Profile cover photo
Profile photo
Cinzia “cinziainbici” Vecchi
111 followers -
Ho due grandi passioni: il diritto ed il ciclismo.
Ho due grandi passioni: il diritto ed il ciclismo.

111 followers
About
Posts

"La foto credo dica tutto: il volto rigato dalla pioggia, la determinazione a proseguire nonostante il maltempo che si accanirà per l’intera notte sui randonneur e i runners. E, poi, il ritiro…mollaremai è il motto che portiamo sulle nostre divise, ma questa volta ho dovuto fare un passo indietro.
Eppure son convinta di non averlo tradito quel motto…”Scivola pioggia sul volto, rigagnolo poi fiume in piena: travolgili e dissolvili i demoni…almeno per una notte”, questo scrivevo qualche giorno dopo la Nove Colli by night.
Ed è stato così, i demoni della paura della pioggia, della notte, del ritiro e del fare brutta figura: dissolti, svaniti. E questo già dal primo colpo di pedale, bastava partire pur sapendo a ciò che si andava incontro…vincere la paura da subito e affrontare strada facendo ciò che si sarebbe presentato, vivere nel “qui e adesso”!"
http://www.cinziainbici.it/2018/01/05/un-anno-in-bici-mollaremai-fatica-e-bellezza/

Post has attachment
"...la mia città è un Babbo Natale “schiantato” e un poco ammaccato…pare me…ma pronto a rialzarsi;
la mia città è un silenzio che ti tiene compagnia la notte, quando passeggi tra le sue vie e piazze;
la mia città è una torre protesa verso il cielo che vorrebbe toccare le nuvole, baciare la luna e il sole;
la mia città è una notte fatta per camminare nell’attesa delle luci dell’aurora.
Questa è la mia città" Cinziainbici

Post has attachment
E’ un po’ di tempo che non scrivo e questa sera ci riprovo alla vecchia maniera.
Le parole che escono dalla penna, prendono forma su di una pagina bianca…è un partire dalle fondamenta, poggiare un mattone sopra l’altro e vedere la casa che cresce poco alla volta.
Ecco, è il senso della costruzione che manca, a volte, dinanzi allo schermo di un computer o di uno smartphone.
Allo stesso modo il percorrere una strada in auto o a piedi. Passo dopo passo la strada la costruisci tu. E’ come un foglio bianco, resta tutto, gli errori e le parole cancellate…tiri una riga ma rimangono lì, le vedi comunque. E così i tuoi passi, puoi cambiare traiettoria, inoltrarti in un sentiero, ripercorrerlo a ritroso ma tutto rimarrà nelle tue gambe e, guardandole e ascoltandole, ritroverai ogni singolo passo e tutta la strada percorsa.
E non importa se sono strade già solcate, ogni volta cambiano e ci trovi qualcosa di nuovo e di diverso.

Post has attachment
Eccomi! Dopo venti giorni di silenzio ritorna il blog di Cinziainbici 😉 quando la bici riposa parliamo di bici, e ne parlo a scuola, con i ragazzi di prima e seconda media...quanto interesse di fronte alle avventure di quei “pazzi” dal cuore immenso che sono i randonneur 😍❤️❤️ un mezzo così semplice e antico come la bici suscita ancora tanta curiosità e stupore...chissà se, tra qualche anno, qualcuno di questi ragazzi lo incontreremo, in sella ad una bici, sulle strade del mondo? Mi piace pensare che sarà così...intanto buona lettura 😘❤️❤️❤️

Post has attachment
Di nuovo nebbia e sole che ci regalano esperienze di paesaggio uniche, tutte da vivere e da sentire. Buona lettura

Post has attachment
Perché il mare ti frega, conserva tutto, lo riporta a riva anche dopo anni e te lo restituisce…sei lì che cammini e inciampi su cose passate.

Post has attachment
Meraviglioso Salento! Una vacanza unica e speciale
"Alle 18,30 siamo al villaggio ed è subito chiaro che Disneyland a confronto non è nulla! I bagagli ci vengono recapitati direttamente in stanza che, per inciso, è grande come il mio appartamento! Ovviamente il villaggio è talmente esteso che, andando alla ricerca delle stanze, ci perdiamo…in questo breve vagare ci rendiamo conto di quanto offra il villaggio: tre piscine, una spa, campi da tennis, spinning, palestra, teatro, discoteca, bar e ristoranti…e, insomma, è escluso che si possa patire la sete e la fame!
Ma immediatamente capiamo che davvero tutto è All Inclusive, anche la birra!! Già…”la birra free è un casino…” esclama Sonia…in effetti ho idea che daremo un danno inenarrabile al villaggio…non sanno con chi hanno a che fare…"

Post has attachment
Ecco qua un nuovo raccontino su due ruote, poi per un po' smetto di tormentarvi...qualche giorno di vacanza me lo prendo pure io, ma ritornerò intorno al 13/14 settembre con "I racconti dalla spiaggia" 😬😎
Intanto buona lettura e buona serata 😉
"Questo breve post lo voglio dedicare a tutte le Amiche e gli Amici che mantengono intatta la capacità di stupirsi, di emozionarsi e di gioire ogni volta che salgono su di una bici, oppure indossano un paio di scarpe o scarponi, escono di casa con gli occhi ed il cuore aperti a nuove scoperte. E ritornano un poco cambiati, in meglio, ogni volta." 😘❤️❤️❤️❤️

Post has attachment
Racconti su due ruote: l'appennino, il mare...
"Il 18 agosto del 2016 le nostre mete erano Chiusi – Montallese e Todi…mi mancano quei giorni, sono la cosa che più mi è mancata quest’anno…le persone con cui si era creato un senso di comunità, quasi di famiglia, le risate, le chiacchiere e, sì, anche i momenti di crisi…in questi giorni di vacanza si affacciano spesso nei miei pensieri quelle giornate…
Allora prendo la bici e vado in appennino…non so perché ma quando penso a un viaggio l’appennino c’è sempre, le montagne da svalicare son quelle lì.
Allora vado a San Pellegrino, guardo le Apuane e penso che pochi km a valle c’è Castelnuovo Garfagnana…il mare è lì, e senza mare che viaggio può mai essere?!?
E poi penso che anche il Lago di Gramolazzo non è molto distante, e da lì si arriva ad Aulla, la Liguria e il Passo del Bracco…le strade della 1001 Miglia 19/20 agosto 2016…è da questa primavera che “giro intorno” a San Pellegrino, Passo delle Radici, Abetone e Passo Pradarena per questo “tarlo”…l’ho capito solo oggi, è proprio vero che arrivo sempre “dopo la coda dell’asino”!!

Strade ostiche, la stanchezza che presentava il conto e la testa che vacillava…insomma strade da ripercorrere, per far pace…e il mare cosa c’entra in tutto questo?
Siediti su una spiaggia deserta, o comunque poco affollata, chiudi gli occhi e ascolta le onde…il rumore e il profumo del mare…sì, si può far pace, dopo…
E io cosa aspetto? Il giusto tempo…"

Post has attachment
Racconti su due piedi: dal Ventasso al Fiume Po
Che, poi, se dall’argine del fiume Po volgi lo sguardo verso sud l’appennino lo vedi…son lì il Cimone, il Corno e il Cusna. In poche decine di km si passa dalla bassa alle vette appenniniche…è una terra fatta così l’Emilia – Romagna. Un grande fiume che scorre lento, che guarda e parla con le montagne, incessantemente, mediante le acque dei suoi tributari che, da quelle vette, corrono verso di lui attraverso una pianura che pare un mare colorato di verde e di giallo…
Sono quadri, cambiano a seconda delle stagioni, e noi ci siamo dentro…
Wait while more posts are being loaded