Profile cover photo
Profile photo
Davide Amato
40 followers -
"The only way to be truly satisfied is to do what you believe is great work, and the only way to do great work is to love what you do. If you haven't found it yet, keep looking, and don't settle. As with all matters of the heart, you'll know when you find it. And like any great relationship, it just gets better and better as the years roll on. So keep looking, don't settle" - Steve Jobs
"The only way to be truly satisfied is to do what you believe is great work, and the only way to do great work is to love what you do. If you haven't found it yet, keep looking, and don't settle. As with all matters of the heart, you'll know when you find it. And like any great relationship, it just gets better and better as the years roll on. So keep looking, don't settle" - Steve Jobs

40 followers
About
Communities and Collections
Posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Arriva a Milano la mostra evento 2017: 'Dentro Caravaggio'. 18 opere affiancate dalle rispettive immagini radiografiche che consentiranno al pubblico di seguire e scoprire attraverso l’uso degli apparati multimediali il percorso dell’artista, dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell’opera.

Post has attachment
Signorie presenta " Visita al Castello di #Malpaga "

Il castello di Malpaga si trova nel territorio di Cavernago, piccolo comune alle porte di Bergamo. Il capitano generale di Venezia, Bartolomeo Colleoni acquistò nel 1456, dal Comune di Bergamo, il castello con l'intenzione di farne la propria residenza e il centro del suo dominio. Ristrutturò e trasformò il castello rendendolo una inespugnabile fortezza, campo di alloggiamento per i suoi soldati e magnifica residenza: corte principesca, testimonianza di un successo socio-militare, oltre che centro politico nello scenario spesso confuso della geopolitica italiana dell'epoca. Come tutti i principi rinascimentali il Colleoni voleva affermare e manifestare il prestigio raggiunto e il potere conquistato attraverso opere visibili che dessero memoria della grandezza raggiunta, attraverso un mecenatismo che ne certificasse la sensibilità alla cultura, al bello, all'arte.

Link: https://www.signorie.com/blog/visita-al-castello-di-malpaga.html

Post has shared content
PARMA

Nel cuore di Parma, uno dei più affascinanti monumenti d’arte italiana, nonchè uno dei simboli della città: il Palazzo del Giardino (o  Palazzo Ducale del Giardino). Venne costruito a partire dal 1561 per ordine del duca di Parma Ottavio Farnese e fu sede della corte  fino alla seconda metà del Seicento, quando la sede fu trasferita in altri palazzi accanto al Palazzo della Pilotta (o semplicemente “Pilotta”).  Il palazzo raggiunse il massimo splendore durante il governo di Ranuccio Farnese, ma già durante il regno del figlio Odoardo, assorbito da impegni militari e poco attento alla vita di corte, andò incontro a un progressivo abbandono. Negli ultimi decenni del Seicento, il duca Ranuccio II Farnese diede avvio ad importanti opere di rinnovo, visibili ancora oggi, del palazzo e del giardino. L’imponente bellezza dell’edificio (il progetto fu affidato a Jacopo Barozzi detto ”il Vignola”) non è che un preludio del fascino degli interni (le decorazioni delle sale furono a cura di vari artisti di spicco dell'epoca, tra cui Girolamo Mirola e Agostino Carracci) e del suggestivo giardino che lo attornia. 

Link: http://www.signorie.com
Photo

Post has shared content
UDINE

Il Castello di Udine è uno dei principali monumenti della città, e vi si accede da Piazza Libertà (definita come la più bella piazza in stile veneziano sulla terraferma) attraverso l'Arco Bollani, sormontato da un leone marciano con le ali di rame (costruito su progetto dell'architetto veneto Andrea Palladio nel 1556). A partire dal 983 d.C. si possono raccogliere le prime informazioni, tratte dai documenti, sulla storia della città: l’11 giugno, l’imperatore Ottone II confermò al Patriarca di Aquileia (Rodoaldo) il possesso di cinque castelli, tra cui ”castrum Utini” (Castello di Udine). Qualche secolo più tardi con il patriarca Raimondo della Torre (figlio di Pagano I della Torre, Signore di Milano), il castello divenne anche sede patriarcale e sede del Parlamento. A seguito di un violento terremoto (1511), il castello andò distrutto ma appena sei anni dopo (1517) iniziarono le attività di ricostruzione. I lavori durarono oltre 50 anni, e l'ultima fase vide la partecipazione di Giovanni da Udine. Proprio dell’allievo di Raffaello, sono le rifiniture esterne e le decorazioni del Salone del Parlamento completate poi da Francesco Floreani.
Photo

Post has shared content
FORLI'

Il nostro viaggio prosegue nella terra della "Tigre di #Forlì ", Caterina #Sforza : ecco la stupenda Rocca di Ravaldino 

La Rocca di Ravaldino, conosciuta anche come la Rocca di Caterina Sforza è una cittadella fortificata che sorge nella città di Forlì. Il nome Ravaldino deriva dalla presenza di una fortificazione denominata Bonzanino, con tutta probabilità un rivellino (sorta di rudimentale fortilizio), che sorgeva nell'area dell'omonima porta. Il complesso fu costruito per volere dapprima di Pino III Ordelaffi , che ne affidò il progetto all'architetto Giorgio Marchesi Fiorentino , e successivamente, di Girolamo Riario che fece costruire la Cittadella, il Rivellino di Cotogni e il Rivellino di Cesena. Nel 1496, Caterina Sforza , (vedova del Riario), fece costruire un terzo rivellino e una palazzina sulle rovine dell’antico forte trecentesco chiamato “il paradiso”. Nel 1500, Caterina vi sostenne una leggendaria difesa con le forze di Cesare Borgia che l'assediavano. Grazie alle nuove armi da fuoco le truppe del Duca riuscirono a perforare a cannonate le mura. In quel punto fu posta una targa con lo stemma di famiglia del Borgia. Con l'aumento della potenza delle artiglierie e con il cambiamento delle tecniche d'assedio, la rocca perse la propria funzione difensiva, venendo gradualmente destinato a carcere.
Photo

Post has shared content
VALENCIA

Sulle orme dei #Borgia: l’antica casata valenciana fu una delle famiglie più influenti d' #Italia nel XV e XVI secolo

La Cattedrale di Valencia (in spagnolo chiamata: Catedral de Valencia o Catedral del Santo Cáliz) venne dedicata, secondo la tradizione del XIII secolo, all'Assunzione di Maria, per volere di Giacomo I d’Aragona. La Cattedrale venne costruita sull'antica moschea di Balansiya, che a sua volta era stata costruita sul sito in cui sorgeva l'antica cattedrale visigota. All’interno, si possono ammirare i magnifici affreschi che papa Alessandro VI ( nato Roderic Llançol de Borja, italianizzato Rodrigo Borgia ) fece realizzare dall’artista italiano Paolo da San Leocadi, pittore che introdusse lo stile rinascimentale nella Penisola Iberica. Proprio da #Valencia , i Borgia partirono per raggiungere l’Italia, diventando una delle famiglie più importanti del XV secolo.

#estate2015   #spagna   #viaggi   #arte   #turismo  
Photo
Wait while more posts are being loaded