Profile cover photo
Profile photo
Bruno Pino
2,580 followers -
Journalist & blogger | aspiring photographer | poetic environmentalist | Mail: brunopino66@gmail.com | Social: GPlus +BrunoPino | FB &TW brunopino66 |
Journalist & blogger | aspiring photographer | poetic environmentalist | Mail: brunopino66@gmail.com | Social: GPlus +BrunoPino | FB &TW brunopino66 |

2,580 followers
About
Bruno's posts

Post has attachment

"Essere in cammino dà quasi sempre più soddisfazione che non arrivare a destinazione".
E. Kagge
#jamuacaminare

Post has attachment
Photo

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has shared content
Il #Governo ha approvato il decreto che rende obbligatori 12 #vaccini, perché ci tiene alla #salute dei bambini e dei propri cittadini. Per i genitori che non sottoporranno i figli alle vaccinazioni, addirittura, è prevista la perdita della #patriapotestà. La #prevenzioneprimaria, dunque, è importante per il Governo. Ci tiene assai. Si vede.
Una riflessione allora mi viene spontanea. Non è del pari importante, oltre alla #profilassi dei vaccini, anche quella della salubrità dell'#ambiente in cui viviamo? Se è così, e non può non essere così, l'eliminazione dei fattori di rischio è prioritaria. Se da una parte il Governo obbliga i nostri figli a vaccinarsi (penso per esempio contro malattie come il morbillo che ai miei tempi abbiamo avuto tutti), dovrebbe essere obbligatorio - pena anche per i decisori politici la perdita della patria potestà - effettuare le bonifiche dei territori che sono inquinati (per quanto mi riguarda, ricordo le #navideiveleni, la #ValleOliva, ecc.). Non è forse importante preservare la salute dei propri cittadini da malattie come il #cancro? Sì che lo è.
A proposito di questa malattia. Perchè non si rende obbligatorio anche il #TestIset che serve ad identificare con anni di anticipo nel sangue periferico eventuali “Cellule Cancerose Circolanti” e quindi scoprire un #tumore anche anni prima che si possa vedere con i classici strumenti diagnostici???

Il #Governo ha approvato il decreto che rende obbligatori 12 #vaccini, perché ci tiene alla #salute dei bambini e dei propri cittadini. Per i genitori che non sottoporranno i figli alle vaccinazioni, addirittura, è prevista la perdita della #patriapotestà. La #prevenzioneprimaria, dunque, è importante per il Governo. Ci tiene assai. Si vede.
Una riflessione allora mi viene spontanea. Non è del pari importante, oltre alla #profilassi dei vaccini, anche quella della salubrità dell'#ambiente in cui viviamo? Se è così, e non può non essere così, l'eliminazione dei fattori di rischio è prioritaria. Se da una parte il Governo obbliga i nostri figli a vaccinarsi (penso per esempio contro malattie come il morbillo che ai miei tempi abbiamo avuto tutti), dovrebbe essere obbligatorio - pena anche per i decisori politici la perdita della patria potestà - effettuare le bonifiche dei territori che sono inquinati (per quanto mi riguarda, ricordo le #navideiveleni, la #ValleOliva, ecc.). Non è forse importante preservare la salute dei propri cittadini da malattie come il #cancro? Sì che lo è.
A proposito di questa malattia. Perchè non si rende obbligatorio anche il #TestIset (della prof.ssa Patrzia Paterlini-Brechot) che serve ad identificare con anni di anticipo nel sangue periferico eventuali “Cellule Cancerose Circolanti” e quindi scoprire un #tumore anche anni prima che si possa vedere con i classici strumenti diagnostici???

Come capita a molti, credo, usando facebook o essendo usati da questo social, siamo presi dalla smania di sapere tutto di tutti. Ho appreso, leggendo un libro, che si chiama "Fomo" ovvero Fear Of Missing Out, la paura di perdersi qualcosa. L'autore del libro (Kagge, Il Silenzio), un esploratore norvegese, ricorda un suo viaggio durato molti mesi. "Appena tornato a casa - scrive -, mi buttai su giornali e notiziari così come ero solito fare prima della partenza. Con mia grande sorpresa - confessa -, mi resi conto che sui quotidiani e nei dibattiti si parlava perlopiù degli stessi temi all'ordine del giorno l'autunno precedente, prima che prendessimo il largo. I politici discutevano bene o male delle stesse cose...".

“Più veniamo disturbati e più desideriamo essere distratti. Dovrebbe essere il contrario, ma spesso non è così. Si entra nel loop indotto da un neurotrasmettitore, la dopamina, il motore del desiderio, della ricerca, degli appetiti. Non sappiamo quando arriverà una mail o un messaggio, e allora controlliamo febbrilmente il telefono quasi con la medesima frequenza con cui abbassiamo la leva di una slot-machine, sempre a caccia di qualcosa che ci dia soddisfazione”.

Erling Kagge, Il silenzio, Einaudi 2016
Risposta 9, pag. 32
Wait while more posts are being loaded