Profile cover photo
Profile photo
Sonia Personal Shopper style consultant
22 followers -
Sonia Novello
Sonia Novello

22 followers
About
Posts



MODA / Animalier Mania

A Parigi, nel 1969, passeggiando per gli Champs Elysées o per Faubourg Saint-Honoré poteva capitare di incontrare Catherine Deneuve o Jane Birkin con gonna o cappotto animal print e sulle riviste trionfavano i travestimenti animali di Veruska. Colta dagli obiettivi di Peter Beard e di Franco Rubartelli, la modella diventava, di volta in volta, un pitone, una tigre o una zebra. Dopo anni di stampe effetto leopardo, la moda è tornata a interpretare il lato più rarefatto ed elegante dell'animal print: lo zebrato. Insieme a Bertrand Guyon, creativo della collezione Animalia Fantasia, ultima collezione di alta moda di Elsa Schiaparelli, le righe in bianco e nero popolano le collezioni di altri stilisti, da Balenciaga a Tom Ford, fino a Dolce & Gabbana e fanno tornare in mente le zebre dipinte negli anni Trenta dal pioniere dell'Op Art, Vasarerely. Il maculato fu anche una bellissima ossessione di Diana Vreeland, visionaria direttrice di Vogue America. Famosa la serie delle bellissime scatole zebrate delle candele Rigaud che teneva sulla scrivania del suo ufficio come porta penne. E come non ricordare la storica copertina di Vogue nel Settembre del 1964, quando incaricò il truccatore Pablo di zebrare gli occhi di Veronica Hamel, dove l'optical si univa con un tocco selvaggio . Il richiamo all'istinto selvaggio quindi torna a contagiare lo stile contemporaneo; le donne sono zebrate dalla testa ai piedi, ma rigorosamente eco. E' in spandex l'abito zebrato di Balenciaga, Tom Ford presenta un giubbotto patchwork su pantaloni impreziositi di paillettes, l'abito metallizzato in jacquard è la nuova ossessione di Halpern, un cappotto in lana jacquard per Roberto Cavalli e Dolce & Gabbana puntano sul cappotto in cotone broccato a stampa zebra. Tra gli accessori ecco la borsa di Gianni Chiarini.

Massimiliano, credits Io donna



X
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment


MODA / In lungo

Non è più confinato alla sera o alle occasioni importanti, l'abito più elegante oggi si porta senza riguardo a orari, luoghi e impegni : h 24 come nel tempo libero. Quando si crea un abito da sera, bisogna cercare di dare modernità e dignità al glamour degli abiti lunghi. Una donna è indubbiamente elegante con un abito ricamato e scintillante che cattura lo sguardo a ogni movimento. L'abito lungo è uno dei capi d'abbigliamento più visto sulle passerelle dell'autunno/inverno 2018/19. Niente di nuovo, se pensiamo allo stereotipo della femminilità o a quanti maxi dress sono entrati nella storia del cinema insieme alle attrici che li indossavano, da quello verde di Vivian Leigh in Via col vento al tubino nero di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany fino al vestito rosso con scollo profondo di Julia Roberts in Pretty woman. Ma qualcosa di nuovo c'è: quest'anno la lunghezza fino alla caviglia, o poco più, va al di là di orari e si porta dal lunedì alla domenica. In fondo, bisogna indossarli quando si sente che il momento è giusto, ed è questa la versatilità a renderlo speciale. Aderenti, sexy, ma anche ampi e fluttuanti per una femminilità meno gridata. I colori? ci sono tutti, dai classici scuri a quelli più vivaci . Per Valentino, maxi fiori e paillettes decorano l'abito di organza. E' un trionfo floreale l'abito con rouches e balze di Dolce & Gabbana. Paillettes brillano sull'abito con gonna a portafoglio di Giorgio Armani. Seducente ed elegante , l'abito con ampia scollatura per Saint Laurent. Una pioggia di rose cade sull'abito in chiffon di Blumarine. Salvatore Ferragamo stringe l'abito con la cintura dalla storica chiusura gancini.

Massimiliano, credits Io donna


Add a comment...

Post has attachment
#puntovitablogspot #trend #scozia #tartan

MODA / Viaggio in Scozia

Che si chiamino scacchi, tartan, check o altro, pochi tessuti possono vantare una storia e una fortuna così lunghe. Reinventati di continuo, rappresentano una classicità che viaggia verso il futuro. E' ultraclassico ma anche sportivo, formale e un po' punk. Il tessuto quadrettato, nelle sue infinite declinazioni scozzesi, è ricomparso nelle collezioni fw 2018/19.In versione mix&match di fantasie, optical o spalmato, con tailleur, giacche, gonne e accessori check, è un basic di tutte le donne. Una decorazione che fa parte della storia della moda. I primissimi capi quadrettati, ottenuti inserendo nell'ordito fili colorati, risalgono all'epoca dei faraoni del Medio Regno. Ritroviamo questo gioco di incroci nelle coperte e in tessuti d'arredamento in alcuni dipinti medievali. Il tartan in origine era un tessuto rustico, usato come coperta e, come facevano gli Scozzesi, mantello. Dall'8oo viene associato ai diversi clan e identifica le famiglie importanti. Per questa stagione il blu e il rosso sono ideali per il giorno, il giallo e il blu sono ideali per la sera. Alla sera a noi piace in abbinamento con accessori di velluto e vernice. Dior lo propone nel completo a doppiopetto nel taglio maschile nei colori su base blu, Chanel presenta un cappotto in tweed con colletto in velvet e pantaloni in pelle metal, la mini cappa e gonna di Fendi sono in tartan verniciato, sotto l'abito di tulle ecco il cappotto di Prada e dalla giacca alla gonna il look Gucci è un gioco optical.

Massimiliano, foto Io donna


Photo
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment

#puntovitablogsot #trend #trench. #pioggia #rain #Casablanca #moda

MODA / Sotto la pioggia

Amiche , lo so che a volte può cogliervi impreparate, ma la pioggia si può affrontare con stile! Per cominciare, "chi dice pioggia dice trench", il classico, elegante impermeabile alternativo al Mackintosh. Che per la gioia del capo più caro a Humphrey Bogart in Casablanca , sta vivendo una seconda giovinezza sia al maschile che al femminile. Unisex e trasversale, tanto amato da Ingrid Bergman e Audrey Hepburn, il trench parte dall'idea di Thomas Burberry, il cui marchio è ormai sinonimo dell'iconico trench coat. In questa stagione il classico colore giallo del trench torna nella cappa di crèpe nella collezione di Trussardi, corredata da stivali in nappa e borsa in pelle a soffietto. Cappa con cappuccio anche per Salvatore Ferragamo e antipioggia in vinile blu con cintura in pelle in vita da Marni, che si abbina a un dolcevita a coste. Futurista e spaziale la donna di Maison Margiela, accompagna l'abito con ologramma rodeo giallo e ricamo con frange. In pelle di vitello verniciata il cappotto con cappuccio e inserto tech da Tod's da portare con stivali e borsa con doppi manici. Romantica  e sognatrice sotto la pioggia la donna di Nina Ricci, per lei un trench in vinile rosa da abbinare con nuance polverose.

Massimiliano, credits Io donna





Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
#puntovitablogsot #bonton #trend #moda #chic #iocambiocosi #esserebelle

MODA / Nuovo bon ton

Settembre, mese perfetto per cominciare a rinnovare con razionalità il guardaroba d'autunno. Il trend si fa sobrio e aristocratico. I colori sono quelli del bon ton dal rosa cipria al grigio acciaio. Allo stesso tempo i materiali usati sono nobili, come il velluto che la fa da padrone su capi e accessori. Via libera a tailleur giacca e gonna dal mood anni Ottanta, con spalline posticce, zip in carriera e gonne sopra il ginocchio, salvo poi addolcirlo grazie a declinazioni estrose, come rouches romantiche e colletti bianchi e sagomati di camicette che spuntano sotto le giacche. Un tailleur sofisticato? nero con giacca dalla linea irregolare che segue le forme del corpo e un tocco di verve con gli stivali oro: ci pensa Chanel. Aggressivo con dolcezza il completo di Moschino rosa fucsia che unisce alle zip la lunghezza bon ton della gonna a sirena e gli occhiali alla Jackie Kennedy. Frivola ma con stile la donna Philosophy di Lorenzo Serafini: indossa un abitino color ruggine a micro fantasia con un  delizioso cravattino nero. Un po' di anni Ottanta per la donna manager di Fendi :  indossa un completo grigio composto da camicetta con spalline sagomate e colletto bianco. Una tempesta di rouches e volant sull'abito rosa, una mise perfetta da giorno per le donne di Blumarine che amano la femminilità aggraziata. Un tacco bon alto 6,5 cm per la décolleté Aquazzurra: viola con dettagli sulla punta.

Massimiliano, credits Iodonna


Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded