Profile cover photo
Profile photo
Tata Mayagency
14 followers
14 followers
About
Posts

Post has attachment
AUGURI A TUTTI I PAPA'! 
OGGI 19 MARZO ALLE 9 LA VOSTRA TATA SARA' OSPITE A UNO MATTINA. SABATO 22 MARZO NELLA SEDE DI MAYAGENCY RIPARTONO I CORSI PER ESSERE DEI GENITORI EFFICACI. TENIAMO ALTRI CORSI  PER LE ASSISTENTI ALL'INFANZIA, EDUCATORI E PER DIVENTARE DELLE SUPER TATE

http://www.mayagency.it/
Add a comment...

TESTIMONIANZA DI UNA MAMMA
Roma Maggio 2013
Tata May ha passato tre giorni insieme a me ed i miei due figli di tre mesi, è riuscita in così poco tempo ad impostare gli orari per mangiare, dormire e fare attività, mi ha dato consigli utili per l'allattamento al seno, alimentazione da seguire, igiene dei bambini e delle loro cose. Da quando è andata via i miei gemelli dormono entrambi 8 ore a notte inoltre io riesco a gestirli in totale autonomia senza l'aiuto di nessuno, cosa che fino a pochi giorni fa credevo impossibile! Ha dimostrato grande professionalità ed esperienza, la chiamerò nuovamente in futuro per farmi indirizzare al meglio per lo svezzamento, per la messa in sicurezza della casa, capricci e qualsiasi altra fase dovremo affrontare per iniziare il tutto nel migliore dei modi.
Se avessi saputo prima di questa possibilità l'avrei chiamata appena rientrata dall'ospedale tre mesi fa!
Grazie Tata May!!
Elisa P.
Add a comment...

Post has attachment
TESTIMONIANZA DI UNA MAMMA

Roma Maggio 2013

Tata May ha passato tre giorni insieme a me ed i miei due figli di tre mesi, è riuscita in così poco tempo ad impostare gli orari per mangiare, dormire e fare attività, mi ha dato consigli utili per l'allattamento al seno, alimentazione da seguire, igiene dei bambini e delle loro cose. Da quando è andata via i miei gemelli dormono entrambi 8 ore a notte inoltre io riesco a gestirli in totale autonomia senza l'aiuto di nessuno, cosa che fino a pochi giorni fa credevo impossibile! Ha dimostrato grande professionalità ed esperienza, la chiamerò nuovamente in futuro per farmi indirizzare al meglio per lo svezzamento, per la messa in sicurezza della casa, capricci e qualsiasi altra fase dovremo affrontare per iniziare il tutto nel migliore dei modi.

Se avessi saputo prima di questa possibilità l'avrei chiamata appena rientrata dall'ospedale tre mesi fa!

Grazie Tata May!!

Elisa P.
http://www.mayagency.it/index.php/lagenzia
L'agenzia
L'agenzia
mayagency.it
Add a comment...

BUONA NOTTE MAMMA E PAPA!

Non riesco a dormire...Credo di aver visto un coccodrillo proprio dentro il bicchiere...!”. La sequenza potrebbe essere infinita. In realtà è una sequenza molto comune nei bambini; dalla lunghezza variabile caso per caso è comunque sempre presente; ogni bambino ha la sua: alcuni amano ascoltare dei racconti avvincenti, altri sempre la stessa fiaba, altri ancora si lasciano avvolgere nella loro copertina preferita, ad alcuni basta un bacio della buona notte, ad altri una piccola luce infondo ad un corridoio. Conta poco in realtà quanto sia lunga, corta, o personalizzata, purché questa sequenza resti invariata nel tempo. Consiste proprio nelle caratteristiche di ripetitività e di ridondanza l'efficacia di una sequenza. Riflettendo infatti sulla sua utilità simbolica e comunicativa potremmo infatti ipotizzare che serva proprio a rassicurare il bambino: la sua ripetizione nel tempo diventa ciclica, conosciuta, familiare. Il bambino la personalizza insieme ai suoi genitori e alle condizioni che precedono il sonno e in genere tende a ricercarla: identica a quella della sera prima. Il sonno è una condizione fisiologica necessaria e importante, tanto quanto lo sono il cibo, o altre funzioni dell'organismo. In quanto indispensabile e naturale nessuno riesce a farne a meno; eppure al momento di “calarsi tra le braccia di Morfeo” pare che ognuno di noi abbia un istante di esitazione, una breve, piccola, abitudine che ci induca e favorisca il sonno. I bambini hanno la stessa nostra esitazione: stanno per salutare mamma e papà e abbandonarsi al sonno; passeranno dalle 6 alle 10, a volte anche 12 ore in uno stato di inconsapevole solitudine, a volte ininterrottamente. Creammo “il rito” del sonno. Compatibilmente con le nostre esigenze e con la nostra pazienza cerchiamo di rispettarlo il più possibile, sarà più facile per noi farci capire da lui quando, per un motivo o per un altro non potremmo accontentarlo. Se ci sarà attenzione da parte nostra alle sue esigenze man mano imparerà a rispettare anche le nostre.
Add a comment...

COME FACCIO CON I CAPRICCI ????
Quante volte ci si è trovate di fronte a pianti, urla, calci, pizzicotti, comportamenti dispettosi e grida disperate dei bambini??? Sono tutti quei comportamenti che più comunemente vengono chiamati “capricci” e dove a volte non si sa cosa fare e come comportarsi e con i quali almeno una volta nella vita ogni mamma si è dovuta confrontare con risultati più o meno deludenti. Ebbene, non c’è una regola su come comportarsi che vale per ogni bambino e che può essere una risposta standard a questa situazione, ma è importante dire che ogni capriccio nasconde un perché. E quindi come prima cosa è bene essere delle attente osservatrici in quanto i capricci possono essere di diversa natura e di diversa entità che variano da puri e semplici capricci che esprimono un bisogno di fame e/o sonno o dettati da una cattiva alimentazione, a quelli che possono mettere in luce uno stress dovuto ad una situazione poco tranquilla a casa o a scuola oppure da un bisogno psicologico più profondo e quindi a seconda della situazione in cui ci si trova, una modalità di risposta più essere più utile rispetto ad un’altra. Ma uno degli atteggiamenti più immediati che si possono adottare, è innanzitutto mantenere la calma e non farsi prendere dal panico e dalla fretta di voler risolvere la situazione, specie se queste manifestazioni capitano in presenza di altre persone o fuori casa. E’ necessario mantenere un tono fermo, deciso, senza alzare la voce, chiedendogli cosa vuole, di cosa ha bisogno in quel momento, di parlare con voi, guardandolo negli occhi e magari abbassandovi per cercare di essergli più vicino. Questo aiuta a far scendere la tensione e permette a voi di mantenere sia il controllo della situazione, sia il ruolo che voi avete, che in queste situazioni può subire una sorta di attacco. Vedrete che questo vostro atteggiamento fermo e deciso, farà diminuire gradatamente la sua emozione e le manifestazioni legate ai capricci come pianti o urla o movimenti inconsulti. Non appena vi rendete conto che il bambino si è calmato, è importante domandargli le stesse cose, ma prendendogli una mano o appoggiandogliene una o entrambe sulle spalle e continuate a guardarlo negli occhi. Quando si sarà calmato abbracciatelo e sorridetegli e parlate con lui di quanto è accaduto facendovi spiegare con calma ciò di cui ha bisogno ed i motivi che lo hanno indotto a comportarsi in quel modo. La cosa più importante è offrire ascolto, attenzione ed educare i bambini a parlare con voi, ad esprimere le loro emozioni in maniera semplice e naturale. La pazienza, uno sguardo attento ai vostri bambini, e lo stare empaticamente con loro, possono essere già da soli un valido aiuto educativo anche e soprattutto nei momenti di difficoltà, come nella vita di tutti i giorni. Il capriccio va ignorato quando Il vostro bimbo vuole ottenere ciò che non dovrebbe o fare ciò che non potrebbe.
Add a comment...

DIBATTITO SULL'APPRENDIMENTO LINGUISTICO
"L'apprendimento linguistico del bambino dipende molto dal ruolo dell'adulto e dall'ambiente che lo circonda. Secondo voi, qual è il modo più adeguato per aiutare il proprio bambino ad imparare a comunicare? E' bene rivolgersi a lui usando un linguaggio normale o il cosiddetto "bambinese"? Bisogna correggerlo ogni volta che sbaglia o questo potrebbe scoraggiarlo? E' necessario preoccuparsi se, superati i diciotto mesi, vostro figlio presenta delle difficoltà a parlare? Credo che, in qualsiasi caso, sia molto importante stimolare il bambino senza mai forzarlo: ricordate di rispettare i suoi tempi. Quali sono le vostre opinioni ed esperienze a riguardo?"
Add a comment...

Post has attachment
Care Amiche cosa ne pensate della scelta di Angelina Jolie?
Se perdi un familiare a 56 anni , dopo dieci di sofferenza, a causa del cancro, faresti di tutto per evitare ai tuoi sei figli il dolore di stare a guardare morire la propria Madre. Io la capisco, la mia la persi tredici anni fa, aveva 48 anni, ma sono a favore del controllo continuo, non per un operazione così radicale come la mastectomia preventiva, che non ti garantisce che il cancro non ti venga nel resto del corpo.
http://www.repubblica.it/salute/medicina/2013/05/14/news/angelina_jolie_-58773357/?ref=HREC1-1
Add a comment...

Chi vuole candidarsi per i lavori deve compilare il modulo nella sezione lavora con noi e inviare cv con foto nel sito mayagency.it. Le tate iscritte alla mayagency.it devono seguirmi su twitter per le novità lavorative, ricordate di visitare il sito per gli aggiornamenti. 
Add a comment...

Post has attachment
SONO IN ARRIVO ALTRE FILIALI DI MAYAGENCY, AVENDO TANTE RICHIESTE DA TUTTA L’ITALIA. SE VOLETTE ESSERE PARTNER DI TATA MAY ED APRIRE UNA SEDE NELLA VOSTRA REGIONE SCRIVETE A info@mayagency.it O CHIAMATE IL 3801720880.
http://www.mayagency.it/
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded