Profile cover photo
Profile photo
Associazione Leitmovie
19 followers
19 followers
About
Posts

Post has attachment
La nostra Carmen Spanò ci racconta "Mamma mia! Ci risiamo"
Add a comment...

Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Il classico del cinema espressionista Il Golem di Paul Wegener e Carl Boese (1920) a #Venezia75 in versione restaurata. Ne ha scritto Alessandro Guatti
Add a comment...

Post has attachment
Cinema, tanta musica e il suo ultimo fillm, Nico, 1988. Susanna Nicchiarelli, dopo aver conquistato #Venezia74 si racconta a Leitmovie.
Leggi l'intervista di Federica Marcucci
http://leitmovie.it/le-interviste-leitmovie-susanna-nicchiarelli
Add a comment...

Post has attachment
"Nel caso di Jack, ripercorrere il tempo è sinonimo di annullamento. Un venir meno dell’io e dello spazio-tempo dove specialmente le ultime due canzoni della sequenza descrivono in modo particolarmente calzante la perdita del protagonista anticipandone la climax finale, fino all’inevitabile ritorno nel non-spazio della Gold Room."

Federica Marcucci su #TheShining, al cinema grazie a Nexo Digital fino a oggi 2 novembre.

http://leitmovie.it/the-shining
Add a comment...

Post has attachment
"Indossano il tutù, hanno corpi perfetti e danzano sulle punte. E sono tutti uomini."

Leggi il pezzo di Alessandro Guatti su #Rebelsonpointe presentato al Gender Bender International Festival http://leitmovie.it/rebels-on-pointe
Add a comment...

Post has attachment
Elena Pizzetti su #HelloAgain, presentato al Gender Bender International Festival 2017

"Presentato in chiusura del 32° Lovers Film Festival di Torino e poi passato al #GenderBender Festival, Hello Again di Tom Gustafson è la trasposizione cinematografica dell’omonimo musical di Michael John LaChiusa portato in scena sui palchi off-Broadway all’inizio degli anni novanta."

Continua a leggere http://leitmovie.it/hello-again
Add a comment...

Post has attachment
"Il documentario #GagaFiveFootTwo presentato a settembre al #TorontoInternationalFilmFestival e in seguito distribuito da Netflix pare nascere dall’esigenza dell’artista di donare qualcosa di sé al proprio pubblico. Qualcosa che fino a quel momento era rimasto accuratamente celato nelle fodere dei suoi vestiti sgargianti."

Continua a leggere il pezzo di Federica Marcucci http://leitmovie.it/gaga-five-foot-two
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded