inizialmente bestemmi. Poi respiri e pensi due cose. La prima è: ottima idea. Quasi quasi ripristinerei la pena di morte in Italia per gli esseri umani. Però fino alla sentenza li farei vivere in una stanza di albergo. Sempre chiusi e non liberi, ma in albergo. Saranno più felici di morire dopo. E noi saremo più civili.

La seconda è lotta di classe. Ovvero, gli allevamenti intensivi sono necessari. Sono stati necessari a mantenere basso il prezzo della carne. Senza di questi non dico i poveri ma neanche la classe media ne mangerebbe più. E si tornerebbe ad Emile Zola in Germinal e alla scena della moglie del padrone della miniera che, mentre i minatori (poveri e sfruttati) erano in sciopero fuori dalla loro casa, tira su una fetta di prosciutto e dice ai suoi ospiti: "Comunque vada, ecco intanto una prelibatezza che loro non avranno mai". 
Che è per dire della scarsa conoscenza di tante persone presunte "etiche".

Post has shared content
#‎MandelaRules‬

E' questo il nostro ultimo post del 2015. 

E' un post in cui riportiamo le Mandela Rules tradotte in italiano. Sono le nuove regole penitenziarie delle Nazioni Unite che, tra non molto, saranno ufficialmente adottate dall'Assemblea generale. Si tratta di norme non vincolanti per gli Stati membri ma ricche di standard che i governi dovranno nel tempo rispettare.

Norme che potranno consentire di fare passi avanti nella cultura di una pena che non sia solo punizione. Per questo è importante che siano conosciute e diffuse.

Un post che per noi ha anche il significato di un rinnovato impegno per il 2016.
Un impegno per il quale abbiamo però bisogno di voi. 
Sosteneteci iscrivendovi ad Antigone.
Per sapere come fare > www.associazioneantigone.it/sostieni

Leggi le Mandela Rules > http://bit.ly/1JL6LKR
Photo

Post has shared content
‪#‎cannabis‬

La coltivazione a scopo terapeutico di sostanze stupefacenti non viola alcun bene o interesse costituzionalmente rilevante, anzi assicura il pieno rispetto di diritti fondamentali della persona, in primo luogo il diritto alla salute. È questo il cuore di un ricorso ai giudici di Strasburgo presentato dagli avvocati di Antigone.

Susanna Marietti nel suo blog su Il Fatto Quotidiano spiega perché è importante legalizzare la marijuana medica.

Leggi -> http://bit.ly/1Sgd6F9
Photo

Io ci vedo lotta di classe anche nel blocco del traffico.

Non c'ho i soldi per comprarmi una macchina nuova (e neanche non troppo vecchia se è per questo). Di conseguenza uso la macchina il minimo indispensabile (e invece abuso di mezzi pubblici) perché non c'ho neanche i soldi per la benzina.
Poi arriva il blocco del traffico per cui io, proletario delle quattro ruote (e non solo di quelle) non posso circolare mai (perché la mia macchina non è neanche euro 0 è tipo lira 5). Invece chi c'ha una barca di soldi e il mega-cazzo-di-suv comprato l'altro ieri (che usa pure per andare a portare il cane a fare la pipì) e non sa neanche che cosa sia un mezzo pubblico, se non per il fatto che gli smadonnerà contro quando gli suonano da dietro perché ha invaso la corsia preferenziale, può girare perché la sua macchina è euro 1000. 

Ci riprenderemo tutto. Pure i vostri suv. Che comunque demoliremo perché non ce piacciono!
Wait while more posts are being loaded