Profile cover photo
Profile photo
Imagin'Aria
63 followers -
Rock Becomes Art
Rock Becomes Art

63 followers
About
Posts

Post has attachment
Today is an important day for us, after over ten years finally the Imagin'aria break the silence!
Add a comment...

Post has attachment
here is the absolute preview of the cover of our next album EXELIGERE!
Photo
Add a comment...

Sono ufficialmente terminate le registrazioni per il nostro nuovo lavoro in studio ! Ora non ci rimane che il mix. A questo punto possiamo svelare il titolo di questa nuova tappa del nostro ventennale percorso, il nuovo album si intitolerà

E X E L I G E R E

The recordings for our new studio work are officially ended! Now we do not have that mix. At this point we can unveil the title of this new stage of our twenty-year course, the new album will be titled

E X E L I G E R E
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Con l'inizio di settembre siamo tornati finalmente al lavoro sul nuovo album ! La grande notizia è che abbiamo deciso di inserire altri tre brani ai cinque in scaletta. Si tratta di musica composta è suonata insieme al nostro grande amico e collaboratore Aldo Carpanelli alle tastiere. Continuate a seguirci e sarete ricompensati !

With the beginning of September finally back to work on the new album! The great news is that we decided to include three more songs to the five in the lineup. It is music composed is played along with our great friend and collaborator Aldo Carpanelli on keyboards. Stay tuned and you will be rewarded!
Add a comment...

Post has attachment
Progetto T.I.'A.
Progetto T.I.'A.
itunes.apple.com
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

RE DEI SE pt.II (La terra del Sempre Mai): nella terra del Sempre Mai nulla cambia, il tempo trascorre sempre uguale a se stesso, nessun problema, nessun dolore. Non serve pensare ne decidere, tra le braccia del Re Dei Se le emozioni svaniscono nella pace di un sonno senza sogni.
Questo brano strumentale chiude l' album portandoci su sonorità semplici ma dalle forti contrapposizioni. Gli arpeggiatori creano un gelido tappeto sonoro su cui le chitarre intrecciano la loro struggente melodia.

RE DEI SE pt.II (The land of Never Again): in the land of Never Again nothing changes, time passes more and equal to itself, no problem, no pain. Do not think I need to decide, in the arms of King Of If emotions fade away in the peace of a dreamless sleep.
This instrumental track closes the album of bringing sounds simple but with strong opposition. Arpeggiator create an icy sound carpet on which the guitars intertwine their yearning melody.
Add a comment...

LA SCELTA MIGLIORE: lasciarsi guidare dal proprio cuore o ponderare con attenzione i propri passi, pensare solo a se stessi o al bene di chi ti sta accanto. Abbiamo sempre la possibilità di scegliere, dipende solo dal prezzo che siamo disposti a pagare per le nostre azioni. Scegliere è l'espressione positiva della nostra volantà.
Arricchito da una pregevole sezione fiati questo brano rappresenta un interessante punto di incontro tra il prog e la canzone d'autore.

LA SCELTA MIGLIORE: to be guided by your heart or consider carefully their steps , thinking only of themselves or for the good of those around you . We always have the option to choose , it depends only on the price we are willing to pay for our actions . Choose is the positive expression of our volition .
Offering a fine horn section this passage is an interesting meeting point between prog and song writing .
Add a comment...

INDASTRIA: è un omaggio al maestro Hayao Miyazaki ed alla sua seria TV Mirai shōnen Konan (Conan il ragazzo del futuro), con cui alcuni di noi sono cresciuti.
Una metafora neanche tanto velata sui mali che una società votata al solo profitto ed a un progresso riservato a pochi eletti può creare.
Musicalmente si tratta di un brano decisamente d'impatto con una parte centrale di ampio respiro dove le variazioni sul tema si susseguono fino a sfociare nel finale.

INDASTRIA: is a tribute to the master Hayao Miyazaki and his serious TV Mirai shonen Konan (Future Boy Conan), with which some of us grew up.
A not so veiled metaphor about the evils that a society devoted solely to profit and progress reserved for a select few can create.
Musically it is a song with a decidedly impact the central part where the broad variations on one another until it flows into the final.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded