Profile cover photo
Profile photo
3M Software srl
13 followers -
Focus sul Servizio, Organizzazione, Personale Contact Center Business Center
Focus sul Servizio, Organizzazione, Personale Contact Center Business Center

13 followers
About
Posts

Post has attachment
Shadow: un’app per leggere i sogni che funziona davvero?

Esiste un numero sorprendente di dispositivi per la salute e lo stile di vita. Ora è possibile delineare ogni caloria bruciata o consumata, conoscere il proprio patrimonio genetico durante i secoli o seguire il proprio livello di stress. Ma sebbene i nostri momenti da svegli diventino sempre più trasparenti, un terzo della nostra vita, passata a dormire, rimane ancora offlimits. 
Nel corso dei secoli i sogni hanno interrogato l’uomo. Si sa che dormiamo per l’esigenza di ricaricarci ed evitare le conseguenze negative dell’insonnia ma non abbiamo una spiegazione sulla sostanza dei sogni, ancora dominata dalle teorie della realizzazione di un desiderio di Freud e Jung. Ma ora le innovazioni digitali stanno accogliendo la sfida.
L’app Shadow cerca di connettere gli utenti con i propri sogni e permette loro di condividerli. La sua prima funzione è svegliare gradualmente l’utente fino a 30 minuti, facilitando l’inconscio nel preservare il momento del sogno, piuttosto che interromperlo bruscamente. Gli studiosi del sogno stimano che il 95% dei sogni svaniscono una volta svegli. 
Quando l’utente tocca il proprio telefono inizia la registrazione e ti chiede di condividere i ricordi freschi della notte, stimolandoli con delle domande. L’input è esaminato per parole chiave e categorie così che l’utente possa costruire un quadro della sua esperienza nel tempo. Secondo un progetto più ambizioso, i dati personali, che sono anonimi, verranno inviati con riferimento di genere e di luogo ai server cloud nella speranza di costruire un database di sogni a livello mondiale. In questo Social Network le persone possono confrontare e discutere sulle loro esperienze, mentre le tendenze possono essere identificate ed analizzate. 
“Vogliamo sapere qual è il sogno più popolare in Giappone, o in Cambogia, in un determinato momento”, dice il fondatore di Shadow Hunter Lee Soik. “Puoi vedere i sogni di ogni città organizzati per parole chiave e numeri”.

Attualmente, su un piccolo campione di 1000 utenti, i dati raccolti stanno già offrendo delle intuizioni. “La scorsa settimana la maggior parte dei sogni sono stati registrati a New York e l’argomento più comune è stato la relazione. Ha senso se pensiamo che siamo animali sociali e lo siamo anche nei sogni.”
Soik vuole che la sua creazione sia “uno strato psicologico” di una tecnologia che la gente può utilizzare unitamente ai dispositivi giornalieri per avere un quadro più completo. Il progetto applica il rigore scientifico grazie a specialisti in psicologia, neurologia, comportamentismo che vengono dalle maggiori istituzioni accademiche come Harvard e Berkeley che analizzerà i dati e darà un contributo ai risultati.
Un simile progetto è stato intrapreso anche dal Prof. Richard Wiseman dell’Università dello Hertfordshire, uno specialista del sonno. Ma nel suo caso lo scopo è modellare i sogni. 
L’app Dream:ON di Wiseman monitora i movimenti durante il sonno così da identificare lo stadio REM, lo stadio di sonno profondo che è più fertile per i sogni e segnalato dal cessato funzionamento dei neurotrasmettitori che controllano attività come la seratonina e la paralisi del movimento degli occhi. Dream:ON colpisce l’ultimo ed il più lungo di questi stadi con una serie di suoni che vanno dalla pace di un giardino ad un attacco di zombie. Il professore ha effettuato test a doppio cieco ed ha ricevuto oltre 1 milione di iscrizioni dagli utenti, notando un impatto significativo.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Ecco il più grande dipinto in 3D su strada del mondo.
Il capolavoro, prende il nome “Rhythms of Youth” e copre una superficie di oltre 2500 metri quadrati, ed è stato sviluppato su ben 365 metri in lunghezza.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
9 app per i mondiali!
Soluzioni per rendere l'esperienza digitale , a partire da quella ufficiale della Fifa fino al social network che trasforma i tifosi in figurine. FIFA – APP UFFICIALE, ONEFOOTBALL BRAZIL, SKY GO E RAI TV, YOURFOOTBALL, WAGS APP, FANTASY ITEAM, SECOND MIC, FOOTBALL ALBUM e JU$TO.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Un anziano su 3, è meno depresso grazie ad internet, perchè scambia email, foto o chatta con parenti o amici lontani.
Così soffre meno di solitudine e si sente meno isolato rispetto a chi non ha la connessione a casa.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
App battono browser sul mobile!
Una ricerca, su base Usa, evidenzia che al primo posto tra le attività sul mobile, non c'è la navigazione ma l'utilizzo delle app. In testa tra le più popolari quelle dei giochi, al secondo Facebook.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
StoreDot , super caricabatterie per smartphone che ripristina il 100% dell'autonomia in 30 secondi. Sbarcherà sul mercato nel 2016
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Ultimo sito web realizzato dalla 3M Software
Home
Home
eventodanza.net
Add a comment...

Post has attachment
Si indossa come un anello, ma Fin, é l'ultima invenzione nel campo della wearable technology. Si tratta di un anello che grazie al Bluetooth può comunicare e accendere o spegnere ben 3 dispositivi alla volta: alzare, per esempio, il volume della televisione, abbassare quello dello stereo e persino attivare o disattivare l'antifurto della macchina.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded