Profile cover photo
Profile photo
Cosamimettooggi - Personal Shopper, Stylist e Consulente d'Immagine
1,094 followers -
Your Personal Shopper, Stylist and Image Consultant
Your Personal Shopper, Stylist and Image Consultant

1,094 followers
About
Posts

Post has attachment
La moda quest’anno ci viene incontro e a parte le solite décolleté tacco incredibile, i sandali con il plateau 5 cm (si li producono ancora) e sandali gioiello che solo Valeria Marini si può permettere; la fashion week uomo dal Pitti ai party sull’Arno ha dato una svolta al tacco dell’estate.
Modelle, blogger, personaggi dello spettacolo, si sono magicamente “abbassati” e quindi, se loro possono permetterselo, allora anche noi finalmente!
Add a comment...

Post has attachment
Non esiste un manuale dello shopping vintage, ma qualche aiutino possiamo sempre darvelo, le regole sono poche, ma buone!
1- Fare le finte tonte, ovunque vai e con chiunque tu sia.
Mai sembrare una che se ne intende, mai avere un foulard di Hermes casualmente infilato nei capelli perché quel giorno eri un po’ spettinata, mai!
Colui che vende non deve immaginare che tu te ne intenda, che tu collezioni, che tu brami il capo di cui stai chiedendo sbadatamente il prezzo.
Add a comment...

Post has attachment
Di cosa avete voglia nel mese di febbraio? Colore. Abbiamo un disperato bisogno di colori: quelli presi in prestito ai coriandoli di carnevale, indossati a caso – ma non troppo – nei nostri look invernali; per colorare i nostri passi nelle giornate già un poco più lunghe, in un mese soltanto un poco più corto. Un colore su tutti?
Giallo; non soltanto perché sarà di super tendenza nella prossima stagione, ma perché è il colore del sole e delle mimose che già iniziano a sbocciare. http://bit.ly/2lkuOuL
Add a comment...

Post has attachment
A certi indumenti non diamo tregua, così come alle lunghezze, agli scolli, alle maniche e agli orli.
Un giorno su e poi giù, e poi largo e poi stretto, e a poi a zampa e poi a zampa ma non troppo, e soprattutto sfrangiato alla caviglia, e così via all’infinito..
Oggi parliamo di corsetti, pensati non tanto come corsetto nel senso stretto del termine… ma più come… cintura.
Add a comment...

Post has attachment
E’ un paradiso rosa pastello…treccine, nuvolette, piscina e decappottabile formano il viaggio che ti fa perdere, che ti lascia riscoprire, irrimediabilmente rosa, in rosa.
Al contrario dell’immagine classica un po’ tetra del Motel californiano abbandonato, le 4 muse POP, si divertono masticando big bouble e preparando la loro cabrio per un lungo viaggio, “rifornendola” di acqua per la piscina al suo interno!
#POPNOW | Cosamimettooggi
#POPNOW | Cosamimettooggi
cosamimettooggi.com
Add a comment...

Post has attachment
Infine il nostro nuovo sito è online, dopo tanto lavoro e tante revisioni e tanta pazienza: soprattutto quella di grafici, illustratori e tecnici a cui è toccata la sfiga di starci dietro, tra illustrazioni, sfumature e font e pixel sopra, sotto, a destra e sinistra, e poi interlinee e tag e così via all’infinito…
Add a comment...

Post has attachment
Questo non è un articolo su cosa fare o non fare a Formentera, – ce n’è bisogno? Non è neanche una guida sulle spiagge più belle – lo sono tutte – non siamo neanche qui a decantare Formentera come uno degli ultimi paradisi hippie perché per le strade e i negozi di Sant Francesc de Formentera troverete più sciure che in Via Monte Napoleone.
È piuttosto un articolo pensato per farvi venire voglia di partire – se mai ce ne fosse bisogno a metà luglio – o di trasferirvi lì magari con il vostro camper adibito a negozio di abbigliamento vintage… oh ognuno ha le sue fantasie!
Add a comment...

Post has attachment
Quello che molte di noi amano della moda è il suo essere sempre diversa, il suo restare, cambiare e poi ancora ritornare; per questo riponiamo in soffitta quei Levi’s 501 delle superiori insieme ad un mucchio di altre cose che non si sa mai, poi le vedi in passerella e dici, cavolo cell’avevo anche io qualche decennio fa.
Quello che amiamo della moda è la possibilità di “travestirci” ogni giorno se ne abbiamo voglia soltanto per il vezzo di vederci diverse, oppure di indossare la nostra “uniforme” costruita sul nostro stile, che ci rende impavide nell’affrontare le nostre lunghe giornate.
Add a comment...

Post has attachment
When between the end of the 60s and the beginning of the 70s Jane Birkin strolled around Parisian streets playing the role of the French girl, while not being French, with her handbasket, her lovely messy bangs, her withe t-shirt and a limitless amount of innate and unaware class; she couldn’t imagine Hermès, a few years later, giving her name to a bag, absolutely not in straw, which was destined to become every snob woman’s object of desire.
She surely couldn’t be aware of the marketing strategy chosen by that luxury brand, by making the bag “unavailabe” for the sole purpose of raising its value, proportionally to those women’s desire to own it at every cost.
Add a comment...

Post has attachment
Quando vidi Venezia per la prima volta quello che mi colpì allora e, che oggi ancora mi sorprende fu la sua luce. Perché Venezia, sembra, sia appoggiata in una dimensione solo sua, in bilico tra cielo, terra e mare; il suo è un bagliore soffuso, umido e quasi bagnato, un labile equilibrio che sorregge tanta bellezza.
Come resistere al fascino di una terra in cui le auto puoi anche dimenticarle, al posto del taxi puoi usare un motoscafo o meglio ancora la gondola e al posto del raccordo il ponte dell’Accademia? Come non amare le maschere, il prosecco, gli infiniti ponti, gli stili: bizantino, gotico, rinascimentale e barocco che si mescolano insieme fra chiese e facciate di palazzi a dar vita a un’armonia magica? Semplicemente non puoi!
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded